Governo Minghetti II

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Governo Minghetti II
Marco Minghetti.jpg
StatoItalia Italia
Presidente del ConsiglioMarco Minghetti
(Destra storica)
CoalizioneDestra storica
LegislaturaXI
Giuramento10 luglio 1873
Dimissioni25 marzo 1876
Governo successivoDepretis I
25 marzo 1876
Left arrow.svg Lanza Depretis I Right arrow.svg

Il Governo Minghetti II è stato in carica dal 10 luglio 1873 al 25 marzo 1876 per un totale di 989 giorni, ovvero 2 anni, 8 mesi e 15 giorni.

Presidente del Consiglio dei ministri[modifica | modifica wikitesto]

Marco Minghetti

Ministeri[modifica | modifica wikitesto]

Affari Esteri[modifica | modifica wikitesto]

Ministro Emilio Visconti-Venosta

Agricoltura, Industria e Commercio[modifica | modifica wikitesto]

Ministro Gaspare Finali

Finanze[modifica | modifica wikitesto]

Ministro Marco Minghetti

Grazia e Giustizia e Culti[modifica | modifica wikitesto]

Ministro Paolo Onorato Vigliani

Guerra[modifica | modifica wikitesto]

Ministro Cesare Francesco Ricotti-Magnani

Interno[modifica | modifica wikitesto]

Ministro Gerolamo Cantelli

Lavori Pubblici[modifica | modifica wikitesto]

Ministro Silvio Spaventa

Marina[modifica | modifica wikitesto]

Ministro Simone Antonio Pacoret De Saint-Bon

Pubblica Istruzione[modifica | modifica wikitesto]

Ministro Antonio Scialoja fino al 6 febbraio 1874
Gerolamo Cantelli ad interim dal 6 febbraio 1874 al 27 settembre 1874
Ruggiero Bonghi dal 27 settembre 1874 al 25 marzo 1876

Cronologia[modifica | modifica wikitesto]

  • 4 febbraio 1874: la Camera respinge con 140 voti contrari e 107 favorevoli la proposta del Ministro della Pubblica Istruzione di istituire la scuola elementare gratuita e obbligatoria per tutti[1]; di conseguenza Antonio Scialoja si dimette.
  • 18 marzo 1876: "Rivoluzione parlamentare": la Camera respinge con 242 voti contro 181 la richiesta del Governo di rimandare la votazione della risoluzione Morana che criticava i metodi di riscossione della tassa sul macinato; di conseguenza l'esecutivo si dimette[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]