Fluoruro di zinco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Fluoruro di zinco
Struttura del fluoruro di zinco
Nome IUPAC
fluoruro di zinco(II), difluoruro di zinco
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolareF2Zn
Aspettopolvere bianca
Numero CAS7783-49-5
Numero EINECS232-001-9
PubChem24551
SMILES
F[Zn]F
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.)4,95[1]
Solubilità in acquapoco solubile[2]
Temperatura di fusione872 °C (1 145 K)[2]
Temperatura di ebollizione1 500 °C (1 773 K)[2]
Proprietà termochimiche
ΔfH0 (kJ·mol−1)-765 kJ/mol[3]
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
corrosivo irritante
pericolo
Frasi H315 - 318 - 335 [1]
Consigli P280 - 305+351+338+310 [1]

Il fluoruro di zinco è il composto inorganico con formula ZnF2. In condizioni normali è un solido bianco. A differenza degli altri alogeni di zinco, ZnF2 è poco solubile in acqua.[2][3] Esiste anche in forma idrata ZnF2⋅4H2O, maggiormente solubile in acqua (1,62 g/L a 20 ºC).[4]

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

In fase gassosa esiste come molecola lineare F–Zn–F, dove la distanza Zn–F è 181 pm.[5]

In fase solida ZnF2 cristallizza con una struttura tipo rutilo (gruppo spaziale P42/mnm, No. 136) dove ogni atomo di zinco è coordinato ottaedricamente da sei ioni fluoruro.[2][5]

Sintesi[modifica | modifica wikitesto]

Il fluoruro di zinco si può preparare per reazione diretta di fluoro sul metallo, o per reazione di fluoruro di idrogeno sul metallo, con sviluppo di idrogeno:[2]

La forma idrata si ottiene trattando carbonato di zinco con acido fluoridrico acquoso; l'acqua di cristallizzazione si può rimuovere per riscaldamento sopra 200 ºC:[4]

Applicazioni[modifica | modifica wikitesto]

ZnF2 è usato in fosfori per lampade fluorescenti, in vetri speciali ad alto indice di rifrazione, in invetriature e smalti per porcellana, e come additivo in galvanostegia. In sintesi organica trova impiego come fluorurante.[5][4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia