Tobramicina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Tobramicina
Tobramycin.svg
Tobramycin 1lc4.png
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolareC18H37N5O9
Massa molecolare (u)467,515 g/mol
Numero CAS32986-56-4
Numero EINECS251-322-5
Codice ATCJ01GB01
PubChem36294
DrugBankDB00684
SMILES
C1C(C(C(C(C1N)OC2C(C(C(C(O2)CO)O)N)O)O)OC3C(CC(C(O3)CN)O)N)N
Indicazioni di sicurezza
Frasi H---
Consigli P--- [1]

La tobramicina è un antibiotico aminoglucosidico di terza generazione derivato dal Streptomyces tenebrarius e utilizzato contro infezioni da Gram positivi, negativi e pseudomonas aeruginosa.

Indicazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Nelle preparazioni in collirio, è indicato nel trattamento delle infezioni oculari, ad esempio la congiuntivite batterica, oppure per alcune infezioni auricolari.

Meccanismo di azione[modifica | modifica wikitesto]

Come tutti gli aminoglicosidi non viene assorbito dall'apparato gastrointestinale per questa specifica particolarità l'unica somministrazione permessa rimane quella parenterale. Va evitata la combinazione con tutti i diuretici, per un aumento del rischio di sordità e insufficienza renale.

Controindicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Sconsigliato in soggetti con insufficienza renale, da evitare in caso di gravidanza e uso prolungato. Particolare interesse a soggetti quali bambini e anziani.

Dosaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • 3 mg/kg al giorno suddiviso in più dosi (iniezione intramuscolare o endovenosa anche tramite infusione), dose massima 5 mg/kg.

Effetti indesiderati[modifica | modifica wikitesto]

Fra gli effetti collaterali più frequenti si riscontrano: ipoacusia, broncospasmo (in questo caso è pericolosa l'inalazione di altri medicinali presi in precedenza), tosse, ipomagnesiemia, comparsa di colite, stomatite, nausea, rash cutaneo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sigma Aldrich; rev. del 26.11.2012

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • British national formulary, Guida all’uso dei farmaci 4 edizione, Lavis, agenzia italiana del farmaco, 2007.
Medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina