L'Aquila Calcio 1927 2013-2014

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow blue.svgVoce principale: L'Aquila Calcio 1927.

L'Aquila Calcio 1927
Stagione 2013-2014
Allenatore Italia Giovanni Pagliari
Presidente Italia Corrado Chiodi
Lega Pro Prima Divisione
Play-off Quarti di finale
Coppa Italia Primo turno
Coppa Italia Lega Pro Primo turno
Maggiori presenze Campionato: De Sousa (31)
Totale: 4 giocatori (32)
Miglior marcatore Campionato: De Sousa (10)
Totale: De Sousa (10)
Maggior numero di spettatori 4.500 vs. Pisa
(11 maggio 2014)
Minor numero di spettatori 1.598 vs. Barletta
(23 febbraio 2014)
Media spettatori 2.235

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti la società sportiva L'Aquila Calcio 1927 nelle competizioni ufficiali della stagione 2013-2014.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Per L'Aquila Calcio 1927, la stagione 2013-2014 è la 1ª assoluta in Lega Pro Prima Divisione (la 5ª considerando la continuità tra la Serie C1 e la Prima Divisione) e la 27ª complessiva nel terzo livello del campionato di calcio italiano. Il club, inoltre, partecipa per l'8ª volta alla Coppa Italia.

A inizio stagione la società decide di rinnovare il proprio organigramma societario con l'ex presidente Elio Gizzi che assume la carica di direttore generale[1][2]. In panchina viene riconfermato il tecnico Giovanni Pagliari, subentrato l'anno precedente a Maurizio Ianni e tra i principali artefici della vittoria negli spareggi promozione. La squadra affronta il ritiro estivo in un resort nei pressi di Preturo, a poca distanza dal capoluogo abruzzese[2].

Il debutto stagionale avviene il 4 agosto sul campo del Frosinone, partita valevole per il primo turno di Coppa Italia[3]; la sconfitta di misura (1-0) rimediata con i ciociari fa sì che L'Aquila venga eliminata dalla competizione e retrocessa in Coppa Italia Lega Pro, torneo che disputa per la 14ª volta e dalla quale è subito eliminata in virtù del 2-1 rimediato sul campo dell'Aprilia[4]. L'esordio in campionato è invece il pareggio a reti bianche nella gara notturna del 1º settembre contro il Prato[5].

Nella prima trasferta di campionato, sul campo del blasonato Lecce, L'Aquila centra il primo successo stagionale imponendosi per 2-1 grazie ai gol di De Sousa e Infantino (su rigore)[6][7]; una settimana più tardi cade in casa al cospetto del Pisa (0-1) guidato da Dino Pagliari, fratello del tecnico rossoblù Giovanni Pagliari[8]. Dalla 4ª alla 7ª giornata L'Aquila centra quattro vittorie consecutive — due in trasferta sui campi di Ascoli (1-3) e Salernitana (0-1) e due in casa contro Viareggio (4-1, prima vittoria casalinga della stagione) e Grosseto (1-0) — proiettandosi così in seconda posizione a un solo punto dal Pontedera capolista[9].

All'8ª giornata L'Aquila viene fermata sul pari a tempo scaduto dal Barletta (2-2)[10]; il punto guadagnato in Puglia permette comunque ai rossoblù di agganciare la prima posizione (seppur in coabitazione con altre tre squadre: Frosinone, Pisa e Pontedera), a distanza di quasi 13 anni dall'ultima volta[11]. La successiva giornata i rossoblù osservano il turno di riposo, perdendo temporaneamente la prima posizione che però viene riconquistata già dalla domenica successiva grazie al 2-0 inflitto alla Paganese[12]. La striscia positiva si interrompe all'11ª giornata quando L'Aquila viene battuta al Curi di Perugia dai biancorossi locali che si impongono per 2-1 grazie a un gol allo scadere[13]. La settimana successiva sono ancora due gol subiti negli ultimi minuti a fermare i rossoblù sul pari contro il Benevento (2-2)[14].

Alla 13ª giornata L'Aquila espugna il campo di Pontedera (2-3) conquistando per la prima volta la vetta solitaria della classifica con una partita in meno rispetto alle inseguitrici Frosinone e Pisa[15]. Dopo questo risultato, tuttavia, i rossoblù inanellano un'inaspettata sequenza di tre sconfitte consecutive — di cui due in casa con Gubbio (1-2, giocata in notturna per esigenze televisive, con condizioni climatiche proibitive[16]) e Frosinone (0-1) e una in trasferta sul campo della Nocerina ultima in classifica (1-0) — prima di tornare al successo proprio sul finire dell'anno, al Ceravolo di Catanzaro (0-2), chiudendo così il girone di andata in 4ª posizione[17].

Il girone di ritorno si apre con la trasferta di Prato, conclusasi nuovamente 0-0. Successivamente L'Aquila cade in casa con il Lecce (0-1), venendo superata in graduatoria proprio dalla squadra salentina e dal Benevento, mentre la settimana dopo pareggia 2-2 in rimonta con il Pisa[18]. Il ritorno alla vittoria, che al Fattori mancava da quasi 3 mesi, avviene alla 21ª giornata, quando un gol a tempo scaduto di Pomante permette ai rossoblù di avere la meglio sull'Ascoli (2-1). La settimana successiva L'Aquila torna alla vittoria anche in trasferta andando a espugnare il campo di Viareggio (1-3) e tornando così in 3ª posizione[19].

Dopo essere stata fermata in casa sul pari dalla Salernitana (1-1), gli abruzzesi incappano nella loro settima sconfitta stagionale venendo sconfitti allo Zecchini di Grosseto dopo una gara dominata per larghi tratti e condizionata dal rigore sbagliato da De Sousa nel primo tempo (1-0)[20]. In seguito i rossoblù si impongono su Barletta in casa (2-0) e Paganese in trasferta (0-1), successi intervallati dal turno di riposo.

Alla 28ª giornata il big match con il Perugia si chiude sullo 0-0, con L'Aquila che fallisce nuovamente un calcio di rigore (questa volta è Piá a farsi respingere il tiro dal portiere umbro) nel secondo tempo[21]; i rossoblù si riscattano la domenica successiva andando a conquistare i tre punti a Benevento grazie a un gol allo scadere di De Sousa (0-1), per poi cadere nuovamente in casa al cospetto del Pontedera che al Fattori si impone per 2-0. Il 6 aprile, nel giorno in cui ricorre il quinto anniversario del sisma del 2009, L'Aquila, sostenuta da oltre 400 tifosi, offre una prestazione perfetta che le permette di espugnare il Barbetti di Gubbio con un roboante 0-4 e tornare così in quarta posizione[22]; la settimana dopo, i rossoblù usufruiscono della vittoria a tavolino contro la Nocerina in virtù dell'esclusione della società campana dal torneo.

Negli ultimi due turni, la sconfitta con il Frosinone (3-0) e il pari a reti bianche con il Catanzaro non stravolgono eccessivamente la classifica, con i rossoblù che concludono la stagione in 5ª posizione qualificandosi, a distanza di 80 anni dall'ultima volta, ai play-off per la Serie B[23]. L'Aquila viene tuttavia eliminata già nel primo turno (giocato in gara unica in un Fattori esaurito) dal Pisa che trova il gol della vittoria allo scadere dopo che i rossoblù — costretti a fare tre cambi nella prima ora di gioco per infortuni — erano andati vicino alla marcatura in più di un'occasione, colpendo anche due traverse[24].

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

Lo sponsor tecnico per la stagione 2013-2014 è Macron. Solo in occasione della sfida con il Pisa, valida per i play-off, L'Aquila scende in campo con lo sponsor Rete Impresa L'Aquila[25]. L'emittente televisiva locale laQtv ottiene l'esclusiva a trasmettere in differita tutte le partite del club[26].

Per la scelta delle maglie, la società ha deciso di indire un sondaggio tra i tifosi che possono scegliere tra due differenti completi per le gare casalinghe e altri due per le gare in trasferta[27]; la scelta è caduta su una maglia casalinga classica con nove strisce, 5 blu e 4 rosse, sagomate sui fianchi e su un completo da trasferta bianco con due strisce trasversali, una rossa e una blu, simile alla maglia utilizzata dal club negli anni sessanta[28][29]. Le maglie sono state presentate il 28 novembre e hanno fatto il loro esordio il giorno successivo, in occasione dell'anticipo contro il Gubbio[29].

La presentazione della squadra è invece avvenuta martedì 27 agosto in piazza del Palazzo, nel centro storico del capoluogo abruzzese, con la partecipazione delle modelle aquilane Claudia Romani e Alessia Reato[30].

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

Area direttiva

  • Presidente: Corrado Chiodi
  • Vice presidente: Massimo Mancini
  • Amministratore delegato: Elio Gizzi
  • Direttore generale: Fabio Guido Aureli

Area organizzativa

  • Responsabile area organizzativa: Giancarlo Di Crescenzo
  • Team manager: Angelo Piccoli
  • Segretario generale: Elianna Vaira

Area sanitaria

  • Responsabile sanitario: Antonio Barrucci, Antonello Bernardi, Rodolfo Fanini

Area tecnica

  • Responsabile area tecnica: Ercole Di Nicola
  • Allenatore: Giovanni Pagliari
  • Allenatore in seconda: Giovanni Migliorelli
  • Preparatore atletico: Vincenzo Milazzo
  • Preparatore dei portieri: Marco Onesti

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
Italia P Paride Vincenzo Addario
Italia P Andrea Testa
Italia P Pierpaolo Ursini [31]
Italia D Simone Dallamano
Italia D Riccardo De Santis
Italia D Roberto Di Maio [31]
Italia D Filippo Di Pentima [32]
Italia D Edoardo Ferrante
Italia D Daniele Gizzi [31]
Italia D Gianmarco Ingrosso
Italia D Giacomo Ligorio [31]
Italia D Tiziano Mucciante [33]
Italia D Ivan Pedrelli [32]
Italia D Marco Pomante (capitano)
Italia D Andrea Scrugli
Italia D Andrea Zaffagnini
Italia C Francesco Agnello
Italia C Imperio Carcione [31]
Italia C Adelio Cerbone
Italia C Amato Ciciretti
Italia C Francesco Corapi
Italia C Lorenzo Del Pinto
N. Ruolo Giocatore
Italia C Lucio Di Lollo [31]
Italia C Marco Gallozzi
Italia C Dario Maltese [32]
Italia C Augusto Marfisi [32]
Italia C Valerio Petrucci [31]
Italia C Nicolas Teggi [32]
Italia C Diego Vincenzo Vettraino [32]
Italia A Daniele Abbracciante
Italia A Manuel Angelilli [32]
Italia A Michele Bentoglio
Italia A Nicola Ciotola [31]
Italia A Claudio De Sousa
Italia A Lorenzo Di Stefano [31]
Italia A Jonathan Alexis Ferrante [34]
Italia A Marco Frediani
Italia A Umberto Improta [33]
Italia A Saveriano Infantino [31]
Italia A Alberto Libertazzi [32]
Brasile A Piá [32]
Italia A Vittorio Tateo Triarico
La formazione dei play-off contro il Pisa.
Testa
Pomante
Zaffagnini
Agnello
Corapi
Del Pinto
Frediani

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Sessione estiva (dall'1/7 all'31/8)[modifica | modifica wikitesto]

In seguito al salto di categoria, la rosa rossoblù viene nuovamente rivoluzionata rispetto alla stagione precedente. Pochi i confermati tra i giocatori che hanno guidato la squadra alla promozione solo l'anno prima; tra questi si citano il portiere Andrea Testa, al suo quarto anno in Abruzzo, il mediano Imperio Carcione e gli attaccanti Nicola Ciotola e Severiano Infantino[35].

La difesa viene puntellata con gli acquisiti di Simone Dallamano dal Cesena[36], Roberto Di Maio dal Lecce (contratto biennale)[37], Andrea Scrugli e Andrea Zaffagnini dall'Andria mentre vengono ceduti il centrale Tiziano Mucciante[38] e il terzino Francesco Rapisarda. A centrocampo gli acquisti principali sono quelli di Francesco Corapi dalla Nocerina (contratto biennale)[39] e Lorenzo Del Pinto, aquilano di nascita ma proveniente dal Chieti (contratto triennale), che prendono il posto di Gaetano Iannini e Michele Menicozzo. Viene inoltre avviata una partnership con la Roma che porta in rossoblù inizialmente il trequartista Amato Ciciretti e l'esterno Marco Frediani, entrambi in prestito con diritto di riscatto[40], e successivamente la punta centrale Jonathan Alexis Ferrante, anch'essa in prestito[41], ma poi svincolatasi. Il colpo del mercato è tuttavia quello dell'attaccante Claudio De Sousa (contratto biennale)[42], anch'esso al Chieti la passata stagione. Passano all'Arzanese, invece, gli attaccanti Umberto Improta[43] (miglior marcatore dei rossoblù nelle passate due stagioni) e Francesco Ripa[44].

Acquisti
R. Nome da Modalità
P Paride Vincenzo Addario Gavorrano definitivo[45]
P Pierpaolo Ursini Recanatese  ?
D Simone Dallamano Cesena definitivo[36]
D Roberto Di Maio Lecce definitivo[37]
D Edoardo Ferrante R.C. Angolana  ?
D Andrea Scrugli Andria BAT definitivo
D Andrea Zaffagnini Andria BAT definitivo
C Adelio Cerbone Chieti  ?
C Amato Ciciretti Roma prestito[40]
C Francesco Corapi Nocerina definitivo[39]
C Lorenzo Del Pinto Chieti definitivo
C Lucio Di Lollo Olympia Agnonese  ?
C Valerio Petrucci Valleverde Riccione  ?
A Daniele Abbracciante Parma prestito
A Michele Bentoglio Parma prestito
A Claudio De Sousa Chieti definitivo[42]
A Lorenzo Di Stefano Fano  ?
A Jonathan Alexis Ferrante Roma prestito[41]
A Marco Frediani Roma prestito[40]
Cessioni
R. Nome a Modalità
P Francesco Leuci - svincolato
P Andrea Tomarelli - svincolato
C Michele Aprile - svincolato
D Maurizio Balestra - svincolato
D Matteo D'Amico Sora  ?
D Tiziano Mucciante Cuneo definitivo[38]
D Andrea Petta - svincolato
D Francesco Rapisarda Parma svincolato
C Alessio Cannoni Siena fine prestito
C Andrea D'Amico Vigor Lamezia svincolato
C Edoardo Dall'Armi - svincolato
C Gaetano Iannini Matera definitivo
C Fabio Marcotullio - svincolato
C Michele Menicozzo Taranto definitivo
A Thomas Albanese Sansepolcro definitivo
A Roberto Colussi - svincolato
A Umberto Improta Arzanese prestito[43]
A Francesco Ripa Arzanese definitivo[44]

Operazioni esterne alle sessioni[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome da Modalità
C Marco Gallozzi - svincolato
Cessioni
R. Nome a Modalità
D Stefano Blaiotta - svincolato
A Jonathan Alexis Ferrante Roma svincolato

Sessione invernale (dal 3/1 al 31/1)[modifica | modifica wikitesto]

Nella sessione invernale di calciomercato viene rinnovato il reparto avanzato con gli acquisti di Alberto Libertazzi, ex primavera della Juventus, e di Piá, oltre 50 gare in Serie A con le maglie di Atalanta, Catania e Napoli; contestualmente vengono ceduti due tra gli artefici della promozione in Lega Pro Prima Divisione l'anno passato, ovvero Nicola Ciotola e Saveriano Infantino, entrambi alla Torres insieme al difensore Roberto Di Maio. Si accasa all'Aquila, in prestito dal Trapani, l'esterno d'attacco Diego Vincenzo Vettraino. Al Perugia viene ceduto il regista (ed ex capitano) Imperio Carcione che in occasione della sfida casalinga con l'Ascoli ha salutato la tifoseria rossoblù[46]; al suo posto viene preso, in prestito dal Latina, Dario Maltese[47].

Acquisti
R. Nome da Modalità
D Filippo Di Pentima Vicenza prestito[48]
D Ivan Pedrelli Ischia definitivo[48]
C Dario Maltese Latina prestito[47]
C Augusto Marfisi Aprilia prestito[49]
C Nicolas Teggi Carpi prestito[50]
C Diego Vincenzo Vettraino Trapani prestito[50]
A Manuel Angelilli Torres definitivo[50]
A Alberto Libertazzi Novara prestito
A Piá - svincolato
Cessioni
R. Nome a Modalità
P Pierpaolo Ursini Bellaria prestito
D Roberto Di Maio Torres definitivo
D Daniele Gizzi Santarcangelo definitivo
D Giacomo Ligorio Teramo definitivo
C Imperio Carcione Perugia definitivo
C Lucio Di Lollo Aprilia prestito[49]
C Valerio Petrucci Ischia definitivo[48]
A Nicola Ciotola Torres definitivo
A Lorenzo Di Stefano Bellaria prestito[50]
A Saveriano Infantino Torres definitivo

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Lega Pro Prima Divisione[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Lega Pro Prima Divisione 2013-2014.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

L'Aquila
1º settembre 2013, ore 20:45 UTC+2
1ª giornata
L'Aquila 0 – 0
referto
Prato Stadio Tommaso Fattori (2.177[51] spett.)
Arbitro Vincenzo Ripa (Nocera Inferiore)

Lecce
8 settembre 2013, ore 20:45 UTC+2
2ª giornata
Lecce 1 – 2
referto
L'Aquila Stadio Via del Mare (5.089[51] spett.)
Arbitro Francesco Guccini (Albano Laziale)

L'Aquila
15 settembre 2013, ore 15:00 UTC+2
3ª giornata
L'Aquila 0 – 1
referto
Pisa Stadio Tommaso Fattori (2.077[51] spett.)
Arbitro Claudio Lanza (Nichelino)

Ascoli Piceno
22 settembre 2013, ore 15:00 UTC+2
4ª giornata
Ascoli 1 – 3
referto
L'Aquila Stadio Cino e Lillo Del Duca (2.072[51] spett.)
Arbitro Lorenzo Illuzzi (Molfetta)

L'Aquila
29 settembre 2013, ore 15:00 UTC+2
5ª giornata
L'Aquila 4 – 1
referto
Viareggio Stadio Tommaso Fattori (1.996[51] spett.)
Arbitro Francesco Fiore (Barletta)

Salerno
6 ottobre 2013, ore 15:00 UTC+2
6ª giornata
Salernitana 0 – 1
referto
L'Aquila Stadio Arechi (7.404[51] spett.)
Arbitro Rosario Abisso (Palermo)

L'Aquila
13 ottobre 2013, ore 15:00 UTC+2
7ª giornata
L'Aquila 1 – 0
referto
Grosseto Stadio Tommaso Fattori (2.569[51] spett.)
Arbitro Daniele Rasia (Bassano del Grappa)

Barletta
20 ottobre 2013, ore 15:00 UTC+2
8ª giornata
Barletta 2 – 2
referto
L'Aquila Stadio Cosimo Puttilli (1.590[51] spett.)
Arbitro Valerio Marini (Roma)

L'Aquila
3 novembre 2013, ore 14:30 UTC+2
10ª giornata
L'Aquila 2 – 0
referto
Paganese Stadio Tommaso Fattori (2.062[51] spett.)
Arbitro Riccardo Ros (Pordenone)

Perugia
10 novembre 2013, ore 14:30 UTC+2
11ª giornata
Perugia 2 – 1
referto
L'Aquila Stadio Renato Curi (5.232[51] spett.)
Arbitro Ivano Pezzuto (Lecce)

L'Aquila
16 novembre 2013, ore 14:30 UTC+2
12ª giornata
L'Aquila 2 – 2
referto
Benevento Stadio Tommaso Fattori (2.434[51] spett.)
Arbitro Niccolò Baroni (Firenze)

Pontedera
24 novembre 2013, ore 14:30 UTC+2
13ª giornata
Pontedera 2 – 3
referto
L'Aquila Stadio Ettore Mannucci (782[51] spett.)
Arbitro Daniele Martinelli (Roma)

L'Aquila
29 novembre 2013, ore 20:45 UTC+1
14ª giornata
L'Aquila 1 – 2
referto
Gubbio Stadio Tommaso Fattori (2.300[51] spett.)
Arbitro Alessandro Caso (Verona)

Nocera Inferiore
8 dicembre 2013, ore 14:30 UTC+2
15ª giornata
Nocerina 1 – 0
referto
L'Aquila Stadio San Francesco d'Assisi (300[51] spett.)
Arbitro Riccardo Baldicchi (Città di Castello)

L'Aquila
14 dicembre 2013, ore 14:30 UTC+2
16ª giornata
L'Aquila 0 – 1
referto
Frosinone Stadio Tommaso Fattori (2.256[51] spett.)
Arbitro Alessandro Greco (Lecce)

Catanzaro
22 dicembre 2013, ore 14:30 UTC+2
17ª giornata
Catanzaro 0 – 2
referto
L'Aquila Stadio Nicola Ceravolo (4.374[51] spett.)
Arbitro Marco Serra (Torino)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Prato
5 gennaio 2014, ore 14:30 UTC+2
18ª giornata
Prato 0 – 0
referto
L'Aquila Stadio Lungobisenzio (636[51] spett.)
Arbitro Domenico Rocca (Vibo Valentia)

L'Aquila
12 gennaio 2014, ore 14:30 UTC+2
19ª giornata
L'Aquila 0 – 1
referto
Lecce Stadio Tommaso Fattori (2.768[51] spett.)
Arbitro Mirko Mangialardi (Pistoia)

Pisa
19 gennaio 2014, ore 14:30 UTC+2
20ª giornata
Pisa 2 – 2
referto
L'Aquila Stadio Arena Garibaldi (3.561[51] spett.)
Arbitro Diego Cifelli (Campobasso)

L'Aquila
26 gennaio 2014, ore 14:30 UTC+2
21ª giornata
L'Aquila 2 – 1
referto
Ascoli Stadio Tommaso Fattori (2.359[51] spett.)
Arbitro Stefano Giovani (Grosseto)

Viareggio
2 febbraio 2014, ore 14:30 UTC+2
22ª giornata
Viareggio 1 – 3
referto
L'Aquila Stadio Torquato Bresciani (800[51] spett.)
Arbitro Lorenzo Illuzzi (Molfetta)

L'Aquila
8 febbraio 2014, ore 14:30 UTC+2
23ª giornata
L'Aquila 1 – 1
referto
Salernitana Stadio Tommaso Fattori (2.292[51] spett.)
Arbitro Francesco Fiore (Barletta)

Grosseto
16 febbraio 2014, ore 14:30 UTC+2
24ª giornata
Grosseto 1 – 0
referto
L'Aquila Stadio Carlo Zecchini (891[51] spett.)
Arbitro Pietro Dei Giudici (Latina)

L'Aquila
23 febbraio 2014, ore 14:30 UTC+2
25ª giornata
L'Aquila 2 – 0
referto
Barletta Stadio Tommaso Fattori (1.598[51] spett.)
Arbitro Luigi Rossi (Rovigo)

Pagani
9 marzo 2014, ore 14:30 UTC+2
27ª giornata
Paganese 0 – 1
referto
L'Aquila Stadio Marcello Torre (419[51] spett.)
Arbitro Marco Serra (Torino)

L'Aquila
16 marzo 2014, ore 14:30 UTC+2
28ª giornata
L'Aquila 0 – 0
referto
Perugia Stadio Tommaso Fattori (2.861[51] spett.)
Arbitro Niccolò Baroni (Firenze)

Benevento
23 marzo 2014, ore 14:30 UTC+2
29ª giornata
Benevento 0 – 1
referto
L'Aquila Stadio Ciro Vigorito (3.808[51] spett.)
Arbitro Rosario Abisso (Palermo)

L'Aquila
30 marzo 2014, ore 15:00 UTC+1
30ª giornata
L'Aquila 0 – 2
referto
Pontedera Stadio Tommaso Fattori (2.001[51] spett.)
Arbitro Ivano Pezzuto (Lecce)

Gubbio
6 aprile 2014, ore 15:00 UTC+1
31ª giornata
Gubbio 0 – 4
referto
L'Aquila Stadio Pietro Barbetti (1.776[51] spett.)
Arbitro Stefano D'Angelo (Ascoli Piceno)

L'Aquila
13 aprile 2014, ore 15:00 UTC+1
32ª giornata
L'Aquila 3 – 0 (tav)
referto
Nocerina Stadio Tommaso Fattori

Frosinone
27 aprile 2014, ore 15:00 UTC+1
33ª giornata
Frosinone 3 – 0
referto
L'Aquila Stadio comunale Matusa (4.239[51] spett.)
Arbitro Niccolò Baroni (Firenze)

L'Aquila
4 maggio 2014, ore 15:00 UTC+1
34ª giornata
L'Aquila 0 – 0
referto
Catanzaro Stadio Tommaso Fattori (1.772[51] spett.)
Arbitro Francesco Guccini (Albano Laziale)

Play-off[modifica | modifica wikitesto]

L'Aquila
11 maggio 2014, ore 16:00 UTC+2
Quarti di finale
L'Aquila 0 – 1
referto
Pisa Stadio Tommaso Fattori (4.500[51] spett.)
Arbitro Jean Luca Sacchi (Macerata)

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 2013-2014.
Frosinone
4 agosto 2013, ore 20:45 UTC+2
Primo turno
Frosinone 1 – 0
referto
L'Aquila Stadio comunale Matusa (1.500 spett.)
Arbitro Antonio Eros Lacagnina (Caltanissetta)

Coppa Italia Lega Pro[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia Lega Pro 2013-2014.
Aprilia
2 ottobre 2013, ore 15:00 UTC+2
Primo turno
Aprilia 2 – 1
referto
L'Aquila Stadio Quinto Ricci
Arbitro Antonello Balice (Termoli)

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Competizione Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Scudetto.svg Lega Pro Prima Divisione 53 16 6 5 5 18 12 16 9 3 4 25 16 32 15 8 9 43 28 +15
Scudetto.svg Play-off - 1 0 0 1 0 1 0 0 0 0 0 0 1 0 0 1 0 1 -1
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia - 0 0 0 0 0 0 1 0 0 1 0 1 1 0 0 1 0 1 -1
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia Lega Pro - 0 0 0 0 0 0 1 0 0 1 1 2 1 0 0 1 1 2 -1
Totale - 17 6 5 6 18 13 18 9 3 6 26 19 35 15 8 12 44 32 +12

Andamento in campionato[modifica | modifica wikitesto]

La tabella seguente tiene conto della classifica avulsa nel calcolo della posizione in classifica. Alla 9ª e alla 26ª giornata L'Aquila ha osservato il turno di riposo.

Giornata 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34
Luogo C T C T C T C T - C T C T C T C T T C T C T C T C - T C T C T C[52] T C
Risultato N V P V V V V N - V P N V P P P V N P N V V N P V - V N V P V V P N
Posizione 10 5 9 5 3 2 2 3 5 3 4 3 1 4 5 5 4 4 6 5 4 3 4 6 5 6 5 6 4 6 4 4 5 5

Legenda:
Luogo: C = Casa; T = Trasferta. Risultato: V = Vittoria; N = Pareggio; P = Sconfitta.

Statistiche dei giocatori[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore Campionato Play-off Coppa Italia Coppa Italia Lega Pro Totale
Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni
Abbracciante, D. D. Abbracciante 1 0 0 0 0 0 0 0 1 0 0 0 1 0 1 0 3 0 1 0
Addario, P.V. P.V. Addario 1 -1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 1 -2 0 0 2 -3 0 0
Agnello, F. F. Agnello 15 1 4 0 1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 16 1 4 0
Angelilli, M. M. Angelilli 1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 1 0 0 0
Bentoglio, M. M. Bentoglio 2 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 1 0 0 0 3 0 0 0
Carcione, I. I. Carcione 17 1 6 0 0 0 0 0 1 0 0 0 0 0 0 0 18 1 6 0
Cerbone, A. A. Cerbone 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 1 0 0 0 1 0 0 0
Ciciretti, A. A. Ciciretti 20 1 1 0 1 0 0 0 1 0 0 0 0 0 0 0 22 1 1 0
Ciotola, N. N. Ciotola 15 0 1 0 0 0 0 0 1 0 0 0 1 0 0 0 17 0 1 0
Corapi, F. F. Corapi 25 2 5 0 0 0 0 0 1 0 0 0 0 0 0 0 26 2 5 0
Dallamano, S. S. Dallamano 28 0 1 0 1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 29 0 1 0
De Santis, R. R. De Santis 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0
De Sousa, C. C. De Sousa 31 10 2 0 1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 32 10 2 0
Del Pinto, L. L. Del Pinto 28 6 7 0 1 0 0 0 1 0 0 0 0 0 0 0 30 6 7 0
Di Lollo, L. L. Di Lollo 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 1 0 0 0 1 0 0 0
Di Maio, R. R. Di Maio 5 0 3 1 0 0 0 0 0 0 0 0 1 0 0 0 6 0 3 1
Di Pentima, F. F. Di Pentima 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0
Di Stefano, L. L. Di Stefano 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 1 0 0 0 1 0 0 0
Ferrante, E. E. Ferrante 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0
Ferrante, J.A. J.A. Ferrante 1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 1 0 0 0 2 0 0 0
Frediani, M. M. Frediani 30 4 2 0 1 0 0 0 1 0 0 0 0 0 0 0 32 4 2 0
Gallozzi, M. M. Gallozzi 20 2 4 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 20 2 4 0
Gizzi, D. D. Gizzi 5 0 0 0 0 0 0 0 1 0 0 0 1 0 0 0 7 0 0 0
Improta, U. U. Improta 0 0 0 0 0 0 0 0 1 0 0 0 0 0 0 0 1 0 0 0
Infantino, S. S. Infantino 13 2 2 0 0 0 0 0 1 0 0 0 1 1 0 0 15 3 2 0
Ingrosso, G. G. Ingrosso 6 0 0 0 1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 7 0 0 0
Libertazzi, A. A. Libertazzi 11 2 2 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 11 2 2 0
Ligorio, G. G. Ligorio 0 0 0 0 0 0 0 0 1 0 0 0 1 0 0 0 2 0 0 0
Maltese, D. D. Maltese 9 1 3 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 9 1 3 0
Marfisi, A. A. Marfisi 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0
Mucciante, T. T. Mucciante 0 0 0 0 0 0 0 0 1 0 1 0 0 0 0 0 1 0 1 0
Pedrelli, I. I. Pedrelli 8 0 1 0 1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 9 0 1 0
Petrucci, V. V. Petrucci 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 1 0 0 0 1 0 0 0
, Piá Piá 12 1 1 0 1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 13 1 1 0
Pomante, M. M. Pomante 26 4 3 0 1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 27 4 3 0
Scrugli, A. A. Scrugli 22 0 4 0 1 0 0 0 1 0 0 0 0 0 0 0 24 0 4 0
Teggi, N. N. Teggi 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0
Testa, A. A. Testa 30 -27 1 0 1 0 0 0 1 -1 0 0 0 0 0 0 32 -28 1 0
Triarico, V. V. Triarico 17 2 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 17 2 0 0
Ursini, P. P. Ursini 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0
Vettraino, D.V. D.V. Vettraino 2 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 2 0 0 0
Zaffagnini, A. A. Zaffagnini 29 0 1 1 1 0 0 0 1 0 0 0 1 0 0 0 32 0 1 1

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ L'Aquila calcio, nuovo organigramma, resta in forse la conferma di Pagliari, in Il Messaggero (L'Aquila), 27 giugno 2013.
  2. ^ a b Alessandro Tettamanti, L'Aquila presenta il nuovo organigramma. Giovanili con appoggio romano, in News Town (L'Aquila), 27 giugno 2013.
  3. ^ L'Aquila battuta 1-0. Il Frosinone va avanti in Coppa, in Il Messaggero (L'Aquila), 4 agosto 2013.
  4. ^ L'Aquila dice addio alla Coppa. Aprilia - L'Aquila 1 a 2, in abruzzo24ore.tv (L'Aquila), 2 ottobre 2013.
  5. ^ Prato, buon pareggio al debutto all'Aquila, in La Nazione (Prato), 2 settembre 2013.
  6. ^ Stefano Dascoli, L'Aquila Calcio, storica vittoria a Lecce. De Sousa e Infantino firmano il 2-1, in Il Messaggero (L'Aquila), 8 settembre 2013.
  7. ^ Giancarlo Castrignanò, Prima divisione, L’Aquila trionfo a Lecce, in Il Centro (L'Aquila), 9 settembre 2013.
  8. ^ Stefano Dascoli, L'Aquila-Pisa, derby tra i Pagliari. Arma regala il successo a Dino, in Il Messaggero (L'Aquila), 15 settembre 2013.
  9. ^ Stefano Dascoli, Calcio, Prima Divisione. L'Aquila vince ancora, vetta a -1, in Il Messaggero (L'Aquila), 13 ottobre 2013.
  10. ^ Stefano Dascoli, Prima divisione, che beffa per L'Aquila! Il Barletta segna il gol del pari al 51', in Il Messaggero (L'Aquila), 20 ottobre 2013.
  11. ^ L'ultima volta che L'Aquila è stata prima in classifica in terza serie era il 7 gennaio 2001, 17ª giornata del campionato di Serie C1 2000-2001.
  12. ^ Stefano Dascoli, Calcio, super Corapi e Frediani. L'Aquila batte la Paganese: primo posto, in Il Messaggero (L'Aquila), 3 novembre 2013.
  13. ^ Giovanni Baricca, Perugia-L’Aquila: risolve una magia di Mazzeo, ma che fatica. Finisce 2-1 al «Renato Curi», in Umbria 24 (Perugia), 10 novembre 2013.
  14. ^ Stefano Dascoli, Prima divisione, L'Aquila Calcio raggiunta dal Benevento negli ultimi 8', in Il Messaggero (L'Aquila), 16 novembre 2013.
  15. ^ Stefano Dascoli, Prima divisione, L'Aquila soffre ma vince a Pontedera ed è prima da sola, in Il Messaggero (L'Aquila), 24 novembre 2013.
  16. ^ Stefano Dascoli e Andrea Taffi, Prima divisione, nel gelo del Fattori il Gubbio sbanca L'Aquila: 1-2, in Il Messaggero (L'Aquila), 29 novembre 2013.
  17. ^ Sì, la coppia è giusta! De Sousa-Infantino. L'Aquila fa l'impresa a Catanzaro, in Il Messaggero (L'Aquila), 22 dicembre 2013.
  18. ^ Stefano Dascoli, Calcio prima divisione, L'Aquila tutto cuore a Pisa: finisce 2-2, in Il Messaggero (L'Aquila), 19 gennaio 2014.
  19. ^ L'Aquila, tre punti a Viareggio: Libertazzi, Del Pinto e Gallozzi. Viareggio - L'Aquila 1-3, in abruzzo24ore.tv (L'Aquila), 2 febbraio 2014.
  20. ^ Stefano Dascoli, Calcio prima divisione, L'Aquila spreca, il Grosseto pesca il jolly nel finale: 1-0, in Il Messaggero (L'Aquila), 16 febbraio 2014.
  21. ^ Lega pro: Perugia, pari a L'Aquila (0-0). Pagliari: «La promozione in serie B si decide l'ultima giornata al Curi», in Il Messaggero (L'Aquila), 16 marzo 2014.
  22. ^ L'Aquila, a Gubbio 4 gol per il ricordo. Corapi, De Sousa e Pià, Gubbio - L'Aquila 0-4, in abruzzo24ore.tv (L'Aquila), 6 aprile 2014.
  23. ^ Alessandro Tettamanti, L’Aquila, dopo 80anni vicina al sogno della B. Pagliari: "E' solo l'inizio", in News Town (L'Aquila), 4 maggio 2014.
  24. ^ Alessandro Tettamanti, L'Aquila, il sogno finisce con una beffa: il Pisa vince senza meritare in un Fattori pieno di calore. Pagliari commosso: "Potrei lasciare", in News Town (L'Aquila), 11 maggio 2014.
  25. ^ Play Off, nuovo sponsor per L'Aquila Calcio, in Il Capoluogo (L'Aquila), 10 maggio 2014.
  26. ^ L'Aquila Calcio 1927, laQtv acquista i diritti audiovisivi de L'Aquila Calcio, laquilacalcio.com, 30 agosto 2013.
  27. ^ L'Aquila Calcio 1927, Giochiamo con il 4-4-2?, laquilacalcio.com, 29 agosto 2013.
  28. ^ L'Aquila Calcio 1927, Risultati Iniziativa “Giochiamo con il 4-4-2?”, laquilacalcio.com, 4 settembre 2013.
  29. ^ a b Matteo Massacesi, L’Aquila Calcio: strisce strette e rivisitazioni anni ’60 per le nuove maglie 2013-2014 scelte dai tifosi, in passionemaglie.it, 29 novembre 2013.
  30. ^ Alessandro Fallocco, Presentazione L'Aquila calcio. Claudia Romani madrina: "Un onore essere qui", in abruzzo24ore.tv (L'Aquila), 28 agosto 2013.
  31. ^ a b c d e f g h i j Ceduto durante la sessione invernale di calciomercato.
  32. ^ a b c d e f g h i Acquistato durante la sessione invernale di calciomercato.
  33. ^ a b Ceduto durante la sessione estiva di calciomercato.
  34. ^ Svincolatosi in dicembre.
  35. ^ L'Aquila, rinnovano Testa e Carcione, in abruzzo24ore.tv (L'Aquila), 3 luglio 2013.
  36. ^ a b L'Aquila Calcio 1927, Mercato: ufficiale l'acquisto di Dallamano, laquilacalcio.com, 31 agosto 2013.
  37. ^ a b Stefano Castellani, L'Aquila Calcio, nuovo difensore. Biennale per il centrale Di Maio, in Il Messaggero (L'Aquila), 8 agosto 2013.
  38. ^ a b L'Aquila Calcio 1927, Mercato, Tiziano Mucciante ceduto al Cuneo, laquilacalcio.com, 9 agosto 2013.
  39. ^ a b L'Aquila Calcio 1927, Firma il centrocampista Corapi, laquilacalcio.com, 21 agosto 2013.
  40. ^ a b c vocegiallorossa.it, Comunicato L'Aquila Calcio: "Frediani e Ciciretti in prestito dalla Roma", vocegiallorossa.it, 13 luglio 2013.
  41. ^ a b Alessandro Fallocco, L'Aquila, ceduto Ciccio Ripa. Dalla Roma arriva Alexis Ferrante, in abruzzo24ore.tv (L'Aquila), 22 agosto 2013.
  42. ^ a b L’Aquila calcio, De Sousa nuovo centravanti rossoblù, in Il Centro (L'Aquila), 17 luglio 2013.
  43. ^ a b L'Aquila Calcio 1927, Mercato: Improta ceduto all'Arzanese, laquilacalcio.com, 27 agosto 2013.
  44. ^ a b L'Aquila Calcio 1927, Mercato: Ripa ceduto all'Arzanese, laquilacalcio.com, 22 agosto 2013.
  45. ^ L'Aquila Calcio 1927, Mercato: Ingaggiato il portiere Addario, laquilacalcio.com, 30 agosto 2013.
  46. ^ Alessandro Fallocco, L'Aquila, Carcione in lacrime saluta la Sud. Pomante: "Aiutino da lassù", in abruzzo24ore.tv (L'Aquila), 26 gennaio 2014.
  47. ^ a b L'Aquila Calcio 1927, Ufficiale: Dario Maltese in Rossoblu, laquilacalcio.com, 28 gennaio 2014. (archiviato dall'url originale il 2 febbraio 2014).
  48. ^ a b c L'Aquila Calcio 1927, Ufficiale: Pedrelli e Di Pentima in rossoblu, Petrucci all'Ischia Isolaverde, laquilacalcio.com, 31 gennaio 2014.
  49. ^ a b L'Aquila Calcio 1927, Ufficiale: Scambio Di Lollo - Marfisi, laquilacalcio.com, 30 gennaio 2014.
  50. ^ a b c d L'Aquila Calcio 1927, Mercato: Vettraino, Angelilli e Teggi in rossoblu, Di Stefano al Bellaria, laquilacalcio.com, 31 gennaio 2014.
  51. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z aa ab ac ad ae af stadiapostcards.com, Statistiche Lega Pro Prima Divisione 2013-2014, stadiapostcards.com.
  52. ^ A tavolino.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio