1,1,1,2-tetrafluoroetano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
1,1,1,2-tetrafluoroetano
1,1,1,2-Tetrafluoroethane Structural Formula V.1.svg
Nome IUPAC
1,1,1,2-tetrafluoroetano
Nomi alternativi
  • HFC 134a
  • Genetron 134a
  • HFC-134a
  • R-134a
  • Freon 134a
  • Norflurane
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare CF3-CH2F
Massa molecolare (u) 102.03
Aspetto gas incolore
Numero CAS 811-97-2
Numero EINECS 212-377-0
PubChem 13129
SMILES FCC(F)(F)F
Proprietà chimico-fisiche
Densità (kg·m−3, in c.s.) 0,00425 g/cm³
Solubilità in acqua 0,15 wt%
Temperatura di fusione 169.85 K[1]
ΔfusH0 (kJ·mol−1) 2.01 kJ/mol
Temperatura di ebollizione 246.85 K
ΔebH0 (kJ·mol−1) 22 kJ/mol
Punto critico 374.1 K ; 40.6 bar
Indicazioni di sicurezza
Punto di fiamma non infiammabile
Simboli di rischio chimico
gas compresso

attenzione

Frasi H 280
Consigli P 410+403 [2]

Il freon R-134a è un alogenuro alchilico con formula CH2FCF3 usato come fluido refrigerante nei cicli frigoriferi a compressione. Esso fa parte della famiglia degli HFC, refrigeranti a basso impatto ambientale sviluppati come sostituti dei CFC. Il suo nome IUPAC è 1,1,1,2-tetrafluoroetano, nella nomenclatura INN è indicato come Norfluran. Viene commercializzato con il nome di Forane 134a, Genetron 134a, Florasol 134a, Suva 134a o HFC-134a.

Applicazioni[modifica | modifica wikitesto]

L'1,1,1,2-tetrafluoroetano è un gas compresso liquefatto con un punto di bolla di -26.3 °C. Esso ha caratteristiche termofisiche simili a quelle del diclorodifluorometano, ma senza il suo ODP quindi viene usato come fluido refrigerante nei cicli frigoriferi a compressione in vece di quest'ultimo. L'R-134a viene impiegato sin dagli anni '90 come fluido refrigerante nei condizionatori delle automobili[3]. Le bombole TPED contenenti R-134a sono colorate di verde mentre il colore delle bombole DOT è azzurro. Viene usato inoltre nelle miscele refrigeranti R-404A, R-407A e R-407C. Trova applicazione anche come solvente[4], propellente per aerosol e come agente estinguente.

È stato usato anche come solvente per l'estrazione di aromi alternativo all' anidride carbonica supercritica[5][6]

Viene usato in alcuni detector di particelle[7] nell'LHC[8][9]

Può essere usato anche come alternativa all'esafluoruro di zolfo nella metallurgia del magnesio[10] oppure come gas dielettrico nei trasformatori ad alto voltaggio[11]

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Si sintetizza a partire da 1,1,1-trifluoro-2-cloroetano per addizione di acido fluoridrico in presenza di un catalizzatore di pentafluoruro di antimonio


CF3-CH2Cl + HF --SbF5→ CF3-CH2F + HCl

Impatto Ambientale e Phasing Out[modifica | modifica wikitesto]

Negli ultimi 10 anni la concentrazione atmosferica di R-134a è aumentata in modo significativo raddoppiando fra il 2001 ed il 2004.[12] Sono in corso dei tentativi per trovare un sostituto all' R-134a per via del suo alto GWP (1300[13]). Nell'unione europea l'uso dell' R-134a negli impianti di condizionamento delle automobili è vietato a partire dal 2011. Il phase out completo avverrà nel 2017[14] . Il sostituto scelto è l'HFO-1234yf[15]

Effetti sulla salute[modifica | modifica wikitesto]

Alte concentrazioni di vapore possono ridurre l'ossigeno disponibile per respirare[16][17]. Nocivo se inalato. Può decomporsi a contatto con fiamme o superfici metalliche estremamente calde e creare prodotti tossici e corrosivi quali acido fluoridrico e fluorofosgene[18]. Questo prodotto non è infiammabile a temperature ambiente e alla pressione atmosferica. Tuttavia questo materiale può diventare combustibile quando è mischiato con aria pressurizzata ed esposto a forti sorgenti di ignizione.

Il contatto della pelle con il liquido può causare congelamento. Indumenti comuni di lavoro e guanti (di cuoio) dovrebbero procurare la protezione adeguata. Se si prevede il contatto prolungato con il liquido o il gas, è necessario usare guanti isolanti in acetato di polivinile (PVA), neoprene o gomma butilica. Gli indumenti contaminati devono essere rimossi immediatamente e lavati prima di riutilizzarli.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://webbook.nist.gov/cgi/cbook.cgi?ID=C811972&Mask=200
  2. ^ Sigma Aldrich; rev. del 21.10.2010
  3. ^ Franklin J, The Atmospheric Degradation and Impact of 1,1,1,2-Tetrafluorethane (Hydrofluorocarbon 134a), in Chemosphere, vol. 27, nº 8, 1993, pp. 1565–1601, DOI:10.1016/0045-6535(93)90251-Y.
  4. ^ Andrew P. Abbott, Wayne Eltringham, Eric G. Hope e Mazin Nicola, Hydrogenation in supercritical 1,1,1,2 tetrafluoroethane (HFC 134a), in Green Chemistry, vol. 7, nº 10, 2005, pp. 721, DOI:10.1039/B507554H.
  5. ^ Stuart Corr, 1,1,1,2-Tetrafluoroethane (R-134a): A Selective Solvent for the Generation of Flavor and Fragrance Ingredients, in Natural Flavors and Fragrances, ACS Symposium Series, vol. 908, 2005, p. 41, DOI:10.1021/bk-2005-0908.ch003, ISBN 0-8412-3904-5.
  6. ^ Andrew P. Abbott, Wayne Eltringham, Eric G. Hope e Mazin Nicola, Solubility of unsaturated carboxylic acids in supercritical 1,1,1,2-tetrafluoroethane (HFC 134a) and a methodology for the separation of ternary mixtures, in Green Chemistry, vol. 7, nº 4, 2005, pp. 210, DOI:10.1039/B412697A.
  7. ^ E. Norbeck, J. E. Olson, A. Moeller e Y. Onel, Rad Hard Active Media For Calorimeters (PDF), in AIP Conference Proceedings, vol. 867, 2006, p. 84, Bibcode:2006AIPC..867...84N, DOI:10.1063/1.2396941.
  8. ^ Anushree Ghosh STUDY OF GLASS RESISTIVE PLATE CHAMBERS (RPC) AND CALCULATION OF EFFICIENCY. INO Graduate Training Programme DHEP, TIFR, Mumbai.
  9. ^ M. Capeans, I. Glushkov, R. Guida, F. Hahn, S. Haider (CERN, Switzerland) RPC operation at the LHC experiments in an optimized closed loop gas system. Medical Imaging Conference. 25–31 October 2009.
  10. ^ Magnesium recycling in the United States in 1998. (PDF) . USGS. Retrieved on 2011-08-21.
  11. ^ Gaseous dielectrics with low global warming potentials – US Patent Application 20080135817 Description. Patentstorm.us (2006-12-12). Retrieved on 2011-08-21.
  12. ^ Greenhouse gas monitoring at the Zeppelin station – Annual report 2004 (TA-2110/2005) (PDF), Norwegian Institute for Air Research. URL consultato il 19 gennaio 2006.
  13. ^ Compressed air dusters and environmental concerns. (PDF). Retrieved on 2015-05-26.
  14. ^ Refrigerant 1234YF's Potential Impact in Automotive Applications (PDF), vtechonline.com. URL consultato il 10 luglio 2013 (archiviato il 13 luglio 2013).
  15. ^ http://www.trane.com/commercial/uploads/pdf/cso/138/Refrigerants.pdf
  16. ^ Alexander D. J, Libretto S. E., An overview of the toxicology of HFA-134a (1,1,1,2-tetrafluoroethane), in Hum. Exp. Toxicol., vol. 14, nº 9, 1995, pp. 715–20, DOI:10.1177/096032719501400903, PMID 8579881.
  17. ^ G. E. Millward, E. Tschuikow-Roux, Kinetic analysis of the shock wave decomposition of 1,1,1,2-tetrafluoroethane, in The Journal of Physical Chemistry, vol. 76, nº 3, 1972, pp. 292–298, DOI:10.1021/j100647a002.
  18. ^ Honeywell International, MSDS # GTRN-0047 For Genetron 134aUV, December 2005.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità GND: (DE4330907-0
Chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia