Denominazione comune internazionale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

In farmacologia, la Denominazione Comune Internazionale (DCI), o International Nonproprietary Name (Nome non-proprietario internazionale, INN), è il nome unico attribuito a ogni principio attivo dalla Organizzazione Mondiale della Sanità.

L'OMS esercita la funzione di nomenclatura dei principi attivi dei farmaci dal 1953, allo scopo di rendere univoci e inequivocabili i loro nomi in tutto il mondo.

La DCI è indicata su tutte le confezioni dei farmaci; generalmente è scritta in caratteri piccoli sotto al nome commerciale. Quest'ultimo è il nome di fantasia, spesso non legato a quello del principio attivo, con cui le ditte farmaceutiche lanciano i loro prodotti sul mercato.

I medici possono prescrivere i farmaci sia utilizzando la DCI sia il nome commerciale.

L'OMS pubblica le DCI in inglese, latino, francese, russo, spagnolo, arabo e cinese, e queste varianti sono spesso affini nella maggior parte o in tutte le lingue, con piccole differenze di ortografia o pronuncia.

Una DCI stabilita è nota come rINN (INN raccomandato), mentre un nome che è ancora soggetto a valutazione è definito pINN (INN proposto).

Radici e desinenze[modifica | modifica wikitesto]

Ai farmaci della stessa classe chimico-terapeutica vengono solitamente assegnati nomi con la stessa radice o desinenza. I temi sono per lo più posizionati alla fine della parola, ma in alcuni casi vengono utilizzati come iniziali della parola. Sono raccolti in una pubblicazione informalmente nota come Stem Book (“Libro dei temi”).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina