Tetrafluoruro di silicio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Tetrafluoruro di silicio
Struttura del tetrafluoruro di silicio
Struttura del tetrafluoruro di silicio
Modello CPK del tetrafluoruro di silicio
Modello CPK del tetrafluoruro di silicio
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolareSiF4
Massa molecolare (u)104,0791
Aspettogas incolore di odore pungente[1]
Numero CAS7783-61-1
Numero EINECS232-015-5
PubChem24556
SMILES
F[Si](F)(F)F
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.)1,66 g/mL[1]
Densità (kg·m−3, in c.s.)4,68 g/L[1]
Solubilità in acquareagisce[1]
Temperatura di fusione−86,8 °C (186 K)[1]
Proprietà termochimiche
ΔfH0 (kJ·mol−1)-1614,94[2]
ΔfG0 (kJ·mol−1)-1572,65[2]
S0m(J·K−1mol−1)282,49[2]
C0p,m(J·K−1mol−1)73,64[2]
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
tossicità acuta corrosivo gas compresso
pericolo
Frasi H330 - 314 - 280
Consigli P260 - 280 - 304+340 - 303+361+353 - 305+351+338 - 315 - 405 - 403

Il tetrafluoruro di silicio o tetrafluorosilano o fluoruro di silicio(IV) è il composto binario di formula SiF4. In condizioni normali è un gas incolore di odore pungente che si idrolizza rapidamente in aria umida.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il tetrafluoruro di silicio fu sintetizzato per la prima volta nel 1812 da John Davy,[3] fratello del più noto chimico inglese Humphry Davy.

Struttura molecolare e configurazione elettronica[modifica | modifica wikitesto]

Il tetrafluoruro di silicio è un composto molecolare. La molecola SiF4 ha struttura tetraedrica, con distanze Si–F di 154,0 pm.[4]

Sintesi[modifica | modifica wikitesto]

Il tetrafluoruro di silicio si ottiene solitamente come sottoprodotto della lavorazione di minerali contenenti fluoro come fluorite e apatite.[2] In laboratorio ci sono varie metodiche per preparare SiF4. Si può agire semplicemente per sintesi diretta a partire dagli elementi[4][5]

ma il fluoro è un reattivo alquanto pericoloso da maneggiare. Alternativamente si può trattare con acido solforico una miscela di fluoruro di calcio e quarzo polverizzati. Per riscaldamento hanno luogo le reazioni

Il tetrafluoruro di silicio così prodotto va purificato per rimuovere possibili impurezze (HF).[6]

Un'altra possibilità è decomporre acido fluorosilicico per aggiunta di acido solforico[6]

o decomporre BaSiF6 per riscaldamento[7]

Ancora, si può far reagire tetracloruro di silicio con fluoruro di calcio a 450-500 ºC[8]

Reattività[modifica | modifica wikitesto]

Il tetrafluoruro di silicio è un composto molto stabile; per riscaldamento si decompone solo oltre 800 ºC. Tuttavia è molto reattivo in presenza di acqua.[2] In fase gassosa si idrolizza formando fumi di silice e acido fluoridrico,

mentre in fase liquida la reazione porta a silice e acido fluorosilicico

In presenza di un eccesso di base l'idrolisi porta a silice e a fluoruro:

Usi[modifica | modifica wikitesto]

SiF4 ha usi limitati. La sua reazione di idrolisi è sfruttata per produrre silice pirogenica con alta area superficiale. È stato usato per proteggere dalla corrosione calcestruzzo e cemento. Viene impiegato nella sintesi di silano, di silicio per usi elettronici e di composti organici fluorurati.[2][9]

Tossicità / Indicazioni di sicurezza[modifica | modifica wikitesto]

SiF4 è un gas non infiammabile, ma a contatto con l'umidità atmosferica libera sostanze tossiche (acido fluoridrico e acido fluorosilicico). Risulta quindi fortemente irritante per gli occhi, le vie respiratorie, i polmoni, la pelle e in genere per tutti i tessuti biologici. Non ci sono dati che indichino proprietà cancerogene.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàGND (DE4181410-1
  Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia