Lincosamidi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

I lincosamidi sono una classe di antibiotici di cui fanno parte lincomicina e clindamicina, attiva principalmente sui batteri aerobi ed anaerobi Gram positivi. Hanno azione batterio statica simile a quella dei macrolidi.

Indicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Importante l'utilizzo alternativo alla penicillina nei pazienti allergici ai beta-lattamici.

Effetti collaterali[modifica | modifica wikitesto]

L'evento avverso più grave di questi antibiotici è la colite pseudomembranosa, infezione da Clostridium difficile, che può avere esito anche fatale. Si presenta soprattutto nelle donne di mezza età e nelle donne anziane, sottoposte ad interventi chirurgici o sottoposti a cicli di terapia antibiotica.[senza fonte] In tali casi si deve procedere alla somministrazione di metronidazolo o vancomicina per via orale, ed in caso la terapia medica non abbia successo si procede con la colectomia, può essere utile la batterio terapia fecale.

La formulazione endovenosa contiene alcool benzilico usato come eccipiente in virtù della sua azione batteriostatica. Tale sostanza può, tuttavia, causare in grandi dosi la gasping syndrome nel neonato, condizione caratterizzata da sindrome da distress respiratorio, scompenso cardiaco, emorragia intracranica e acidemia.