Klingon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando la voce sulla lingua artificiale, vedi lingua klingon.
Impero Klingon
Bandiera Klingon Empire Flag.svg
Lingua ufficiale Klingon
Pianeta Qo'noS (Kronos)
Capitale Prima Città
Cancelliere Martok (2375)
Fondazione circa 900
Lingua Lingua klingon
Valuta darsek

I Klingon (in lingua klingon tlhIngan) sono una specie extraterrestre umanoide dell'universo fantascientifico di Star Trek.

Nella serie classica di Star Trek i Klingon erano i principali antagonisti della Federazione Unita dei Pianeti. Sono apparsi per la prima volta nell'episodio Missione di pace (Errand of Mercy). A partire dal film Star Trek VI: Rotta verso l'ignoto i Klingon divennero alleati della Federazione.

I Klingon furono introdotti nelle trame di Star Trek come corrispettivo dei sovietici (e in parte dei cinesi) secondo la visione statunitense dell'epoca: aggressivi, militaristi, subdoli e irragionevoli. I loro tratti somatici e le loro barbe ricordavano vagamente i mongoli. In seguito, con la distensione della Guerra Fredda, questa visione venne moderata e integrata e i Klingon furono rappresentati come un popolo fiero e dotato di un'etica guerriera, che ricorda il Bushidō dei samurai giapponesi; contemporaneamente con i film di Star Trek, essi assunsero tratti somatici più minacciosi, con marcate creste frontali. I Klingon, pur rimanendo estremamente bellicosi, divennero quindi alleati della Federazione, rispecchiando nell'universo immaginario di Star Trek il crollo del comunismo e la nascita del rapporto amichevole tra Stati Uniti e la nuova Russia.

Biologia Klingon[modifica | modifica sorgente]

Donna Klingon

I Klingon sono di aspetto umanoide e portano lunghi capelli, baffi e barba. La barba è considerata simbolo di coraggio. Escludendo barba e capelli i Klingon sono quasi completamente glabri. La loro carnagione è ramata.

L'anatomia klingon è caratterizzata da una maggior resistenza fisica alle ferite, per questo motivo le ossa sono più spesse e più numerose e gli organi interni principali sono ridondanti rispetto a quelli umani; il cuore ha 8 camere e hanno tre polmoni, ciascuno dei quali ha due lobi: questa caratteristica è chiamata brar'kul. Inoltre i Klingon non piangono (non hanno dotti lacrimali) ed il loro stomaco non produce enzimi essenziali per la digestione di alcune verdure.

Società Klingon[modifica | modifica sorgente]

Il Jejtaj, un'arma klingon

Governo[modifica | modifica sorgente]

L'Impero Klingon è governato dall'Alto Consiglio di Klingon, presieduto da un Cancelliere. L'Alto Consiglio è organo esecutivo, legislativo e suprema corte. Solo i guerrieri maschi possono fare parte dell'Alto Consiglio, nella storia dell'Impero solo una donna, Azetbur, divenne Cancelliere nel 2293 (vedi Storia dell'Impero Klingon), questo perché la situazione politica del periodo era molto difficile. L'Alto Consiglio è composto dai rappresentanti delle famiglie più potenti dell'Impero. La scelta del Cancelliere avviene attraverso una mediazione tra i Consiglieri fatta dall'Arbitro di Successione, a sua volta scelto dal precedente Cancelliere. L'Imperatore ha un ruolo puramente formale, privo di qualsiasi reale potere politico.

Struttura sociale[modifica | modifica sorgente]

La società Klingon è suddivisa in caste. Al vertice stanno i guerrieri, seguono mercanti, agricoltori, servi. Gli scienziati non sono molto apprezzati tra i Klingon, il che suggerisce che gran parte della loro tecnologia sia acquisita da altre specie. I Klingon hanno un forte senso della famiglia. La famiglia di un guerriero è responsabile del suo onore: se lo perde può rimanere disonorata per parecchie generazioni prima di riacquistarlo (vedi Cultura). Allo stesso modo un guerriero è responsabile dell'onore della sua famiglia e del suo Casato: se un guerriero perderà l'onore, lo perderanno anche la sua famiglia ed il suo Casato per svariate generazioni (alcune fonti dicono per tre generazioni, altre per cinque, ed ancora altre per sette).

Cultura[modifica | modifica sorgente]

La maggior parte delle tradizioni Klingon viene fatta risalire a Kahless l'Indimenticabile, il primo Imperatore (vedi Storia dell'Impero Klingon). I Klingon posseggono un alto senso dell'onore e ritengono onorevole morire in battaglia, anzi ritengono che questa sia la morte migliore per un guerriero e che la morte sia preferibile alla cattura. Hanno una cultura militarista e spesso le loro dispute vengono risolte attraverso combattimenti corpo a corpo. I duelli vengono effettuati con la "Bat'leth" ("Spada dell'Onore"), la spada tradizionale dei Klingon. Secondo la leggenda la prima Bat'leth venne forgiata da Kahless immergendo un suo capello in un fiume di lava.

La malattia è considerata disonorevole ed è quindi ammesso il suicidio rituale, un complicato rito detto "Hegh'bat", compiuto dal guerriero stesso in caso abbia le facoltà fisiche per farlo, dal figlio o da un amico in caso contrario. La malattia non è riprovevole e disonorevole in quanto tale ma solo quando non permette di combattere e di morire come un vero guerriero; per lo stesso motivo anche le ferite di guerra che inabilitano un guerriero portano questi ad optare per l'"Hegh'bat". Vi è da dire, però, che Kurn, il fratello di Worf, nell'episodio "I Figli di Mogh" (quarta stagione di DS9) afferma che il suicidio senza il fine rituale è una morte disonorevole.

Lingua[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Lingua klingon.
Un esempio di alfabeto klingon

La lingua klingon (nome nativo tlhIngan Hol) è una lingua artistica ideata da Marc Okrand per i film di Star Trek, dopo la serie classica ed utilizzata in seguito in tutte le serie tv in cui appaiono i Klingon.

Religione[modifica | modifica sorgente]

Secondo la leggenda, il primo Klingon si chiamava Kortar. Insieme alla sua compagna distrusse gli dei che li avevano creati. La leggenda, rievocata nella cerimonia nuziale tradizionale, narra che il primo cuore Klingon creato dagli dei fosse un maschio, estremamente forte e potente, ma triste; gli dei gli chiesero il perché della sua tristezza e questi rispose che si sentiva solo. Gli dei allora crearono un altro cuore Klingon, una femmina; questo secondo cuore era ancora più forte e fiero del primo e questo ne era geloso e l'attaccò, ma il secondo cuore era dotato anche della saggezza ed invitò il primo ad unirsi per divenire invincibili. Quando i due cuori si unirono e cominciarono a battere all'unisono crearono un frastuono tale che spaventò gli dei loro creatori, che inutilmente cercarono la fuga. I primi due Klingon uccisero gli dei e diedero fuoco al cielo. Da quel giorno, conclude la leggenda, nessuno ha più osato opporsi a due cuori Klingon che battono all'unisono.

I Klingon credono che il guerriero morto in modo onorevole finirà in una sorta di Valhalla, caratterizzato da battaglie, banchetti e canzoni di gesta eroiche. Tale luogo si chiama Sto-Vo-Kor (almeno così viene pronunciato): per accedervi bisogna conservare l'onore e condurre una vita da guerriero, che si deve concludere con una morte altrettanto onorevole, morendo in battaglia oppure trafitto dal pugnale rituale dalla mano del parente più prossimo nel caso in cui il Klingon non sia più in grado di combattere. Un'altra morte onorevole è il suicidio rituale, con cui è evitata l'onta della cattura in battaglia. Chi muore nel disonore invece non avrà posto nello Sto-Vo-Kor, bensì in quello che è considerato l'Inferno Klingon, il Gret'hor, dominio della bestia Fek'lhr, equivalente Klingon del Diavolo.

La religione Klingon è imperniata sull'adorazione di Kahless, "il guerriero più forte di tutti" che circa 1.500 anni prima delle vicende narrate nella Next Generation riunisce il popolo Klingon e fonda l'impero e le Canzoni e Leggende ricordano ad esempio il ritorno di Kahless, in cui lo stesso Kahless lasciando il suo popolo per andare nello Sto-Vo-Kor preannuncia un giorno in cui sarebbe tornato, indicando un puntino nel cielo disse "Cercatemi là". Ora intorno a quella stella è situato il più importante monastero Klingon. Da non dimenticare l'importanza data alle visioni: i Klingon praticano una dura meditazione in caverne calde e umide davanti a grandi fuochi; in queste condizioni possono ottenere delle visioni che devono comprendere nell'arco di anni; tra le immagini più importanti e forti ci sono l'apparizione di Kahless o la visione del proprio padre, questo rituale è detto del MajQa

Storia dell'Impero Klingon[modifica | modifica sorgente]

L'Impero Klingon venne fondato nel 900 d.C. terrestre da Kahless l'Indimenticabile, che unificò le varie tribù dei Klingon e si proclamò Imperatore dopo aver ucciso il tiranno Molor, suo fratello.

Kahless è citato in vari episodi sia della serie classica di Star Trek sia di Star Trek: The Next Generation, che di Star Trek: Deep Space Nine. All'interno delle serie, la sua figura ha un ruolo fondamentale nella storia, nella cultura e nella religione Klingon; secondo la tradizione infatti, egli fu l'artefice, dopo l'uccisione del fratello/tiranno Molor, dell'unificazione del popolo Klingon, e della fondazione del loro Impero. Egli formulò inoltre il codice d'onore Klingon, alla cui osservanza ogni membro di questa razza guerriera è tenuto ad obbedire, e forgiò la prima betleH, la spada rituale simbolo dell'onore.

Nel 2069 il trono imperiale divenne vacante e il potere passò all'Alto Consiglio e al Cancelliere. Nel 2293, quando il Cancelliere Gorkon venne assassinato durante le trattative di pace con la Federazione dei Pianeti Uniti, sua figlia Azetbur divenne la prima (ed unica) donna a essere nominata Cancelliere dell'Impero. La carica di Imperatore venne restaurata nel 2369 con l'incoronazione di Kahless II, clone di Kahless l'Indimenticabile.

ChonnaQ

Navi stellari[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Astronavi di Star Trek#Impero klingon.

La Marina Imperiale Klingon insieme alla Flotta Astrale e alla Flotta Imperiale Romulana è una delle più potenti flotte del quadrante alfa nell'universo fantascientifico di Star Trek. Conta innumerevoli navi da battaglia e guerrieri addestrati al peggio.

Caratteristica comune delle navi stellari della Marina Imperiale Klingon è il dispositivo di occultamento, un sistema non in possesso della Federazione che permette di camuffare tutte le emissioni della nave e di deviare tutte le particelle, anche quelle energetiche, nascondendo la nave alla vista ed alla rilevazione dei sensori. Certe fonti sostengono che l'unico modo per individuare un vascello in stato di occultamento è rilevarne l'emissione di tachioni, particelle più veloci della luce che fanno risaltare la bolla di occultamento, ma questa è una teoria erronea, infatti il dispositivo di occultamento non emette tachioni.

Il dispositivo di occultamento crea una bolla intorno alla nave che fa scivolare al di là di essa ogni raggio/emanazione/sensore che si trova al di fuori della suddetta bolla. Questo con una velocità ed efficienza tali da non dare a nessuna strumentazione l'impressione che il raggio/emanazione/sensore venga deviato per fare il giro della bolla. Qui intervengono i tachioni, particelle così veloci che la deviazione intorno alla bolla muta sensibilmente il loro tragitto; un sistema di rilevazione - tipo quello allestito dall'Enterprise D o quello che si trova attorno a Ty'Gokor- si costruisce una griglia di emettitori sensori che registrano il tempo di percorrenza dei tachioni da un punto all'altro. Questo fa sì che quando una nave occultata passa tale griglia i sensori registrino la deviazione di percorso dei tachioni, rilevando in tal modo la nave. Evidentemente la necessità di avere la coppia emettitore-rilevatore di tachioni rende tale tipo di metodo di rilevazione dell'occultamento impossibile da utilizzare per le navi stellari.

Per camuffare le emissioni della nave, la bolla al suo interno crea un campo antigravitazionale a gravità zero, il che fa sì che qualsiasi emissione di energia venga bloccata; come effetto collaterale neanche le armi, sia i disgregatori che i siluri fotonici, possono essere utilizzati dalla nave in occultamento.

Nella storia canonica dell'Impero Klingon solo un Bird of Prey sperimentale è stato dotato della capacità di fare fuoco con i siluri nonostante l'occultamento: quello comandato dal generale Chang nel film Star Trek VI: Rotta verso l'ignoto.

Lo Sparviero Klingon (Bird of Prey) è forse la tipologia di nave più conosciuta della Marina Imperiale insieme alla classe vor'cha (incrociatore pesante della Marina Imperiale Klingon). Lo Sparviero si può scomporre in due sezioni, così come il suo omologo vascello federale la classe Galaxy.

Cucina[modifica | modifica sorgente]

L'alimentazione klingon si compone principalmente di carne, il più delle volte cruda e a volte viva; di norma non si usano posate.

Cibi[modifica | modifica sorgente]

Il Gagh è uno dei più noti cibi della cucina tradizionale klingon. Si compone di un verme servito rigorosamente vivo in una salsa chiamata "ghevili". I vermi vengono nutriti con sangue animale annacquato, dal quale la pietanza prenderà una parte importante del suo sapore. Prima di essere mangiati, i vermi vengono messi in una scodella piena della salsa sopra citata e di un'erba aromatica che divorano essi stessi prima di morire intossicati dalla pianta. È molto importante mangiarli prima che muoiano. Se non si riescono a mangiare vivi allora possono essere stufati e mangiati in un secondo tempo. Ne esistono diverse qualità differenti: il Torgud gagh (che si dimena), il Filden gagh (che si contorce), il Meshta gagh (che salta), il Bithool gagh (che ha le zampe), il Wistan gagh (che è servito nel sangue di targh), il Racht (i vermi sono molto più grandi del normale).

Altre pietanze tipiche:

  • Zampa di Pipius: zampa animale servita generalmente cruda.
  • Gladst: varietà di alghe simili a quelle terrestri.
  • Cuore di targh: cuore dell'animale servito crudo. Il targh è essenzialmente un cinghiale ma con il pelo più lungo e spesso; i denti canini dell'animale sono più lunghi e ricurvi. Nel complesso il targh appare come un grosso cinghiale di color grigio.
  • Torta di sangue di rokeg: torta di sangue e carne del rokeg.
  • Polmone di bregit: piatto "cucinato" con i polmoni dell'animale crudi solitamente accompagnati da Salsa Grapok (di color arancio).
  • Zilm'kach: frutto di Qo'nos simile ai datteri terrestri.
  • Pelle di Fuoco: i ritagli della pelle degli animali macellati vengono immersi nel Vino di Fuoco e poi passati alla fiamma. Preferibilmente mangiati bollenti e velocemente.

Bevande[modifica | modifica sorgente]

  • Vino di sangue: molto alcolico, servito caldo.
  • Warnog: birra klingon, molto alcolica
  • Vino di Fuoco: anch' esso molto alcolico ma servito a temperatura ambiente.
  • Chech'tluth: bevanda assai alcolica.
  • Raktajino: caffè klingon, più forte di quello terrestre, servito bollente o ghiacciato.
  • Tè Klingon: altamente tossico per gli umani, usato raramente in riti tradizionali (paragonabile al rito del tè verde), può procurare malessere e allucinazione anche per i klingon.

Klingon famosi[modifica | modifica sorgente]

I più famosi personaggi Klingon apparsi nelle serie:

  • Kahless l'Indimenticabile: uccisore del tiranno Molor ed il proprio fratello anarchico Morath, e primo Imperatore (v. religione e Storia dell'Impero Klingon)
  • Worf Roženko: primo klingon ad entrare nella Flotta Stellare, imbarcato sulla nave stellare USS Enterprise (NCC-1701-D) nella serie Star Trek: The Next Generation; anche personaggio della serie Star Trek: Deep Space Nine
  • Gowron: cancelliere dell'Impero ucciso in duello da Worf;
  • Martok: Comandante in capo della Marina Imperiale, succede a Gowron nella carica di Cancelliere; amico fraterno di Worf;
  • B'Elanna Torres: metà umana e metà klingon, ingegnere capo della USS Voyager nella serie Star Trek: Voyager.
  • Kor: il capitano dei primi klingon apparsi nelle serie; appare nella serie originale e in quella animata come un klingon senza cresta ossea frontale (a posteriori spiegato come frutto di un esperimento di genetica teso ad invadere la Federazione senza essere notati come klingon). Appare nella serie Star Trek: Deep Space Nine come un klingon normale con cresta ossea e muscolatura imponente, ma invecchiato avendo più di cento anni di età. Lo si ritrova in più episodi: The Sword of Khaless e Blood Oath.
  • Gorkon: cancelliere dell'Impero Klingon, contemporaneo del capitano James T. Kirk, fautore dei rapporti di pace tra Impero Klingon e Federazione, ucciso durante un complotto (nel film Star Trek VI: Rotta verso l'ignoto).
  • K'Ehleyr: metà klingon e metà umana, compagna di Worf, con il quale ha avuto un figlio; ambasciatrice della Federazione nell'Impero Klingon, uccisa da Duras.
  • Duras: capofamiglia del Casato di Duras, fratello di Lursa e B'Etor, padre del vigliacco Toral; il suo nome e quello del suo casato, è sinonimo di disonore e vigliaccheria, suo padre complottò con i Romulani l'attacco del pianeta Khitomer facendone ricadere la colpa sulla famiglia di Worf; ucciso da Worf per vendicare la morte di K'Ehleyr.
  • Lursa e B'Etor: dopo la morte di Duras, le due sorelle divennero le capofamiglia del Casato di Duras, acerrime nemiche del Casato di Mogh e contro l'alleanza con la Federazione, spesso complottarono per rompere l'alleanza, trattando persino con i Romulani. Dichiarate rinnegate. Uccise in battaglia durante uno scontro con l'Enterprise.
  • Alexander Roženko: figlio di Worf e K'Ehleyr, per tre quarti klingon ed un quarto umano, ha sempre vissuto con la madre; dopo la morte di lei viene affidato al padre, sulla Enterprise, ma dopo qualche anno lo stesso Worf decide di affidarlo ai propri genitori adottivi sulla Terra. Durante la guerra del Dominio si arruola nella Marina Imperiale Klingon a bordo di un incrociatore, divenendo la mascotte dell'equipaggio.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]