Dibekacina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Dibekacina
Dibekacin.svg
Nome IUPAC
(2S,3R,4S,5S,6R)-4-ammino-2-[(1S,2S,3R,4S,6R)-4,6-diammino-3-[(2R,3R,6S)-3-ammino-6-(amminometil)ossan-2-il]ossi-2-idrossicicloesil]ossi-6-(idrossimetil)ossan-3,5-diolo
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare C18H37N5O8
Massa molecolare (u) 451,52
Numero CAS 34493-98-6
Codice ATC J01GB09
PubChem 470999
SMILES C1C[C@H]([C@H](O[C@@H]1CN)O[C@@H]2[C@H](C[C@H]([C@@H]([C@H]2O)O[C@@H]3[C@@H]([C@H]([C@@H]([C@H](O3)CO)O)N)O)N)N)N
Dati farmacologici
Modalità di
somministrazione
endovenosa, intramuscolare
Indicazioni di sicurezza

La dibekacina è un antibiotico aminoglicosidico derivato dalla kanamicina, spesso utilizzata in associazione alla sulbenicillina.[1][2] Il farmaco si è dimostrato attivo soprattutto nei confronti di escherichia coli, enterobacter, klebsiella pneumoniae, serratia marcescens, shigella, proteus, salmonella, pseudomonas aeruginosa, staphylococcus aureus.

Farmacocinetica[modifica | modifica wikitesto]

La dibekacina, come altri aminoglicosidi, non viene assorbita dal tratto gastrointestinale. Circa 30-60 minuti dopo somministrazione intramuscolare di una dose di 1 mg/kg si ottengono concentrazioni plasmatiche massime di 4-5 µg/ml.[3] L'emivita di eliminazione risulta di 2-2,5 ore nei soggetti con funzione renale non compromessa, mentre in presenza di insufficienza renale raggiunge anche le 26 ore (53,7 ore nei pazienti emodializzati) essendo correlata con la clearance della creatinina.[4][5][6] Il volume di distribuzione è dell'ordine di 0,180-0,250 l/kg. L'escrezione urinaria nelle 24 ore è pari all'80-90%.[7]

Tossicologia[modifica | modifica wikitesto]

Nel topo la DL50 è di 61-68 mg/kg dopo somministrazione endovena e di 373-380 mg/kg dopo somministrazione intramuscolo.

Usi clinici[modifica | modifica wikitesto]

La dibekacina è indicata nel trattamento di tutte le infezioni gravi sostenute da germi Gram-negativi sensibili all’antibiotico, compresi pseudomonas e stafilococchi resistenti ad altri antibiotici. È utilizzata nelle batteriemie e setticemie,[8] nelle infezioni complicate delle vie genito-urinarie[9][10][11], in molte infezioni dell’apparato respiratorio[12][13] e dell’apparato osteo-articolare. Viene inoltre utilizzata per le infezioni del sistema nervoso centrale e le infezioni endo-addominali.[14]

Effetti collaterali[modifica | modifica wikitesto]

Durante il trattamento con dibekacina si possono osservare rash cutanei, orticaria e reazioni allergiche.[9]
Come gli altri antibiotici aminoglicosidici, anche la dibekacina può risultare nefrotossica[15][16] e ototossica[17][18], soprattutto dopo somministrazione di dosi elevate o dopo trattamenti prolungati.

Gli effetti tossici acuti della dibekacina hanno come bersaglio la giunzione neuromuscolare. In questo sito gli aminoglicosidi inibiscono la liberazione di acetilcolina e riducono la sensibilità post-sinaptica al mediatore.[19][20][21] Il blocco neuromuscolare può portare a depressione respiratoria risolvibile con la somministrazione di calcio gluconato o di neostigmina. La dibekacina, così come gli altri aminoglicosidi, può essere rimossa dall'organismo con l'emodialisi o con la dialisi peritoneale.

Controindicazioni[modifica | modifica wikitesto]

La dibekacina è controindicata nell'ipersensibilità agli aminoglicosidi e nella miastenia.[22][23] Durante un trattamento prolungato con dibekacina è bene effettuare controlli periodici delle funzioni vestibolare, uditiva e renale.

Dosi terapeutiche[modifica | modifica wikitesto]

Negli adulti la dibekacina viene somministrata come solfato, per via intramuscolare o endovenosa, alla dose di 1-3 mg/kg/die.
La durata del trattamento varia da 3 a 7 giorni per la somministrazione endovenosa, e da 7 a 10 giorni per la somministrazione intramuscolare.
Nei pazienti affetti da insufficienza renale è indispensabile un aggiustamento della posologia.

Avvertenze[modifica | modifica wikitesto]

Sono da evitare le associazioni di dibekacina con diuretici dell'ansa[24] o con altri farmaci ototossici e nefrotossici. La dibekacina può potenziare l'azione del curaro, dei miorilassanti e degli anestetici generali determinando perciò il rischio di blocco neuromuscolare con paralisi respiratoria secondaria.[19]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Aonuma S, Ariji F, Oizumi K, Konno K, Electron microscopy of Pseudomonas aeruginosa treated with sulbenicillin and dibekacin in Tohoku J. Exp. Med., vol. 152, nº 2, giugno 1987, pp. 119–28, PMID 3114912.
  2. ^ (JA) Tomioka S, Kobayashi Y, [Studies on synergistic effect of sulbenicillin and dibekacin against gram-negative bacilli (author's transl)] in Jpn J Antibiot, vol. 29, nº 6, giugno 1976, pp. 597–600, PMID 822187.
  3. ^ Umemura K, Komiya I, Nakadori S, Chow SY, Pharmacokinetics of dibekacin after intramuscular administration in man in Jpn J Antibiot, vol. 30, nº 9, settembre 1977, pp. 650–6, PMID 916185.
  4. ^ (JA) Sawae Y, Okada K, Umemura K, [Pharmacokinetic studies on intravenous drip infusion of dibekacin in elderly subjects without apparent renal failure (author's transl)] in Jpn J Antibiot, vol. 35, nº 3, marzo 1982, pp. 770–8, PMID 7097979.
  5. ^ Leroy A, Humbert G, Fillastre JP, Pharmacokinetics of dibekacin in normal subjects and in patients with renal failure in J. Antimicrob. Chemother., vol. 6, nº 1, gennaio 1980, pp. 113–20, PMID 7358604.
  6. ^ (FR) Viotte G, Leroy A, Godin M, Fillastre JP, [Pharmacokinetics of dibekacin in patients with chronic renal impairment] in Nouv Presse Med, vol. 11, nº 46, novembre 1982, pp. 3414–8, PMID 7155849.
  7. ^ (JA) Sawae Y, Hatta Y, Takii M, [Blood levels of dibekacin following intravenous drip infusion (author's transl)] in Jpn J Antibiot, vol. 30, nº 9, settembre 1977, pp. 667–71, PMID 916186.
  8. ^ (FR) Becq-Giraudon B, Auboyer D, Auvinet B, et al., [Dibekacin in the treatment of septicemia] in Nouv Presse Med, vol. 11, nº 46, novembre 1982, pp. 3439–43, PMID 7155854.
  9. ^ a b (DE) Maier U, Kuber W, Loebenstein T, [Therapy of urinary tract infections with dibekacin] in Fortschr. Med., vol. 101, nº 4, gennaio 1983, pp. 142–6, PMID 6832674.
  10. ^ (JA) Amano M, Okunobo T, Ueda H, et al., [Clinical studies on combination chemotherapy with fosfomycin and dibekacin in complicated urinary tract infection] in Hinyokika Kiyo, vol. 29, nº 8, agosto 1983, pp. 947–52, PMID 6675445.
  11. ^ (JA) Kishi H, Kaneco H, Tominaga T, et al., [Comparative study on intravenous drip infusion of dibekacin once daily and twice daily in treatment of complicated urinary tract infections] in Hinyokika Kiyo, vol. 30, nº 1, gennaio 1984, pp. 103–20, PMID 6375317.
  12. ^ (JA) Hayashi I, Okamoto H, [Clinical studies of dibekacin intravenous challenge on respiratory tract infections (author's transl)] in Jpn J Antibiot, vol. 34, nº 7, luglio 1981, pp. 1098–105, PMID 7321189.
  13. ^ (JA) Soejima R, Niki Y, Matsushima T, Tano Y, [Serum concentrations and clinical efficacy of dibekacin after intravenous drip infusion to patients with respiratory tract infections] in Jpn J Antibiot, vol. 35, nº 12, dicembre 1982, pp. 2773–7, PMID 7182533.
  14. ^ (FR) Gouzi JL, Dubois R, Brenez M, Auboyer C, Jacquot CL, [Dibekacin treatment of infectious complications of abdominal surgery] in Nouv Presse Med, vol. 11, nº 46, novembre 1982, pp. 3444–6, PMID 7155855.
  15. ^ Rankin LI, Luft FC, Yum MN, Isaacs LL, Comparative nephrotoxicities of dibekacin, amikacin, and gentamicin in a rat model in Antimicrob. Agents Chemother., vol. 18, nº 6, dicembre 1980, pp. 983–5, PMC 353003, PMID 7235685.
  16. ^ Elliott WC, Parker RA, Houghton DC, Gilbert DN, Bennett WM, Comparative nephrotoxicity of dibekacin and gentamicin in rats in Res. Commun. Chem. Pathol. Pharmacol., vol. 33, nº 3, settembre 1981, pp. 419–32, PMID 7330450.
  17. ^ Caston J, Doinel L, Comparative vestibular toxicity of dibekacin, habekacin and cisplatin in Acta Otolaryngol., vol. 104, 3-4, 1987, pp. 315–21, PMID 3499743.
  18. ^ (FR) Aran JM, [Evaluation of the ototoxicity of aminoglycosides. Comparative study of dibekacin, gentamicin and tobramycin] in Nouv Presse Med, vol. 11, nº 46, novembre 1982, pp. 3426–31, PMID 7155851.
  19. ^ a b Hashimoto Y, Shima T, Matsukawa S, Iwatsuki K, Neuromuscular blocking properties of some antibiotics in man in Tohoku J. Exp. Med., vol. 117, nº 4, dicembre 1975, pp. 399–400, PMID 1209618.
  20. ^ (FR) Orts A, Marti JL, Baltar I, Esplugues J, [Neuromuscular inhibition of new aminoglycoside antibiotics] in Ann Anesthesiol Fr, vol. 20, nº 1, 1979, pp. 25–30, PMID 38693.
  21. ^ (JA) Arai T, Hashimoto Y, Shima T, Matsukawa S, Iwatsuki KI, [Neuromuscular blocking properties of tobramycin, dibekacin and ribostamycin in man (author's transl)] in Jpn J Antibiot, vol. 30, nº 4, aprile 1977, pp. 281–4, PMID 864858.
  22. ^ Rubin LM, Antibiotics and myasthenia gravis in Hosp Pract (Minneap), vol. 33, nº 3, marzo 1998, p. 23, PMID 9522827.
  23. ^ Wittbrodt ET, Drugs and myasthenia gravis. An update in Arch. Intern. Med., vol. 157, nº 4, febbraio 1997, pp. 399–408, PMID 9046891.
  24. ^ Nakai Y, Combined effect of 3', 4'-dideoxykanamycin B and potent diuretics on the cochlea. (A scanning and transmission electron microscopic evaluation) in Laryngoscope, vol. 87, 9 Pt 1, settembre 1977, pp. 1548–58, DOI:10.1288/00005537-197709000-00015, PMID 895312.

Letteratura[modifica | modifica wikitesto]

  • T. Yoneta et al., Bull. Chem. Soc. Japan 52, 1131, 1979
  • Umezawa et al., J. Antibiot. 24, 485, 1971
  • Umezawa et al., Bull. Chem. Soc. Japan 45, 3624, 1972
  • A.G. Paradelis et al., Antimicrob. Ag. Chemother. 14, 514, 1978
  • Shimizu, Japan. J. Antibiot. 26, 522, 1973
  • Koeda et al., ibid. 26, 221, 1973
  • I. Komiya et al., J. Pharmacobio.-Dyn. 4, 356, 1981
  • H. Kubo et al., Antimicrob. Ag. Chemother. 28, 521, 1985
  • P. Noone, Drugs 27, 548, 1984.