Fluoruro di tionile

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Fluoruro di tionile
Struttura del fluoruro di tionile
Modello del fluoruro di tionile
Nome IUPAC
difluoro(osso)-λ4-solfano
Nomi alternativi
difluoruro di tionile
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolareF2OS
Aspettogas incolore
Numero CAS7783-42-8
Numero EINECS231-997-2
PubChem24548
SMILES
O=S(F)F
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.)1,780 (-100 °C)[1]
Solubilità in acquareagisce
Temperatura di fusione−129,5 °C (144 K)[2]
Temperatura di ebollizione−43,8 °C (229 K)[2]
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
tossicità acuta corrosivo
Frasi H300 - 310 - 330 - 314 [3]

Il fluoruro di tionile o difluoruro di tionile è il composto inorganico con formula SOF2. In condizioni normali è un gas incolore di odore soffocante.[1] In questo composto lo zolfo ha stato di ossidazione +4.

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

SOF2 è un composto molecolare, gassoso a temperatura ambiente. La forma della molecola è quella di una di piramide distorta, con simmetria Cs.[4] Le distanze S-O e S-F sono rispettivamente 142,0 pm e 158,3 pm; gli angoli O-S-F e F-S-F sono rispettivamente 106,2° and 92,8°. I corrispondenti alogenuri SOCl2 e SOBr2 hanno strutture simili, ma sono liquidi a temperatura ambiente. Sono noti anche alogenuri misti, tipo SOClF e SOBrF.[2]

Sintesi[modifica | modifica wikitesto]

Il fluoruro di tionile fu ottenuto per la prima volta nel 1896 da Maurice Meslans (1862-1938), allievo di Henri Moissan, trattando cloruro di tionile con fluoruro di zinco.[5] In seguito furono usate altre fonti di ioni fluoruro, come il fluoruro di idrogeno[1] o il trifluoruro di antimonio:[2][6]

Alternativamente si può fluorurare il diossido di zolfo con pentafluoruro di fosforo:[2]

Reattività[modifica | modifica wikitesto]

SOF2 è un gas termicamente stabile fino al calor rosso. Al di sotto di 125 ºC non attacca né il vetro né i metalli ferro, nichel, cobalto, mercurio, magnesio alluminio e zinco.[1] A contatto con acqua idrolizza formando diossido di zolfo e acido fluoridrico:[2]

Reagisce con il fluoro per formare tetrafluoruro di tionile:[2]

Chimicamente SOF2 si comporta come una base di Lewis debole, tramite il doppietto non condiviso sull'ossigeno, e anche come acido di Lewis debole, legandosi tramite lo zolfo. Reagisce con ioni F formando l'anione SOF3.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia