L'Aquila Calcio 2001-2002

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: L'Aquila Calcio.

L'Aquila Calcio
Laquilacalcio0102.jpg
Un'immagine della rosa rossoblù al completo.
Stagione 2001-2002
AllenatoreItalia Gabriele Morganti (fino a ottobre 2000)
Italia Augusto Gentilini
PresidenteItalia Michele Passarelli
Serie C113ª
Coppa Italia Serie CFase eliminatoria a gironi
Maggior numero di spettatori5.800 vs. Pescara
(20 gennaio 2002)
Minor numero di spettatori1.976 vs. Benevento
(16 dicembre 2001)
Media spettatori3.049

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti la società sportiva L'Aquila Calcio nelle competizioni ufficiali della stagione 2001-2002.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Per L'Aquila Calcio, la stagione 2001-2002 è stata la 2ª in Serie C1 e la 24ª complessiva nel terzo livello del campionato di calcio italiano. Durante la stagione il club ha inoltre partecipato per l'8ª volta alla Coppa Italia Serie C, competizione nella quale non è riuscito a passare la fase eliminatoria a gironi, venendo dunque subito eliminato.

Dopo il clamoroso crollo del girone di ritorno della stagione precedente, la società ridimensionò gli obiettivi vendendo i prezzi pregiati della rosa e affidandosi a giovani di belle speranze, venuti all'Aquila per lo più in prestito. In panchina venne chiamato Gabriele Morganti anche se, già alla 7ª giornata, dopo aver collezionato due soli punti in sette partite, il tecnico marchigiano ex-Chieti venne esonerato[1]. A subentrare a Morganti fu il suo vice (già assistente di Aldo Ammazzalorso nell'anno della promozione in Serie C1) Augusto Gentilini, alla prima esperienza da allenatore.

La cura Gentilini dette subito i suoi frutti; grazie a quattro vittorie casalinghe consecutive, i rossoblù riuscirono ad abbandonare l'ultima posizione e chiusero l'anno a quota 16 punti. Nel girone di ritorno L'Aquila si stabilizzò ai margini della zona play-out e, alla sul finire di stagione, decisive risultarono le vittorie in trasferta contro Viterbese e Benevento; quest'ultima in particolare diede la certezza matematica della permanenza in Serie C1 agli abruzzesi, condannando i sannitici a disputare gli spareggi salvezza[1].

Durante la stagione, inoltre, L'Aquila disputò la sua prima amichevole internazionale contro i campioni libici dell'Al-Ittihad di Tripoli[1]; presidente della formazione africana era l'allora dittatore Mu'ammar Gheddafi. La partita, organizzata nell'ambito di una collaborazione tra L'Aquila Calcio e alcuni sponsor libici, venne giocata a campionato in corso, nella settimana che precedette il derby di ritorno con il Castel di Sangro decisivo ai fini della salvezza, e terminò 4-1 per i rossoblù[2]. Nelle formazione aquilana figurava anche il calciatore libico Jehad Muntasser mentre in quella africana era il terzogenito di Gheddafi, Saadi, che l'anno dopo debuttò in Serie A con la maglia del Perugia. Durante la partita, che si giocò allo stadio 11 giugno di Tripoli, dinanzi a 30.000 spettatori, i tifosi dell'Al-Ahly (rivali dell'Al-Ittihad) si schierarono a favore dei rossoblù[2].

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
Italia P Federico Bigliazzi
Italia P Demetrio Alessandro Greco
Italia P Luigi Sassanelli
Italia D Emilio Affuso
Italia D Andrea Citterio [3]
Italia D Luigi Di Simone
Italia D Massimo Drago
Italia D Gabriele Grossi
Italia D Domenico Maietta
Italia D Gianluca Marinelli
Italia D Mattia Mela [4]
Ghana D Daniel Ola
Italia D Raffaele Perna
Italia D Paolo Valerio [3]
Italia D Maurizio Vincioni
Italia C Lorenzo Battaglia
Italia C Davide Di Terlizzi [4]
Italia C Alessandro Gambadori
N. Ruolo Giocatore
Italia C Luca La Ciura [4]
Italia C Rosario La Marca
Italia C Vincenzo Lanotte
Italia C Franco Micco [3]
Libia C Jehad Muntasser
Italia C Simone Pelanti [3]
Italia C Luca Pellegrini
Italia C Paolo Rachini [3]
Italia C Daniele Russo
Italia C Alessandro Tatomir
Italia C Fabio Tega
Italia C Danilo Turazza
Italia A Antonio Bellizzi [4]
Italia A Andrea Cecchini
Italia A Aldo Di Corcia
Argentina A Jonathan Vidallé [3]
Nigeria A Kenneth Zeigbo

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie C1[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie C1 2001-2002.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Avellino
2 settembre 2001
1ª giornata
Avellino1 – 1L'AquilaStadio Partenio (5.789[5] spett.)

L'Aquila
9 settembre 2001
2ª giornata
L'Aquila0 – 3Bianco e Nero (Strisce).png SoraStadio Tommaso Fattori (3.300[5] spett.)

Pescara
16 settembre 2001
3ª giornata
Pescara4 – 0L'AquilaStadio Adriatico (4.683[5] spett.)

L'Aquila
23 settembre 2001
4ª giornata
L'Aquila1 – 2GiulianovaStadio Tommaso Fattori (2.900[5] spett.)

Pesaro
30 settembre 2001
5ª giornata
Vis Pesaro1 – 1L'AquilaStadio Tonino Benelli (1.255[5] spett.)

L'Aquila
7 ottobre 2001
6ª giornata
L'Aquila1 – 3AscoliStadio Tommaso Fattori (4.276[5] spett.)

Taranto
14 ottobre 2001
7ª giornata
Taranto5 – 0L'AquilaStadio Erasmo Iacovone (7.423[5] spett.)

L'Aquila
21 ottobre 2001
8ª giornata
L'Aquila2 – 1LodigianiStadio Tommaso Fattori (2.376[5] spett.)

Lanciano
28 ottobre 2001
9ª giornata
Lanciano 600px pentasection vertical Black HEX-DE1100.svg2 – 1L'AquilaStadio Cinque Pini (1.931[5] spett.)

L'Aquila
4 novembre 2001
10ª giornata
L'Aquila1 – 0ChietiStadio Tommaso Fattori (3.376[5] spett.)

Sassari
11 novembre 2001
11ª giornata
Torres3 – 1L'AquilaStadio Vanni Sanna (1.728[5] spett.)

L'Aquila
18 novembre 2001
12ª giornata
L'Aquila1 – 0Castel di SangroStadio Tommaso Fattori (2.721[5] spett.)

Nocera Inferiore
25 novembre 2001
13ª giornata
Nocerina1 – 1L'AquilaStadio San Francesco d'Assisi (2.670[5] spett.)

L'Aquila
2 dicembre 2001
14ª giornata
L'Aquila3 – 2ViterbeseStadio Tommaso Fattori (2.676[5] spett.)

Catania
9 dicembre 2001
15ª giornata
Catania 600px vertical HEX-0096D6 HEX-EE3123.svg2 – 0L'AquilaStadio Angelo Massimino (2.144[5] spett.)

L'Aquila
16 dicembre 2001
16ª giornata
L'Aquila1 – 1600px Rosso e Giallo (Strisce).png BeneventoStadio Tommaso Fattori (1.976[5] spett.)

Fermo
23 dicembre 2001
17ª giornata
Fermana2 – 1L'AquilaStadio Bruno Recchioni (1.398[5] spett.)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

L'Aquila
6 gennaio 2002
18ª giornata
L'Aquila2 – 1AvellinoStadio Tommaso Fattori (2.726[5] spett.)

Sora
13 gennaio 2002
19ª giornata
Sora0 – 1L'AquilaStadio Claudio Tomei (1.371[5] spett.)

L'Aquila
20 gennaio 2002
20ª giornata
L'Aquila1 – 1PescaraStadio Tommaso Fattori (5.800[5] spett.)

Giulianova
27 gennaio 2002
21ª giornata
Giulianova2 – 1L'AquilaStadio Rubens Fadini (3.151[5] spett.)

L'Aquila
3 febbraio 2002
22ª giornata
L'Aquila0 – 1Vis PesaroStadio Tommaso Fattori (2.576[5] spett.)

Ascoli Piceno
10 febbraio 2002
23ª giornata
Ascoli2 – 0L'AquilaStadio Cino e Lillo Del Duca (5.946[5] spett.)

L'Aquila
17 febbraio 2002
24ª giornata
L'Aquila1 – 1TarantoStadio Tommaso Fattori (2.776[5] spett.)

Roma
3 marzo 2002
25ª giornata
Lodigiani0 – 1L'AquilaStadio Flaminio (515[5] spett.)

L'Aquila
10 marzo 2002
26ª giornata
L'Aquila3 – 1LancianoStadio Tommaso Fattori (3.278[5] spett.)

Chieti
17 marzo 2002
27ª giornata
Chieti0 – 0L'AquilaStadio Guido Angelini (2.491[5] spett.)

L'Aquila
24 marzo 2002
28ª giornata
L'Aquila0 – 0TorresStadio Tommaso Fattori (2.476[5] spett.)

Castel di Sangro
31 marzo 2002
29ª giornata
Castel di Sangro Giallo e Rosso.svg0 – 0L'AquilaStadio Teofilo Patini (1.361[5] spett.)

L'Aquila
7 aprile 2002
30ª giornata
L'Aquila2 – 0NocerinaStadio Tommaso Fattori (2.776[5] spett.)

Viterbo
14 aprile 2002
31ª giornata
Viterbese0 – 1L'AquilaStadio Enrico Rocchi (972[5] spett.)

L'Aquila
21 aprile 2002
32ª giornata
L'Aquila1 – 1600px vertical HEX-0096D6 HEX-EE3123.svg CataniaStadio Tommaso Fattori (3.000[5] spett.)

Benevento
28 aprile 2002
33ª giornata
Benevento 600px Rosso e Giallo (Strisce).png0 – 1L'AquilaStadio Ciro Vigorito (1.902[5] spett.)

L'Aquila
5 maggio 2002
34ª giornata
L'Aquila0 – 2FermanaStadio Tommaso Fattori (2.830[5] spett.)

Coppa Italia Serie C[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia Serie C 2001-2002.

Fase eliminatoria a gironi[modifica | modifica wikitesto]

L'Aquila
19 agosto 2001
2ª giornata
L'Aquila3 – 1LodigianiStadio Tommaso Fattori

Giulianova
22 agosto 2001
3ª giornata
Giulianova0 – 2L'AquilaStadio Rubens Fadini

Teramo
26 agosto 2001
4ª giornata
Teramo3 – 3L'AquilaStadio comunale di Teramo

L'Aquila
29 agosto 2001
5ª giornata
L'Aquila1 – 2TorresStadio Tommaso Fattori

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Competizione Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Scudetto.svg Serie C1 43 17 7 5 5 20 20 17 4 5 8 11 25 34 11 10 13 31 45 -14
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia Serie C - 2 1 0 1 4 3 2 1 1 0 5 3 4 2 1 1 9 6 +3
Totale - 19 8 5 6 24 23 19 5 6 8 16 28 38 13 11 14 40 51 -11

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c L'Aquila Calcio, Anni 2000, su laquilacalcio.com (archiviato dall'url originale il 20 giugno 2012).
  2. ^ a b Alberto Orsini, La Libia ai tempi dell'Aquila Calcio. Quella partita a Tripoli..., in Abruzzo Web (L'Aquila).
  3. ^ a b c d e f Ceduto durante la sessione invernale di calciomercato.
  4. ^ a b c d Acquistato durante la sessione invernale di calciomercato.
  5. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z aa ab ac ad ae af ag ah stadiapostcards.com, Statistiche Lega Pro Seconda Divisione 2001-2002, su stadiapostcards.com.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio