Teicoplanina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Teicoplanina
Teicoplanin core and major components.svg
Nome IUPAC
Non assegnabile
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolareVariabile (vedi immagine)
Massa molecolare (u)da 1564,3 a 1907,7 g/mol
Numero CAS61036-62-2
Codice ATCJ01XA02
PubChem73348316
DrugBankDB06149
SMILES
CC(=O)NC1C(C(C(OC1OC2C3C(=O)NC(C4=CC(=CC(=C4C5=C(C=CC(=C5)C(C(=O)N3)NC(=O)C6C7=CC(=C(C(=C7)OC8=C(C=C2C=C8)Cl)OC9C(C(C(C(O9)CO)O)O)NC(=O)C)OC1=C(C=C(CC2C(=O)NC(C3=CC(=CC(=C3)O)OC3=C(C=CC(=C3)C(C(=O)N2)N)O)C(=O)N6)C=C1)Cl)O)OC1C(C(C(C(O1)CO)O)O)O)O)C(=O)O)CO)O)O
Dati farmacocinetici
Biodisponibilità90% (tramite iniezione intramuscolare)
Legame proteicodal 90% al 95%
MetabolismoSecreto inalterato
Emivitada 70 a 100 ore
EscrezioneRenale
Indicazioni di sicurezza
Frasi H---
Consigli P--- [1]

La teicoplanina è un farmaco antibiotico che fa parte, insieme con la vancomicina, della classe dei glicopeptidi, estratto dall'Actinoplanes teichomyceticus.
Sono molecole ad alto peso molecolare, che agiscono inibendo la polimerizzazione della parete del peptidoglicano dei batteri gram positivi. La teicoplanina mostra un effetto battericida sui batteri Gram positivi. L'alto peso molecolare non consente a tali molecole l'attraversamento della membrana cellulare esterna dei germi Gram negativi, per cui la teicoplanina, così come la vancomicina, è inefficace contro questi batteri. Tuttavia la teicoplanina ha un'emivita più lunga (45 - 70 ore) della vancomicina, e ciò può permettere una somministrazione in singola dose quotidiana. Inoltre, la teicoplanina può essere iniettata sia per via endovenosa sia per via intramuscolare. Per il trattamento della colite pseudomembranosa da Clostridium difficile, la teicoplanina può essere somministrata per via orale in modo identico alla vancomicina.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sigma Aldrich; rev. del 26.11.2012

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Bertram G. Katzung, Farmacologia generale e clinica, Padova, Piccin, 2006, ISBN 88-299-1804-0.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina