Sindaci di Perugia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Perugia.

Sindaco di Perugia
Perugia-Stemma.svg
Grifone rampante argenteo ricamato su scudo rosso coronato d'oro
Andrea Romizi by The Polish.JPG
Romizi nel 2015
StatoItalia Italia
OrganizzazioneGiunta comunale di Perugia
In caricaAndrea Romizi (FI)
da12 giugno 2014
Istituito23 settembre 1860
PredecessoreGonfaloniere
Riforme1995 (elezione diretta)
Eletto daCittadini di Perugia
Ultima elezione26 maggio 2019
Prossima elezione2024
Durata mandato5 anni
SedePalazzo dei Priori
IndirizzoCorso Vannucci
Sito webprehome.comune.perugia.it

Di seguito viene mostrato l'elenco dei sindaci e podestà della città di Perugia fino ad oggi.

Viene inoltre illustrata una cronologia parziale dei podestà e dei capitani che guidarono il comune in età medievale secondo le cronache dei conti Baglioni. I podestà avevano un mandato di 6 mesi, che poteva essere rinnovato più volte. Dal 1303 al 1416 al comando delle magistrature perugine ci furono i Raspanti, fazione borghese.

Dal 1860 la carica del sindaco divenne elettiva, tra i membri del consiglio comunale, possibilità che fu temporaneamente soppressa tra il 1921 e il 1944 per l'istituzione dell'ordinamento podestarile. Il sistema elettivo fu definitivamente ripristinato nel 1946, fino all'introduzione, nel 1995, dell'elezione diretta del sindaco che ai sensi della legge 56/2014

Il sindaco più giovane al momento delle elezioni è stato Giovanni Perari, che ha assunto la carica a 34 anni; il più anziano è stato Antonio Berardi, che ha terminato il suo mandato a 76 anni. Luciano Valentini è stato il sindaco con il mandato più lungo, con 17 anni, 3 mesi e 15 giorni, mentre Ettore Franceschini con il mandato più breve: 6 mesi e 16 giorni

Il Partito Socialista Italiano è il partito che ha annoverato la maggior parte dei sindaci (15).

Età comunale[modifica | modifica wikitesto]

Podestà di Perugia[1][modifica | modifica wikitesto]

Perugia-Stemma.svgPodestà del Comune di PerugiaPerugia-Stemma.svg
Nome Mandato Note
Giovanni de Papa 1205 Funzionario politico
Gherardo Ghislieri 1207
Pandolfo della Suburra 1209 - 1210 Senatore di Roma
Pandolfo della Suburra 1217 - 1218
Ramberto Ghislieri 1233
Giovanni del Giudice 1240 Senatore di Roma
Ugolino da Fogliano 1255 Dal 1255 si affianca la figura del Capitano
Rainaldo da Brunforte 1258 Appartenne alla nobile e potente famiglia Brunforte che signoreggiava una serie di castelli nel sud della Marca d'Ancona
Maffeo Maggi 1274 - 1275
Federico Arcidiaconi 1279
Niccolò Cerchi 1299
Tommaso da Enzola 1303 Inizio del governo della corporazione popolare dei "Raspanti"
Giovanni da Lucino giugno 1304 - novembre 1304
Berardo Bartolillo Magri da Brescia 1309
Giovanni da Santo Vitale da Parma 1310
Ottaviano di ser Betto Brunelleschi da Firenze 1311
Buonagionta dei Fornari da Lucca 1311 - 18 settembre 1311 Morto durante il mandato a Città della Pieve
Ugolino Terminalli d'Amelia 1311 Entrato in carica da due mesi come capitano del popolo succedette alla carica di podestà dopo la morte improvvisa di Buonagionta.
Monte de Nero 1312
Gualtiero degli Altinghieri 1313
Monaldo Brancaleoni giugno 1313
Pietro Traversari da Ferrara 1314
Corrado Simeone da Ancona 1315
Tommaso Suppi da Fermo 1316
Andrea di Domenico dei Marchesi da Massa 1317
Pagnone da Cingoli 1318
Fortebraccio degli Ugucinegli da Pistoia 1319
Giustincillo Teselgardi da Fermo 1319
Giovanni dei Morotti da San Gimignano 1319
Ettolo di Tano dei Tavini 1320 - 1323
Vieri di Bardi da Firenze 1327 Il 17 maggio 1327 fu emanata dal palazzo del podestà la sentenza di scomunica contro Ludovico IV il Bavaro che fu contro la chiesa.
Jacopo dei Ciaccioni 1 gennaio 1328 - 1 gennaio 1329
Corrado Ghindazzi da Napoli 1 gennaio 1329 - 1 gennaio 1330
Gelo degli Ottaviani da Pistoia 1 gennaio 1330 - 1 luglio 1330
Giulio Foscarini da Bologna 1 luglio 1330
Oddo Longaro degli Oddi 2 dicembre 1330 - 1331
Bertoldo Agnolo da Rieti gennaio 1331
Ottaviano dei Belforti da Volterra 9 ottobre 1331 - 1332
Nicola Giovanni de Giuliano da Steglie luglio 1332 - luglio 1333
Giovanni da Imola luglio 1333 - 1334
Nicola Gregorio da Ascoli 1334
Francesco Acarige da Siena luglio 1335
Giovanni dei Cozenghi da Firenze novembre 1336
Buonaparte dei Ghisilleri 23 dicembre 1337
Simeone Corrado d'Ancona 1338 giugno - dicembre
Giovanni dei Panciatichi da Pistoia 1338 dicembre
Giovanni da Padova luglio 1339
Francesco Berardo da Ascoli gennaio 1340
Paolo da Terni gennaio-luglio 1341
Lorenzo da Pichena luglio 1341
Baligano Ranaldo da Staffolo gennaio 1342 Viene redatto il secondo Statuto in lingua volgare
Muccio degli Innamorati da Ascoli 1343
Barone Canosa da Reggio Emilia gennaio 1344
Sciro da Ancona gennaio - luglio 1345
Roberto Ottaviano dei Belforti luglio 1345
Cino da Castel San Piero luglio 1346
Rodolfo dei Panciatichi da Pistoia gennaio 1347
Ercolano degli Scotti da Siena luglio 1348
Berardo da Narni gennaio 1349
Antonio Tommaso da Fermo 12 settembre 1349
Berardo dei Belforti da Volterra settembre 1350
Niccolò Pannocchini da Volterra settembre 1352
Rinaldo Altovito da Firenze marzo 1353
Jacopo degli Alberti da Firenze marzo 1354
Bindaccio da San Miniato settembre 1354
Bonifacio da Modena maggio 1355
Venanzo dei Morroti da San Gimignano maggio 1356
Nino degli Obizzi da Lucca novembre 1356
Lotto Castellani da Firenze 1365
Andreasio Cavalcabò dicembre 1376
Corrado del Carretto 1401
Andrea Castelli novembre 1401
Francesco Ferretti 1424 Martino V lo nominò podestà di Perugia, appena liberata dalla signoria di Braccio da Montone
Simeone Buondelmonti da Firenze 1427 Senatore di Roma
Giovanni Ludovisi 1438
... ...
Capitani del popolo
... ...
Piero Guicciardini 1419
Niccolò Chiericati 1445
Pietro Tebaldeschi 6 marzo 1446 - 1452
Gentile da Fermo 1452-1453
Gozzo dei Gozzoni da Osmo 1453-1454
Francesco Cesarini 1454-1454
Sante dei Vitelli da Corgneto 1454-1455
Antonio Fedelini 1456-1457
Perugia-Stemma.svgPodestà del Comune di PerugiaPerugia-Stemma.svg
Giovanni Calzavacca 1472 - 1473
Gabriele Capodilista settembre 1473
Giovanni da Bamberga settembre 1473 - ottobre 1475

Flag of the Papal States (1808-1870).svgStato Pontificio (1806-1860)[modifica | modifica wikitesto]

Ritratto Nome Mandato Carica
Inizio Fine
Perugia-Stemma.svg Giulio Cesarei Rossi Leoni[2]

(1744-1829)

1806 1818 Maire
Perugia-Stemma.svg Giuseppe Baglioni settembre 1818 1820 Gonfaloniere
Perugia-Stemma.svg Giulio Cesarei Rossi Leoni

(1744-1829)

1820 1822 Gonfaloniere
Perugia-Stemma.svg Rodolfo Pucci Boncambi 1823 1828 Gonfaloniere
Perugia-Stemma.svg Vincenzo Ansidei 1828 Gonfaloniere
Perugia-Stemma.svg Francesco Conestabile della Staffa
(1796-1857)
1842 Gonfaloniere
Perugia-Stemma.svg Carlo Lippi-Alessandri 1842 1843 facente funzione gonfaloniere
Perugia-Stemma.svg Benedetto Baglioni 1843 1860 Gonfaloniere
Danzetta.jpg Nicola Danzetta
(1820-1895)
1860 29 settembre 1860 facente funzione gonfaloniere

Flag of Italy (1861-1946) crowned.svg Regno d'Italia (1861-1946)[modifica | modifica wikitesto]

Collocazione politica / Partito del sindaco

      Destra storica / Partito Liberale Costituzionale (PLC)       Indipendente       Partito Radicale Italiano (PR)       Unione Liberale (UL) / Partito Liberale Italiano (PLI)       Partito Nazionale Fascista (PNF)       Partito Socialista Italiano

Ritratto Nome Mandato Partito Carica Note
Inizio Fine
Perugia-Stemma.svgSindaci nominati dal Governo (1860-1889)Perugia-Stemma.svg
1 Danzetta.jpg Nicola Danzetta
(1820-1895)
29 settembre 1860 3 maggio 1861 Destra Storica Sindaco Consigliere comunale dal 1845, nel giugno 1859 fece parte del governo provvisorio istituito dopo l'insurrezione contro lo Stato pontificio. Con il ritorno del papa fu condannato, ma riuscì a fuggire a Firenze. Fu il primo sindaco di Perugia dopo l'arrivo dei Piemontesi nel 1860.
2 Ansidei.jpg Reginaldo Ansidei
(1823-1892)
31 maggio 1861 14 marzo 1867 Indipendente Sindaco Conte, liberò la città dalle deturpazioni e dalla sporcizia che i vari delegati papalini avevano tollerato e in parte prodotto, incominciando dal Palazzo dei Priori.
3 EvelinoWaddington.jpg Evelino Waddington
(1806-1882)
15 marzo 1867 6 marzo 1870 Indipendente Sindaco Benestante nato a Londra nel 1806, ma da tempo residente a Perugia, prese la cittadinanza italiana nel 1838.Nel 1836 sposò Marianna Bacinetti, l’amante del Re di Baviera e vedova del marchese Ettore Florenzi. Fu consigliere comunale di Perugia dal 1841 al 1847.
Ansidei.jpg Reginaldo Ansidei
(1823-1892)
7 marzo 1870 3 luglio 1879 Indipendente Sindaco Rieletto, ricoprì l’incarico di sindaco fino al 3 luglio 1879 dopo la parentesi Waddington, che continuò a essere suo assessore.
4 UlisseRocchi.jpg Ulisse Rocchi
(1836-1919)
4 luglio 1879 20 maggio 1885 Partito Radicale Italiano Sindaco Prestò servizio nell'esercito come medico. Nel 1876 fondò e diresse per lungo tempo il quotidiano La Provincia. Fu consigliere comunale, e successivamente divenne sindaco di Perugia.
5 TiberioBerardi.jpg Tiberio Berardi
(1815-1890)
21 maggio 1885 17 novembre 1889 Destra storica Sindaco Vecchio patriota del Risorgimento, combatté in Veneto nel 1848 e a Roma nel 1849. Dieci anni dopo sarà uno dei protagonisti della rivolta perugina e membro del governo provvisorio. Diede inizio a una bonifica sanitaria della città e alla creazione dell’Istituto Agrario. Subito dopo il suo insediamento nominò una commissione per indagare sulle condizioni igieniche di Perugia.
Perugia-Stemma.svgSindaci nominati dal Consiglio comunale (1889-1921)Perugia-Stemma.svg
6 PaoloAngeloni.jpg Paolo Angeloni
(1838-1897)
18 novembre 1889 26 aprile 1893 Destra storica Sindaco Liberale, fu responsabile di numerosi enti pubblici data la sua esperienza nel campo amministrativo. Uno dei suoi primi provvedimenti fu la demolizione delle scale, ormai fatiscenti e pericolanti, di Palazzo dei Priori. Nell’autunno del 1892 fece approvare al Consiglio un piano di prelevamento idrico dal monte Scirca, per un importo di lire 1.600.000.
UlisseRocchi.jpg Ulisse Rocchi
(1836-1919)
27 aprile 1893 29 marzo 1902 Partito Radicale Italiano Sindaco Rieletto sindaco di Perugia il 27 aprile 1893 a capo di una coalizione di centro - sinistra, si impegnò nel dotare la sua città, al suo sviluppo in senso turistico. Furono così realizzate una tramvia a trazione elettrica dalla stazione di Perugia di Fontivegge al centro urbano, il primo acquedotto cittadino a partire dal medioevo e un'officina per la produzione di elettricità.
7 Perugia-Stemma.svg Luciano Valentini
(1864-1927)
30 marzo 1902 14 luglio 1919 Partito Liberale Italiano Sindaco Conte, esponente dell'aristocrazia perugina, venne eletto con 36 voti su 52 consiglieri presenti. Il compito più urgente che Valentini dovette affrontare fu il risanamento del bilancio dovuto alle opere iniziate da Rocchi. Il sindaco senza odiose misure riuscì a pianificare il risanamento delle finanze comunali spalmando il deficit negli esercizi successivi.
8 EttoreFranceschini.jpg Ettore Franceschini
(1889-1960)
18 ottobre 1920 4 maggio 1921 Partito Socialista Italiano Sindaco Socialista, Franceschini rimase alla guida del Comune per circa sei mesi. Riuscì solo a presentare il suo programma. La sua amministrazione, fu sciolta dal prefetto, che ritenne giuste e legittime le richieste dei dimostranti fascisti che chiedevano le sue dimissioni. La folla esplose in un grido di gioia.
Perugia-Stemma.svg Silvio Ghidoli[3]

(1882-)

5 maggio1921 1923 Regio Commissario Subentrò a Ettore Franceschini e rimase in carica fino alle elezioni del 1923.
Perugia-Stemma.svgPodestà (1923-1943)Perugia-Stemma.svg
9 OscarUccelli.jpg Oscar Uccelli
(1894-?)
22 febbraio 1923 20 dicembre 1929 Partito Nazionale Fascista Sindaco Laureato in giurisprudenza, è tenente di fanteria durante la prima guerra mondiale. Nel 1934 viene poi promosso capitano di complemento e decorato con croce al merito. Primo sindaco fascista, viene nominato podestà il 22 febbraio 1923 fino al 20 dicembre 1929.
10 GiovanniBuitoni.jpg Giovanni Buitoni
(1891-1979)
1 febbraio 1930 26 aprile 1934 Partito Nazionale Fascista Sindaco Terzogenito dei cinque figli di Francesco, il capostipite dei Buitoni di Perugia e Maria Egiziaca Marchettoni, rappresenta la terza generazione della dinastia imprenditoriale specializzato nella produzione delle paste alimentari durante gli anni trenta del XIX secolo
11 ColomboCorneli.jpg Colombo Corneli 30 ottobre 1934 6 giugno 1940 Partito Nazionale Fascista Sindaco
12 GiulioAgostini.jpg Giulio Agostini 7 giugno 1940 3 settembre 1943 Partito Nazionale Fascista Sindaco

Flag of Italy.svg Repubblica Italiana (1946-oggi)[modifica | modifica wikitesto]

Perugia-Stemma.svgSindaci nominati dal Consiglio comunale (1944-1995)Perugia-Stemma.svg
Ritratto Nome Mandato Partito Carica Note[4]
Inizio Fine
13 FaustoAndreani.jpg Fausto Andreani 4 luglio 1944 26 gennaio 1946 Partito Socialista Italiano Sindaco Primo sindaco di Perugia all’indomani della Liberazione. All’epoca il CLN locale, ampiamente controllato dai comunisti, lo considerò un fantoccio nelle mani degli inglesi, contestandone la nomina a Primo cittadino. Finanziatore, sostenitore e informatore della “Brigata Proletaria d’urto” e componente del CNL
14 Ugo Lupatelli 27 gennaio 1946 16 febbraio 1948 Partito Socialista Italiano Sindaco Fu eletto dal consiglio comunale con 38 voti su 39 (lui si astenne). Il nuovo sindaco, dopo aver ringraziato i consiglieri ed aver espresso la sua accettazione all’incarico, dichiara: “Alla nuova Giunta e a tutti i consiglieri domando la loro collaborazione incondizionata; perché solo così, al di sopra dei partiti e per il solo bene della città, sarà possibile amministrare il Comune”.
15 Perugia-Stemma.svg Aldo Manna 17 febbraio 1948 23 aprile 1953 Partito Socialista Italiano Sindaco Venne eletto sindaco nel 1948 a seguito di una crisi di Giunta. È ricordato per le sue doti di amministratore abile, particolarmente nel settore del bilancio. Durante il suo mandato il bilancio fu chiuso in pareggio (1948) e toccò il record del minimo disavanzo di 17 milioni (1949).
16 Perugia-Stemma.svg Alessandro Seppilli
(1902-1995)
29 dicembre 1953 28 dicembre 1964 Partito Socialista Italiano Sindaco Ordinario di Igiene all'Università di Perugia. In collaborazione con l'OMS, crea a Perugia nel 1954 il Centro sperimentale dimostrativo per l'educazione sanitaria della popolazione, da cui nascerà nel 1958 la Scuola per l'educazione sanitaria. Ricopre importanti incarichi nel Consiglio superiore di sanità, nell'Istituto Italiano di Medicina Sociale, nell'Unione internazionale dell'educazione sanitaria
17 Perugia-Stemma.svg Antonio Berardi

(1894-1975)

29 dicembre 1964 23 luglio 1970 Partito Socialista Italiano Sindaco Amministrò una giunta composta da democristiani, socialisti e socialdemocratici. Socialista, medico specialista in pediatria. Già deputato.[5]
18 Perugia-Stemma.svg Mario Carraffini
(1926-2016)
24 luglio 1970 21 luglio 1975 Partito Socialista Italiano Sindaco Amministratore pubblico. Ragioniere capo dell’Ente Case popolari, presidente del Collegio dei revisori, socio e abituale frequentatore dell’Antica Società del Gotto in Fontenuovo. Sarà assessore sino al 1970 e quindi sindaco nel quinquennio 1970-75.
19 Perugia-Stemma.svg Giovanni Perari
(1941-1987)
22 luglio 1975 3 luglio 1977 Partito Socialista Italiano Sindaco A seguito di un botta e risposta epistolare con il sindaco di Bratislava sul tema delle libertà, causò la crisi politica interna che lo portò alle dimissioni.
20 Perugia-Stemma.svg Stelio Zaganelli
(1921-2011)
4 luglio 1977 6 luglio 1980 Partito Socialista Italiano Sindaco Socialista, avvocato. Pilota di complemento della 238ª squadra del quinto stormo, partecipò a operazioni di guerra tra il 1942 e il ’43.
21 Giorgio Casoli.jpg Giorgio Casoli
(1928-2019)
7 luglio 1980 24 maggio 1987 Partito Socialista Italiano Sindaco Socialista, magistrato. La sua esperienza e capacità di alto magistrato unita ad una grande affabilità personale, è decisiva per le sue funzioni di sindaco che svolge sino al 1987 quanto viene eletto senatore della Repubblica. Massone dichiarato.
22 Perugia-Stemma.svg Mario Silla Baglioni
(1937-2018)
25 maggio 1987 17 giugno 1990 Partito Socialista Italiano Sindaco A seguito delle dimissioni di Vittor Ugo Bistoni il 21 luglio 1974 viene eletto assessore allo sport, carica che ricopre ininterrottamente sino al 1987 anno in cui viene nominato sindaco.
23 Perugia-Stemma.svg Mario Valentini
(1939-)
18 giugno 1990 23 aprile 1995 Partito Socialista Italiano Sindaco Socialista. Assessore comunale viene eletto in Provincia dove svolge le funzioni di vicepresidente dal 1980 al 1990. Nel 1990 torna in Comune, assumendo la massima carica di sindaco.

Sindaci eletti direttamente dai cittadini (dal 1995)[modifica | modifica wikitesto]

Coalizioni:
      Giunte di centro-sinistra       Giunte di centro-destra

Ritratto Nome Mandato Partito Coalizione Elezioni
Inizio Fine
24 Perugia-Stemma.svg Gianfranco Maddoli
(1938-)
23 aprile 1995 13 giugno 1999 Indipendente di centrosinistra L'Ulivo
(PDSPRCPPIPdD)
Elezioni
1995
25 Perugia-Stemma.svg Renato Locchi
(1947-)
13 giugno 1999 12 giugno 2004 Democratici di Sinistra
Partito Democratico
L'Ulivo
(DSSDIPRCPPIPdCI)
Elezioni
1999
12 giugno 2004 7 giugno 2009 L'Ulivo
(DSDLUDEURPRCSDIPdCI)
Elezioni
2004
26 Wladimiro Boccali by The Polish (cropped).jpg Wladimiro Boccali
(1970-)
7 giugno 2009 12 giugno 2014 Partito Democratico PDSELIdVFdS Elezioni
2009
27 Andrea Romizi by The Polish (cropped).JPG Andrea Romizi
(1979-)
12 giugno 2014 27 maggio 2019 Forza Italia FIAPFdICiviche Elezioni
2014
27 maggio 2019 in carica LegaFdIFICiviche Elezioni
2019

Linea temporale[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Storia di Perugia dal 1309 al 1491 (PDF), su jstor.org.
  2. ^ Tribunale di Perugia, su servizi.tribunale.perugia.it. URL consultato il 19 maggio 2018.
  3. ^ archiviodistatotorino.beniculturali.it, https://web.archive.org/web/20150702124152/http://archiviodistatotorino.beniculturali.it/Site/images/pdf/Strumenti_Governi_alte-cariche/Governo_alte-cariche_ecc_Sussidi_2b.pdf. URL consultato il 20 maggio 2018 (archiviato dall'url originale il 2 luglio 2015).
  4. ^ morlacchilibri.com, https://www.morlacchilibri.com/varia/allegati/Alberati_copertina20023_12_2011.pdf.
  5. ^ legislature.camera.it, http://legislature.camera.it/chiosco.asp?cp=1&position=II%20Legislatura%20/%20I%20Deputati&content=deputati/legislatureprecedenti/Leg02/framedeputato.asp?Deputato=1d13890.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]