Sulfadossina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Sulfadossina
Sulfadoxine.svg
Nome IUPAC
4-ammino-N-(5,6-dimetossipirimidin-4-il)benzenesulfonammide
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolareC12H14N4O4S
Massa molecolare (u)310,32896 g/mol
Numero CAS2447-57-6
Numero EINECS219-504-9
PubChem17134
DrugBankDB01299
SMILES
COC1=C(N=CN=C1OC)NS(=O)(=O)C2=CC=C(C=C2)N
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
irritante
attenzione
Frasi H315 - 319 - 335
Consigli P261 - 305+351+338 [1]

La sulfadossina o sulfadoxina, è un principio attivo utilizzato contro la malaria nel campo della profilassi.

Indicazioni[modifica | modifica wikitesto]

È un antibiotico sulfamidico utilizzato nella profilassi antimalarica (Plasmodium falciparum), in combinazione con la Pirimetamina. Tale combinazione prende il nome di Fansidar ed il suo uso si estende anche ad altre malattie protozoarie (Leishmaniosi e Toxoplasmosi acuta).

Controindicazioni[modifica | modifica wikitesto]

L'uso di tale principio attivo è altamente tossico, fra le varie controindicazioni mortali vi è la sindrome di Stevens-Johnson.

Dosaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Adulti, 3 compresse della combinazione 25 mg di Pirimetamina e 500 mg di Sulfadossina, PO in mono-somministrazione, nelle forme di malaria non complicata.
  • Bambini, <1 anno di età: 0.25 cp PO una volta
  • Bambini 1-3 anni: 0.5 cp PO una volta
  • Bambini 4-8 anni: 1 cp PO una volta
  • Bambini 9-14 anni: 2 cp PO una volta

Farmacodinamica[modifica | modifica wikitesto]

La Sulfadoxina è un sulfamidico a lunga durata di azione.

La sua t½ è di circa 120 ore.

Effetti indesiderati[modifica | modifica wikitesto]

Alcuni degli effetti indesiderati sono vomito, nausea, anoressia, anemia emolitica, dolore addominale, leucopenia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sigma Aldrich; rev. del 14.11.2012

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • British national formulary, Guida all’uso dei farmaci 4 edizione, Lavis, agenzia italiana del farmaco, 2007.
  • Lusofarmaco, Farmabank 2006, Salerno, momento medico, 2005.
  • Joel Hardman, Limbird Lee E., Molinoff Perry B, Ruddon, Raymond W., Goodman Gilman Alfred, Le basi farmacologiche della terapia(9ª edizione), Milano, McGraw-Hill, 1997, ISBN 88-386-2072-5.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]