Bleomicina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Bleomicina
Bleomycin A2.svg
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolareC55H84N17O21S3
Massa molecolare (u)1 415,551 g/mol
Numero CAS11056-06-7
Codice ATCL01DC01
PubChem456190
DrugBankDB00290
SMILES
CC1=C(N=C(N=C1N)C(CC(=O)N)NCC(C(=O)N)N)C(=O)

NC(C(C2=CN=CN2)OC3C(C(C(C(O3)CO)O)O)OC4C (C(C(C(O4)CO)O)OC(=O)N)O)C(=O)NC(C)C(C(C)C(=O) NC(C(C)O)C(=O)NCCC5=NC(=CS5)C6=NC(=CS6)C(=O)

NCCC[S+](C)C)O
Dati farmacologici
Modalità di
somministrazione
Intramuscolare - subcutanea
Dati farmacocinetici
Emivita2 ore
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
tossico a lungo termine
attenzione
Frasi H351
Consigli P281 [1]

La bleomicina è un antibiotico dei glicopeptidi, di indicazione specifica contro alcune forme tumorali.

Meccanismo d'azione[modifica | modifica wikitesto]

La bleomicina è un piccolo peptide che legandosi al DNA(grazie al nucleo bistiazolico) ne apre i filamenti e produce radicali liberi (grazie agli N) i quali ossidano lo stesso e provocano aberrazioni cromosomiche.

La tossicità è selettiva dal fatto che i tessuti sani presentano bleomicina idrolasi che detossifica la molecola con nucleo bistiazolico. La pelle e i polmoni ne sono sprovvisti pertanto risentono della sua tossicità.

Indicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Viene utilizzato come terapia contro carcinoma testicolare, linfoma di Hodgkin e carcinoma a cellule squamose della testa e del collo. Inoltre viene considerato anche in dermatologia contro le verruche.

Controindicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Da evitare in caso di gravidanza, allattamento, ipersensibilità nota al farmaco e presenza del fenomeno di Raynaud, inoltre è sconsigliato in caso di anemie e di epatopatie gravi. Usare con cautela in caso di pazienti anziani e con disturbi polmonari o nefrologici.

Dosaggi[modifica | modifica wikitesto]

Si somministra per via endovenosa o intramuscolare per le forme tumorali.

Effetti indesiderati[modifica | modifica wikitesto]

Dolore, bruciore, alopecia, eritema, tumefazione, fibrosi polmonare ed effetti teratogeni.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sigma Aldrich; rev. del 12.11.2012, riferita al solfato

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • British national formulary, Guida all’uso dei farmaci 4 edizione, Lavis, agenzia italiana del farmaco, 2007.
  • Paolo Romanelli, Kerdel Franciso A, Trent Jennifer T, Manuale di terapia dermatologica, Milano, McGraw-Hill, 2006, ISBN 88-386-3913-2.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina