Tilosina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Tilosina
Tylosin.png
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolareC46H77NO17
Massa molecolare (u)916.10 g/mol
Numero CAS1401-69-0
Numero EINECS215-754-8
Codice ATCJ01FA90
PubChem5280440
SMILES
CCC1C(C=C(C=CC(=O)C(CC(C(C(C(CC(=O)O1)O)C)OC2C(C(C(C(O2)C)OC3CC(C(C(O3)C)O)(C)O)N(C)C)O)CC=O)C)C)COC4C(C(C(C(O4)C)O)OC)OC
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
tossico a lungo termine
pericolo
Frasi H317 - 334
Consigli P261 - 280 - 342+311 [1]

La tilosina è un antibiotico appartenente alla famiglia dei macrolidi. possiede attività ad ampio spettro nei confronti dei Gram positivi e a spettro ristretto verso i Gram negativi.

Viene prodotto per fermentazione di colonie di Streptomyces fradiae.

Indicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Viene utilizzato in medicina veterinaria per la cura di infezioni batteriche secondarie a malattie virali, nelle infezioni chirurgiche post-operatorie, nelle metriti, piodermiti e nella terapia di supporto dell'enterite necrotica superficiale.

È indicato nella terapia della broncopolmonite enzootica del suino, delle artriti causate da micoplasmi e nelle mastiti acute scatenate da Gram positivi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sigma Aldrich; rev. del 13.12.2012, riferita al tartrato