Prima direttiva

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Nell'universo fantascientifico di Star Trek, la prima direttiva (Prime Directive) è la fondamentale norma della Federazione dei Pianeti Uniti che vieta fermamente di interferire nello sviluppo naturale di una civiltà o negli affari interni di un governo di un altro pianeta finché essa non abbia sviluppato la tecnologia dei viaggi interstellari.

La prima direttiva fu originariamente ideata dallo scrittore di fantascienza Theodore Sturgeon per la sceneggiatura dell'episodio Il duello (Amok Time) della serie originale di Star Trek. La prima direttiva è chiaramente ispirata dal paragrafo 7 dell'articolo 2 della Carta delle Nazioni Unite.[1] È stata vista inoltre come una critica alla Guerra del Vietnam che veniva combattuta in quegli anni.[2]

La prima direttiva vieta tutti i contatti che potrebbero influenzare le civiltà meno progredite inquinandone lo sviluppo culturale, in tutti quei mondi il cui progresso tecnologico non è ancora giunto alla scoperta della propulsione a curvatura, tecnologia che permette alle navi stellari di superare la velocità della luce e di conseguenza il viaggio interstellare, aprendo la via al contatto con altre forme di vita e civiltà.

Questa direttiva, con le sue interpretazioni più o meno elastiche date da parte dei capitani e i conflitti etici che ne scaturiscono, costituisce il sottotema di molti degli episodi sia della serie originale sia delle serie successive. Nella serie Star Trek: Enterprise, essendo un prequel della serie originale, questa importante norma non è ancora stata sviluppata, e ciò ha conferito agli sceneggiatori una maggiore libertà d'azione nel trattare il tema del primo contatto con altre specie senzienti.

Come si apprende in un episodio di Star Trek - Voyager, la prima direttiva può essere superata solo dalla direttiva Omega, un protocollo segretissimo di cui sono a conoscenza solo i capitani della Flotta Stellare, volto alla distruzione di una materia spaziale estremamente rara e pericolosa.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Robert H. Chaires, Bradley Stewart Chilton, Star Trek Visions of Law and Justice, University of North Texas Press, 2003, p. 97, ISBN 978-0-9668080-2-5.
  2. ^ John Mcnabb, The British lower palaeolithic: Stones in contension, Routledge, p. 287, ISBN 978-1-134-09055-6.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Star Trek Portale Star Trek: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Star Trek