Trifluoruro di iodio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Trifluoruro di iodio
Struttura del trifluoruro di iodio
Modello della molecola di trifluoruro di iodio
Nome IUPAC
trifluoruro di iodio, fluoruro di iodio(III)
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolareF3I
Peso formula (u)183,9
Aspettosolido giallo[1]
Numero CAS22520-96-3
PubChem13932268
SMILES
FI(F)F
Proprietà chimico-fisiche
Temperatura di fusione−28 °C (245 K) dec[1]
Proprietà termochimiche
ΔfH0 (kJ·mol−1)≈ –486[2]
Indicazioni di sicurezza

Il trifluoruro di iodio o fluoruro di iodio(III) è il composto inorganico interalogeno con formula IF3. In questo fluoruro lo iodio è nello stato di ossidazione +3. È un solido giallo, stabile solo al di sotto di –28 ºC.[1][2]

Sintesi[modifica | modifica wikitesto]

Il composto fu descritto per la prima volta nel 1960 da Schmeisser e Scharf, che lo ottennero per sintesi diretta introducendo fluoro in una soluzione di iodio in CCl3F a –78 ºC.[3] Le condizioni di sintesi vanno scelte con cura per evitare la formazione di IF5.[4] Un'altra possibilità è fluorurare lo iodio con difluoruro di xeno:[1]

I2 + 3 XeF2 → 2 IF3 + 3 Xe

Proprietà[modifica | modifica wikitesto]

La struttura cristallina di IF3 è ortorombica, gruppo spaziale Pcmn, con costanti di reticolo a = 465,0 pm, b = 655,5 pm, e c = 875,5 pm, quattro unità di formula per cella elementare. La molecola IF3 ha la forma a T prevista in base alla teoria VSEPR. I due atomi di fluoro opposti hanno distanze I–F di 198 pm e l'angolo F–I–F è di 160,3°. Il terzo atomo di fluoro ha distanza I–F di 187 pm.[5]

Il trifluoruro di iodio è un composto stabile solo al di sotto di –28 ºC.[1][2] A temperatura ambiente si decompone rapidamente formando I2 e IF5.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia