Governo Cairoli III

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Governo Cairoli III
Benedetto Cairoli iii.jpg
StatoItalia Italia
Presidente del ConsiglioBenedetto Cairoli
(Sinistra storica)
CoalizioneSinistra storica

appoggio esterno di parte della Pentarchia

LegislaturaXIII
Giuramento25 novembre 1879
Dimissioni14 maggio 1881
Governo successivoDepretis IV
29 maggio 1881
Left arrow.svg Cairoli II Depretis IV Right arrow.svg

Il Governo Cairoli III è stato in carica dal 25 novembre 1879[1] al 29 maggio 1881[2] per un totale di 551 giorni, ovvero 1 anno, 6 mesi e 4 giorni. Il governo riconfermato dopo le elezioni anticipate del 1880 in seguito a una sfiducia, fu di nuovo sfiduciato il 7 aprile 1881, rimase in carica in attesa di una trattiva ma si dimise, di nuovo, in anticipo in seguito alle polemiche per il Trattato del Bardo.

Presidente del Consiglio dei ministri[modifica | modifica wikitesto]

Benedetto Cairoli

Ministeri[modifica | modifica wikitesto]

Affari Esteri[modifica | modifica wikitesto]

Ministro Benedetto Cairoli

Agricoltura, Industria e Commercio[modifica | modifica wikitesto]

Ministro Luigi Miceli

Finanze[modifica | modifica wikitesto]

Ministro Agostino Magliani

Grazia e Giustizia e Culti[modifica | modifica wikitesto]

Ministro Tommaso Villa

Guerra[modifica | modifica wikitesto]

Ministro Cesare Bonelli fino al 13 luglio 1880
Ferdinando Acton ad interim dal 13 luglio 1880 al 27 luglio 1880
Bernardino Milon dal 27 luglio 1880 al 25 marzo 1881
Emilio Ferrero dal 25 marzo 1881 al 29 maggio 1881

Interno[modifica | modifica wikitesto]

Ministro Agostino Depretis

Lavori Pubblici[modifica | modifica wikitesto]

Ministro Alfredo Baccarini

Marina[modifica | modifica wikitesto]

Ministro Ferdinando Acton

Pubblica Istruzione[modifica | modifica wikitesto]

Ministro Francesco De Sanctis fino al 2 gennaio 1881
Guido Baccelli dal 2 gennaio 1881 al 29 maggio 1881

Tesoro[modifica | modifica wikitesto]

Ministro Agostino Magliani ad interim

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Telegrammi Stefani - <<Roma 24 novembre – Domani i nuovi ministri presteranno giuramento nelle mani di S. M.>>, Corriere della Sera, 25 novembre 1879, p. 3.
  2. ^ ULTIMISSIME - <<Sera — 28, ore 5,10 pom. = Il nuovo Governo. — Domattina, alle ore 9, il Ministero presterà il giuramento nelle mani del Re.>>, su archiviolastampa.it, 29 maggio 1881.