Trifluoruro di arsenico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Trifluoruro di arsenico
Arsenic(III)fluoride.svg
Arsenic-trifluoride-3D-balls.png
Nomi alternativi
fluoruro di arsenico(III)
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare AsF3
Massa molecolare (u) 131,9168
Aspetto liquido incolore
Numero CAS 7784-35-2
Numero EINECS 232-060-0
PubChem 24571
SMILES F[As](F)F
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.) 2,666
Solubilità in acqua reazione violenta
Temperatura di fusione −6,0 °C (267,2 K)
Temperatura di ebollizione 62,8 °C (336,0 K)
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
Corrosivo Tossico
Frasi R 23/25-50/53
Frasi S 20/21-28-45-60-61

Il trifluoruro di arsenico o fluoruro di arsenico(III) è il composto inorganico di formula AsF3. In condizioni normali è un liquido incolore fumante che reagisce violentemente con l'acqua.[1] È un composto fortemente tossico, corrosivo e cancerogeno.

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

AsF3 è un composto molecolare; sia allo stato gassoso che nel solido la molecola ha forma piramidale, con simmetria C3v, analoga a NH3. Questa struttura è in accordo con la teoria VSEPR. Allo stato gassoso la distanza As–F è di 171 pm, e l'angolo F–As–F è di 96,2°. Al pari di altre molecole piramidali come l'ammoniaca, anche AsF3 dà inversione.[2]

Sintesi[modifica | modifica wikitesto]

AsF3 si può preparare facendo reagire triossido di arsenico con fluoruro di calcio e un eccesso di acido solforico;[1][3] quest'ultimo serve a rimuovere l'acqua formata che reagirebbe con AsF3 idrolizzandolo:

As2O3 + 3H2SO4 + 3CaF2 → 2AsF3 + 3CaSO4 + 3H2O

Reattività[modifica | modifica wikitesto]

AsF3 ha notevoli capacità fluoruranti, usate per trasformare in fluoruri i cloruri dei non metalli; ad esempio:

3PCl5 + 5AsF3 → 3PF5 + 5AsCl3

In questo utilizzo è meno energico di SbF3, ma ha il vantaggio che il AsCl3 formato si può facilmente separare per distillazione.[1]

AsF3 può agire sia come donatore che come accettore di ioni F, ad esempio:[3]

AsF3 + KF → K+[AsF4]
AsF3 + SbF5 → [AsF2]+[SbF6]

Con acqua reagisce violentemente liberando acido fluoridrico; di conseguenza in presenza di umidità attacca il vetro.

Sicurezza[modifica | modifica wikitesto]

AsF3 è un composto tossico e corrosivo, che reagisce violentemente con l'acqua. Provoca ustioni alla pelle, agli occhi, all'apparato respiratorio e a tutte le mucose. Causa avvelenamento da arsenico. È considerato mutageno e cancerogeno.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c N. N. Greenwood, A. Earnshaw, Chemistry of the elements, 2ª ed., Oxford, Butterworth-Heinemann, 1997, ISBN 0-7506-3365-4.
  2. ^ M.-A. Muñoz-Hernandez, Arsenic: inorganic chemistry, in Encyclopedia of Inorganic Chemistry, 2ª ed., John Wiley & Sons, 2005, DOI:10.1002/0470862106.ia013, ISBN 978-0-470-86210-0.
  3. ^ a b C. E. Housecroft, A. G. Sharpe, Inorganic chemistry, 3ª ed., Harlow (England), Pearson Education Limited, 2008, ISBN 978-0-13-175553-6.
  4. ^ BOC Gases, Scheda di sicurezza di AsF3 (PDF), phyvirtual.nju.edu.cn. URL consultato il 9 giugno 2011.
Chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia