Bifluoruro di potassio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bifluoruro di potassio
Nome IUPAC
idrogeno difluoruro di potassio
Nomi alternativi
fluoruro di potassio fluoridrato
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare KHF2
Massa molecolare (u) 78,103046
Aspetto solido cristallino incolore
Numero CAS 7789-29-9
Numero EINECS 232-156-2
PubChem 11829350
SMILES [K+].F[F-]
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.) 2,370
Temperatura di fusione 239 °C
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
tossicità acuta corrosivo
pericolo
Frasi H 301 - 314
Consigli P 280 - 301+310 - 305+351+338 - 310 [1]

Il bifluoruro di potassio è il sale di potassio dello ione bifluoruro di formula KHF2. A temperatura ambiente appare come un solido cristallino incolore solubile in acqua. Viene utilizzato come reagente nelle sintesi chimiche e trova svariati impieghi anche a livello industriale per le sue proprietà abrasive, opacizzanti e surfactanti[2][3].

Sintesi[modifica | modifica wikitesto]

Il bifluoruro di potassio può essere sintetizzato facendo reagire in ambiente acquoso idrossido di potassio ed acido fluoridrico[4]:

KOH + 2HF → KHF2 + H2O

Reattività[modifica | modifica wikitesto]

Il bifluoruro di potassio in ambiente acquoso instaura un equilibrio di dissociazione che prevede la formazione di fluoruro di potassio ed acido fluoridrico:

KHF2 ⇄ KF + HF

L'acido fluoridrico così liberato conferisce un pH debolmente acido alla soluzione, effetto aumentato dall'incremento della temperatura tramite fonti di calore esterne, fattore che promuove la dissociazione di HF in ioni H+ e ioni F con conseguente aumento dell'acidità[5].

Utilizzo[modifica | modifica wikitesto]

Il bifluoruro di potassio trova svariati impieghi sia in laboratorio chimico che a livello manifatturiero, in particolare viene utilizzato nel processo di alchilazione del benzene, nel trattamento dei metalli previa lavorazione, come flussante nella brasatura ad argento, come agente conservante del legno e per prevenire la formazione di scorie durante la lavorazione del carbone[2][4].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Bifluoruro di potassio (PDF), su sigma-aldrich.com, Sigma-Aldrich. URL consultato il 1 ottobre 2015.
  2. ^ a b (EN) Potassium bifluoride, su Haz-Map, National Institutes of Health. URL consultato il 1 ottobre 2015.
  3. ^ (EN) Potassium bifluoride, su PubChem, National Institutes of Health. URL consultato il 1 ottobre 2015.
  4. ^ a b (EN) Potassium bifluoride - product safety summary (PDF), su solvay.us, Solvay Group. URL consultato il 1 ottobre 2015.
  5. ^ (EN) Potassium bifluoride, su allreactions.com. URL consultato il 1 ottobre 2015.
Chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia