Casertana Football Club 2013-2014

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow blue.svgVoce principale: Casertana Football Club.

Casertana F.C.
Casertana 2013-2014.jpg
Da sinistra: Fumagalli, Correa, D'Alterio, Agodirin, Idda, Marano, Rinaldi, Baclet, Cruciani, Mancino, Pezzella.
Stagione 2013-2014
Allenatore Italia Ezio Capuano
(fino al 15 settembre 2013)
Italia Guido Ugolotti
(dal 16 settembre 2013)
All. in seconda Italia Giuseppe Padovano
(fino al 15 settembre 2013)
Italia Fabio Andreozzi
(dal 16 settembre 2013)
Presidente Giovanni Lombardi
Lega Pro Seconda Divisione
Miglior marcatore Campionato: Mancino (11)
Totale: Mancino (11)
Stadio Stadio Alberto Pinto (12.000) (ridotto a 5.000)
Abbonati 723
Maggior numero di spettatori 5.500 vs Melfi
Minor numero di spettatori 1.825 vs Martina Franca
Media spettatori 2.728

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti la Casertana Football Club nelle competizioni ufficiali della stagione 2013-2014.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

La Casertana viene ripescata in Lega Pro il 5 agosto dopo che nella precedente stagione era stata finalista dei playoff di Serie D nella gara di Foligno contro la Virtus Vecomp Verona, squadra della città di Verona, anch'essa ripescata. Si tratta di un ritorno nei campionati professionistici dopo l'ultima apparizione precedente risalente alla Serie C2 1996-1997. Inizia la stagione sportiva in luglio con il ritiro presso lo stadio di Nocera Superiore con la guida tecnica di Ezio Capuano, mentre la seconda parte del ritiro si svolge in Umbria a Fossato di Vico. La società viene rinforzata da nuovi soci oltre al presidente Giovanni Lombardi che aveva già condotto la società nella stagione precedente dopo aver acquistato la società dal precedente proprietario. Nel corso della stagione vengono anche presentati due inni per la Casertana, il primo, "Casertana unico amore", cantato da Cristian Miretto viene presentato la prima volta durante la presentazione della squadra in Piazza Matteotti, il secondo, quello poi riconosciuto ufficialmente e che viene presentato con una conferenza stampa il 29 aprile 2014, intitolato "Everybody Let's Go Casertana" è invece cantato da Maurizio Ha Fuso & The Bleachers.

Impegno nel sociale[modifica | modifica wikitesto]

La Casertana nel corso dell'anno si distingue anche per l'impegno nel sociale, oltre a sponsorizzare la fondazione "a voce d'é criature" come l'anno precedente durante il campionato di Seconda Divisione riesce anche a testimoniare la propria vicinanza alla squadra antirazzista della città RFC Lions. Inoltre la società si fa sentire anche sull'argomento Terra dei Fuochi insieme a don Maurizio Patriciello con un coprimaglia indossato nel prepartita della gara contro il Castel Rigone con la scritta TERRA DI LAVORO NON DEVE MORIRE mentre viene esposto (e poi messo sul vetro di divisione dalla Curva Sud dello Stadio Pinto) lo striscione "Terra di Lavoro non deve morire. Caserta vuole vivere", lo stesso viene poi riportato anche nel sito ufficiale della società rossoblù nello spazio consuetamente occupato dagli sponsor. La Casertana realizza anche un calendario 2014 con le foto della squadra nella cornice della Reggia di Caserta, in vendita al prezzo di 10 euro, l'intero ricavato della vendita dei calendari viene donato in beneficenza equamente divisa tra la Caritas di Casagiove curata da don Stefano Giaquinto e la fondazione di don Luigi Merola. La formazione rossoblù viene anche invitata al Memorial vittime delle mafie promosso dalla fondazione Mario Diana il 20 marzo a Quarto, insieme alla fondazione Libera, ad una selezione di giornalisti campani e al Quarto, formazione del campionato di Eccellenza diventata simbolo della lotta alla camorra. Proprio contro il Quarto la Casertana gioca la sua partita vincendola per 2 reti ad una.

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

I falchetti sono inseriti nel girone M di Coppa Italia Lega Pro 2013-2014 insieme ai correggionali dell'Arzanese e alla formazione pugliese del Foggia. La prima partita che si sarebbe dovuta giocare in trasferta per i rossoblù si gioca invece allo Stadio Alberto Pinto a seguito della richiesta della società biancoazzurra di invertire il campo vista l'indisponibilità del proprio impianto di gioco e termina a reti bianche. Anche la seconda gara del girone si gioca allo stadio Pinto e anche in questo caso termina 0-0 contro il Foggia con conseguente eliminazione dei falchetti dalla competizione.

Campionato[modifica | modifica wikitesto]

Il campionato non inizia nel migliore dei modi per i rossoblù, e dopo appena tre giornate (pareggio esterno a Poggibonsi, sconfitta interna alla seconda contro il Cosenza e la sconfitta contro il Gavorrano) viene esonerato il tecnico Ezio Capuano, al suo posto viene ingaggiato dal presidente Lombardi l'allenatore Guido Ugolotti. Con la nuova guida tecnica è evidente il cambio di marcia, dopo una vittoria all'esordio e la sconfitta contro l'Ischia i falchetti riescono a inanellare prima ben 4 vittorie consecutive e poi 4 pareggi di fila per un totale di otto risultati utili consecutivi. La serie positiva si interrompe il 1º dicembre 2013 non per una sconfitta ma perché alla quattordicesima giornata la gara in trasferta a Melfi viene interrotta dopo appena 11 minuti di gioco a causa di un violento nubifragio che si abbatte sulla città lucana, verrà recuperata a 10 giorni di distanza. Al ritorno in campo i rossoblù ritrovano anche la vittoria nel derby contro l'Aversa Normanna vincendo per 1-0 con un gol di Alain Baclet. La serie positiva si allunga poi nel recupero dell'11 dicembre contro i lucani del Melfi. Torna al pareggio contro il Chieti la domenica successiva e infine chiude il girone d'andata con una vittoria contro il Tuttocuoio. Al termine del girone d'andata la Casertana è terza alle spalle di Teramo e Cosenza e a pari punti con il Foggia a quota 30 punti. Il girone di ritorno si apre con due pareggi consecutivi seguiti dalla vittoria contro il Gavorrano alla terza e da quella esterna a Martina Franca alla quarta, con la vittoria interna contro l'Ischia la Casertana porta a 17 i suoi risultati utili consecutivi e conquista la vetta della classifica per la prima volta nell'arco della stagione, la serie positiva però non si ferma e dopo altre due vittorie, diventa di 19 risultati utili consecutivi, la migliore serie positiva societaria, superiore anche a quella dell'anno 1990-91 che portò i falchetti in Serie B. La serie positiva si interrompe dopo 19 risultati utili consecutivi nell'incontro interno della venticinquesima giornata contro i calabresi della Vigor Lamezia, quando i rossoblù vengono sconfitti per tre reti ad una nonostante fosse passata in vantaggio nel primo tempo con un calcio di punizione di Correa. Anche la domenica successiva i falchetti incappano in una sconfitta in trasferta ad Aprilia, ma tornano a conseguire un risultato utile nel big match della 27ª giornata, quando davanti ad oltre tremila sostenitori rossoblù autori di una coreografia che coinvolge l'intero Stadio Pinto, pareggiano 0-0 contro il Teramo mantenendo la vetta della classifica in condivisione proprio con gli abruzzesi. La domenica successiva però, a causa del pareggio esterno contro il Foggia la Casertana perde la testa della classifica a favore del Cosenza. Il 6 aprile 2014 in seguito al pareggio casalingo contro il Melfi, la Casertana conquista con tre giornate di anticipo l'accesso alla Lega Pro Unica, per i colori rossoblù è un ritorno nella terza serie nazionale a distanza di ventun'anni dall'ultima apparizione nel 1992-93. La domenica successiva, con la vittoria nel derby esterno contro l'Aversa Normanna e la contemporanea sconfitta del Cosenza ritrova la vetta della classifica in coabitazione con lo stesso Cosenza e il Teramo per restare poi da sola 7 giorni dopo. All'ultima giornata però dopo la sconfitta sul campo del Tuttocuoio e la contemporanea vittoria del Messina resta in testa a pari punti con i siciliani ma in virtù degli scontri diretti non consegue il diritto di partecipare alla Supercoppa.

Premi[modifica | modifica wikitesto]

Lunedì 16 dicembre la Casertana viene premiata dal CONI di Caserta nel corso dei Premi CONI per la promozione in Lega Pro nel corso 2013. Nella sala consiliare della Provincia di Caserta, sita su Corso Trieste, ritirano il premio i calciatori Lucas Correa e Kolawe Agodirin, oltre al team manager Cesare Salomone e all'addetto stampa Giuseppe Frondella. I rossoblù vengono anche premiati dal web, risultando vincitori, battendo in finale il Cosenza, dell'app social di Facebook "Social Pro League"[1] ideata dal sito Superscommesse.it[2] dove i sostenitori delle 69 squadre di Lega Pro erano chiamati a decidere quale fosse la miglior pagina ufficiale sul social network.

Casertana nei media[modifica | modifica wikitesto]

Nel corso della stagione visti anche i 19 risultati utili consecutivi la Casertana attrae su di sé l'attenzione dei media, infatti la formazione rossoblù viene visitata dalle telecamere del programma Mediaset "La tribù del calcio" e dai giornalisti del Guerin Sportivo. La squadra viene anche inserita nel video iniziativa che ha come unico obiettivo la promozione delle bellezze di Caserta e provincia della "Ha Fuso Produzioni" dove sulle note di Happy di Pharrel Williams insieme anche ad altre realtà sportive casertane come la JuveCaserta Basket, la Volalto Caserta, squadra di pallavolo della città della Reggia, e di realtà sportive della città.

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

Per la stagione sportiva 2013-2014 la Casertana utilizza tre maglie da gioco. La prima maglia utilizzata prevalentemente per le gare interne ha 5 strisce rossoblù, la centrale e le due esterne blu mentre le restanti due sono rosse mentre colletto e bordi delle maniche sono bianchi così come il logo dello sponsor tecnico e i numeri sul retro, i pantaloncini e i calzettoni sono blu Nella versione da trasferta la maglia è bianca con una V sul petto per metà blu e metà rossa, i bordi delle maniche sono blu sul braccio destro e rosso sul braccio sinistro, numeri e sponsor tecnico in blu, i pantaloncini e i calzettoni sono bianchi. La terza maglia torna ad essere strisce così come la prima ma le strisce sono più strette e inoltre non ci sono i bordi e il colletto bianco che resta solo per i numeri e per lo sponsor tecnico. Tutte le maglie sono prodotte dall'azienda campana Givova. Sulle maglie per questa stagione manca lo sponsor principale, mentre il posto del secondo sponsor è occupato per il secondo anno consecutivo dalla fondazione per il recupero minorile dei giovani campani "a voce d'è criature" di don Luigi Merola. Il 5 gennaio 2014 vengono invece presentati in conferenza stampa i due sponsor che compaiono sulle maglie da gioco per il girone di ritorno a partire dalla prima partita casalinga del 2014 contro il Poggibonsi, si tratta di Latte Berna, società del gruppo Parmalat che ha la sua sede operativa proprio in provincia di Caserta a Piana di Monte Verna, e Nives, società abruzzese che produce prodotti per la casa come rotoloni assorbenti e tovaglioli di carta. Nel corso del campionato viene anche riproposta la maglia da trasferta vista nella stagione precedente, bianca, con banda diagonale rossoblù dalla spalla destra al fianco sinistro.

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

Casertanafcstemma.png
Staff dell'area amministrativa
  • Italia Giovanni Lombardi - Presidente
  • Italia Giovanni Pascarella - Presidente onorario
  • Italia Clemente Di Vico - Vice presidente
  • Italia Claudio Loffredo - Vice presidente
  • Italia Antonio Maiello - Amministratore delegato
  • Italia Nicola Pannone - Direttore generale
  • Italia Guglielmo Accardi - Direttore sportivo
  • Italia Cesare Salomone - Team manager
  • Italia Giuseppe Frondella - Addetto stampa
  • Italia Giuseppe Nappo - Segreteria
  • Italia Marco Caporaso - Segreteria
  • Italia Samy El Sayed - Responsabile Area Ticketing

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

In corsivo sono indicati i calciatori che hanno cambiato squadra dall'inizio della stagione.

N. Ruolo Giocatore
Italia P Ermanno Fumagalli
Italia P Raffaele Petrellese
Italia P Arcangelo Gabriele Vigliotti
Italia D Angelo Antonazzo
Italia D Francesco Bruno
Italia D Christian Conti
Italia D Giulio Daleno
Italia D Salvatore D'Alterio
Italia D Alessandro Diana
Italia D Riccardo Idda
Italia D Luca Magliano
Italia D Luigi Pezzella
Italia D Giovanni Pezzullo
Italia D Michele Piccirillo
Italia D Raffaele Lazzaro Pucino
Italia D Giuseppe Rinaldi
N. Ruolo Giocatore
Italia C Antonio Bacio Terracino
Italia C Angelo Chiavazzo
Argentina C Lucas Correa
Italia C Michel Cruciani
Italia C Carmine Cucciniello
Italia C Simone De Marco
Italia C Nicola Mancino
Italia C Fabio Mangiacasale
Italia C Francesco Marano
Italia C Armando Piscitelli
Nigeria A Kolawe Agodirin
Italia A Francesco Alvino
Francia A Alain Baclet
Italia A Salvatore Caturano
Italia A Ciro Favetta
Italia A Gennaro Pezzullo
Italia A Vincenzo Varriale

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Sessione estiva (dal 1/7 al 2/9)[modifica | modifica wikitesto]

Arrivi
R. Nome da Modalità
P Ermanno Fumagalli Avellino
P Raffaele Petrellese Bianco e Blu.png Comp. Mariglianese
P Arcangelo Gabriele Vigliotti CTL Campania
D Angelo Antonazzo Reggina
D Francesco Bruno Napoli
D Christian Conti Catanzaro
D Giulio Daleno Martina
D Alessandro Diana Aversa Normanna
D Riccardo Idda Torres
D Luca Magliano Battipagliese
D Luigi Pezzella Avellino
D Raffaele Lazzaro Pucino Arzanese
D Giuseppe Rinaldi Salernitana
C Lucas Correa Bassano Virtus
C Michel Cruciani Chievo comproprietà
C Carmine Cucciniello Fondi
C Simone De Marco Juve Stabia
C Nicola Mancino Grosseto
C Fabio Mangiacasale Martina
C Francesco Marano Aversa Normanna
A Kolawe Agodirin Latina
A Alain Baclet Novara
A Salvatore Caturano Empoli
A Ciro Favetta Juve Stabia
A Vincenzo Varriale FC Francavilla
Partenze
R. Nome a Modalità
D Giulio Daleno Chieti
C Fabio Mangiacasale Chieti

Sessione invernale (dal 3/1 al 31/1)[modifica | modifica wikitesto]

Arrivi
R. Nome da Modalità
C Angelo Chiavazzo Agropoli
Partenze
R. Nome a Modalità
D Raffaele Petrellese Gladiator prestito
D Alessandro Diana Gladiator svincolato
D Luca Magliano Bisceglie prestito
D Michele Piccirillo Gladiator prestito
D Giovanni Pezzullo Sulmona prestito
D Raffaele Lazzaro Pucino Gladiator svincolato
A Salvatore Caturano Messina prestito

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Lega Pro Seconda Divisione[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Lega Pro Seconda Divisione 2013-2014.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Poggibonsi
1º settembre 2013, ore 15:00 CEST
1ª giornata
Poggibonsi 1 – 1 Casertana Stadio Stefano Lotti (500 spett.)
Arbitro Fabio Piscopo (Imperia)

Caserta
8 settembre 2013, ore 15:00 CEST
2ª giornata
Casertana 0 – 1 Cosenza Stadio Alberto Pinto (5.000 spett.)
Arbitro Marco Bellotti (Verona)

Gavorrano
15 settembre 2013, ore 15:00 CEST
3ª giornata
Gavorrano 2 – 0 Casertana Stadio Romeo Malservisi - Mario Matteini (151 spett.)
Arbitro Salvatore Guarino (Caltanissetta)

Caserta
22 settembre 2013, ore 15:00 CEST
4ª giornata
Casertana 2 – 0 Martina Franca Stadio Alberto Pinto (1.825 spett.)
Arbitro Armando Ranaldi (Tivoli)

Ischia
29 settembre 2013, ore 15:00 CEST
5ª giornata
Ischia 1 – 0 Casertana Stadio Enzo Mazzella (810 spett.)
Arbitro Andrea Tardino (Milano)

Sorrento
6 ottobre 2013, ore 15:00 CEST
6ª giornata
Sorrento 0 – 1 Casertana Stadio Italia (500 spett.)
Arbitro Mirko Mangialardi (Pistoia)

Caserta
13 ottobre 2013, ore 15:00 CEST
7ª giornata
Casertana 1 – 0 Castel Rigone Stadio Alberto Pinto (2.704 spett.)
Arbitro Alessandro Greco (Lecce)

Lamezia Terme
20 ottobre 2013, ore 15:00 CEST
8ª giornata
Vigor Lamezia 1 – 2 Casertana Stadio Guido D'Ippolito (1.105 spett.)
Arbitro Giuseppe Strippoli (Bari)

Caserta
27 ottobre 2013, ore 15:00 CEST
9ª giornata
Casertana 4 – 1 Aprilia Stadio Alberto Pinto (2.067 spett.)
Arbitro Luca Albertini (Ascoli Piceno)

Teramo
3 novembre 2013, ore 14:30 CEST
10ª giornata
Teramo 0 – 0 Casertana Stadio di Piano d'Accio (1.377 spett.)
Arbitro Domenico Rocca (Vibo Valentia)

Caserta
10 novembre 2013, ore 15:00 CEST
11ª giornata
Casertana 0 – 0 Foggia Stadio Alberto Pinto (2.512 spett.)
Arbitro Matteo Proietti (Terni)

Mugnano di Napoli
16 novembre 2013, ore 14:30 CEST
12ª giornata
Arzanese 2 – 2 Casertana Stadio Alberto Vallefuoco (500 spett.)
Arbitro Mirko Olivieri (Palermo)

Caserta
24 novembre 2013, ore 14:30 CEST
13ª giornata
Casertana 1 – 1 Messina Stadio Alberto Pinto (2.569 spett.)
Arbitro Ivano Pezzuto (Lecce)

Caserta
8 dicembre 2013, ore 14:30 CEST
15ª giornata
Casertana 1 – 0 Aversa Normanna Stadio Alberto Pinto (2.683 spett.)
Arbitro Andrea Morreale (Roma 1)

Melfi
11 dicembre 2013[3], ore 14:30 CEST
14ª giornata
Melfi 0 – 1 Casertana Stadio Arturo Valerio (500 spett.)
Arbitro Alessandro Greco (Lecce)

Chieti
15 dicembre 2013, ore 14:30 CEST
16ª giornata
Chieti 1 – 1 Casertana Stadio Guido Angelini (600 spett.)
Arbitro Simone Aversano (Treviso)

Caserta
22 dicembre 2013, ore 15:00 CEST
17ª giornata
Casertana 1 – 0 Tuttocuoio Stadio Alberto Pinto (2.734 spett.)
Arbitro Giuseppe Zanonato (Vicenza)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Caserta
5 gennaio 2014, ore 15:00 CEST
18ª giornata
Casertana 0 – 0 Poggibonsi Stadio Alberto Pinto (2.471 spett.)
Arbitro Riccardo Baldicchi (Città di Castello)

Cosenza
12 gennaio 2014, ore 14:30 CEST
19ª giornata
Cosenza 2 – 2 Casertana Stadio San Vito (2.500 spett.)
Arbitro Francesco Fiore (Barletta)

Caserta
19 gennaio 2014, ore 15:00 CEST
20ª giornata
Casertana 1 – 0 Gavorrano Stadio Alberto Pinto (2.341 spett.)
Arbitro Luigi Rossi (Rovigo)

Martina Franca
26 gennaio 2014, ore 14:30 CEST
21ª giornata
Martina Franca 0 – 1 Casertana Stadio Giuseppe Domenico Tursi (700 spett.)
Arbitro Daniele Rasia (Bassano del Grappa)

Caserta
2 febbraio 2014, ore 15:00 CEST
22ª giornata
Casertana 2 – 1 Ischia Stadio Alberto Pinto (2.012 spett.)
Arbitro Antonio Giua (Pisa)

Caserta
9 febbraio 2014, ore 15:00 CEST
23ª giornata
Casertana 2 – 1 Sorrento Stadio Alberto Pinto (2.060 spett.)
Arbitro Francesco Guccini (Albano Laziale)

Passignano sul Trasimeno
15 febbraio 2014, ore 14:30 CEST
24ª giornata
Castel Rigone 0 – 1 Casertana Stadio San Bartolomeo (700 spett.)
Arbitro Daniele Martinelli (Roma 2)

Caserta
23 febbraio 2014, ore 15:00 CEST
25ª giornata
Casertana 1 – 3 Vigor Lamezia Stadio Alberto Pinto (2.564 spett.)
Arbitro Antonello Balice (Termoli)

Aprilia
2 marzo 2014, ore 14:30 CEST
26ª giornata
Aprilia 2 – 1 Casertana Stadio Quinto Ricci (666 spett.)
Arbitro Rosario Abisso (Palermo)

Caserta
9 marzo 2014, ore 15:00 CEST
27ª giornata
Casertana 0 – 0 Teramo Stadio Alberto Pinto (3.100 spett.)
Arbitro Andrea Morreale (Roma 1)

Foggia
16 marzo 2014, ore 18:00 CEST
28ª giornata
Foggia 1 – 1 Casertana Stadio Pino Zaccheria (3.680 spett.)
Arbitro Luigi Rossi (Rovigo)

Caserta
23 marzo 2014, ore 15:00 CEST
29ª giornata
Casertana 1 – 1 Arzanese Stadio Alberto Pinto (2.080 spett.)
Arbitro Emanuele Mancini (Fermo)

Messina
30 marzo 2014, ore 15:00 CEST
30ª giornata
Messina 2 – 1 Casertana Stadio San Filippo (3.296 spett.)
Arbitro Antonio Giua (Pisa)

Caserta
6 aprile 2014, ore 15:00 CEST
31ª giornata
Casertana 0 – 0 Melfi Stadio Alberto Pinto (5.500 spett.)
Arbitro Aristide Capraro (Cassino)

Aversa
13 aprile 2014, ore 15:00 CEST
32ª giornata
Aversa Normanna 1 – 2 Casertana Stadio Augusto Bisceglia (1.000 spett.)
Arbitro Luca Candeo (Este)

Caserta
27 aprile 2014, ore 15:00 CEST
33ª giornata
Casertana 4 – 0 Chieti Stadio Alberto Pinto (2.161 spett.)
Arbitro Salvatore Guarino (Caltanissetta)

Santa Croce sull'Arno
4 maggio 2014, ore 15:00 CEST
34ª giornata
Tuttocuoio 3 – 0 Casertana Stadio Libero Masini (400 spett.)
Arbitro Marco Piccinini (Forlì)

Coppa Italia Lega Pro[modifica | modifica wikitesto]

Girone M[modifica | modifica wikitesto]

Caserta
25 agosto 2013, ore 15:00 CEST
2ª giornata
Arzanese 0 – 0 Casertana Stadio Alberto Pinto (campo inverso) (circa 2.000 spett.)
Arbitro Giuseppe Strippoli (Bari)

Caserta
28 agosto 2013, ore 15:00 CEST
3ª giornata
Casertana 0 – 0 Foggia Stadio Alberto Pinto (circa 2.000 spett.)
Arbitro Antonio Giua (Pisa)

Marcatori[modifica | modifica wikitesto]

  • 11 reti: Mancino.
  • 7 reti: Agodirin.
  • 2 reti: Alvino, Antonazzo, Baclet, Caturano, Correa, Marano.
  • 1 rete: Bacio Terracino, Chiavazzo, Conti, Cruciani, Cucciniello, De Marco, Favetta, Varriale.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Campionato delle pagine Facebook della Lega Pro: https://apps.facebook.com/socialproleague/
  2. ^ SPL Progetto di Superscommesse.it: http://www.superscommesse.it/notizie/social_pro_league__la_lega_pro_si_sfida_su_facebook-5730.html
  3. ^ recupero, incontro disputato il 1º dicembre 2013, sospeso per pioggia all'11' sul punteggio di 0-0
Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio