Torneo di Wimbledon 2010

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Torneo di Wimbledon 2010
Sport Tennis pictogram.svg Tennis
Data 21 giugno – 4 luglio
Edizione 124ª
Categoria Grande Slam (ITF)
Località SW19, Wimbledon,
Londra, inghilterra,
Gran Bretagna
Mappa di localizzazione: Regno Unito
Wimbledon
Campioni
Singolare maschile
Spagna Rafael Nadal
Singolare femminile
Stati Uniti Serena Williams
Doppio maschile
Austria Jürgen Melzer / Germania Philipp Petzschner
Doppio femminile
Stati Uniti Vania King / Kazakistan Jaroslava Švedova
Doppio misto
India Leander Paes / Zimbabwe Cara Black
Singolare ragazzi
Ungheria Márton Fucsovics
Singolare ragazze
Rep. Ceca Kristýna Plíšková
Doppio ragazzi
Regno Unito Liam Broady / Regno Unito Tom Farquharson
Doppio ragazze
Ungheria Tímea Babos / Stati Uniti Sloane Stephens
Doppio maschile per invito
Stati Uniti Donald Johnson / Stati Uniti Jared Palmer
Doppio femminile per invito
Stati Uniti Martina Navrátilová / Rep. Ceca Jana Novotná
Doppio maschile per invito senior
Australia Pat Cash / Australia Mark Woodforde
Doppio maschile in carrozzina
Paesi Bassi Robin Ammerlaan / Svezia Stefan Olsson
Doppio femminile in carrozzina
Paesi Bassi Esther Vergeer / Paesi Bassi Sharon Walraven
Left arrow.svg 2009 2011 Right arrow.svg

Il Torneo di Wimbledon 2010 è stata la 124ª edizione dei Championships, torneo di tennis giocato sull'erba e terza prova stagionale dello Slam per il 2010; si è disputato tra il 21 giugno e il 4 luglio 2010 sui campi dell'All England Lawn Tennis and Croquet Club, comprendendo per la categoria Seniors i tornei di singolare maschile, femminile e di doppio maschile, femminile e misto. Nel singolare maschile il campione uscente era Roger Federer, nel singolare femminile Serena Williams. La Williams si è riconfermata in finale contro Vera Zvonarëva, Federer è stato eliminato ai quarti da Tomáš Berdych, a sua volta sconfitto in finale da Rafael Nadal.

Sommario[modifica | modifica sorgente]

Roger Federer e Rafael Nadal erano rispettivamente numero uno e due del tabellone maschile di Wimbledon, anche se nella classifica ATP le posizioni erano invertite dal dopo Roland Garros, con il mancino spagnolo di nuovo in vetta al ranking. Il Torneo di Wimbledon è l'unico torneo dello Slam in cui gli organizzatori si concedono qualche licenza rispetto alla classifica mondiale, assegnando le teste di serie anche in base ai risultati raggiunti sull'erba. A Federer, vincitore sei volte a Wimbledon, è stata assegnata la testa di serie numero uno, mentre Nadal, numero uno del ranking ATP e vincitore a Londra nel 2008, è il favorito numero due. Per Nadal c'è stato l'esordio contro il giapponese Kei Nishikori. Dalla stessa parte del tabellone c'erano pure il britannico Andy Murray (semifinalista nel 2009), quarto favorito del seeding che ha esordito contro il ceco Jan Hájek. Per Federer ha fronteggiato nel primo turno il colombiano Alejandro Falla, già battuto all'ultimo Roland Garros, con dalla stessa parte del tabellone il russo Nikolaj Davydenko (n.7), il ceco Tomáš Berdych (n.12), il serbo Novak Đoković, terza testa di serie che ha esordito contro il belga Olivier Rochus, l'americano Andy Roddick (n.5), quest'ultimo finalista nel 2009, quando si arrese allo svizzero solo per 16-14 al quinto set. Sempre nella parte alta del tabellone c'erano anche l'australiano Lleyton Hewitt (n.15), che ha battuto Federer nella finale sull'erba di Halle.

Rafael Nadal si è aggiudicato il torneo del singolare maschile battendo all'esordio il giapponese Kei Nishikori 6-2, 6-4, 6-4. Nel secondo turno ha avuto la meglio sull'olandese Robin Haase in 5 set con il punteggio di 5–7, 6–2, 3–6, 6–0, 6–3. Nel turno successivo ha dovuto giocare 5 set per battere ii tedesco Philipp Petzschner battuto per 6–4, 4–6, 6(5)–7, 6–2, 6–3. Negli ottavi di finale ha sconfitto il francese Paul-Henri Mathieu questa volta in 3 set per 6-4, 6-2, 6-2. Nei quarti ha avuto la meglio sullo svedese Robin Söderling per 3-6, 6-3, 7-6(4), 6-1. In semifinale ha battuto il britannico Andy Murray ancora una volta in 3 set con il punteggio di 6-4, 7-6(6), 6-4. In finale ha sconfitto Tomáš Berdych in 3 set con il punteggio di 6-3, 7-5, 6-4.

Serena Williams ha riconfermato il titolo del 2009 vincendo il torneo del singolare femminile senza perdere un set. Nel 1º turno ha battuto la portoghese Michelle Larcher de Brito con il punteggio di 6-0, 6-4. Nel 2º turno ha sconfitto Anna Čakvetadze per 6–0, 6–1. Nel turno successivo ha avuto la meglio sulla slovacca Dominika Cibulková con il punteggio di 6–0, 7–5. Negli ottavi di finale ha battuto Marija Šarapova nella rivincita della finale del 2004 per 7-6(9), 6-4. Nei quarti Li Na ha ceduto per 7–5, 6–3. In semifinale ha battuto una delle rivelazioni del torneo:Petra Kvitová per 7-6(5), 6-2 e in finale la russa Vera Zvonarëva 6-3, 6-2.

Programma del torneo[modifica | modifica sorgente]

Il torneo si svolge in 13 giornate divise in due settimane, la 1ª domenica non si è svolto alcun incontro. Tradizionalmente questo giorno viene chiamato Middle Sunday.

Qualificazioni e sorteggio[modifica | modifica sorgente]

Le qualificazioni per accedere ai tabelloni principali del torneo si sono svolte tra il 14 e il 17 giugno 2010. Si sono qualificati i vincitori del terzo turno per i singolari e del secondo turno per i doppi:

I giocatori ammessi al tabellone come lucky loser sono:

Le wildcard sono state assegnate a:

Il sorteggio dei tabelloni principali è stato effettuato venerdì 18 giugno 2010.

Tennisti partecipanti ai singolari[modifica | modifica sorgente]

Singolare maschile[modifica | modifica sorgente]

Campione Finalista
Spagna Rafael Nadal (2) Rep. Ceca Tomáš Berdych (12)
Semifinalisti
Serbia N Đoković (3) Regno Unito A Murray (4)
Eliminati ai quarti
Svizzera R Federer (1) Taipei Cinese Y Lu Francia J-W Tsonga (10) Svezia R Söderling (6)
Eliminati agli ottavi
Austria J Melzer (16) Germania D Brands Australia L Hewitt (15) Stati Uniti A Roddick (5)
Francia J Benneteau (32) Stati Uniti S Querrey (18) Spagna D Ferrer (9) Francia P-H Mathieu
Eliminati al 3º turno
Francia A Clément Spagna F López (22) Uzbekistan D Istomin Romania V Hănescu (31)
Spagna A Montañés (28) Francia G Monfils (21) Germania F Mayer Germania P Kohlschreiber (29)
Italia F Fognini Germania T Kamke (Q) Belgio X Malisse Francia G Simon (26)
Brasile T Bellucci (25) Francia J Chardy Paesi Bassi T de Bakker Germania P Petzschner (33)
Eliminati al 2º turno
Serbia I Bozoljac (Q) Australia P Luczak Lituania R Berankis Serbia V Troicki
Germania B Becker Germania R Schüttler Turchia M Ilhan (Q) Russia N Davydenko (7)
Stati Uniti T Dent (Q) Stati Uniti B Evans (Q) Slovacchia K Beck Kazakistan E Korolëv
Stati Uniti M Fish Polonia M Przysiężny Russia T Gabašvili (WC) Francia M Llodra
Stati Uniti M Russell Germania A Beck Italia A Seppi Ucraina A Dolgopolov
Germania J Reister (LL) Croazia I Dodig (Q) Ucraina I Marčenko Finlandia J Nieminen
Spagna M Granollers Austria M Fischer (Q) Slovacchia L Lacko Francia F Serra
Russia M Južnyj (13) Stati Uniti J Isner (23) Polonia Ł Kubot Paesi Bassi R Haase
Eliminati al 1º turno
Colombia A Falla Cile N Massú Serbia J Tipsarević Spagna T Robredo (30)
Stati Uniti J Levine (LL) Australia C Ball (Q) Russia I Kunicyn Giamaica D Brown
Kazakistan A Golubev Stati Uniti R Sweeting (LL) Russia D Tursunov Svizzera S Wawrinka (22)
Russia A Kuznecov (WC) Brasile M Daniel Russia I Andreev Sudafrica K Anderson
Belgio O Rochus Argentina JI Chela Paesi Bassi JH Galung (Q) Italia P Lorenzi
Argentina L Mayer Spagna S Ventura (LL) Argentina E Schwank Argentina M González
Croazia M Čilić (11) Australia B Tomic (Q) Argentina H Zeballos Croazia I Ljubičić (17)
Italia P Starace Paraguay R Delgado (LL) Stati Uniti J Witten (Q) Stati Uniti R Ram
Spagna F Verdasco (8) Spagna P Riba Regno Unito J Baker (WC) Belgio K Vliegen
Spagna N Almagro (19) Spagna G García López Svizzera M Chiudinelli Stati Uniti R Kendrick (Q)
Spagna JC Ferrero (14) Sudafrica R De Voest (Q) Spagna Ó Hernández Ucraina S Stachovs'kyj
Spagna G Alcaide (Q) Germania M Berrer Austria S Koubek (LL) Rep. Ceca J Hájek
Stati Uniti R Ginepri Portogallo F Gil Giappone G Soeda (LL) Brasile R Mello
Cipro M Baghdatis (24) Spagna D Gimeno Traver Germania S Greul Germania N Kiefer (WC)
Israele D Sela Francia M Gicquel Colombia S Giraldo Francia N Mahut (Q)
Francia S Robert Slovenia B Kavcic Stati Uniti J Blake Giappone K Nishikori

Singolare femminile[modifica | modifica sorgente]

Campionessa Finalista
Stati Uniti Serena Williams (1) Russia Vera Zvonarëva (21)
Semifinaliste
Rep. Ceca Petra Kvitová Bulgaria Cvetana Pironkova
Eliminate ai quarti
Cina Li Na (9) Estonia K Kanepi (Q) Belgio K Clijsters (8) Stati Uniti V Williams (2)
Eliminate agli ottavi
Russia M Šarapova (16) Polonia A Radwańska (7) Danimarca C Wozniacki (3) Russia K Zakopalová
Belgio J Henin (17) Serbia J Janković (4) Francia M Bartoli (11) Australia J Groth
Eliminate al 3º turno
Slovacchia D Cibulková Rep. Ceca B Záhlavová Australia A Rodionova Italia S Errani (32)
Russia Pavljučenkova(29) Bielorussia V Azaranka (14) Italia F Pennetta (10) Romania A Dulgheru (31)
Russia M Kirilenko (27) Russia N Petrova (12) Belgio Y Wickmayer (15) Ucraina A Bondarenko (28)
Russia R Kulikova Ungheria G Arn (Q) Germania A Kerber Russia A Klejbanova (26)
Eliminate al 2º turno
Russia A Čakvetadze Giappone A Morita Slovacchia D Hantuchová (24) Romania IR Olaru
Giappone K Nara (Q) Russia S Kuznecova (19) Spagna AP Santonja Italia A Brianti
Taipei Cinese KC Chang Italia R Vinci Cina J Zheng (23) Serbia B Jovanovski
Romania M Niculescu Francia A Rezaï (18) Italia R Oprandi Romania E Gallovits
Croazia K Sprem Stati Uniti S Perry (Q) Germania K Barrois Taipei Cinese C Yung-jan
Belgio K Flipkens Rep. Ceca A Hlaváčková Stati Uniti V Lepchenko Canada A Wozniak
Russia V Duševina Kazakistan J Švedova (30) Australia A Molik Croazia P Martic
Israele S Pe'er (13) Stati Uniti M Oudin (33) Russia A Kudrjavceva Russia E Makarova
Eliminate al 1º turno
Portogallo ML de Brito Germania A Petković Thailandia T Tanasugarn Rep. Ceca L Šafářová (25)
Stati Uniti V King Russia E Vesnina Francia A Cornet Russia A Pivovarova
Sudafrica C Scheepers (WC) Colombia MD Mariño Regno Unito A Keothavong Uzbekistan A Amanmuradova
Francia J Coin Bielorussia O Govorcova Stati Uniti J Craybas Ungheria M Czink
Italia T Garbin Paesi Bassi A Rus Austria S Bammer Rep. Ceca I Benešová
Francia P Parmentier Romania S Cîrstea Australia C Dellacqua (PR) Croazia M Lučić (Q)
Spagna AM Garrigues Argentina G Dulko Austria Y Meusburger Slovacchia M Rybáriková
Giappone KD Krumm Regno Unito H Watson (WC) Svizzera T Bacsinszky Australia S Stosur (6)
Italia ME Camerin Stati Uniti B Mattek-Sands (Q) Bielorussia A Jakimava (Q) Svizzera S Vögele
Lettonia A Sevastova Ucraina M Korytceva Svizzera P Schnyder Germania T Malek
Stati Uniti A Riske (WC) Canada S Dubois (LL) Thailandia Lertcheewakarn (WC) Spagna NL Vives (Q)
Regno Unito K O'Brien Rep. Ceca L Hradecká Grecia E Daniilidou (Q) Regno Unito L Robson (WC)
Italia F Schiavone (5) Russia A Lapuščenkova Regno Unito M South (WC) Slovenia P Hercog
Ucraina K Bondarenko (34) Slovacchia Z Kučová Regno Unito E Baltacha Germania J Görges
Serbia A Ivanović India S Mirza Rep. Ceca R Voráčová Germania AL Grönefeld
Rep. Ceca S Záhlavová Svezia S Arvidsson Ungheria A Szávay Paraguay R de los Ríos

Calendario[modifica | modifica sorgente]

21 giugno (1º giorno)[modifica | modifica sorgente]

Nella 1ª giornata si sono giocati gli incontri del primo turno dei singolari maschili e femminili in base al programma della giornata

Alejandro Falla, protagonista della 1ª giornata nella partita contro Roger Federer.

Nel torneo del singolare maschile Roger Federer, favorito numero 1, va a un passo da una clamorosa sconfitta contro il sorprendente colombiano Alejandro Falla, numero 65 del ranking, ma alla fine riesce a salvarsi in tempo e a far sua la partita. L'elvetico va incredibilmente sotto di due set in meno di 1 ora e mezza di partita, cedendo due volte il servizio ad un avversario che aveva agevolmente battuto in tutti e quattro i precedenti, due dei quali molto recenti: Roland Garros e Halle 2010. Sul 4 pari del terzo set Federer annulla 3 palle break decisive che gli consentono di portare il match al quarto, dove però inizia andando subito sotto di un break. Falla tiene il vantaggio fino al 5-4, serve per il match ma cede il servizio nel momento meno opportuno, perdendo poi anche il tie break finale 7 punti a 1. Qui, di fatto, la partita finisce: il colombiano esce dal match e un Roger chiude il quinto e decisivo set 6-0 dopo 3 ore e 18 minuti di gara.
Nikolaj Davydenko (n. 7), al rientro dopo l'infortunio al polso che lo ha tenuto fuori dal circuito da metà marzo 2010, ha recuperato due set di svantaggio al sudafricano Kevin Anderson: 3-6, 63-7, 7-63, 7-5, 9-7 per Davydenko, che nel terzo set si era ritrovato sotto per 2-4.
Lo statunitense Andy Roddick, numero 5 del seeding che difende sull'erba londinese la finale del 2009, ha avuto la meglio sul connazionale Rajeev Ram per 6-3, 6-2, 6-2.

Francesca Schiavone, sconfitta al 1º turno dopo la vittoria al Roland Garros.

Novak Đoković, serbo numero 3 del tabellone, rischia contro Olivier Rochus, che riesce a sconfiggere al 5º set con il punteggio di 4–6, 6–2, 3–6, 6–4, 6–2. L'incontro iniziato in serata era stato interrotto per oscurità, ma è ripreso dopo che il centrale è stato coperto dal tetto retrattile ed è stata attivata l'illuminazione artificiale.
Eliminati, invece, i croati Marin Čilić (n. 11), sconfitto per 6-2, 6-4, 7-61 dal tedesco Florian Mayer, ed Ivan Ljubičić (n. 17), superato per 7-5, 7-65, 6-3 dal polacco Michał Przysiężny. Fuori anche lo svizzero Stanislas Wawrinka (n. 20), battuto per 65-7, 6-1, 2-6, 7-64, 6-3 dall'uzbeco Denis Istomin.

Nel torneo del singolare femminile, dopo la vittoria al Roland Garros, Francesca Schiavone si arrende in tre set alla russa Vera Duševina. 7-60, 5-7, 1-6 è stato il risultato dei parziali a favore della ventiquattrenne di Mosca, che batte l'azzurra per la seconda volta su altrettanti incontri.
Maria Elena Camerin è stata battuta in due set dall'ex numero 1 del mondo, la belga Kim Clijsters. La vincitrice degli US Open 2009, testa di serie numero 8, non ha incontrato alcun problema nel match contro l'azzurra, e ha vinto per 6-0, 6-3. Venus Williams strappa il pass per il secondo turno grazie al successo per 6-3, 6-2 sulla paraguaiana Rossanea De Los Rios. Avanzano anche la serba Jelena Janković, numero 4 del seeding, che batte 6-3, 7-65 la britannica Laura Robson, l'israeliana Shahar Pe'er, numero 13 del tabellone, che ha avuto la meglio sulla serba Ana Ivanović 6-3, 6-4, la statunitense Melanie Oudin, testa di serie numero 33, che ha superato la tedesca Anna-Lena Groenfeld 6-3, 6-0, e la belga Justine Henin. L'ex numero 1 del mondo, testa di serie numero 17, si è imposta per 6-4, 6-3 sulla lettone Anastasija Sevastova.

Incontri sui campi principali
Incontri sul Centre Court
Turno Vincitore Perdente Punteggio
1º turno singolare maschile Svizzera Roger Federer [1] Colombia Alejandro Falla 5-7, 4-6, 6-4, 7-61,6-0
1º turno singolare femminile Serbia Jelena Janković [4] Regno Unito Laura Robson [WC] 6-3, 7-65
1º turno singolare maschile Serbia Novak Đoković [3] Belgio Olivier Rochus 4–6, 6–2, 3–6, 6–4, 6–2
Incontri sul No. 1 Court
Turno Vincitore Perdente Punteggio
1º turno singolare maschile Russia Nikolaj Davydenko [7] Sudafrica Kevin Anderson 3-6, 6-7, 7-63, 7-5, 9-7
1º turno singolare maschile Stati Uniti Andy Roddick [5] Stati Uniti Rajeev Ram 6-3, 6-2, 6-2
1º turno singolare femminile Stati Uniti Venus Williams [2] Paraguay Rossana de los Ríos 6-3, 6-2
Incontri sul No. 2 Court
Turno Vincitore Perdente Punteggio
1º turno singolare femminile Belgio Kim Clijsters [8] Italia Maria Elena Camerin 6–0, 6–3
1º turno singolare maschile Stati Uniti Mardy Fish Australia Bernard Tomic [Q] 6–3, 7–68, 6–2
1º turno singolare femminile Russia Vera Duševina Italia Francesca Schiavone [5] 60-7, 7-5, 6-1
1º turno singolare maschile Australia Lleyton Hewitt [15] Argentina Máximo González 5-7, 6-0, 6-2, 6-2

22 giugno (2º giorno)[modifica | modifica sorgente]

Nella 2ª giornata si sono giocati gli incontri del primo turno dei singolari maschili e femminili e doppio maschile e femminile in base al programma della giornata

Fernando Verdasco, eliminato al 1º turno.

Nel torneo del singolare maschile Rafael Nadal, al ritorno sul Centrale dei Championships dopo il forfait forzato del 2009, si è imposto in 3 set sulla giovane wildcard giapponese Kei Nishikori, tornato a giocare da qualche settimana dopo essere stato fermo quasi un anno a causa di un brutto infortunio al gomito. 6-2, 6-4, 6-4 il risultato in favore di Nadal, che ha chiuso la partita in due ore di gioco.
Andy Murray passa al secondo turno vincendo in tre set contro il ceco Jan Hájek. C'è stato qualche problema nel primo set, ma Murray si impone per 7-5, 6-1, 6-2.
Andreas Seppi accede al secondo turno eliminando la testa di serie numero 19 Nicolás Almagro. 7-64, 7-67, 6-2 il risultato finale in favore dell'azzurro, che ha chiuso in poco più di due ore di partita.
Tobias Kamke, numero 128 del ranking ATP, ha superato in 5 set lo spagnolo Guillermo García López.
Fabio Fognini supera il primo turno battendo la testa di serie numero 8, lo spagnolo Fernando Verdasco. 7-69, 6-2, 66-7, 6-4 è il risultato finale dei parziali a favore dell'italiano, che per la prima volta in carriera batte un top ten.
Robin Söderling (n. 6) ha battuto per 6-2, 6-2, 6-3 lo statunitense Robby Ginepri.
Jo-Wilfried Tsonga, testa di serie numero 10, che vanta un ottavo nel 2007 ed un terzo turno nel 2009, ha avuto la meglio sull'americano Robert Kendrick in quattro set: 7-62, 7-66, 3-6, 6-4.

Samantha Stosur eliminata nel 1º turno

Nel torneo del singolare femminile, la campionessa uscente Serena Williams ha battuto la giovane portoghese Michelle Larcher De Brito nel match che ha aperto il programma del Centrale. 6-0, 6-4 il risultato finale in favore della numero 1 del mondo, in un'ora di gioco.
La rediviva russa Anna Čakvetadze ha battuto in 3 set per 3-6, 6-4, 6-4 la tedesca Andrea Petković. Passano il turno anche Svetlana Kuznecova, che ha battuto 6-2, 65-7, 6-4 l'uzbeka Akgul Amanmuradova, e la cinese Jie Zheng che ha battuto 7-5, 6-4 la francese Pauline Parmentier.
Esce di scena a sorpresa Samantha Stosur, sesta favorita e finalista del Roland Garros. L'australiana, che sull'erba non è mai riuscita ad esprimere il suo miglior tennis, si è arresa in due set all'estone Kaia Kanepi, che ha chiuso con un doppio 6-4 in 1 ora e 22 minuti.
Flavia Pennetta vince il suo match di primo turno contro la spagnola Anabel Medina Garrigues e avanza nel tabellone femminile. 6-4, 6-0 il risultato finale in favore della tennista brindisina, che ha chiuso il match in poco più di un'ora di gioco.
La rumena Monica Niculescu, numero 137 del mondo, ha vinto in due set per 6-3, 6-2 l'amica e compagna di doppio della Pennetta, Gisela Dulko.
Passa al secondo turno anche Alberta Brianti. L'azzurra era opposta alla statunitense Jill Craybas, numero 100 del ranking, e ha vinto in due set con il punteggio di 6-2, 7-5 dopo un'ora e un quarto di partita.
La settima favorita del torneo Agnieszka Radwańska ha battuto con un doppio 6-3 l'ungherese Melinda Czink.
Romina Oprandi approda al secondo turno. L'azzurra, qualificata al tabellone principale, ha avuto la meglio in tre set sulla britannica Heather Watson in tre set con il punteggio di 6-4, 1-6, 6-3.
Anche Roberta Vinci va al secondo turno: la tennista tarantina ha battuto l'austriaca Sybille Bammer in due set con un doppio 6-3. Non ce la fa invece a superare il primo ostacolo la mestrina Tathiana Garbin, che è stata sconfitta dalla danese Caroline Wozniacki (numero 3) in due set con il punteggio di 6-1, 6-1.
In chiusura di programma Sara Errani, terza azzurra nel seeding (n. 32), ha sconfitto per 6-2, 6-4 la francese Julie Coin, e Viktoryja Azaranka ha battuto sul centrale Mirjana Lučić per 6-3, 6-3.

Incontri sui campi principali
Incontri sul Centre Court
Turno Vincitore Perdente Punteggio
1º turno singolare femminile Stati Uniti Serena Williams [1] Portogallo Michelle Larcher de Brito 6-0, 6-4
1º turno singolare maschile Spagna Rafael Nadal [2] Giappone Kei Nishikori 6-2, 6-4, 6-4
1º turno singolare maschile Svezia Robin Söderling [6] Stati Uniti Robby Ginepri 6-2, 6-2, 6-3
1º turno singolare femminile Bielorussia Viktoryja Azaranka [14] Croazia Mirjana Lučić 6-3 6-3
Incontri sul No. 1 Court
Turno Vincitore Perdente Punteggio
1º turno singolare maschile Francia Jo-Wilfried Tsonga [10] Stati Uniti Robert Kendrick [Q] 7-66, 7-62, 3-6, 6-4
1º turno singolare maschile Regno Unito Andy Murray [4] Rep. Ceca Jan Hájek 7-5, 6-1, 6-2
1º turno singolare femminile Danimarca Caroline Wozniacki [3] Italia Tathiana Garbin 6-1, 6-1
1º turno singolare femminile Slovacchia Daniela Hantuchová [24] vs Stati Uniti Vania King 64-7 7-64 sospesa
Incontri sul No. 2 Court
Turno Vincitore Perdente Punteggio
1º turno singolare femminile Russia Svetlana Kuznecova [19] Uzbekistan Akgul Amanmuradova 6-2, 65-7, 6-4
1º turno singolare maschile Spagna David Ferrer [9] Germania Nicolas Kiefer [WC] 6-4, 6-2, 6-3
1º turno singolare femminile Russia Marija Šarapova [16] Russia Anastasija Pivovarova [LL] 6-1, 6-0
1º turno singolare maschile Belgio Xavier Malisse Spagna Juan Carlos Ferrero [14] 6-2 66-7 7-65 4-6 6-1

23 giugno (3º giorno)[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Partita Isner–Mahut del torneo di Wimbledon 2010.

Nella 3ª giornata si sono giocati gli incontri del secondo turno dei singolari maschili e femminili e la continuazione di alcuni incontri del primo turno. Si disputano gli incontri del primo turno del doppio maschile e femminile in base al programma della giornata.

John Isner protagonista della storica partita contro Nicolas Mahut
Nicolas Mahut protagonista della storica partita contro John Isner

Nel torneo del singolare maschile la partita più interessante e spettacolare è stata quella tra Nicolas Mahut e John Isner, sospesa per oscurità sul punteggio di 4-6, 6-3, 7-67, 63-7, 59-59. La partita è la più lunga mai giocata. Dopo due giorni ancora non si è riusciti a portare a termine il match di primo turno del tabellone tra lo statunitense, sedicesima testa di serie e numero 19 Atp, ed il francese, numero 148 ATP (ma era numero 40 nel febbraio di due anni fa), sospeso martedì sera sulla situazione di due set pari. I due giocatori hanno battuto tutti i precedenti primati, riscrivendo la storia del tennis.
La durata dell'incontro fino alla fine della giornata è stato di 10 ore nette. Battuto il record precedente del match più lungo della storia, il derby francese tra Fabrice Santoro e Arnaud Clément al Roland Garros 2004, durato 6 ore e 33 minuti. Battuto il record del match più lungo a Wimbledon, il derby statunitense Holmes-Witsken del 1989 durato 5 ore e 28 minuti. Solo il quinto set di Mahut-Isner è durato 7 ore e 6 minuti. Il croato Ivo Karlović aveva realizzato 78 ace in un match di Coppa Davis; Isner è arrivato a 98, Mahut a 94: in totale 182 ace in un solo match, altro record assoluto. Battuto anche il record di game totali, che apparteneva all'incontro tra Pancho Gonzales e Charlie Pasarell del Torneo di Wimbledon 1969, finito 22-24, 1-6, 16-14, 6-3, 11-9, quando ancora non era stato introdotto il tie-break.
Andy Roddick ha battuto il francese Michaël Llodra che aveva raggiunto i quarti al Queen's trionfando la settimana successiva a Eastbourne. Al 1º turno aveva sconfitto l'americano Jesse Witten. Contro Roddick si è aggiudicato il set d'apertura per 6-4. Llodra ha poi fallito una chance in avvio di secondo, quando non ha saputo sfruttare una palla break. Roddick chiude il parziale per 6-4 e il successivo con un solo game lasciato al suo avversario. Il quarto set è deciso al tie break, vinto da Roddick per 7 punti a 2. Finisce 4-6, 6-4, 6-1, 7-62 per il tre volte finalista di Wimbledon.
Jürgen Melzer, allievo di Joakim Nyström, approda al 3º turno battendo Victor Troicki per 65-7, 4-6, 6-3, 7-65, 6-3.
Lleyton Hewitt approfitta del ritiro di Evgenij Korolëv per un problema al braccio sul 6-4, 6-4, 3-0 a favore dell'australiano. Esce di scena Mardy Fish, battuto 62-7, 6-3, 6-4, 6-4 dal tedesco Florian Mayer. Passano il turno Gaël Monfils, che ha battuto 6-4, 6-4, 64-7, 6-4 Karol Beck, e Feliciano López, che ha battuto 7-5, 4-6, 6-3, 6-4 Berankis.
Roger Federer supera in 4 set il qualificato serbo Ilija Bozoljac. 6-3, 64-7, 6-4, 7-65 il risultato finale in favore di Federer, che ha chiuso in 2 ore e 45 minuti una partita molto difficile. Il francese Arnaud Clément ha superato in 4 set l'australiano Peter Luczak.
Novak Đoković ha battuto Taylor Dent: dopo aver superato in 5 set Olivier Rochus, il serbo non ha avuto nessun problema a battere lo statunitense, e ha chiuso 7-65, 6-1, 6-4 in un paio d'ore di partita. Lo spagnolo Albert Montañés, testa di serie numero 28 del tabellone, si è imposto in 5 set sul qualificato americano Brendan Evans.

Nel torneo del singolare femminile, in un'ora e 22 minuti di gioco Justine Henin strappa il pass per il terzo turno. La belga, numero 17 del seeding, s'impone per 6-3, 7-5 sulla tedesca Kristine Barrois. L'ex numero 1 del mondo strappa immediatamente il servizio all'avversaria, portandosi sul 3-0. Avanti 4-2, la Henin perde il servizio, ma ribrekka immediatamente e vince il set. Nel parziale successivo la belga va sul 5-2. A quel punto, però, la tedesca brekka a sua volta l'avversaria e pareggia i giochi. Sul 5-5, però, la Henin ottiene il break e chiude il match.
Kim Clijsters ha sconfitto Karolina Sprem 6-3, 6-2. Daniela Hantuchová ha concluso a proprio favore la prosecuzione del match contro Vania King, sospeso per oscurità dopo il secondo set, sul punteggio di 64-7, 7-64. La Hantuchová ha chiuso la partita nel set decisivo per 6-3.
Venus Williams batte la russa Ekaterina Makarova: il primo set si chiude con il punteggio di 6-0 per Venus, e nel secondo la seconda testa di serie del torneo si porta sul 5-2, prima di concedere qualcosa e chiudere al decimo game per 6-4.
Regina Kulikova elimina la trentesima testa di serie, la connazionale, anche se di passaporto kazako, Jaroslava Švedova. Dopo il successo sull'emergente Alison Riske, si conferma Yanina Wickmayer con il successo per 7-69, 6-4 sull'altra belga Kirsten Flipkens.

Incontri sui campi principali
Incontri sul Centre Court
Turno Vincitore Perdente Punteggio
2º turno singolare maschile Stati Uniti Andy Roddick [5] Francia Michaël Llodra 4-6, 6-4, 6-1, 7-62
2º turno singolare femminile Stati Uniti Venus Williams [2] Russia Ekaterina Makarova 6–0, 6–4
2º turno singolare maschile Serbia Novak Đoković [3] Stati Uniti Taylor Dent 7–65, 6–1, 6–4
1º turno doppio femminile Regno Unito Sarah Borwell
Stati Uniti Raquel Kops-Jones
vs
Stati Uniti Liezel Huber [5]
Stati Uniti Bethanie Mattek-Sands [5]
7-61 3-6 sospesa
Incontri sul No. 1 Court
Turno Vincitore Perdente Punteggio
2º turno singolare femminile Belgio Kim Clijsters [8] Croazia Karolina Šprem 6–3, 6–2
2º turno singolare maschile Australia Lleyton Hewitt [15] Kazakistan Evgenij Korolëv 6–4, 6–4, 3–0 ritiro
2º turno singolare maschile Svizzera Roger Federer [1] Serbia Ilija Bozoljac 6–3, 647, 6–4, 7–65
1º turno doppio femminile Germania Julia Goerges
Ungheria Ágnes Szávay
Stati Uniti Naomi Cavaday [5]
Stati Uniti Anna Smith [5]
4-6 6-4 6-1
Incontri sul No. 2 Court
Turno Vincitore Perdente Punteggio
2º turno singolare femminile Belgio Justine Henin [17] Germania Kristina Barrois 6–3, 7–5
2º turno singolare maschile Francia Gaël Monfils [21] Slovacchia Karol Beck 6–4, 6–4, 647, 6–4
2º turno singolare maschile Rep. Ceca Tomáš Berdych [12] Germania Benjamin Becker 7–5, 6–3, 6–4
2º turno singolare femminile Serbia Jelena Janković [4] Canada Aleksandra Wozniak 4-6 6-2 6-4
Incontri importanti su altri campi
Court 18
1º turno singolare maschile Francia Nicolas Mahut vs Stati Uniti John Isner [23] 4–6, 6–3, 7–67, 63–7, 59–59 sospeso

24 giugno (4º giorno)[modifica | modifica sorgente]

Nella 4ª giornata si sono giocati gli incontri del secondo turno dei singolari maschili e femminili e la continuazione dell'incontro tra Isner e Mahut. Si disputano gli incontri del primo turno del doppio maschile, femminile e misto in base al programma della giornata.

Nel torneo del singolare maschile, il giocatore di Dunblane Andy Murray vince contro Jarkko Nieminen 6-3, 6-4, 6-2, approdando al terzo turno. Anche la Regina Elisabetta, dopo 33 anni, torna ad occupare il palco reale nel centrale per seguire l'incontro dell'idolo di casa.

Svetlana Kuznecova, eliminata nel 2º turno.

Sul campo 18 va in scena la prosecuzione della maratona interrotta per la seconda volta il giorno precedente, sul punteggio di 59 pari al quinto, tra John Isner e Nicolas Mahut: l'americano vince 70-68, trovando due ottimi passanti con il diritto sul 30-30 e con il rovescio sul match point. Isner vince anche la sfida degli ace: 112 a 103. Poi l'abbraccio dei due a fine partita, e tutti in posa insieme all'arbitro nei pressi del tabellone con il punteggio che recita: 6-4, 3-6, 67-7, 7-63, 70-68, il tutto in 11 ore e cinque minuti di gioco complessivo.
Jo-Wilfried Tsonga ha vinto contro l'ucraino Oleksandr Dolgopolov: conquistati i primi due set per 6-4, Dolgopolov si aggiudica gli altri due per 7-65 e 7-5, ma la rimonta si ferma. Tsonga vince 10-8 al quinto.
Rafa Nadal batte Robin Haase, soffrendo però terribilmente il servizio dell'olandese. Quest'ultimo infatti si aggiudica il primo e il terzo set, ma si scioglie nel quarto, lasciando libera la strada per il n°1 del mondo; il punteggio finale è 5-7, 6-2, 3-6, 6-0, 6-2. Robin Söderling ha vinto contro Marcel Granollers per 7-5, 6-1, 6-4, e Thomaz Bellucci contro Martin Fischer per 611-7, 7-64, 7-61, 6-2.
Sam Querrey vince 12 punti a 10 il tiebreak del quarto set, ed elimina il croato Ivan Dodig, che nel tie ha rimontato da sotto 1-4, si è visto annullare due set point e ha salvato un match point prima di cedere.

Nel torneo del singolare femminile, Serena Williams vince contro Anna Čakvetadze per 6-0, 6-1. Sul Campo 1, Marija Šarapova, vincitrice nel 2004 e sedicesima testa di serie del torneo, affronta la rumena Ioana Olaru. La Šarapova vince 6-1, 6-4.
Sara Errani vince contro una giocatrice avvezza ai prati verdi di Wimbledon, e in generale dello Slam, la spagnola Arantxa Parra Santonja, battuta dall'azzurra con un doppio 6-2.
Flavia Pennetta lascia all'avversaria Monica Niculescu un game per set, ed approda al turno successivo. Alberta Brianti si è arresa alla polacca Agnieszka Radwańska perdendo 6-2, 6-0. Roberta Vinci è stata battuta 6-2, 7-61 dalla russa Anastasija Pavljučenkova. Esce di scena anche Romina Oprandi, eliminata da Alexandra Dulgheru con un netto 6-2, 6-0.

Incontri sui campi principali
Incontri sul Centre Court
Turno Vincitore Perdente Punteggio
2º turno singolare maschile Regno Unito Andy Murray [4] Finlandia Jarkko Nieminen 6–4, 6–3, 6–2
2º turno singolare femminile Danimarca Caroline Wozniacki [3] Taipei Cinese Kai-chen Chang 6–4, 6–3
2º turno singolare maschile Spagna Rafael Nadal [2] Paesi Bassi Robin Haase 5–7, 6–2, 3–6, 6–0, 6–3
1º turno doppio femminile Regno Unito Elena Baltacha
Ucraina Ol'ga Savčuk
Russia Regina Kulikova
Lettonia Anastasija Sevastova
6–3, 6–3
Incontri sul No. 1 Court
Turno Vincitore Perdente Punteggio
2º turno singolare femminile Russia Marija Šarapova [16] Romania Ioana Raluca Olaru 6–1, 6–4
2º turno singolare maschile Svezia Robin Söderling [6] Spagna Marcel Granollers 7–5, 6–1, 6–4
2º turno singolare maschile Stati Uniti Sam Querrey [18] Croazia Ivan Dodig [Q] 6–2, 5–7, 6–3, 7–610
1º turno doppio femminile Estonia Kaia Kanepi [Q]
Cina Zhang Shuai [Q]
Australia Sally Peers [WC]
Regno Unito Laura Robson [WC]
6–2, 6–4
Incontri sul No. 2 Court
Turno Vincitore Perdente Punteggio
2º turno singolare maschile Francia Jo-Wilfried Tsonga [10] Ucraina Oleksandr Dolgopolov 6–4, 6–4, 657, 5–7, 10–8
2º turno singolare maschile Spagna David Ferrer [9] Francia Florent Serra 6–4, 7–5, 667, 6–3
2º turno singolare femminile Stati Uniti Serena Williams [1] Russia Anna Čakvetadze 6–0, 6–1
Incontri importanti su altri campi
Court 18
1º turno singolare maschile Francia Nicolas Mahut vs Stati Uniti John Isner [23] 4–6, 6–3, 7–67, 63–7, 70–68

25 giugno (5º giorno)[modifica | modifica sorgente]

Nella 5ª giornata si sono giocati gli incontri del terzo turno dei singolari maschili e femminili e gli incontri del primo e secondo turno del doppio maschile, femminile e misto in base al programma della giornata.

Nel torneo del singolare maschile Roger Federer, numero uno del seeding e due del ranking ATP, che insegue il record di sette titoli di Pete Sampras ai Championhips, ha battuto agevolmente sul Centre Court il francese Arnaud Clément, 32 anni, che sull'erba londinese vanta un quarto di finale nel 2008. 6-2, 6-4, 6-2 è stato il punteggio finale.
Novak Đoković, favorito numero tre, ha eliminato lo spagnolo Albert Montañés per 6-1, 6-4, 6-4. L'australiano Lleyton Hewitt (n.15), campione di Wimbledon nel 2002, ha sconfitto il francese Gaël Monfils (n.21) 6-3, 7-69, 6-4. Andy Roddick, numero 5 del seeding, nella sua partita ha dovuto cedere un set al tedesco Philipp Kohlschreiber (n.29). Il finalista di Wimbledon 2009 si è imposto con il punteggio di 7-5, 65-7, 6-3, 6-3.
I Championships di John Isner si fermano al 2º turno: sconfitta per 6-0, 6-3, 6-2 contro l'olandese Thiemo de Bakker in appena un'ora e un quarto di gioco: il primo set è durato appena sedici minuti. Lo statunitense contro Mahut aveva messo a segno 112 aces (primato assoluto), contro De Bakker neppure uno, lui che ha nel servizio, anche grazie all'altezza, la sua arma migliore.
Jürgen Melzer ha battuto Feliciano López con il punteggio di 3-6, 6-3, 6-2, 6-4.

Nel torneo del singolare femminile, Justine Henin (n.17) ha sconfitto la russa Nadia Petrova (n.12) con il punteggio di 6-1, 6-4. Quello sull'erba londinese è l'unico titolo dello Slam che manca alla belga: ai Championships la ventottenne di Liegi ha giocato e perso due finali nel 2001 e nel 2006. La Clijsters (n.8) ha eliminato con un doppio 6-3 la russa Marija Kirilenko (n.27). Venus Williams, americana, testa di serie numero due, ha battuto la russa Alisa Klejbanova (n.26) in due set: 6-4, 6-2. Promossa al quarto turno anche Jelena Janković, favorita numero 4, che ha battuto per 6-0, 6-3 in meno di un'ora l'ucraina Alona Bondarenko (n.28).
Vera Zvonarëva ha risolto a proprio favore la difficile sfida con Yanina Wickmayer per 6-4, 6-2. La finalista del 2007 Marion Bartoli supera 6-3, 6-4 l'ungherese Greta Arn, guadagnando un posto negli ottavi. La bulgara Svetana Pironkova ha approfittato del ritiro sul 6-4, 2-0 della russa Regina Kulikova.

Incontri sui campi principali
Incontri sul Centre Court
Turno Vincitore Perdente Punteggio
3º turno singolare femminile Belgio Justine Henin [17] Russia Nadia Petrova [12] 6–1, 6–4
3º turno singolare maschile Australia Lleyton Hewitt [15] Francia Gaël Monfils [21] 6–3, 7–69, 6–4
3º turno singolare maschile Svizzera Roger Federer [1] Francia Arnaud Clément 6–2, 6–4, 6–2
1º turno doppio misto Brasile André Sá
Russia Vera Zvonarëva
Regno Unito Jamie Murray [WC]
Regno Unito Laura Robson [WC]
6–3, 6–3
Incontri sul No. 1 Court
Turno Vincitore Perdente Punteggio
3º turno singolare maschile Serbia Novak Đoković [3] Spagna Albert Montañés [28] 6–1, 6–4, 6–4
3º turno singolare femminile Stati Uniti Venus Williams [2] Russia Alisa Klejbanova [26] 6–4, 6–2
3º turno singolare maschile Stati Uniti Andy Roddick [5] Germania Philipp Kohlschreiber [29] 7–5, 657, 6–3, 6–3
Incontri sul No. 2 Court
Turno Vincitore Perdente Punteggio
3º turno singolare femminile Belgio Kim Clijsters [8] Russia Marija Kirilenko [27] 6–3, 6–3
3º turno singolare femminile Serbia Jelena Janković [4] Ucraina Alona Bondarenko [28] 6–0, 6–3
3º turno singolare maschile Austria Jürgen Melzer [16] Spagna Feliciano López [22] 4–6, 6–3, 6–2, 6–4
2º turno doppio femminile Stati Uniti Serena Williams [1]
Stati Uniti Venus Williams [1]
Svizzera Timea Bacsinszky
Italia Tathiana Garbin
6–1, 7–62

26 giugno (6º giorno)[modifica | modifica sorgente]

Nella 6ª giornata si sono giocati gli incontri del terzo turno dei singolari maschili e femminili e gli incontri del primo e secondo turno del doppio maschile, femminile e misto in base al programma della giornata.

Philipp Petzschner, eliminato al 5º set da Nadal.

Nel torneo del singolare maschile, il numero 1 del mondo Rafael Nadal strappa il pass per gli ottavi, ma per avere la meglio sul tedesco Philipp Petzschner, numero 33 del seeding, gli occorrono più di tre ore e mezza di gioco. Il maiorchino vince il primo set per 6-4, strappando il servizio all'avversario proprio a inizio parziale e mantenendo il vantaggio fino alla fine. Il secondo set è più regolare, con Petzschner che serve bene, mettendo in campo una prima che supera anche i 200 km/h, e a cui Nadal fatica a rispondere. Avanti 5-4 sul servizio dello spagnolo, il tedesco brekka l'avversario e pareggia, dunque, il conto dei set. Nel terzo set è il tie-break a decidere il vincitore del parziale: 7-5 per Petzschner. Il numero 2 del seeding, sotto per 2-1 nel secondo match consecutivo, inizia ad accusare qualche dolore al braccio sinistro, e richiede l'intervento del fisioterapista. Nel quarto parziale, con Rafa avanti 2-1 senza break, lo spagnolo richiede nuovamente l'intervento del fisioterapista, questa volta per problemi alla gamba destra, forse un indurimento muscolare; anche Petzschner aveva richiesto in precedenza il time-out medico. Il mancino di Manacor chiude quindi il set per 6-2. Nel 5º set Petzschner regge fino al 3-3, ma a quel punto Nadal non concede più game e chiude il match.
Il gigante di Tibro Robin Söderling non ha avuto particolari problemi nel battere il brasiliano Thomaz Bellucci, numero 25 del tabellone, con il risultato finale dei parziali 6-4, 6-2, 7-5.
Jo-Wilfried Tsonga vince per 6-1, 6-4, 7-61 contro il tedesco Tobias Kamke, che al secondo turno aveva eliminato Andreas Seppi. Accede agli ottavi di finale anche Andy Murray: il tennista scozzese si è imposto per 6-1 6-4 6-4 sul francese Gilles Simon, numero 26 del seeding, in un match chiuso senza grossi problemi per il quarto favorito del tabellone. Sam Querrey, lo statunitense numero 18 del tabellone, si è imposto dopo un'estenuante maratona durata cinque lunghi set sul belga Xavier Malisse: 64-7, 6-4, 6-2, 5-7, 9-7 il punteggio conclusivo.

Flavia Pennetta, eliminata nel 3º turno.

Nel torneo del singolare femminile Serena Williams passa agli ottavi di finale. La numero uno del mondo ha rispettato il pronostico battendo in due veloci set per 6-0, 7-5 la slovacca Dominika Cibulková, che in passato aveva dato qualche dispiacere a sua sorella Venus eliminandola nel 2008 a Doha. Promossa agli ottavi anche Marija Šarapova, numero 16 del seeding e vincitrice a Wimbledon nel 2004: la russa ha battuto la ceca Barbora Záhlavová-Strýcová per 7-5, 6-3. Supera il turno anche la numero 3 del tabellone, la danese Caroline Wozniacki, che si è imposta per 7-5, 6-4 sulla russa Anastasija Pavljučenkova.
Flavia Pennetta ha sfidato la ceca Klára Zakopalová, numero 66 del ranking. La brindisina viene nettamente sconfitta dalla ventottenne di Praga che raggiunge per la prima volta in carriera gli ottavi di Wimbledon. Il punteggio finale è di 6-2, 6-3 contro la numero 2 azzurra.

Incontri sui campi principali
Incontri sul Centre Court
Turno Vincitore Perdente Punteggio
3º turno singolare femminile Stati Uniti Serena Williams [1] Slovacchia Dominika Cibulková 6–0, 7–5
3º turno singolare maschile Spagna Rafael Nadal [2] Germania Philipp Petzschner [33] 6–4, 4–6, 657, 6–2, 6–3
3º turno singolare maschile Regno Unito Andy Murray [4] Francia Gilles Simon [26] 6–1, 6–4, 6–4
Incontri sul No. 1 Court
Turno Vincitore Perdente Punteggio
3º turno singolare maschile Svezia Robin Söderling [6] Brasile Thomaz Bellucci [25] 6–4, 6–2, 7–5
3º turno singolare femminile Russia Marija Šarapova [16] Rep. Ceca Barbora Záhlavová-Strýcová 7–5, 6–3
3º turno singolare maschile Stati Uniti Sam Querrey [18] Belgio Xavier Malisse 647, 6–4, 6–2, 5–7, 9–7
Incontri sul No. 2 Court
Turno Vincitore Perdente Punteggio
3º turno singolare femminile Polonia Agnieszka Radwańska [7] Italia Sara Errani [32] 6–3, 6–1
3º turno singolare femminile Danimarca Caroline Wozniacki [3] Russia Anastasija Pavljučenkova [29] 7–5, 6–4
3º turno singolare maschile Francia Jo-Wilfried Tsonga [10] Germania Tobias Kamke [Q] 6–1, 6–4, 7–61
3º turno doppio femminile Stati Uniti Serena Williams [1]
Stati Uniti Venus Williams [1]
Slovacchia Dominika Cibulková
Russia Anastasija Pavljučenkova
6–1, 6–2

Middle Sunday (27 giugno)[modifica | modifica sorgente]

Nella 1ª domenica del torneo non viene giocato alcun incontro; questo giorno viene tradizionalmente chiamato "Middle Sunday"

28 giugno (7º giorno)[modifica | modifica sorgente]

Nella 7ª giornata si sono giocati gli incontri degli ottavi di finale dei singolari maschili e femminili e gli incontri del secondo e terzo turno del doppio maschile, femminile e misto. Sono iniziati i tornei riservati alla categoria juniores in base al programma della giornata.

Andy Roddick, finalista nel 2009, eliminato a sorpresa da Lu Yen-hsun.
Lleyton Hewitt, vincitore del 2002 eliminato da Novak Đoković.

Nel torneo del singolare maschile Roger Federer, dopo aver faticato nei primi due turni con Alejandro Falla e Ilija Bozoljac, vince facilmente contro Jürgen Melzer per 6-3, 6-2, 6-3 in 1 ora e 24 minuti di gioco. Lo svizzero vince il suo secondo match consecutivo in 3 set e va ai quarti di finale di un torneo che in carriera ha già vinto 6 volte.
Tomáš Berdych passa agli ottavi battendo Daniel Brands, che riesce a metterlo in difficoltà per quasi tutto il match. Alla fine il ceco si impone sulla distanza per 4-6, 7-61, 7-5, 6-3.
Novak Đoković coglie il successo contro Lleyton Hewitt, che aveva vinto all'All England Club nel 2002, e giunto a Wimbledon dopo il trionfo di Halle. Hewitt non ha saputo approfittare di un calo fisico del suo avversario, che nel terzo set ha lamentato problemi di respirazione. Hewitt ne ha tratto vantaggio solo in parte, vincendo il terzo set, ma non è riuscito ad allungare il match al quinto. L'australiano non ha saputo gestire con attenzione i punti importanti. Chiuso l'ultimo punto, Đoković si è strappato la maglia, lanciandola poi in tribuna.
Andy Roddick, testa di serie numero 5, che nel 2009 era arrivato ad un passo dalla conquista del titolo, perde contro Lu Yen-hsun 4-6, 7-63, 7-64, 65-7, 9-7. In una partita che ha seguito la regola dei servizi, Lu ha colto al volo l'unica opportunità del quinto set: sull'8-7, Roddick ha concesso la seconda palla break in tutto l'incontro. Gli sarebbe servito l'ace n° 39, invece è arrivato il break, che ha posto fine alla partita. Lu è il primo cinese di Taipei a raggiungere i quarti in un torneo dello Slam.
Rafael Nadal batte Paul-Henri Mathieu e si qualifica per i quarti di finale. Il maiorchino ha disputato una buona prova convincendo molto e concedendo pochissimo a Mathieu. Il punteggio conclusivo è stato di 6-4, 6-2, 6-2.
Robin Söderling ha battuto David Ferrer per 6-2, 5-7, 6-2, 3-6, 7-5. Soderling non ha tremato nel momento più importante, quando, sotto 4-5 nel quinto, si è trovato due volte a due punti dalla sconfitta. Sul 40-40 ha lanciato una seconda esterna che era simile alla sua prima di servizio e si è aggiudicato il punto decisivo.
Andy Murray non ha ancora perso un set: non lo ha fatto nemmeno contro Sam Querrey, che su questi campi può sfoderare un diritto e soprattutto un servizio molto buoni. Il campione di Dunblane si è distratto nel primo set, rischiando di compromettere un parziale che lo vedeva avanti 5-3. Dopo essersi ripreso, ha concesso poco all'avversario, guadagnando un posto nei quarti.
Jo-Wilfried Tsonga ha vinto contro Julien Benneteau, ma ha dovuto cedere un set imponendosi per 6-1, 6-4, 3-6, 6-1 nel derby francese.

Nel torneo del singolare femminile il match più atteso era il derby del Belgio tra due ex numero 1 del mondo, Kim Clijsters e Justine Henin, recentemente tornate nel circuito dopo una lunga assenza. È Kim ad avere la meglio, nonostante l'inizio difficile. Primo set senza storia che si conclude dopo appena 29 minuti e con un parziale di 6-2 a favore della Henin. Nella seconda frazione Kim fa girare la palla più rapidamente e sbaglia molto meno. Justine tiene fino all'1-1, dopodiché non scende più a rete, e fatica a star dietro all'avversaria. La Clijsters va sul 4-1 e successivamente sul 6-2 finale. Nel terzo e decisivo parziale il gioco si snoda equilibrato fino all'ottavo gioco. Avanti 4-3, la Clijsters strappa il servizio all'avversaria e va a servire per il match. La fiamminga chiude vincendo per 6-3.
La russa Vera Zvonarëva ha approfittato del ritiro della numero 4 del seeding Jelena Janković. La serba, dopo aver perso 6-1 il primo set, era sotto 3-0 anche nel secondo, prima di lasciare il campo.
L'altro ottavo atteso in programma era quello tra la russa Marija Šarapova e la numero 1 del mondo Serena Williams. Ed è proprio la statunitense ad avere la meglio, in un match molto combattuto. 7-69, 6-4 è il punteggio a favore della minore delle Williams. Primo set che si decide al tie break, dove Marija spreca due set point: avanti 6-4, infatti, il nastro rimette in corsa Serena, che più avanti si trova a fronteggiarne un terzo. Ma con il servizio la tennista statunitense l'annulla, e complice un doppio fallo dell'avversaria sul 9-9, finisce per vincere il primo parziale. Secondo set, invece, che viene deciso da un break. Avanti 2-1 la minore delle sorelle Williams strappa il servizio all'avversaria e mantiene il break di vantaggio fino al termine del match. La campionessa in carica, che con questo successo ha ottenuto la rivincita dopo la sconfitta in finale nel 2004 ad opera di una Šarapova diciassettenne, riesce quindi a raggiungere i quarti delle torneo londinese.
La cinese Li Na ha regolato la polacca Agnieszka Radwańska in due set, vincendo con il punteggio di 6-3, 6-2.
Venus Williams ha la meglio sull'australiana Jarmila Groth. 6-4, 7-65 è il risultato finale a favore della numero 2 del mondo. Decisivo nel primo set il break sul 5-4, dove la Groth spreca una palla del 5-5, e finisce poi per perdere servizio e parziale. Secondo set che si snoda regolare e che vede una serie di break e controbreak negli ultimi giochi del set. È il tie break a decidere la frazione dove la Groth, nei momenti importanti, finisce per mancare e arrendersi alla maggiore esperienza della statunitense.
Escono di scena a sorpresa la danese Caroline Wozniacki e la francese Marion Bartoli. La prima, numero 3 del seeding, si è arresa alla ceca Petra Kvitová. La giovane danese ha collezionato solamente 2 giochi: 6-2, 6-0 è stato il risultato finale a favore della Kvitová. La Bartoli, invece, numero 11 del seeding, si arrende con un doppio 6-4 alla bulgara Cvetana Pironkova.

Incontri sui campi principali
Incontri sul Centre Court
Turno Vincitore Perdente Punteggio
Ottavi di finale singolare maschile Svizzera Roger Federer [1] Austria Jürgen Melzer [16] 6-3, 6-2, 6-3
Ottavi di finale singolare femminile Stati Uniti Serena Williams [1] Russia Marija Šarapova [16] 7-69, 6-4
Ottavi di finale singolare maschile Regno Unito Andy Murray [4] Stati Uniti Sam Querrey [18] 7-5, 6-3, 6-4
2º turno doppio misto Serbia Nenad Zimonjić [1]
Australia Samantha Stosur [1]
Regno Unito Colin Fleming [WC]
Regno Unito Sarah Borwell [WC]
6–1, 6–4
Incontri sul No. 1 Court
Turno Vincitore Perdente Punteggio
Ottavi di finale singolare femminile Belgio Kim Clijsters [8] Belgio Justine Henin [17] 2-6, 6-2, 6-3
Ottavi di finale singolare maschile Serbia Novak Đoković [3] Australia Lleyton Hewitt [15] 7-5, 6-4, 3-6, 6-4
Ottavi di finale singolare maschile Spagna Rafael Nadal [2] Francia Paul-Henri Mathieu 6-4, 6-2, 6-2
Incontri sul No. 2 Court
Turno Vincitore Perdente Punteggio
Ottavi di finale singolare femminile Stati Uniti Venus Williams [2] Australia Jarmila Groth 6-4, 7-65
Ottavi di finale singolare femminile Rep. Ceca Petra Kvitová Danimarca Caroline Wozniacki [3] 6-2, 6-0
Ottavi di finale singolare maschile Taipei Cinese Lu Yen-hsun Stati Uniti Andy Roddick [5] 4-6, 7-63, 7-64, 65-7, 9-7
2º turno doppio misto Regno Unito Jonathan Marray
Regno Unito Anna Smith
Polonia Marcin Matkowski [16]
Italia Tathiana Garbin [16]
7–66, 637, 6–4

29 giugno (8º giorno)[modifica | modifica sorgente]

Nell'8ª giornata si sono giocati gli incontri dei quarti di finale del singolare femminile e gli incontri del terzo turno e quarti di finale del doppio maschile, femminile e misto. Sono andati avanti i tornei riservati alla categoria juniores e iniziati quelli riservati alle leggende in base al programma della giornata.

Venus Williams, eliminata a soprprea da Cvetana Pironkova.

Nel torneo del singolare femminile Cvetana Pironkova coglie il risultato più clamoroso di questa edizione di Wimbledon, eliminando Venus Williams, 5 volte vincitrice. Le due tenniste si erano incontrate all'Australian Open 2006, quando prevalse Tsvetana per 9-7 al terzo set. A 22 anni è capace di ripetere l'impresa, ma non al primo turno, bensì nei quarti di finale dello Slam più prestigioso. Tsvetana negli Slam non aveva mai ottenuto due vittorie consecutive. Venus si è ostinata a colpire sul rovescio dell'avversaria, il suo colpo migliore. A peggiorare il tutto, va registrato lo scarso apporto ricevuto dalla battuta.
Vera Zvonarëva batte a sorpresa Kim Clijsters 3-6, 6-4, 6-2. La russa, ora scivolata in classifica ma ex top ten, prima di questa partita aveva ottenuto tutte vittorie agevoli, compresa quella degli ottavi con la Janković, che si era ritirata nel secondo set. La Clijsters ha battuto la sua connazionale Henin, ma a Wimbledon non è andata mai oltre le semifinali. Li Na, di nuovo ai quarti come nel 2006, era opposta a Serena Williams, ma finisce la sua partita all'undicesimo game del primo set: sul 5-5 sale 40-0, dunque con la concreta possibilità di assicurarsi il tie break. A quel punto viene tradita dal servizio e commette anche due errori gratuiti col diritto. La Williams, che fino a quel momento non aveva concesso nulla in battuta, non si lascia scappare l'occasione, tiene il servizio e vince il primo set. Il secondo è molto più agevole. Serena va sul 5-2, andando in semifinale.
Petra Kvitová vince contro Kaia Kanepi, e raggiunge le semifinali di un torneo del Slam ad appena 20 anni. Kaia Kanepi ha sprecato molte chance, colpa di quella paura di vincere che l'ha attanagliata per tutta la partita. Tre match point sprecati nel tie break del secondo set, uno con un doppio fallo, e altri due nel terzo, sul 6-5, dopo essersi trovata in vantaggio 4-0 e 5-2. Nel dodicesimo gioco la Kanepi subisce due doppi falli nello stesso game, quasi un terzo sul secondo match point, con la palla che tocca il nastro e poi ricade nella metà campo avversaria. Alla fine il risultato è di 4–6, 7–68, 8–6 per Petra Kvitová.

Incontri sui campi principali
Incontri sul Centre Court
Turno Vincitore Perdente Punteggio
Quarti di finale singolare femminile Russia Vera Zvonarëva [21] Belgio Kim Clijsters [8] 3–6, 6–4, 6–2
Quarti di finale singolare femminile Stati Uniti Serena Williams [1] Cina Li Na [9] 7–5, 6–3
3º turno doppio maschile Stati Uniti Bob Bryan [2]
Stati Uniti Mike Bryan [2]
Australia Carsten Ball
Australia Chris Guccione
6–4, 6–4, 7–65
Doppio femminile per invito Stati Uniti Martina Navrátilová
Rep. Ceca Jana Novotná
Spagna Conchita Martínez
Francia Nathalie Tauziat
7–5, 6–1
Incontri sul No. 1 Court
Turno Vincitore Perdente Punteggio
Quarti di finale singolare femminile Bulgaria Cvetana Pironkova Stati Uniti Venus Williams [2] 6–2, 6–3
Quarti di finale singolare femminile Rep. Ceca Petra Kvitová Estonia Kaia Kanepi [Q] 4–6, 7–68, 8–6
Quarti di finale doppio maschile Svezia Robert Lindstedt [16]
Romania Horia Tecău [16]
Spagna Marcel Granollers [11]
Spagna Tommy Robredo [11]
7–65, 6–2, 2–6, 6–4
Incontri sul No. 2 Court
Turno Vincitore Perdente Punteggio
Terzo turno doppio misto Austria Julian Knowle
Kazakistan Jaroslava Švedova
Brasile Bruno Soares
Taipei Cinese Hsieh Su-wei
6–4, 7–5
3º turno doppio maschile Austria Jürgen Melzer
Germania Philipp Petzschner
Taipei Cinese Lu Yen-hsun
Serbia Janko Tipsarević
6–4, 6–2, 6–4
Terzo turno doppio femminile Russia Elena Vesnina
Russia Vera Zvonarëva
Rep. Ceca Iveta Benešová [12]
Rep. Ceca Barbora Záhlavová-Strýcová [12]
6–3, 6–2
Doppio femminile per invito Svizzera Martina Hingis
Russia Anna Kurnikova
Regno Unito Anne Hobbs
Regno Unito Samantha Smith
6–2, 6–4

30 giugno (9º giorno)[modifica | modifica sorgente]

Nella 9ª giornata si sono giocati gli incontri dei quarti di finale del singolare maschile e gli incontri di quarti di finale del doppio maschile, femminile e misto. Sono andati avanti i tornei riservati alla categoria juniores e quelli riservati alle leggende in base al programma della giornata.

Roger Federer, 6 volte campione, eliminato da Tomáš Berdych.

Nel torneo del singolare maschile Roger Federer termina il suo cammino a Wimbledon. Il numero 1 del seeding, numero 2 del mondo, esce di scena ai quarti di finale per mano del ceco Tomáš Berdych. 6-4, 3-6, 6-1, 6-4 è il risultato finale a favore del numero 12 del tabellone, dopo 2 ore e 34 minuti di gioco. Per la prima volta dal 2002, Federer non giocherà l'ultimo atto del torneo a lui più caro dello slam, che ha vinto per sei volte a partire dal 2003, con la sola interruzione del 2008, quando si è arreso al suo rivale Rafael Nadal. Berdych il aggiudica per 6-4 il primo set: decisivo è il break subito da Federer nel settimo game. Sul 3-3 lo svizzero piazza due errori di diritto che procurano prima una palla break all'avversario e poi gli regalano il game. Avanti 4-terzo game; Berdych non ha problemi a mantenere il turno di servizio e vincere il set. Ma l'elvetico, sostenuto dal pubblico, nel secondo set strappa il servizio all'avversario nel secondo game e va immediatamente sul 3-0. Avanti 5-2 si procura un set point sul servizio dell'avversario, ma Berdych lo annulla, complice anche un Federer piuttosto falloso. Sul 5-3 il numero 2 del mondo si procura un altro set point, e stavolta non sbaglia. Si va al terzo, dove Federer si ritrova sotto 3-0. Sotto 4-1 Federer subisce nuovamente il break. Il numero 12 del tabellone va a servire per il set: 6-1 finisce così il terzo parziale. Nel quarto parziale, sul 2-2 lo svizzero annulla una palla break e nel game successivo se ne procura tre. Il ceco con il servizio si salva in tutte le occasioni. Lo svizzero ci riprova, ma anche il quarto tentativo fallisce. È 3-3: Berdych a quel punto strappa il servizio all'avversario. Federer commette un doppio fallo sul 3-5. Serve per rimanere nel match e ottiene il game pur sbagliando con il diritto e chiudendo ai vantaggi. Sul 4-5, servizio Berdych, Federer prova il tutto per tutto, e in molti credono nel miracolo quando lo svizzero, sotto 30-40, annulla un match point. L'elvetico si procura una palla break, ma il ceco la annulla, ed ottiene il secondo match point, stavolta trasformato. Nel corso del match, l'ex numero 1 al mondo è riuscito a convertire solo una di 8 palle break; il ceco ne ha trasformate invece ben 4 su 6.
Il serbo Novak Đoković, numero 3 del seeding, ha battuto con un netto 6-3, 6-2, 6-2 il tennista di Taipei Lu Yen-hsun. La rivelazione di Wimbledon, responsabile dell'eliminazione del finalista del 2009 Andy Roddick, non è riuscito a ripetere l'exploit del turno precedente. Il suo veloce gioco di gambe non è bastato a contrastare la solidità e la maggiore esperienza di Đoković, che ha condotto il match dall'inizio alla fine.
Il maiorchino Rafael Nadal raggiunge la semifinale, battendo lo svedese Robin Söderling in quattro set con il punteggio di 3-6, 6-3, 7-64, 6-1. Söderling si porta immediatamente sul 5-0: lo svedese mostra un gioco solido ed efficace, soprattutto sulla sua prima di servizio. Sul 5-0 il gigante di Tibro spreca un set point, permettendo a Rafa di portarsi sul 5-1 e di evitare il bagel; lo spagnolo si procura quindi tre palle break, strappando il servizio a Söderling: 5-2. Nel game successivo, Nadal tiene il servizio, salendo 5-3, ma a quel punto lo svedese chiude il parziale, sul punteggio di 6-3. Nel secondo set, Rafa prende il break in avvio, salendo 4-1 e da lì al 6-3. Söderling fatica di più negli scambi, e il suo ritmo di gioco si abbassa. Nel terzo parziale Rafa strappa la battuta all'avversario 2-2, e mantiene il servizio fino a servire per il set. Ma a questo punto, sotto 5-4, Soderling chiede l'intervento del fisioterapista per un problema al piede. Il medical time out dura 6-7 minuti, in quanto il fisioterapista tarda ad arrivare. Dopo la pausa, lo svedese controbreakka, complice un Nadal nervoso che commette due doppi falli. 5-5, poi 6-6 e tie break: Söderling appare estremamente falloso. Dopo il mini-break del mancino di Manacor sul primo punto, si sale rapidamente sul 5-2 per lo spagnolo, che però si fa rimontare due punti. Va comunque a servire sul 5-4, e non spreca l'occasione: tiene i suoi due turni di battuta, e si aggiudica il set. Nel quarto parziale Söderling, probabilmente anche per il dolore al piede medicato dal trainer, fatica negli spostamenti e perde in potenza. Il maiorchino tiene bene i propri turni di servizio, strappando per due volte la battuta all'avversario fino al 5-1. A questo punto il vincitore del torneo nel 2008 va a servire per il match e, nonostante un doppio fallo sul primo match point, trasforma il secondo con un dritto lungolinea, chiudendo l'incontro in quasi due ore di gioco.
Andy Murray ha eliminato per 65-7, 7-65, 6-2, 6-2 Jo-Wilfried Tsonga (n. 10), che per la prima volta giocava i quarti a Wimbledon. Da segnalare la risposta di Murray sul 5-5 pari del tie-break del secondo set, valutata fuori ed invece finita abbondantemente in campo. Un punto che avrebbe dato al transalpino il set point per un possibile vantaggio di due set a zero. L'Andy nazionale britannico, quarto favorito del seeding, ha raggiunto la sua seconda semifinale consecutiva sull'erba londinese.

Incontri sui campi principali
Incontri sul Centre Court
Turno Vincitore Perdente Punteggio
Quarti di finale singolare maschile Rep. Ceca Tomáš Berdych [12] Svizzera Roger Federer [1] 6-4, 3-6, 6-1, 6-4
Quarti di finale singolare maschile Regno Unito Andy Murray [4] Francia Jo-Wilfried Tsonga [10] 65-7, 7-65, 6-2, 6-2
Quarti di finale doppio femminile Stati Uniti Liezel Huber [5]
Stati Uniti Bethanie Mattek-Sands [5]
Stati Uniti Lisa Raymond [7]
Australia Rennae Stubbs [7]
6–4, 6–3
Incontri sul No. 1 Court
Turno Vincitore Perdente Punteggio
Quarti di finale singolare maschile Serbia Novak Đoković [3] Taipei Cinese Lu Yen-hsun 6-3, 6-2, 6-2
Quarti di finale singolare maschile Spagna Rafael Nadal [2] Svezia Robin Söderling [6] 3-6, 6-3, 7-64, 6-1
Quarti di finale doppio femminile Argentina Gisela Dulko [4]
Italia Flavia Pennetta [4]
Germania Julia Görges
Ungheria Ágnes Szávay
6–2, 6–2

1 luglio (10º giorno)[modifica | modifica sorgente]

Nella 10ª giornata si sono giocati gli incontri di semifinale del singolare femminile e gli incontri di quarti di finale e semifinale del doppio maschile e misto. Sono andati avanti i tornei riservati alla categoria juniores e quelli riservati alle leggende in base al programma della giornata.

Cvetana Pironkova, rivelazione di quest'edizione del torneo.

Nel torneo del singolare femminile Serena Williams, testa di serie numero uno, elimina in due set la sorprendente Petra Kvitová, tennista ceca che nei quarti ha battuto Kaia Kanepi annullandole cinque match point. Tra la numero 62 del mondo, quarantesima nel gennaio del 2009, e la campionessa uscente, prima di questa semifinale un solo precedente, vinto nettamente dalla statunitense. La partita è combattuta nel primo set, con la Kvitová che trova il break in apertura di primo set, salvo subire il ritorno di Serena nell'ottavo gioco. Rispettati i successivi turni di battuta si arriva al tie-break, dove la Williams va subito sul 4-0 e resiste al ritorno dell'avversaria, chiudendo 7-5. Nel secondo set la partita diventa facile per Serena Williams, che vince per 6–2.
Vera Zvonarëva supera, al termine di un match partito male, l'outsider di questa edizione del tabellone femminile di Wimbledon, Cvetana Pironkova. Dopo aver perso il primo parziale con il punteggio di 6-3, la tennista russa nel corso del secondo e decisivo set torna in partita. 6-3 il parziale che non dà possibilità all'avversaria nella seconda partita, quindi il 6-2 del terzo è conseguenza del secondo. La testa di serie numero 21, venticinquenne russa, quinta del mondo nel febbraio del 2009 e scivolata poi in classifica a causa di un serio infortunio alla caviglia, accede così alla prima finale di un torneo dello Slam, complessivamente la numero 23 della carriera.

Incontri sui campi principali
Incontri sul Centre Court
Turno Vincitore Perdente Punteggio
Semifinali singolare femminile Russia Vera Zvonarëva [21] Bulgaria Cvetana Pironkova 3-6, 6-3, 6-2
Semifinali singolare femminile Stati Uniti Serena Williams [1] Rep. Ceca Petra Kvitová 7-65, 6-2
Semifinali doppio maschile Svezia Robert Lindstedt [16]
Romania Horia Tecău [16]
Argentina Juan Ignacio Chela
Argentina Eduardo Schwank
6–4, 7–5, 6–2
Doppio femminile per invito Svizzera Martina Hingis
Russia Anna Kurnikova
Rep. Ceca Helena Suková
Ungheria Andrea Temesvári
6–1, 6–4
Incontri sul No. 1 Court
Turno Vincitore Perdente Punteggio
Semifinali doppio maschile Austria Jürgen Melzer
Germania Philipp Petzschner
Sudafrica Wesley Moodie [7]
Belgio Dick Norman [7]
7–63, 6–3, 3–6, 5–7, 6–3
Quarti di finale doppio misto Brasile Marcelo Melo [10]
Australia Rennae Stubbs [10]
Belgio Xavier Malisse
Belgio Kim Clijsters
7–63, 7–63
Quarti di finale doppio misto Sudafrica Wesley Moodie [11]
Stati Uniti Lisa Raymond [11]
Austria Julian Knowle
Kazakistan Jaroslava Švedova
7–68, 3–6, 6–2

2 luglio (11º giorno)[modifica | modifica sorgente]

Nell'11ª giornata si sono giocati gli incontri di semifinale del singolare maschile e gli incontri di semifinale del doppio femminile e misto. Sono andati avanti i tornei riservati alla categoria juniores e quelli riservati alle leggende e sono iniziati i tornei riservati agli atleti in carrozzina in base al programma della giornata.

Nel torneo del singolare maschile Rafael Nadal vince la partita contro il britannico Andy Murray e accede alla quarta finale in carriera sull'erba londinese. Il match è sempre stato tenuto in mano da Nadal. 2 ore e 21 minuti di partita per il numerosissimo pubblico del Centre Court. Nel nono gioco del primo set lo scozzese concede la prima palla break della partita, decisiva, perché Nadal la concretizza e chiude 6-4. Nell'ottavo gioco del secondo set Murray, avanti 4-3, va 0-40 su servizio Rafa, ma non sfrutta l'occasione, una delle poche concesse dal maiorchino. Si arriva così al tie-break e qui arriva l'errore di Nadal: doppio fallo e 6-5 Murray, ma lo scozzese non chiude il set point e anzi perde 3 punti consecutivi e Rafa chiude 8 punti a 6 e vince anche il secondo set. Ma lo spagnolo torna a dare una speranza a Murray, perdendo il servizio d'apertura del terzo parziale. Murray tiene il vantaggio fino al 4-2, poi subisce una serie di 4 giochi consecutivi che regalano a Nadal la finale.
Tomáš Berdych batte Novak Đoković, che a Wimbledon inseguiva la terza finale in un torneo del Grande Slam della carriera. Il tennista di Belgrado ha faticato a restare aggrappato alla partita, ma Đoković si è trovato in difficoltà nello scambio da fondo; raramente è riuscito a prendere l'iniziativa facendo spostare il suo avversario, e quasi sempre si è affidato al servizio e a qualche vincente. Il primo set è caratterizzato da un solo break, al sesto game, con Berdych mai in difficoltà sul proprio servizio. Nel secondo, Novak ha la chance per andare sul 3-1, ma il suo avversario piazza una accelerazione di diritto e annulla il break point. Il break, invece, lo conquista sul 5-5, sfruttando uno smash sbagliato dal n° 3 mondiale. Al momento di chiudere il set, Tomas si fa invece controbreakkare. Nel tie-break riprende in mano il match. Fino al 6-2. Poi, anche per merito del suo avversario, che sul 5-6 piazza un lungolinea di rovescio, arriva l'aggancio. Berdych si trova costretto a fronteggiare due set point sul 6-7 e sull'8-9, ma Đoković sul 10-9 commette un doppio fallo. Da quel momento in poi Berdych gioca in tutta tranquillità, mentre Đoković sbaglia sulla battuta: due doppi falli consecutivi arrivano sul 4-3 Berdych, 30-40. L'ultimo game viene vinto facilmente da Berdych che festeggia l'ingresso in finale a Wimbledon, impresa che al tennis del suo Paese non riusciva dal 1987, da quando la realizzò Ivan Lendl, poi sconfitto da Pat Cash.

Incontri sui campi principali
Incontri sul Centre Court
Turno Vincitore Perdente Punteggio
Semifinali singolare maschile Rep. Ceca Tomáš Berdych [12] Serbia Novak Đoković [3] 6-3, 7-69, 6-3
Semifinali singolare maschile Spagna Rafael Nadal [2] Regno Unito Andy Murray [4] 6-4, 7-66, 6-4
Doppio femminile per invito Stati Uniti Martina Navrátilová
Rep. Ceca Jana Novotná
Sudafrica Ilana Kloss
Stati Uniti Rosalyn Nideffer
6–3, 6–1
Incontri sul No. 1 Court
Turno Vincitore Perdente Punteggio
Semifinali doppio femminile Russia Elena Vesnina
Russia Vera Zvonarëva
Argentina Gisela Dulko [4]
Italia Flavia Pennetta [4]
6–3, 6–1
Semifinali doppio femminile Stati Uniti Vania King
Kazakistan Jaroslava Švedova
Stati Uniti Liezel Huber [5]
Stati Uniti Bethanie Mattek-Sands [5]
6–4, 6–4
Semifinali doppio misto India Leander Paes [2]
Sudafrica Cara Black [2]
Rep. Ceca Lukáš Dlouhý [9]
Rep. Ceca Iveta Benešová [9]
6–3, 6–3
Semifinali doppio misto Sudafrica Wesley Moodie [11]
Stati Uniti Lisa Raymond [11]
Brasile Marcelo Melo [10]
Australia Rennae Stubbs [10]
6–4, 6–4

3 luglio (12º giorno)[modifica | modifica sorgente]

Nella 12ª giornata si sono giocati gli incontri di finale del singolare femminile, doppio femminile e maschile. Sono andati avanti i tornei riservati alla categoria juniores e quelli riservati alle leggende e i tornei riservati agli atleti in carrozzina in base al programma della giornata.

La vincitrice del torneo femminile Serena Williams

Nel torneo del singolare femminile la vincitrice all'All England Lawn Tennis and Croquet Club è ancora Serena Williams, che conquista il trofeo per la quarta volta. La minore delle sorelle Williams impiega un'ora e sette minuti per avere la meglio sulla russa Vera Zvonarëva, imponendosi per 6-3, 6-2. La tennista di Mosca non è riuscita a replicarsi come nel 2002, quando, al Roland Garros, si incontro per la prima volta con Serena, allora numero 3 del mondo e futura vincitrice di quell'edizione dell'Open di Francia, riuscendole strapparle un set. La tennista di Mosca, outsider del torneo che è riuscita ad andare avanti nella metà del tabellone priva della più accreditata Venus Williams ha provato a fare partita per quello che è stato possibile. Contenere Serena non era impresa facile, nonostante la minore delle Williams abbia commesso 15 errori non forzati e 3 doppi falli a favore della statunitense, contro gli 11 errori della Zvonarëva e i due doppi falli. Ma la numero 1 del mondo, con la prima di servizio ha racimolato il 94% dei punti, ha messo a segno 9 vincenti e ha avuto a disposizione 7 palle break. Il primo parziale è equilibrato fino al 4-3. La russa gioca con intelligenza e mette in difficoltà Serena con i suoi colpi in back di rovescio, pur soffrendo i cross in diagonale di diritto dell'avversaria. Sul suo servizio, Vera si porta sul 40-15, ma complici un doppio fallo e una risposta sbagliata si fa recuperare e rischia il break. Già sul 3-2 aveva salvato una palla break e anche ora riesce a replicarsi, aiutata dalla Williams che spedisce in rete il rovescio. La russa che subisce un'altra palla break. Questa volta viene trasformata dalla Williams che allunga 5-3 e va a servire per il set. Si procura subito due set point che si autoannulla con un doppio fallo e con un gratuito.Si procura il terzo set point che non sbaglia e si sggiudica il 1º set. Il secondo set non inizia nel migliore dei modi per la Zvonarëva che perde immediatamente il servizio. La Williams conduce il gioco e sul 3-1 si procura altre due palle break. La russa le annulla ma ne arriva una terza su cui non può niente. Da va subito al 6-2 finale. La numero 1 del seeding mette le mani sul tredicesimo Slam della carriera, il secondo dell'anno, dopo l'Australian Open di gennaio, e raggiunge la posizione numero 6 nella classifica delle giocatrici più vincenti dell'era Open, superando anche Billie Jean King.

Incontri sui campi principali
Incontri sul Centre Court
Turno Vincitore Perdente Punteggio
Finale singolare femminile Stati Uniti Serena Williams [1] Russia Vera Zvonarëva [21] 6-3, 6-2
Finale doppio maschile Austria Jürgen Melzer
Germania Philipp Petzschner
Svezia Robert Lindstedt [16]
Romania Horia Tecău [16]
6–1, 7–5, 7–5
Finale doppio femminile Austria Jürgen Melzer
Germania Philipp Petzschner
Svezia Robert Lindstedt [16]
Romania Horia Tecău [16]
6–1, 7–5, 7–5
Incontri sul No. 1 Court
Turno Vincitore Perdente Punteggio
Finale singolare ragazze Rep. Ceca Kristýna Plíšková [9] Giappone Sachie Ishizu [10] 6–3, 4–6, 6–4
Doppio maschile per invito Stati Uniti Donald Johnson
Stati Uniti Jared Palmer
Regno Unito Mark Petchey
Regno Unito Chris Wilkinson
6–3, 7–63
Doppio maschile per invito Stati Uniti Justin Gimelstob
Stati Uniti Todd Martin
Sudafrica Wayne Ferreira
Russia Evgenij Kafel'nikov
6–4, 7–5

Statistiche della finale femminile[modifica | modifica sorgente]

3 luglio 2010
15:00

Finale femminile

Wimbledon trophies.jpg
Stati Uniti Serena Williams (1)

SerenaStretchWimbledon.jpg
2 – 0
6-3, 6-2
Russia Vera Zvonarëva (21)

Vera Zvonareva at the 2009 US Open 01.jpg
Centre Court, Wimbledon
Centre Court Wimbledon (2).jpg

spettatori: 22.000

Giudice di sedia: Portogallo Mariana Alves

 
66% Prime di servizio 75%
 
3 Doppi falli 2
 
15 Errori gratuiti 11
 
72 Vincenti 64
 
9 Aces 4
 
94% Vincenti 1ª di servizio 63%
 
41% Vincenti 2ª di servizio 36%
 


62 Punti totali 43
     
 


4 luglio (13º giorno)[modifica | modifica sorgente]

Nella 13ª e ultima giornata si sono giocati gli incontri di finale del singolare maschile dei tornei riservati alla categoria juniores e quelli riservati alle leggende e i tornei riservati agli atleti in carrozzina in base al programma della giornata.

Rafael Nadal vincitore per la 2ª volta a Wimbledon

Nel torneo del singolare maschile, dopo il successo del 2008 nell'epica finale vinta 9-7 al quinto set contro il rivale di sempre Roger Federer, Rafael Nadal si riprende il torneo di Wimbledon facendo sua una finale più scontata e meno spettacolare di quella del 2008. Nadal ha così raggiunto 8 titoli dello Slam, che nella speciale classifica raggiunge Ivan Lendl, Jimmy Connors, Andrè Agassi, Fred Perry e Ken Rosewall.
Il maiorchino concede poco a Tomáš Berdych: nel primo set il ceco resta in partita fino al 3 pari. Poi Rafa alza il livello del suo tennis e con un parziale di 13 punti a 3 vince 4 giochi consecutivi, brekkando due volte il ceco e chiudendo il set con il punteggio di 6-3. La possibilità per il venticinquenne ceco arriva in apertura di secondo set: Nadal, falloso, commette due doppi falli, quattro errori gratuiti e concede 3 palle break, ma Berdych non riesce a cogliere l'occasione. Il match segue il ritmo dei turni di battuta senza palle break fino al dodicesimo gioco, l'ultimo. Sotto 6-5 Berdych, che fino a quel momento aveva perso solo 4 punti su 28 al servizio nel secondo set, cede la battuta a zero, e Nadal vince 7-5. Unìaltra occasione per Berdych arriva nel terzo gioco del terzo set, ma ancora una volta il ceco non sfrutta l'ultima palla break concessa da Nadal. Entrambi vincono i rispettivi turni di servizio, fino al decimo gioco: Nadal tiene il suo a zero e manda Berdych a servire per rimanere nel match. Nadal vince al 2° match point concessogli con un passante che supera il ceco e rimbalza due volte dietro le sue spalle. Il match è durato 2 ore e 12 minuti.

Incontri sui campi principali
Incontri sul Centre Court
Turno Vincitore Perdente Punteggio
Finale singolare maschile Spagna Rafael Nadal [2] Rep. Ceca Tomáš Berdych [12] 6-3, 7-5, 6-4
Finale doppio misto India Leander Paes [2]
Zimbabwe Cara Black [2]
Sudafrica Wesley Moodie [11]
Stati Uniti Lisa Raymond [11]
6–4, 7–65
Incontri sul No. 1 Court
Turno Vincitore Perdente Punteggio
Finale singolare ragazzi Ungheria Márton Fucsovics [13] Australia Benjamin Mitchell [Q] 6–4, 6–4
Finale doppio femminile per invito Stati Uniti Martina Navrátilová
Rep. Ceca Jana Novotná
Stati Uniti Tracy Austin
Stati Uniti Kathy Rinaldi
7–5, 6–0
Finale Doppio ragazzi Regno Unito Liam Broady
Regno Unito Tom Farquharson
Regno Unito Lewis Burton
Regno Unito George Morgan
7–64, 6–4

Statistiche della finale maschile[modifica | modifica sorgente]

4 luglio 2010
15:00

Finale maschile

Wimbledon trophies.jpg
Rep. Ceca Tomáš Berdych (12)

Berdych 2009 US Open 01.jpg
0 – 3
6-3, 7-5, 6-4
Spagna Rafael Nadal (2)

Nadal-2006.jpg
Centre Court, Wimbledon
Centre Court Wimbledon (2).jpg

spettatori: 22.000

Giudice di sedia: Stati Uniti Jake Garner

 
59% Prime di servizio 69%
 
0 Doppi falli 3
 
17 Errori gratuiti 21
 
27 Vincenti 29
 
13 Aces 5
 
73% Vincenti 1ª di servizio 77%
 
58% Vincenti 2ª di servizio 64%
 


78 Punti totali 93
     
 


Senior[modifica | modifica sorgente]

Singolare maschile[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Torneo di Wimbledon 2010 - Singolare maschile.

Spagna Rafael Nadal ha battuto in finale Rep. Ceca Tomáš Berdych 6-3, 7-5, 6-4

  • Per Nadal è il secondo Slam dell'anno, il secondo titolo a Wimbledon dopo quello del 2008, e l'ottavo slam in carriera.

Singolare femminile[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Torneo di Wimbledon 2010 - Singolare femminile.

Stati Uniti Serena Williams ha battuto in finale Russia Vera Zvonarëva 6-3, 6-2

  • Per la Williams è il secondo titolo dell'anno, il quarto a Wimbledon, e il 13° Slam.

Doppio maschile[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Torneo di Wimbledon 2010 - Doppio maschile.

Austria Jürgen Melzer / Germania Philipp Petzschner hanno battuto in finale Svezia Robert Lindstedt / Romania Horia Tecău 6-1, 7-5, 7-5

  • È il primo titolo dello Slam per entrambi, Melzer e Petzschner.

Doppio femminile[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Torneo di Wimbledon 2010 - Doppio femminile.

Stati Uniti Vania King / Kazakistan Jaroslava Švedova hanno battuto in finale Russia Elena Vesnina / Russia Vera Zvonarëva 7-66, 6-2

  • È il terzo torneo in coppia per King e Švedova, e il loro primo titolo insieme.

Doppio misto[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Torneo di Wimbledon 2010 - Doppio misto.

India Leander Paes / Zimbabwe Cara Black hanno battuto in finale Sudafrica Wesley Moodie / Stati Uniti Lisa Raymond, 6–4, 7–65

Junior[modifica | modifica sorgente]

Singolare ragazzi[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Torneo di Wimbledon 2010 - Singolare ragazzi.

Ungheria Márton Fucsovics ha battuto in finale Australia Benjamin Mitchell, 6–4, 6–4

Singolare ragazze[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Torneo di Wimbledon 2010 - Singolare ragazze.

Rep. Ceca Kristýna Plíšková ha battuto in finale Giappone Sachie Ishizu, 6–3, 4–6, 6–4

Doppio ragazzi[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Torneo di Wimbledon 2010 - Doppio ragazzi.

Regno Unito Liam Broady / Regno Unito Tom Farquharson hanno battuto in finale Regno Unito Lewis Burton / Regno Unito George Morgan, 7–64, 6–4

Doppio ragazze[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Torneo di Wimbledon 2010 - Doppio ragazze.

Ungheria Tímea Babos / Stati Uniti Sloane Stephens hanno battuto in finale Russia Irina Khromacheva / Ucraina Elina Svitolina, 67–7, 6–2, 6–2

Altri eventi[modifica | modifica sorgente]

Doppio maschile per invito[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Torneo di Wimbledon 2010 - Doppio maschile per invito.

Stati Uniti Donald Johnson / Stati Uniti Jared Palmer hanno battuto in finale Sudafrica Wayne Ferreira / Russia Evgenij Kafel'nikov, 6–3, 6–2

Doppio maschile per invito senior[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Torneo di Wimbledon 2010 - Doppio maschile per invito senior.

Australia Pat Cash / Australia Mark Woodforde hanno battuto in finale Regno Unito Jeremy Bates / Svezia Anders Järryd, 6–2, 7–65

Doppio femminile per invito[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Torneo di Wimbledon 2010 - Doppio femminile per invito.

Stati Uniti Martina Navrátilová / Rep. Ceca Jana Novotná hanno battuto in finale Stati Uniti Tracy Austin / Stati Uniti Kathy Rinaldi, 7–5, 6–0

Doppio maschile carrozzina[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Torneo di Wimbledon 2010 - Doppio maschile in carrozzina.

Paesi Bassi Robin Ammerlaan / Svezia Stefan Olsson hanno battuto in finale Francia Stéphane Houdet / Giappone Shingo Kunieda, 6–4, 7–64

Doppio femminile carrozzina[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Torneo di Wimbledon 2010 - Doppio femminile in carrozzina.

Paesi Bassi Esther Vergeer / Paesi Bassi Sharon Walraven hanno battuto in finale Australia Daniela Di Toro / Regno Unito Lucy Shuker, 6–2, 6–3

Teste di serie nel singolare[modifica | modifica sorgente]

La seguente tabella illustra i giocatori che non hanno partecipato al torneo, quelli che sono stati eliminati, e i loro nuovi punteggi nella classifica ATP.

Legenda colori
Vincitore
Finalista
Semifinalista
Quarti di finale
Eliminati a 1T, 2T, 3T, 4T
Non partecipa

Classifica singolare maschile[modifica | modifica sorgente]

Nel singolare maschile, le teste di serie non sono basate soltanto sul ranking ATP; il punteggio di ciascuno viene calcolato in base ai seguenti criteri:

  • Punti nel ranking ATP alla settimana precedente il torneo.
  • Viene aggiunto il 100% dei punti ottenuti in tutti i tornei sull'erba nei precedenti 12 mesi.
  • Viene aggiunto il 75% dei punti ottenuti in tutti i tornei sull'erba nei 12 mesi ancora precedenti.
Testa di serie Ranking Giocatore Punti
Punti da difendere
Punti conquistati Nuovo punteggio Situazione
1 2 Svizzera Roger Federer 8525 2000 360 6885 Eliminato ai quarti di finale da Tomáš Berdych
2 1 Spagna Rafael Nadal 8745 0 2000 10745 Vittoria in finale contro Tomáš Berdych
3 3 Serbia Novak Đoković 6545 360 720 6905 Eliminato in semifinale da Tomáš Berdych
4 4 Regno Unito Andy Murray 5155 720 720 5155 Eliminato in semifinale da Rafael Nadal
5 7 Stati Uniti Andy Roddick 4510 1200 180 3490 Eliminato al 4T da Lu Yen-hsun
6 6 Svezia Robin Söderling 4755 180 360 4935 Eliminato ai quarti di finale da Rafael Nadal
7 5 Russia Nikolaj Davydenko 4785 90 45 4730 Eliminato al 2T da Daniel Brands
8 9 Spagna Fernando Verdasco 3645 180 10 3475 Eliminato al 1T da Fabio Fognini
9 11 Spagna David Ferrer 3010 90 180 3100 Eliminato al 4T da Robin Söderling
10 10 Francia Jo-Wilfried Tsonga 3185 90 360 3455 Eliminato ai quarti di finale da Andy Murray
11 12 Croazia Marin Čilić 2945 90 10 2865 Eliminato al 1T da Florian Mayer
12 13 Rep. Ceca Tomáš Berdych 2825 180 1200 3845 Sconfitto in finale da Rafael Nadal
13 14 Russia Michail Južnyj 2665 10 45 2700 Eliminato al 2T da Paul-Henri Mathieu
14 17 Spagna Juan Carlos Ferrero 2095 360 10 1745 Eliminato al 1T da Xavier Malisse
15 26 Australia Lleyton Hewitt 1565 360 180 1385 Eliminato al 4T da Novak Đoković
16 16 Austria Jürgen Melzer 2125 90 180 2215 Eliminato al 4T da Roger Federer
17 15 Croazia Ivan Ljubičić 2215 0 10 2225 Eliminato al 1T da Michał Przysiężny
18 21 Stati Uniti Sam Querrey 1755 45 180 1890 Eliminato al 4T da Andy Murray
19 18 Spagna Nicolás Almagro 1960 90 10 1880 Eliminato al 1T da Andreas Seppi
20 23 Svizzera Stanislas Wawrinka 1690 180 10 1520 Eliminato al 1T da Denis Istomin
21 20 Francia Gaël Monfils 1905 0 90 1995 Eliminato al 3T da Lleyton Hewitt
22 30 Spagna Feliciano López 1455 10 90 1535 Eliminato al 3T da Jürgen Melzer
23 19 Stati Uniti John Isner 1925 0(45) 45 1925 Eliminato al 2T da Thiemo de Bakker
24 27 Cipro Marcos Baghdatis 1545 0 10 1555 Eliminato al 1T da Lukáš Lacko
25 24 Brasile Thomaz Bellucci 1652 0(20) 90 1722 Eliminato al 2T contro Martin Fischer
26 32 Francia Gilles Simon 1305 180 90 1215 Eliminato al 3T da Andy Murray
27 29 Lettonia Ernests Gulbis 1459 45 0 1414 Ritirato per strappo al polpaccio destro
28 31 Spagna Albert Montañés 1405 90 90 1405 Eliminato al 3T da Novak Đoković
29 35 Germania Philipp Kohlschreiber 1230 90 90 1230 Eliminato al 3T da Andy Roddick
30 36 Spagna Tommy Robredo 1155 90 10 1075 Eliminato al 1T da Peter Luczak
31 37 Romania Victor Hănescu 1070 45 90 1115 Eliminato al 3T da Daniel Brands
32 38 Francia Julien Benneteau 1059 10 180 1229 Eliminato al 4T da Jo-Wilfried Tsonga
33 39 Germania Philipp Petzschner 1055 90 90 1055 Eliminato al 3T da Rafael Nadal
N/A 8 Argentina Juan Martín del Potro 4395 45 0 4350 Non partecipa per infortunio al polso destro[1]
N/A 22 Cile Fernando González 1710 180 0 1530 Non partecipa per infortunio al ginocchio[2]
N/A 25 Rep. Ceca Radek Štěpánek 1645 180 0 1465 Non partecipa per infortunio al ginocchio[3]
N/A 28 Argentina Juan Mónaco 1475 10 0 1465 Non partecipa per infortunio al polso[4]
N/A 33 Croazia Ivo Karlović 1285 360 0 925 Non partecipa per infortunio al piede[5]
N/A 34 Germania Tommy Haas 1230 720 0 510 Non partecipa per operazione al fianco[6]

Classifica singolare femminile[modifica | modifica sorgente]

Nel torneo singolare femminile, le teste di serie seguono il ranking WTA, salvo casi particolari decisi dal comitato.

Testa di serie Ranking Giocatrice Punti
Punti da difendere
Punti conquistati Nuovo punteggio Situazione
1 1 Stati Uniti Serena Williams 8475 2000 2000 8475 Vincitrice in finale contro Vera Zvonarëva
2 2 Stati Uniti Venus Williams 6506 1400 500 5606 Eliminata ai quarti di finale da Cvetana Pironkova
3 3 Danimarca Caroline Wozniacki 5501 280 280  5501 Eliminata al 4T da Petra Kvitová
4 4 Serbia Jelena Janković 5780 160 280 5900 Eliminata al 4T da Vera Zvonarëva
N/A 5 Russia Elena Dement'eva 5570 900 0 4670 Non partecipa per strappo al polpaccio[7]
5 6 Italia Francesca Schiavone 4990 500 5 4495 Eliminata al 1T da Vera Duševina
6 7 Australia Samantha Stosur 4905 160 5 4750 Eliminata al 1T da Kaia Kanepi
7 8 Polonia Agnieszka Radwańska 4010 500 280 3790 Eliminata al 4T da Li Na
8 9 Belgio Kim Clijsters 3890 0 500 4390 Eliminata ai quarti di finale da Vera Zvonarëva
9 10 Cina Li Na 3475 160 500 3815 Eliminata ai quarti di finale da Serena Williams
10 11 Italia Flavia Pennetta 3381 160 160 3381 Eliminata al 3T da Klára Zakopalová
11 12 Francia Marion Bartoli 3246 160 280 3366 Eliminata al 4T da Cvetana Pironkova
12 13 Russia Nadia Petrova 3195 280 160 3075 Eliminata al 3T da Justine Henin
13 14 Israele Shahar Pe'er 3175 100 100 3175 Eliminata al 2T da Angelique Kerber
14 15 Bielorussia Viktoryja Azaranka 3170 500 160 2830 Eliminata al 3T da Petra Kvitová
15 16 Belgio Yanina Wickmayer 3110 5 160 3265 Eliminata al 3T da Vera Zvonarëva
16 17 Russia Marija Šarapova 3080 100 280 3260 Eliminata al 4T da Serena Williams
17 18 Belgio Justine Henin 2855 0 280 3135 Eliminata al 4T da Kim Clijsters
18 19 Francia Aravane Rezaï 2825 100 100 2825 Eliminata al 2T da Klára Zakopalová
19 20 Russia Svetlana Kuznecova 2940 160 100 2880 Eliminata al 2T da Anastasija Rodionova
20 21 Russia Dinara Safina 2632 900 0 1732 Non partecipa per infortunio alla schiena
21 22 Russia Vera Zvonarëva 2725 160 1400 3965 Sconfitta in finale da Serena Williams
22 23 Spagna María José Martínez Sánchez 2599 5 0 2594 Non partecipa per infortunio al ginocchio
23 24 Cina Zheng Jie 2296 100 100 2296 Eliminata al 2T da Petra Kvitová
24 25 Slovacchia Daniela Hantuchová 2215 280 100 2035 Eliminata al 2T da Barbora Záhlavová-Strýcová
25 26 Rep. Ceca Lucie Šafářová 2075 5 5 2075 Eliminata al 1T da Dominika Cibulková
26 27 Russia Alisa Klejbanova 2010 100 160 2070 Eliminata al 3T da Venus Williams
27 28 Russia Marija Kirilenko 1985 100 160 2045 Eliminata al 3T da Kim Clijsters
28 29 Ucraina Alona Bondarenko 1855 5 160 2010 Eliminata al 3T da Jelena Janković
29 30 Russia Anastasija Pavljučenkova 1850 100 160 1910 Eliminata al 3T da Caroline Wozniacki
30 31 Kazakistan Jaroslava Švedova 1830 100 100 1830 Eliminata al 2T da Regina Kulikova
31 32 Romania Alexandra Dulgheru 1785 0(30) 160 1915 Eliminata al 3T da Kaia Kanepi
32 33 Italia Sara Errani 1660 100 160 1720 Eliminata al 3T da Agnieszka Radwańska
33 34 Stati Uniti Melanie Oudin 1514 280 100 1334 Eliminata al 2T da Jarmila Groth
34 35 Ucraina Kateryna Bondarenko 1480 100 5 1385 Eliminata al 1T da Gréta Arn
N/A 61 Rep. Ceca Petra Kvitová 1080 5 900 1980 Eliminata in semifinale da Serena Williams
N/A 82 Bulgaria Cvetana Pironkova 773 5 900 1673 Eliminata in semifinale da Vera Zvonarëva

Assegnazione punteggi[modifica | modifica sorgente]

I punteggi della classifica ATP vengono assegnati come illustrato.

Turno Singolare maschile Doppio
maschile
Singolare femminile Doppio
femminile
Vincitore 2000
Finale 1200 1400
Semifinali 720 900
Quarti di finale 360 500
Ottavi di finale 180 280
Terzo turno 90 160
Secondo turno 45 0 100 5
Primo turno 10 5
Qualificazione 25 60
3T di qualificazione 16 50
2T di qualificazione 8 40
1T di qualificazione 0 2

Premi in denaro[modifica | modifica sorgente]

Tutti i premi in denaro sono in sterline (£); i premi del doppio sono assegnati alla coppia.[8]

Singolare maschile e femminile[modifica | modifica sorgente]

  • Vincitore: £1.000.000
  • Finalista: £500.000
  • Semifinalista: £250.000
  • Quarti di finale: £125.000
  • Quarto turno: £62.500
  • Terzo turno: £31.250
  • Secondo turno: £18.750
  • Primo turno: £11.250

Doppio maschile e femminile[modifica | modifica sorgente]

  • Vincitori: £324.000
  • Finalisti: £120.000
  • Semifinalisti: £60.000
  • Quarti di finale: £30.000
  • Terzo turno: £16.000
  • Secondo turno: £9.000
  • Primo turno: £5.250

Doppio misto[modifica | modifica sorgente]

  • Vincitori: £92.000
  • Finalisti: £46.000
  • Semifinalisti: £23.000
  • Quarti di finale: £10.500
  • Terzo turno: £5.200
  • Secondo turno: £2.600
  • Primo turno: £1.300

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Del Potro messo da parte da un infortunio al polso in Davis Cup. URL consultato il 10 maggio 2010.
  2. ^ (EN) Gonzalez salta Wimbledon in Tennis Connected. URL consultato il 12 giugno 2010.
  3. ^ (EN) Štěpánek suffers double blow. URL consultato il 17 giugno 2010.
  4. ^ (EN) Nalbandian to play Wimbledon, Monaco ruled out in onenewspage. URL consultato l'11 giugno 2010.
  5. ^ (EN) Injured Ivo Karlović withdraws from Wimbledon in BBC. URL consultato il 17 giugno 2010.
  6. ^ (EN) Tommy Haas Ruled Out Hip Injury in Bleacher Report. URL consultato il 9 marzo 2010.
  7. ^ (EN) Elena Dement'eva pulls out of Wimbledon through injury in BBC. URL consultato il 15 giugno 2010.
  8. ^ 2013 Wimbledon Championships Website - Official Site by IBM

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]