Piretro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il piretro è un insetticida naturale che si ricava dai fiori di una pianta della famiglia delle Asteraceae, il Tanacetum cinerariifolium (o Chrysanthemum cinerariifolium)[1].

Tanacetum cinerariifolium
Avviso pubblico di trattamento anti-zanzare con piretro a Mantova

Utilizzo[modifica | modifica wikitesto]

Circa a metà del XIX secolo, tale proprietà fu casualmente scoperta in Dalmazia e già nel 1860 iniziò la coltivazione su larga scala e la commercializzazione che, fino alla fine del secolo, interessò essenzialmente le regioni della ex-Jugoslavia. Il suo primo produttore mondiale è il Kenya. Per la sua bassa tossicità è uno dei pochi insetticidi ammessi in agricoltura biologica.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Piretro, in Treccani.it – Enciclopedie on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Agricoltura Portale Agricoltura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di agricoltura