Panipenem

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Panipenem
Panipenem.svg
Nome IUPAC
acido (5R,6S)-3-[(3S)-1-etanimidoilpirrolidin-3-il]sulfanil-6-[(1R)-1-idrossietil]-7-osso-1-azabiciclo[3.2.0]ept-2-ene-2-carbossilico
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolareC15H21N3O4S
Massa molecolare (u)339,40994
Numero CAS87726-17-8
PubChem72015
SMILES
CC(C1C2CC(=C(N2C1=O)C(=O)O)SC3CCN(C3)C(=N)C)O
Dati farmacologici
Modalità di
somministrazione
parenterale
Proprietà tossicologiche
LD50 (mg/kg)1,632 mg/Kg, topo, i.v.
1300 mg/Kg, ratto, i.v.
Indicazioni di sicurezza

Il panipenem è un antibiotico ad ampio spettro appartenente alla classe dei carbapenemi, attivo contro microorganismi aerobi, anaerobi, gram-positivi e gram-negativi, compresi i non-fermenti. Viene comunemente somministrato in associazione col betamipron al fine di scongiurarne la nefrotossicità[1]. Il panipenem ha un vasto spettro d'azione come gram-(Pseudomonas aeruginosa, stenotrphomonas maltophila, burkholderia cepacia), anaerobi (Bacterioides fragilis, Prevotella, Fusobacterium, Peptostreptococcus) e enterobacteriaceae che producono ESBL e ditipo AmpC. Si utilizza nelle infezioni respiratorie, ossee, urinarie e ostetrico-ginecologiche sostenute da germi sensibili.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Panipenem, su ncit.nci.nih.gov, National Cancer Institute. URL consultato il 6 ottobre 2015.
Chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia