Sindaci di Milano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Podestà medievali di Milano)
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Milano.

Sindaco di Milano
Milano, Palazzo Marino.jpg
StatoItalia Italia
In caricaGiuseppe Sala (Indipendente di centro-sinistra)
da21 giugno 2016
Eletto daCittadini di Milano
Ultima elezione5, 19 giugno 2016
Prossima elezione2021
Durata mandato5 anni
SedePalazzo Marino
IndirizzoPiazza della Scala
Sito webwww.comune.milano.it

Di seguito l'elenco cronologico dei sindaci di Milano e delle altre figure apicali equivalenti che si sono succedute nel corso della storia.

Sacro Romano Impero (840-1042)[modifica | modifica wikitesto]

Vicari imperiali in carica di governatori (periodo imperiale)
  • Leone (840-865)
  • Alberico (865-892)
  • Maginfredo (892-901)
  • Sigifredo (901-918)
  • Berengario (918-962)
  • Oberto (962-975)
dopo cinque anni in cui l'Imperatore del Sacro Romano Impero riprende direttamente le redini del governo a Milano, la carica torna a essere concessa nella persona dell'arcivescovo di Milano.
Vicari imperiali in carica di governatori (periodo arcivescovile)
  • Arderico Cotta (940 - 15 ottobre 948), già arcivescovo di Milano dal 936
Manasse d'Arles non ottiene il vicariato

Signoria di Milano (1162-1499)[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
1162 1164 Enrico di Liegi Podestà -
1164 1166 Marquardo di Grumbach Podestà [1]
1166 1167 Enrico di Dixe Podestà -
1186 Uberto Visconti Podestà -
1191 Rodolfo da Concesa Podestà -
1192 Bonapace Fava Podestà -
1199 Giovanni Rusconi, Manfredo di Cortenuova, Raimondo de Vegioni Podestà -
1200 Gozio da Gambara Podestà -
1201 Alberto da Mandello, Drudo Marcellino, Rainerio Cotta Podestà -
1203 Sacco Sacchi, Tazio da Mandello, Domenico Borri, Danesio Crivelli, Oldebrando Canevesi, Manfredo degli Osj Podestà -
1204 Oldebrando Canevesi, Guglielmo Pusterla Podestà -
1206 Uberto Visconti Podestà -
1207 Visconte Visconti Podestà -
1208 Rambertino Buvalelli Podestà -
1209 Alberto Fontana Podestà -
1210 Uberto Nuco Podestà -
1211 Guglielmo de Landi Podestà -
1212 Pagano da Bussero Podestà -
1213 Manfredo da Busnate, Ottone da Mandello, Ardigotto Marcellino, Busnardo Incoardo Podestà -
1214 Uberto da Vidalta Podestà -
1215 Brunasio Porca Podestà -
1216 Giacomo Malcoreggia Podestà -
1217 Andalo da Andalo Podestà -
1218 Amizone Sacco Podestà -
1219 Lanfranco da Martinengo Podestà -
1220 Amizone Carentano Podestà -
1221 Amizone Sacco Podestà
1222 Lanfranco Muzio Podestà
1223 Pace da Manerbio Podestà -
1224 1225 Aveno da Cisate Podestà [2]
1226 Guaza Rusconi Podestà -
1227 Lanfranco da Pontecarale Podestà -
1228 Aliprando Fava Podestà [3]
1229 Bonaccorso della Porta poi Bartolomeo Carboni Podestà -
1230 Uberto Sordi Podestà -
1231 Uberto Stretti Podestà -
1232 Pietro Vento Podestà -
1233 Oldrado da Tresseno Podestà -
1234 Manfredo di Cortenuova Podestà -
1235 Umberto Sacco Podestà -
1236 Obizzone Malaspina Podestà -
1237 Pietro Tiepolo Podestà -
1238 Guazarino Rusconi poi Pietro degli Azari Podestà -
1239 Raimondo degli Ugoni Podestà -
1240 Corrado da Concesa Podestà -
1241 Filippo Visdomini Podestà -
1242 Luca Grimaldi Podestà -
1243 Catelano Carboni Podestà -
1244 Uberto Maccasola Podestà -
1245 Uberto da Vidalta Podestà -
1246 Enrico degli Avvocati Podestà -
1247 Corrado da Concesa Podestà -
1248 Bonifacio da Sala Podestà -
1249 Sopramonte Lupi Podestà -
1250 Jacopo Rossi Podestà -
1251 Giovanni Enrico da Riva[4] poi Gherardo Rangoni Podestà -
1252 Pietro degli Avvocati poi Valente dei Marzi Podestà [5]
1253 Gregorio Gerra Podestà -
1254 Ginestro da Pontecarale Podestà -
1255 Filippo degli Asinelli Podestà -
1256 Emanuele de Maggi poi Enrico Sacco Podestà [6]
1257 Beno Gozzadini poi Anselmo Sacco Podestà -
1258 Filippo Vicedomini poi Riccardo Fontana Podestà -
1259 Teodorico Galoteffio poi Pietro degli Avvocati Podestà [7]
1260 Patrizio da Concesa poi Guandaleone da Dovera Podestà -
1261 Guglielmo Pallavicino Podestà -
1262 Ubertino Pallavicino Podestà -
1263 Zavatario della Strada Podestà -
1264 Uberto Pallavicino Podestà -
prima parte 1265 Federico Crotta, Tibaldo Volta, Anselmo Lavezzario, Antonio Vistarino Podestà -
seconda parte 1265 Emberra del Balzo Podestà -
1266 Emberra del Balzo poi Guidotto da Redobio Podestà -
1267 Beltramo da Greco Podestà -
1268 Corrado Lavizario Podestà -
1269 Giovanni degli Avvocati Podestà -
1270 Giovanni Palastrello Podestà -
1271 Roberto Roberti Podestà -
1272 Visconte Visconti Podestà -
1273 Obizzo del Carretto Podestà -
I° semestre 1274 Guglielmo degli Avvocati Podestà -
II° semestre 1274 1275 Venedico Caccianemico Podestà -
1276 Teodisio di Sanvitale poi Goffredo di Langosco Podestà -
I° semestre 1277 Ponzio degli Amati Podestà -
II° semestre 1277 Aldobrandino Tangentino poi Riccardo di Langosco Podestà -
I° semestre 1278 Alberto Fontana Podestà -
II° semestre 1278 Raniero Zen Podestà -
I° semestre 1279 Antonio da Lomello Podestà -
II° semestre 1279 Lotterio Rusconi Podestà -
I° semestre 1280 Gabrino da Tresseno Podestà -
II° semestre 1280 Tommaso degli Avvocati e Giovanni da Lucino Podestà -
I° semestre 1281 Tommaso degli Avvocati e Federico Tornielli Podestà -
II° semestre 1281 Uberto Beccaria Podestà -
I° semestre 1282 Rufino Gotoario e Galoteffio da Cesena Podestà -
II° semestre 1282 Giovanni del Poggio Podestà -
I° semestre 1283 Uberto Beccaria Podestà -
II° semestre 1283 Jacopo Sommariva Podestà -
I° semestre 1284 Baldovino degli Ugoni Podestà -
II° semestre 1284 Guglielmo Rossi Podestà -
I° semestre 1285 Alberto Confalonieri Podestà -
II° semestre 1285 Boezio da Lavello Podestà -
I° semestre 1286 Ugolino Rossi Podestà -
II° semestre 1286 Pietro Rusconi Podestà -
1287 Ruffiniano Beccaria Podestà -
I° semestre 1288 Matteo Visconti Podestà -
II° semestre 1288 Jacopo de Jacopi Podestà -
I° semestre 1289 Uberto Beccaria Podestà -
II° semestre 1289 Baldovino degli Ugoni Podestà -
I° semestre 1290 Baldovino degli Ugoni e Bernardino da Polenta Podestà -
II° semestre 1290 Matteo Visconti Podestà -
I° semestre 1291 Uberto Guasco Podestà -
II° semestre 1291 Niccolò Merlano Podestà -
I° semestre 1292 Antonio Gallizi Podestà -
II° semestre 1292 Rolando Scotti Podestà -
1293 Amighetto da Martinengo Podestà -
I° semestre 1294 Matteo de Maggi Podestà -
II° semestre 1294 Zaccaria Salimbeni Podestà -
1295 Enrico Tangentino Podestà -
1296 Zanazio Salimbene Podestà -
I° semestre 1297 Corrado Gambara Podestà -
II° semestre 1297 Fulcieri di Calboli Podestà -
I° semestre 1298 Tommaso Rangoni Podestà -
II° semestre 1298 Jacopo del Cassero Podestà -
I° semestre 1299 Bisaccia Riccardi Podestà -
II° semestre 1299 Federico Sommariva Podestà -
I° semestre 1300 Guelfo Filodoni Podestà -
II° semestre 1300 Federico Sommariva Podestà -
1301 Bracco Guinizelli Podestà -
I° semestre 1302 Bernardino da Polenta e Bonifacio Lupi da Parma Podestà -
II° semestre 1302 Bernardino Scotti Podestà -
1303 Antonio Fissiraga Podestà -
I° semestre 1304 Anselmo da Palestro Podestà -
II° semestre 1304 I° semestre 1305 Federico Ponzoni Podestà -
II° semestre 1305 Riccardo Langosco Podestà -
I° semestre 1306 Francesco degli Avvocati Podestà -
II° semestre 1306 Guido dei Roberti Podestà -
I° semestre 1307 Arnolfo Fissiraga Podestà -
II° semestre 1307 Jacopo Cavalcabò Podestà -
1308 Matteo del Pallio Podestà -
1309 Tignacca Paravicino Podestà -
I° semestre 1310 Bregadino da San Nazzaro Podestà -
II° semestre 1310 Ricuperato Rivola Podestà -
I° semestre 1311 Niccolò de Bonsignori Podestà -
1311 marzo 1312 Ugolino da Sesso Podestà -
marzo 1312 aprile 1312 Ziliolo Allegri Podestà -
aprile 1312 settembre 1312 Azzone Malaspina Podestà -
settembre 1312 gennaio 1314 Giannazzo Salimbene Podestà -
gennaio 1314 luglio 1314 Guidone Pignoli Podestà -
luglio 1314 ottobre 1314 Scoto di San Gimignano Podestà -
ottobre 1314 aprile 1315 Spinetta Malaspina Podestà -
aprile 1315 ottobre 1315 Giacomo da Peschiera Podestà -
ottobre 1315 gennaio 1316 Ruggero Servadei Podestà -
maggio 1316 novembre 1316 Jacopino da Cornazzano Podestà -
novembre 1316 giugno 1317 Bonifacio da Alice Podestà -
giugno 1317 dicembre 1317 Gualtieri di Corte Podestà -
dicembre 1317 Azorino Malaspina Podestà -
1318 Enrico dei Petrioli Podestà -
1319 Bonifacio da Cavriago Podestà -
1320 Paolo Aldigheri Podestà -
1321 Giacomino da Iseo Podestà -
marzo 1322 ottobre 1322 Lanfranco Cavalazzi Podestà -
ottobre 1322 Giovanni Lanfranchi Podestà -
novembre 1322 dicembre 1322 Ravizza Rusconi Podestà -
gennaio 1323 febbraio 1323 Alessandro da Bologna Podestà -
febbraio 1323 settembre 1323 Calzino Tornielli Podestà -
settembre 1323 dicembre 1323 Giacomo Rusconi Podestà -
1324 giugno 1325 Viscontello da Binasco Podestà -
giugno 1325 ottobre 1325 Ottorino Mostardi Podestà -
ottobre 1325 luglio 1326 Beccario Beccaria Podestà -
luglio 1326 dicembre 1326 Gorzera Bonaccorsi Podestà -
1327 1328 Gozio di Guiderchusen Podestà -
1329 aprile 1330 Guiscardo Lancia Podestà -
aprile 1330 dicembre 1330 Ugolino da Lucino Podestà -
1331 Lanfranco Cavalazzi Podestà -
prima parte 1332 Lanfranco Tentone Podestà -
seconda parte 1332 Zanotto Fieschi Podestà -
1333 Giovanni del Mangano Podestà -
1334 Mirano Beccaria Podestà -
dicembre 1334 maggio 1338 Orso Giustiniani Podestà -
maggio 1338 maggio 1339 Isnardo Colleoni Podestà -
maggio 1339 giugno 1340 Giovanni Besacci Podestà -
giugno 1340 luglio 1341 Francesco Malaspina Podestà -
luglio 1341 luglio 1342 Alberto Rusconi Podestà -
luglio 1342 ? Goffredo da Sesto Podestà -
1354 Boschino Mantegazza (?) Podestà [8]
maggio 1356 ? Gotofredo da Sesto Podestà [9]
1356 Lotario Rusconi Podestà -
1362 Bernardino Bolghero Podestà -
1372 Giberto da Correggio Podestà -
1373 Lotario Rusconi Podestà -
1385 Carlo Zen Podestà -
1390 Prandeparte Pico della Mirandola Podestà -
maggio 1392 maggio 1393 Giberto da Correggio Podestà -
maggio 1393 giugno 1394 Enrico Rivola Podestà -
giugno 1394 marzo 1396 Spinetta Spinola Podestà -
marzo 1396 ? Carlo Fieschi Podestà -
1399 Pietro Cavalcabò Podestà -
1400 1401 Riccardo da Bagno Podestà -
1402 aprile 1403 Artale II Alagona Podestà [10]
aprile 1403 dicembre 1403 Antonio Anguissola Podestà [11]
dicembre 1403 Pietro Menti Podestà [12]
1406 Guido Galeazzi Podestà -
1425 Maffeo da Gambara Podestà -
1426 Marsilio da Gambara Podestà -
1430 1436 Isnardo Guarco Podestà -
1448 Manfredo Ripparolio Podestà [13]
1448 1450 Biagio Assereto Podestà -
1450 1452 Aloisio Guicciardini Podestà -
1452 1454 Vanni Medici Podestà -
1454 1456 Aloisio Pitti Podestà -
1456 1457 Liberio Bonarelli Podestà -
1457 1459 Giacomo Bonarelli Podestà -
1459 1460 Aloisio Pitti Podestà -
1460 1462 Giovanni Gianfigliazzi Podestà -
1462 1464 Giorgio Paselli Podestà -
1464 Pasello Paselli Podestà -
1464 1468 Berardo de Geraldinis Podestà -
1468 1470 Antonio Fogliani Podestà -
1470 1472 Giacomo Doria Podestà -
1472 1474 Giacomo Lupariis Podestà -
1474 1475 Pietro Vespucci Podestà -
1475 1477 Bartolomeo Gianfigliazzi Podestà -
1478 1479 Andrea Trovamala Podestà -
1479 1481 Andrea Avvocati Podestà -
1482 1486 Andrea Corradi Podestà -
1486 Giacomo Girardis Podestà -
1487 Alfonso Maria Teasto Podestà -
1490 1491 Pietro Francesco Avvocati Podestà -
1493 1495 Francesco Altoviti Podestà -
1497 1499 Gabriele Ginori Podestà -
1499 Paolino Prosperi Podestà -

Occupazione francese (1499-1526)[modifica | modifica wikitesto]

Dal Al Governatore
1495 1497 Jean de Foix
Restaurazione sforzesca
1499 1500 Gian Giacomo Trivulzio
1500 1510 Charles II d'Amboise
25 giugno 1511 11 aprile 1512 Gastone di Foix
1516 1516 Carlo III, duca di Borbone
1517 1522 Odet de Foix
15 settembre 1524 1525 Michele Antonio di Saluzzo
1525 24 febbraio 1525 Teodoro Trivulzio
Restaurazione sforzesca e poi occupazione da parte Imperiale

Occupazione asburgica (1526-1805)[modifica | modifica wikitesto]

Dal Al Governatore Note Regnante
6 luglio 1526 21 maggio 1527 Carlo III, duca di Borbone
1 marzo 1531 1532 Alessandro Bentivoglio Luogotenente generale[14] Francesco II Sforza
13 novembre 1535 15 settembre 1536 Antonio de Leyva, principe di Ascoli Prese possesso di Milano il 27 novembre 1535[14], morto in carica nel 1536 durante la guerra in Provenza. Il corpo fu trasportato a Milano e sepolto nella Basilica di San Dionigi. Carlo V d'Asburgo
9 ottobre 1536 28 gennaio 1538 Cardinale Marino Ascanio Caracciolo Fu prima Gran Cancelliere, poi Governatore per gli affari politici ed economici, morto in carica; le funzioni militari erano di competenza del marchese Del Vasto con titolo di Capitano Generale in Italia.[15]
febbraio 1538 31 marzo 1546 Alfonso d'Avalos d'Aquino, marchese del Vasto Governatore militare, ebbe anche responsabilità degli affari politici ed economici. Sotto il suo governo si pubblicarono le Nuove Costituzioni e fu riorganizzata l'attività dei tribunali. Morì a Vigevano alla fine di marzo del 1546.
aprile 1546 ottobre 1546 Alvaro de Luna, castellano del Castello Sforzesco Governò ad interim.
ottobre 1546 19 marzo 1554 Ferrante Gonzaga, principe di Molfetta Entrò a Milano il 19 giugno 1546; fu costretto a lasciare la carica di Governatore nel marzo del 1555 per via di certe accuse mossegli dal Castellano di essere mancante nelle sue funzioni. Fu assolto dalle accuse ma non tornò alla carica di Governatore. Sotto il suo governo perfezionò i Bastioni della città.
Periodo spagnolo
Dal Al Governatore Note Regnante
26 gennaio 1554 25 luglio 1554 Presidente e del Senato e del Grancancelliere di Milano Reggenza in assenza di Ferrante Gonzaga
16 agosto 1554 14 aprile 1555 Presidente e del Senato e del Grancancelliere di Milano Conferma della reggenza Filippo II di Spagna
14 aprile 1555 1555 Fernando Álvarez de Toledo, terzo Duca di Alba
8 dicembre 1555 agosto 1557 Cardinale Cristoforo Madruzzo, principe-vescovo di Trento Rimosso dall'incarico[14]
agosto 1557 aprile 1558 Giovanni de Figueroa, castellano di Milano Nominato ad interim
24 aprile 1558 dicembre 1559 Gonzalo II Fernández de Córdoba, duca di Sessa 1558-1560 Primo mandato
10 dicembre 1559 settembre 1561 Francesco Fernando d'Avalos, marchese di Pescara
20 settembre 1561 gennaio 1564 Gonzalo II Fernández de Córdoba, duca di Sessa Secondo mandato
18 gennaio 1564 21 agosto 1571 Gabriel de la Cueva, duca di Albuquerque Morto in carica
8 settembre 1571 dicembre 1571 Alvaro de Sande
8 dicembre 1571 1573 Luis de Zúñiga y Requesens
1573 20 aprile 1580 Antonio de Guzmán, marchese di Ayamonte Morto in carica
10 luglio 1580 1581 Sancho de Guevara y Padilla, castellano di Milano Nominato ad interim
27 marzo 1581 1581 Alfonso Perez de Guzman Non occupò la carica[14]
15 ottobre 1581 maggio 1592 Carlo d'Aragona Tagliavia, principe di Castelvetrano Capitano generale
10 maggio 1592 aprile 1600 Juan Fernández de Velasco, duca di Frias Primo mandato
20 aprile 1600 22 luglio 1610 Pedro Enríquez de Acevedo, conte di Fuentes Morto in carica Filippo III di Spagna
2 ottobre 1610 4 maggio 1612 Juan Fernández de Velasco, duca di Frias Terzo mandato
4 maggio 1612 settembre 1615 Juan de Mendoza y Velasco, marchese di la Hinojosa
26 settembre 1612 febbraio 1618 Pedro de Toledo, marchese di Villafranca
13 febbraio 1618 marzo 1626 Gómez Suárez de Figueroa y Córdoba, duca di Feria Primo mandato
31 marzo 1626 ottobre 1627 Gonzalo Fernández de Córdoba Filippo IV di Spagna
14 ottobre 1627 marzo 1628 Ferdinando Afan de Ribera, duca d'Alcalà Non occupò la carica
17 marzo 1628 luglio 1629 Gonzalo Fernández de Córdoba
16 luglio 1629 25 settembre 1630 Ambrogio Spinola, marchese di Los Balbases Morto in carica
20 settembre 1630 aprile 1631 Alvaro de Bazán, marchese di Santa Cruz
18 aprile 1631 gennaio 1633 Gómez Suárez de Figueroa y Córdoba, duca di Feria Secondo mandato
22 gennaio 1633 23 settembre 1633 Cardinale-Infante Ferdinando d'Asburgo
23 settembre 1633 luglio 1635 Gil Carrillo de Albornoz Prima ad interim, poi effettivo dal 6 gennaio 1635
11 luglio 1635 settembre 1635 Ferdinando Afan de Ribera, duca d'Alcalà Non occupò la carica
24 settembre 1635 dicembre 1640 Diego Felippez de Guzman, marchese di Leganés
19 dicembre 1640 giugno 1643 Juan de Velasco de la Cueva y Pacheco, conte di Sirvela
20 giugno 1643 settembre 1645 Antonio Sancho Dávila de Toledo y Colonna, marchese di Velada
18 settembre 1645 settembre 1647 Bernardino Fernández de Velasco y Tovar, VI duca di Frias
30 settembre 1647 giugno 1648 Iñigo Fernandez de Velasco, conte di Haro Sostituì pro tempore il padre
25 giugno 1648 dicembre 1655 Luis de Benavides Carrillo, marchese di Caracena
2 dicembre 1655 gennaio 1656 Cardinale Teodoro Trivulzio
13 gennaio 1656 febbraio 1660 Alfonso Perez de Vivero, conte di Fuensaldaña
15 dicembre 1657 21 febbraio 1658 Inigo Velez de Guevara, conte di Onate Morì prima di assumere la carica; rimase governatore il conte di Fuensaldaña
26 febbraio 1660 marzo 1662 Francesco Caetani, duca di Sermoneta
19 marzo 1662 29 marzo 1668 Luis de Guzmán Ponce de Leon Morto in carica
31 marzo 1668 giugno 1668 Paolo Spinola, marchese di Los Balbases Primo mandato Carlo II di Spagna
26 giugno 1668 26 dicembre 1668 Francisco de Orozco, marchese di Olias Morto in carica
1 febbraio 1669 marzo 1669 Paolo Spinola, marchese di Los Balbases Secondo mandato
6 marzo 1669 maggio 1671 Gaspar Tellez Girón, duca di Osuna
5 maggio 1671 novembre 1673 Antonio Lopez de Ayala Velasco y Cardeñas, conte di Fuensalida
12 novembre 1673 ottobre 1678 Claude Lamoral I di Ligne, principe di Ligne
17 ottobre 1678 gennaio 1686 Juan Tomás Enríquez de Cabrera, conte di Melgar Prima ad interim e poi effettivo dal 26 agosto 1680
22 gennaio 1686 aprile 1691 Antonio Lopez de Ayala Velasco y Cardeñas, conte di Fuensalida
1 aprile 1691 gennaio 1698 Diego Dávila Mesía y Guzmán, marchese di Leganés
15 gennaio 1698 19 settembre 1706 Carlo Enrico di Lorena, principe di Vaudemont
Periodo austriaco
Occupazione sarda 1733-1736 (Carlo Emanuele III di Savoia)
Occupazione spagnola 1745-1746 (Filippo di Borbone)
Repubblica Transpadana 1796-1797
Repubblica Cisalpina 1797-1799

Regno napoleonico d'Italia (1805-1814)[modifica | modifica wikitesto]

Podestà Dal Al Sovrano
Cesare Brivio Sforza
(Pro-podestà)
22 aprile 1806[16] 30 novembre 1807 Napoleone
Antonio Durini 30 novembre 1807 22 ottobre 1814[17] Napoleone

Regno Lombardo-Veneto (1814-1860)[modifica | modifica wikitesto]

Podestà Dal Al Sovrano
Cesare Giulini Della Porta 22 ottobre 1814 2 gennaio 1820 Francesco I
Carlo Villa 2 gennaio 1820 7 agosto 1827 Francesco I
Antonio Durini 7 agosto 1827 2 gennaio 1837 Francesco I
Gabrio Casati.gif Gabrio Casati 2 gennaio 1837 3 agosto 1848[18] Ferdinando I
Paolo Bassi 3 agosto 1848[19] 6 gennaio 1849[20] Carlo Alberto
Antonio Pestalozza 6 gennaio 1849[21] 27 novembre 1856 Francesco Giuseppe
Giuseppe Sebregondi 27 novembre 1856 10 giugno 1859[22] Francesco Giuseppe
Luigi Barbiano di Belgioioso.jpg Luigi Barbiano di Belgioioso 10 giugno 1859 26 gennaio 1860 Vittorio Emanuele II

Regno d'Italia (1860-1946)[modifica | modifica wikitesto]

Sindaci (1860-1926)
Sindaco Partito/giunta Dal Al Elezione
Sindaci nominati dal Governo (1860-1889)
Antonio Beretta.jpg Antonio Beretta[23] Destra storica 26 gennaio 1860 22 ottobre 1867[24] Elezioni 1860
Lesser coat of arms of the Kingdom of Italy (1890).svg Alessandro Vasina D'Emarese[25] Regio delegato straordinario 22 ottobre 1867[26] 13 febbraio 1868
Giulio Belinzaghi 1875.jpg Giulio Belinzaghi[27] Destra storica 13 febbraio 1868 18 aprile 1884[28] Elezioni
1867
Elezioni
1873
Gaetano Negri.jpg Gaetano Negri[29] Destra storica 18 aprile 1884[30] 21 novembre 1889
Sindaci eletti dal Consiglio comunale (1889-1926)
Giulio Belinzaghi 1875.jpg Giulio Belinzaghi Destra storica
Liberali-Radicali
21 novembre 1889 28 agosto 1892[31] Elezioni
1889
Vigoni.jpg Giuseppe Vigoni Destra storica
Liberali-Radicali
28 settembre 1892 7 settembre 1894[32]
Abonasi.gif Adeodato Bonasi Regio commissario straordinario 7 settembre 1894 25 febbraio 1895
Vigoni.jpg Giuseppe Vigoni Destra storica
Liberali-Cattolici
25 febbraio 1895 28 agosto 1899[33] Elezioni
1895
Lesser coat of arms of the Kingdom of Italy (1890).svg Francesco Maggiotti Regio commissario straordinario 28 agosto 1899 18 dicembre 1899
GiuseppeMussi (cropped).jpg Giuseppe Mussi Estrema Sinistra
(Radicali-Repubblicani)
18 dicembre 1899 16 dicembre 1903[34] Elezioni
1899
Giovanni Battista Barinetti.jpg Giovanni Battista Barinetti Estrema sinistra
(Radicali-Repubblicani-Socialisti)
16 dicembre 1903 30 novembre 1904[35]
Lesser coat of arms of the Kingdom of Italy (1890).svg Giuseppe Airoldi Commissario prefettizio 30 novembre 1904 7 febbraio 1905
Ettore Ponti 1905.jpg Ettore Ponti Destra storica
(Liberali-Cattolici
7 febbraio 1905 11 maggio 1909[36] Elezioni
1905
Bassano Gabba.jpg Bassano Gabba Destra storica
(Liberali-Cattolici)
11 maggio 1909[37] 17 luglio 1910[38]
Lesser coat of arms of the Kingdom of Italy (1890).svg Cesare Gallotti Commissario prefettizio 17 luglio 1910 30 gennaio 1911
Conte Emanuele Greppi (cropped).jpg Emanuele Greppi Destra storica
(Liberali-Cattolici)
30 gennaio 1911[39] 4 dicembre 1913[40] Elezioni
1911
Lesser coat of arms of the Kingdom of Italy (1890).svg Filiberto Olgiati Commissario regio e prefettizio 4 dicembre 1913 30 giugno 1914
Emilio Caldara.jpg Emilio Caldara Partito Socialista Italiano 30 giugno 1914 20 novembre 1920 Elezioni
1914
Angelo Filippetti.jpg Angelo Filippetti Partito Socialista Italiano 20 novembre 1920 3 agosto 1922[41] Elezioni
1920
Lesser coat of arms of the Kingdom of Italy (1890).svg Ferdinando Lalli Commissario prefettizio 3 agosto 1922 2 settembre 1922
Lesser coat of arms of the Kingdom of Italy (1890).svg Pio Carbonelli Commissario straordinario 2 settembre 1922[42] 30 dicembre 1922
Prof. Luigi Mangiagalli (1850-1928) (cropped).jpg Luigi Mangiagalli Partito Liberale Italiano
(PLI-PPI-PNF)
30 dicembre 1922 14 agosto 1926[43] Elezioni
1922
Podestà (1926-1945)
Podestà Partito Inizio mandato Fine mandato
Ernesto Belloni 1926.jpg Ernesto Belloni Partito Nazionale Fascista 14 agosto 1926[44] 6 settembre 1928[45]
De Capitani.gif Giuseppe De Capitani D'Arzago Partito Nazionale Fascista 6 settembre 1928 20 novembre 1929[46]
Marcello Visconti di Modrone.png Marcello Visconti di Modrone Partito Nazionale Fascista 20 novembre 1929 19 novembre 1935
Guido Pesenti Partito Nazionale Fascista 19 novembre 1935 13 giugno 1938[47]
Gian Giacomo Gallarati Scotti.gif Gian Giacomo Gallarati Scotti Partito Nazionale Fascista 13 giugno 1938 15 agosto 1943[48]
Lesser coat of arms of the Kingdom of Italy (1890).svg Giorgio Boltraffio Commissario prefettizio 15 agosto 1943 14 ottobre 1943
Piero Parini.jpg Piero Parini Partito Fascista Repubblicano 14 ottobre 1943 4 maggio 1944[49]
Guido Andreoni Partito Fascista Repubblicano 4 maggio 1944 13 settembre 1944[50]
Giuseppe Spinelli Partito Fascista Repubblicano 13 settembre 1944 23 gennaio 1945[51]
Mario Colombo Partito Fascista Repubblicano 23 gennaio 1945 25 aprile 1945
Sindaci del periodo costituzionale transitorio (1945-1946)

Repubblica Italiana (dal 1946)[modifica | modifica wikitesto]

Sindaci eletti dal Consiglio comunale (1946-1993)
Nominativo Partito Giunta Mandato Elezioni
Inizio Fine
Antonio Greppi.jpg Antonio Greppi Partito Socialista Italiano PSI-DC-PCI 1946 1949 Elezione 1946
Partito Socialista Unitario DC-PSDI-PRI 1949 25 giugno 1951
Virgilio Ferrari 1959.png Virgilio Ferrari Partito Socialista Democratico Italiano DC-PSDI-PLI-PRI 25 giugno 1951 1956 Elezione 1951
1956 21 gennaio 1961 Elezione 1956
Gino Cassinis.png Gino Cassinis Partito Socialista Democratico Italiano DC-PSI-PSDI 21 gennaio 1961 13 gennaio 1964[52] Elezione 1960
Pietro Bucalossi.jpg Pietro Bucalossi Partito Socialista Democratico Italiano DC-PSDI-PSI 17 febbraio 1964 13 dicembre 1967[53] Elezione 1964
Deputato Aldo Aniasi.jpg Aldo Aniasi Partito Socialista Italiano DC-PSI-PSDI 13 dicembre 1967 1970
DC-PSI-PSDI 1970 1975 Elezione 1970
PCI-PSI-DP-Indipendenti[54] 1975 12 maggio 1976[55] Elezione 1975
Carlo Tognoli.jpg Carlo Tognoli Partito Socialista Italiano 12 maggio 1976 1977
PCI-PSI-PSDI 1977 1980
PCI-PSI-PSDI-PDUP 1980 1985 Elezione 1980
DC-PSI-PRI-PSDI-PLI 1985 21 dicembre 1986[56] Elezione 1985
Pillitteri.jpg Paolo Pillitteri Partito Socialista Italiano 21 dicembre 1986 1990
DC-PSI-PRI-PSDI-PLI 1990 18 gennaio 1992[57] Elezione 1990
No image.png Giampiero Borghini Partito Socialista Italiano DC-PSI-PSDI-PLI-Pensionati-Indipendenti[58] 18 gennaio 1992 11 marzo 1993[59]
No image.png Claudio Gelati
(Commissario straordinario)
11 marzo 1993 21 giugno 1993
Sindaci eletti direttamente dai cittadini (dal 1993)
Nominativo Partito Coalizione Mandato Elezioni
Inizio Fine
Formentini.jpg Marco Formentini Lega Nord LN 21 giugno 1993 12 maggio 1997 Elezione 1993
Gabriele Albertini.jpg Gabriele Albertini Forza Italia FI-AN-CCD 12 maggio 1997 14 maggio 2001 Elezione 1997
FI-AN-LN-UDC 14 maggio 2001 30 maggio 2006 Elezione 2001
Letizia Moratti.jpg Letizia Moratti Forza Italia FI-AN-LN-UDC-L. civiche 30 maggio 2006 1º giugno 2011 Elezione 2006
Giuliano Pisapia in Piazza Scala a Milano, 27 giugno 2012.jpg Giuliano Pisapia Indipendente PD-SEL-FdS-IdV-Rad-L. civiche 1º giugno 2011 21 giugno 2016 Elezione 2011
Giuseppe Sala.jpeg Giuseppe Sala Indipendente PD-SEL-IdV-L. civiche 21 giugno 2016 in carica Elezione 2016

Linea temporale[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ MARQUARDO di Grumbach in Dizionario Biografico – Treccani
  2. ^ Nel 1224 insieme al citato Aveno, governarono come podestà rappresentanti dei nobli di Milano, del Seprio e della Martesana rispettivamente Guido da Landriano, Obizzone Pusterla e Enrico da Cernusco.
  3. ^ FABA, Aliprando in Dizionario Biografico – Treccani
  4. ^ Federigo Amadei, Cronaca universale della città di Mantova, Volume I, pp.342-343, Mantova, 1954.
  5. ^ Governarono come podestà dei nobili Uberto da Roncovecchio e poi Martino da Concesa (vedere il sito http://books.google.it/books?hl=it&id=UrQ3AAAAcAAJ&q=podest%C3%A0#v=snippet&q=podest%C3%A0&f=false)
  6. ^ Governò insieme a loro Paolo da Soresina come podestà dei nobili
  7. ^ Vi furono pure i podestà del popolo Azzolino Marcellino e Martino della Torre
  8. ^ Giulini, Continuazione delle Memorie, vol. II, p. 1
  9. ^ Giulini, Continuazione delle Memorie, vol. II, p. 38
  10. ^ G. Giulini, op. cit., vol. VI, p. 76.
  11. ^ G. Giulini, op. cit., vol. VI, p. 76.
  12. ^ G. Giulini, op. cit., vol. VI, p. 76.
  13. ^ Ripparolio (de), Manfredo - : Biografie Verbanesi
  14. ^ a b c d Franco Arese Lucini, Le supreme cariche del Ducato di Milano, in Archivio storico lombardo, 1970, pp. 59-156.
  15. ^ Bellati, p. 1.
  16. ^ Nominato a titolo provvisorio dagli savi, ossia gli assessori, fra essi stessi, in attesa del decreto che stabilisse le modalità di designazione del podestà.
  17. ^ Dimessosi poco dopo l'inizio del suo terzo mandato per questioni di opportunità politica visto il cambio di sovranità, seppur non richiesto in tal senso.
  18. ^ Dimessosi in quanto nominato Presidente del Consiglio dei Ministri.
  19. ^ Subentrato in seconda scelta al conte Sopransi che aveva rifiutato la nomina vista la situazione politica caotica.
  20. ^ Dimissionario da novembre per motivi d'opportunità politica data la restaurazione del potere asburgico.
  21. ^ Nominato d'autorità dal maresciallo Radetsky in deroga ad ogni disposizione legislativa e in stato d'assedio a causa delle continue rinunce dei designati, che non volevano prestare il dovuto giuramento di fedeltà al sovrano.
  22. ^ Destituito con ordine militare sabaudo in quanto sostenitore asburgico.
  23. ^ In carica nel corso dei governo Cavour III, IV, Ricasoli I, Rattazzi I, Farini, Minghetti I, La Marmora II, III, Ricasoli II, Rattazzi II
  24. ^ Dimessosi il 18 luglio a metà del suo terzo mandato poiché coinvolto in uno scandalo di tangenti.
  25. ^ In carica nel corso dei governi Menabrea I, II
  26. ^ Nominato ad hoc con decreto straordinario al fine di supplire all'intera amministrazione comunale sciolta a seguito dello scandalo di corruzione, con conseguente indizione delle elezioni comunali generali per il 13 dicembre.
  27. ^ In carica nel corso dei governi Menabrea II, III, Lanza, Minghetti II, Depretis I, II, III, Cairoli II, Cairoli III, Depretis IV, V, VI
  28. ^ Dimessosi con la sua giunta a metà del suo sesto mandato in seguito al rigetto da parte del consiglio del progetto di lottizzazione del parco Sempione.
  29. ^ In carica nel corso dei governi Depretis VI, VII, VIII, Crispi I
  30. ^ Regge la nuova giunta come assessore anziano in attesa del decreto di nomina a sindaco giunto l'8 agosto.
  31. ^ Morto in carica. A guida della giunta rimase l'assessore anziano, Tizio Brambilla.
  32. ^ Dimessosi il 21 giugno per contrasti coi Radicali. Il consiglio non riuscì a formare una nuova giunta, venendo così sciolto.
  33. ^ Dimessosi il 20 luglio dopo la sconfitta nelle elezioni suppletive. Il consiglio non riuscì a formare una nuova giunta, venendo così sciolto.
  34. ^ Dimessosi per contrasti con gli alleati Repubblicani.
  35. ^ Dimessosi il 20 novembre per contrasti con i Socialisti Rivoluzionari. Il consiglio non riuscì a formare una nuova giunta, venendo così sciolto.
  36. ^ Dimessosi per contrasti con gli alleati Liberali Conservatori.
  37. ^ Regge la nuova giunta come assessore anziano in attesa della nomina a sindaco giunta il 9 novembre.
  38. ^ Si dimette il 21 giugno per contrasti con gli alleati Liberali Conservatori. Per il disbrigo degli affari urgenti di giunta gli subentra l'assessore anziano Ettore Rusconi. Non essendo in grado di formare una nuova giunta, il consiglio viene sciolto.
  39. ^ Regge la giunta come assessore anziano in attesa della nomina a sindaco giunta il 18 settembre.
  40. ^ Si dimette con la sua giunta in seguito alla vittoria delle sinistre a Milano nelle elezioni politiche. Non riuscendo a formare una nuova giunta, il consiglio viene sciolto.
  41. ^ Esautorato dal prefetto per violazione delle leggi d'epoca, avendo sostenuto lo sciopero antifascista dei dipendenti comunali, atto configurato come reato di interruzione di pubblico servizio.
  42. ^ Nominato in seguito allo scioglimento anche del consiglio comunale.
  43. ^ Dimessosi insieme alla sua giunta prima della fine del suo mandato per favorire l'entrata in vigore del nuovo ordinamento comunale fascista.
  44. ^ Regge il comune come commissario prefettizio e poi commissario straordinario dopo lo scioglimento del consiglio comunale, in attesa della nomina a podestà giunta il 4 dicembre.
  45. ^ Dimessosi perché coinvolto in uno scandalo di tangenti.
  46. ^ Dimessosi per gli impegni derivanti dalla sua nomina a senatore.
  47. ^ Dimessosi per tensioni interne di partito.
  48. ^ Dimessosi per motivi di opportunità politica dopo la caduta del governo Mussolini.
  49. ^ Dimessosi in seguito alla nomina a Capo della provincia.
  50. ^ Dimessosi in seguito alla nomina ad incarichi governativi.
  51. ^ Dimessosi in seguito alla nomina a Ministro saloino del lavoro.
  52. ^ Morto in carica. A guida della giunta rimase l'assessore anziano, Angelo Amoroso.
  53. ^ Dimessosi il 16 novembre per contrasti col PSI. Per il disbrigo degli affari correnti di giunta venne delegato l'assessore Lino Montagna.
  54. ^ Tre fuoriusciti dal PSDI, due consiglieri eletti nella DC (Francesco Ogliari e Piergiorgio Sirtori).
  55. ^ Dimessosi l'8 maggio per candidarsi alle elezioni politiche. Per il disbrigo degli affari correnti di giunta venne delegato l'assessore Vittorio Korach.
  56. ^ Sfiduciato il 19 dicembre. Decaduta di conseguenza la giunta, il disbrigo degli affari urgenti della stessa fu compito del consigliere anziano Elio Quercioli.
  57. ^ Dimessosi il 2 gennaio per gravi contrasti tra i partiti di maggioranza. Per il disbrigo degli affari urgenti di giunta venne delegato l'assessore Angelo Capone.
  58. ^ I fuoriusciti ex leghisti della Lega Nuova di Franco Castellazzi, e i fuoriusciti ex postcomunisti dell'Unità Riformista dello stesso Giampiero Borghini).
  59. ^ Dimessosi il sindaco il 17 febbraio, il 10 marzo anche la maggioranza dei consiglieri abbandonò l'incarico, obbligando al commissariamento del comune.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]