Tanacetum cinerariifolium

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Piretro della Dalmazia
Tanacetum cinerariifolium - Köhler–s Medizinal-Pflanzen-269.jpg
Tanacetum cinerariifolium
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Asterales
Famiglia Asteraceae
Sottofamiglia Asteroideae
Tribù Anthemideae
Sottotribù Tanacetinae
Genere Tanacetum
Specie T. cinerariifolium
Classificazione APG
Regno Plantae
(clade) Angiosperme
(clade) Eudicotiledoni
(clade) Tricolpate basali
(clade) Asteridi
(clade) Euasteridi II
Ordine Asterales
Famiglia Asteraceae
Sottofamiglia Asteroideae
Tribù Anthemideae
Sottotribù Anthemidinae
Nomenclatura binomiale
Tanacetum cinerariifolium
(Trevir.) Sch.Bip.
Sinonimi

Pyrethrum cinerariifolium
Trev.
Chrysanthemum cinerariifolium
(Trevir.) Vis

Il piretro della Dalmazia (Tanacetum cinerariifolium (Trevir.) Sch.Bip. è una pianta della famiglia delle Asteracee, coltivato per le sue proprietà insetticide.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Capolino

Alta 40-60 cm, è una specie erbacea perenne, cespugliosa, pelosa, cresce in gruppi, con foglie lobate e fiori raccolti in capolini solitari con disco giallo e ligule bianche, del diametro di circa 4 cm.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il piretro della Dalmazia è una specie autoctona dell'Europa sud-orientale (Croazia, Montenegro ed Albania), ma grazie alle sue proprietà viene ampiamente coltivato in Europa (in particolare in Italia e Spagna), in Giappone, in Nord Africa, in Kenia e in Ruanda (dove le grandi piantagioni mettono a rischio il parco nazionale dei Virunga, habitat dei gorilla).

Usi[modifica | modifica wikitesto]

Dai capolini raccolti appena schiusi, fatti essiccare all'ombra e macinati si ottiene una polvere giallo-verdognola detta "razzia" o piretro dall'alto potere insetticida in quanto contenente particolari principi attivi (le piretrine) che agiscono sul sistema nervoso degli insetti. I due principi attivi attualmente più utilizzati per la loro efficacia, sia nello stadio adulto che larvale dell'insetto, sono la tetrametrina e la cipermetrina.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica