Lufenuron

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Lufenuron
Lufenuron 200.svg
Lufenuron-3D-balls.png
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolareC17H8Cl2F8N2O3
Massa molecolare (u)511.15 g/mol
Numero CAS103055-07-8
Numero EINECS410-690-9
Codice ATCP53BC01
PubChem71777
DrugBankDB11424
SMILES
Clc1cc(c(Cl)cc1OC(F) (F)C(F)C(F)(F)F)NC(=O) NC(=O)c2c(F)cccc2F
Proprietà chimico-fisiche
Temperatura di fusione174
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
irritante pericoloso per l'ambiente
attenzione
Frasi H317 - 410
Consigli P273 - 280 - 501 [1][2]

Il lufenuron è un derivato benzolico dell'urea.

Indicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Viene utilizzato per la preparazione di medicinali ad uso veterinario contro le pulci.

Il Lufenuron è anche usato per combattere le infezioni fungine, poiché le pareti cellulari dei funghi sono costituite circa per un terzo dalla chitina.[3]

Viene anche venduto come pesticida agricolo per l'uso contro i lepidotteri, gli acari dell'eriophyid e i tripidi occidentali dei fiori. È un efficace antifungino nelle piante.[4]

Meccanismo d'azione[modifica | modifica wikitesto]

Agisce interferendo con la produzione della chitina e quindi nello sviluppo delle larve di pulce. Senza chitina, una pulce larvale non può sviluppare un esoscheletro. Si deposita nel grasso degli animali e passa alla pulce durante il morso.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sigma Aldrich; rev. del 12.12.2012
  2. ^ Smaltire presso un impianto di trattamento dei rifiuti autorizzato.
  3. ^ Yair Ben-Ziony e Boaz Arzi, Use of lufenuron for treating fungal infections of dogs and cats: 297 cases (1997-1999), in Journal of the American Veterinary Medical Association, vol. 217, nº 10, 2000, pp. 1510–3, DOI:10.2460/javma.2000.217.1510, PMID 11128542.
  4. ^ Paranjape, Kalyani, Gowariker, Vasant e Krishnamurthy, V N, The Pesticide Encyclopedia, Wallingford, Oxfordshire UK Boston, MA, CABI, 2014, p. 283, ISBN 978-1-78064-014-3. URL consultato il 22 novembre 2018.
    «Lufenuron, a chitin synthesis inhibitor, is an effective agent against lepidopteran members in crops, eriophid mites and western flower thrips. In non-crop situations too, lufenuron is effective against fleas on animals and on cockroaches in households. This chemical also acts as an anti-fungal agent in plants. ... According to the WHO, lufenuron is a Class III toxin (slightly hazardous). It is safe on mammals, since it is not broken down by the liver or kidneys.».