Pentossido di arsenico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pentossido di arsenico
Struttura cristallina del pentossido di arsenico
Nome IUPAC
pentossido di diarsenico
Nomi alternativi
anidride arsenica
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolareAs2O5
Massa molecolare (u)229,84
Aspettosolido bianco
Numero CAS1303-28-2
Numero EINECS215-116-9
PubChem14771
SMILES
O=[As](=O)O[As](=O)=O
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.)4,32
Solubilità in acquasolubile in acqua
Temperatura di fusione315 °C (588,15 K) con decomposizione
Proprietà tossicologiche
LD50 (mg/kg)8 (ratto, orale)[1]
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
tossicità acuta tossico a lungo termine pericoloso per l'ambiente
pericolo
Frasi H300 - 331 - 350 - 410
Consigli P201 - 261 - 264 - 273 - 301+310 - 311 [2]

Il pentossido di diarsenico è un ossido di arsenico(V) con formula As2O5. A temperatura ambiente si presenta come un solido deliquescente di colore bianco. La sua struttura cristallina consiste in legami As-O-As tra unità ottaedriche AsO6 e unità tetraedriche AsO4.[3] È un composto tossico e cancerogeno per l'uomo.[1]

Sintesi[modifica | modifica wikitesto]

Il pentossido di arsenico viene sintetizzato più efficacemente, rispetto all'ossidazione diretta dell'elemento, trattando il triossido di arsenico (As2O3) con acido nitrico concentrato e sottoponendo a disidratazione l'acido arsenico (H3AsO4) ottenuto.[3]

Reazioni[modifica | modifica wikitesto]

Il pentossido di arsenico per riscaldamento si decompone in ossigeno e As2O3.[4] È un agente ossidante in grado di reagire vigorosamente con composti ossidabili, ad esempio liberando cloro da acido cloridrico.

As2O5 si dissolve rapidamente in acqua formando acido arsenico.[5]

Usi[modifica | modifica wikitesto]

Il pentossido di arsenico viene utilizzato in forma solida o in soluzione nella produzione di arsenati, diserbanti, adesivi metallici, insetticidi, gas colorati, e nella stampa e tintura.[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Safety data for arsensic pentoxide
  2. ^ Sigma Aldrich; rev. del 09.10.2014
  3. ^ a b Catherine E. Housecroft, Alan G. Sharpe, Inorganic Chemistri, 2ª ed., Pearson, 2005, p.419, ISBN 0-13-039913-2.
  4. ^ Martin Jansen, Crystal Structure of As2O5, in Angewandte Chemie International Edition in English, vol. 16, nº 5, 1977, pp. 314–315, DOI:10.1002/anie.197703142.
  5. ^ Greenwood, Norman N.; Earnshaw, Alan. (1997), Chemistry of the Elements (2nd ed.), Oxford: Butterworth-Heinemann, pp. 576-577, ISBN 0080379419
  6. ^ (EN) Arsenic Pentoxide, Systemic Agent

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]


Chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia