Tommy Robredo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tommy Robredo
Tommy Robredo Forehand 01.jpeg
Tommy Robredo al Master series di Indian Wells
Dati biografici
Nome Tommy Robredo Garces
Nazionalità Spagna Spagna
Altezza 180 cm
Peso 75 kg
Tennis Tennis pictogram.svg
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte 478-304 (61,13%)
Titoli vinti 12
Miglior ranking 5° (28 agosto 2006)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open QF (2007)
Francia Roland Garros QF (2003, 2005, 2007, 2009, 2013)
Regno Unito Wimbledon 4T (2014)
Stati Uniti US Open QF (2013)
Doppio1
Vittorie/sconfitte 148-162 (47,74%)
Titoli vinti 5
Miglior ranking 16° (20 aprile 2009)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open QF (2003)
Francia Roland Garros QF (2009)
Regno Unito Wimbledon QF (2010)
Stati Uniti US Open SF (2004, 2008)
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate al 14 luglio 2014

Tommy Robredo (Hostalric, 1 maggio 1982) è un tennista spagnolo.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Vita privata[modifica | modifica sorgente]

Il suo nome di battesimo deriva da un album del gruppo The Who di cui suo padre è grande fan.[1] Nel suo tempo libero si diverte a praticare golf, mountain bike, equitazione, quad bike, o andare in mare, e il suo colore preferito è il blu. È un grande fan del programma televisivo americano 24.[2]

I cibi preferiti di Robredo sono il pesce, in particolare sushi e sashimi, ma è goloso anche di dolci e, precedentemente, è stato sponsorizzato dalla società europea di caramelle Haribo. Attualmente è sponsorizzato da Sergio Tacchini per il suo abbigliamento sportivo, Dunlop per le racchette da tennis, TW Steel orologi, e l'ucraino Food Company.[2]

Le sue lingue native sono lo spagnolo e il catalano, ma parla anche inglese, francese e italiano.[2]

Nel maggio del 2006, Robredo ha ufficialmente rivelato di aver rotto il rapporto sentimentale con la tennista argentina Gisela Dulko. Erano stati insieme per circa un anno.

Il mito dell'infazia di Robredo è stato Stefan Edberg, insieme a John McEnroe, Pete Sampras, Andre Agassi, e diversi giocatori spagnoli. Arantxa Sánchez è la sua giocatrice preferita.

Alcuni tifosi si riferiscono a Robredo come "Disco Tommy" per il lungo taglio di capelli durante la stagione 2006 di tennis; Robredo ha riferito che chiama il suo allenatore "Presidente Palmer", mentre il suo allenatore lo chiama "Jack Bauer" (da 24).

Carriera sportiva[modifica | modifica sorgente]

Gli inizi[modifica | modifica sorgente]

A 14 mesi, quando a malepena camminava, ha iniziato a dare le sue prime racchettate. Una domenica mattina, Tommy e suo padre sono andati a trovare la madre che lavorava in una fabbrica a Hostalric, dove vi era un campo da tennis. Lì ha iniziato a lanciare la palla. La famiglia si trasferì a Olot, Girona, dove il padre cominciò a guidare la scuola di Olot e Natació Club, in cui Tommy cominciò ad allenarsi.

Nel 1992 i tecnici della Federazione Tennis catalana lo videro giocare ad un torneo a Reus in cui raggiunse la semifinale e decisero di sostenerlo finanziariamente. Jordi Font, Carlos Vicens, Joan e Joaquin Perez Munoz monitoravano settimanalmente il ragazzo che fino al 1996 si allenò sotto gli ordini di suo padre. Nella carriera juniores vinse l'Orange Bowl-under 16 nel 1998 e nel 2000.

Professionismo[modifica | modifica sorgente]

Nel 2000 Tommy Robredo raggiunse la finale sia di singolare che di doppio al Roland Garros juniores, perdendo la prima contro il francese Paul-Henri Mathieu ma vincendo la seconda con Feliciano López, vinse il titolo di doppio di categoria agli Australian Open (con Nicolas Mahut) e due tornei challenger di Siviglia ed Espinho. Nel 2002 vinse la Hopman Cup per la Spagna in coppia con Arantxa Sánchez Vicario, superando 2-1 in finale gli Stati Uniti di Monica Seles e Jan-Michael Gambill. Nel 2003 cambia allenatore optando di lavorare con Miguel Margets e Mariano Monachesi, ed ex allenatore degli argentini Calleri, Coria, Chela. Nel 2004 vinse la Coppa Davis, in squadra con Rafael Nadal, Carlos Moyà e Juan Carlos Ferrero, successo per il quale la squadra è stata nominata anche "Team of the Year". A livello individuale conquistò il torneo di Barcellona in finale contro l'argentino Gastón Gaudio con il punteggio di 6-3 4-6 6-3 3-6 6-3 in tre ore e 46 minuti e chiude l'anno per la prima volta nei primi 20 del ranking

L'anno successivo ottiene come miglior risultato la finale ad Estoril in aprile, arriva in semifinale al Dubai Tennis Championships, i quarti al Roland Garros per la seconda volta in tre anni e il quarto turno dell'US Open per il secondo anno consecutivo. Nel maggio 2006 ottiene il successo più importante della carriera aggiudicandosi il Masters Series di Amburgo sconfiggendo in finale il ceco Radek Štěpánek. Nello stesso vince il torneo di Bastad battendo in finale il russo Nikolaj Davydenko con il punteggio schiacciante di 6-2 6-1, chiudendo così l'anno alla settima posizione del ranking e guadagnandosi il diritto di prendere parte alla Tennis Masters Cup di Shanghai, dove esce al round robin.

Nel 2007 vince per la seconda volta in carriera torneo di Sopot e il suo primo titolo sul veloce superando in finale Andy Murray a Metz Nel 2008 vince, in coppia con Rafael Nadal, il titolo di doppio al Master Series di Monte Carlo e per la seconda volta consecutiva il torneo di Bastad.

Dopo una serie di infortuni che ne hanno compromesso il 2011 e metà dell'annata successiva, torna a giocare nel giugno 2012 al torneo Città di Caltanissetta evento dell'ATP Challenger Tour che si aggiudica sconfiggendo in finale il portoghese Gastão Elias.

Il 14 aprile 2013 torna a vincere un torneo ATP a Casablanca dopo aver battuto in finale il sudafricano Kevin Anderson con il punteggio di 7-66, 4-6, 6-3. Al Roland Garros viene eliminato ai quarti di finale dal connazionale David Ferrer in tre set con il punteggio di 2-6, 1-6, 1-6.Il 28 luglio dello stesso anno vince il suo 12º torneo in carriera battendo nella finale di Umago l'italiano Fabio Fognini col punteggio di 6-0, 6-3.

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Singolare[modifica | modifica sorgente]

Vittorie (12)[modifica | modifica sorgente]

Legenda
Grande Slam (0)
Tennis Masters Cup / ATP World Tour Finals (0)
Masters Series / ATP World Tour Master 1000 (1)
ATP International Series Gold / ATP World Tour 500 Series (1)
ATP International Series / ATP World Tour 250 Series (10)
Numero Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 29 luglio 2001 Polonia Orange Warsaw Open, Sopot Terra battuta Spagna Albert Portas 1-6, 7-5, 7-62
2. 2 maggio 2004 Spagna Torneo Godó. Barcellona Terra battuta Argentina Gastón Gaudio 6-3, 4-6, 6-2, 3-6, 6-3
3. 21 maggio 2006 Germania German Open Hamburg, Amburgo Terra battuta Rep. Ceca Radek Štěpánek 6-1, 6-3, 6-3
4. 16 luglio 2006 Svezia Swedish Open, Båstad Terra battuta Russia Nikolaj Davydenko 6-2, 6-1
5. 5 agosto 2007 Polonia Orange Warsaw Open, Sopot Terra battuta Argentina José Acasuso 7-5, 6-0
6. 7 ottobre 2007 Francia Open de Moselle, Metz Cemento indoor Regno Unito Andy Murray 0-6, 6-2, 6-3
7. 13 luglio 2008 Svezia Swedish Open, Båstad Terra battuta Rep. Ceca Tomáš Berdych 6-4, 6-1
8. 14 febbraio 2009 Brasile Brasil Open, Costa do Sauípe Terra battuta Brasile Thomaz Bellucci 6-3, 3-6, 6-4
9. 22 febbraio 2009 Argentina Copa Telmex, Buenos Aires Terra battuta Argentina Juan Mónaco 7-5, 2-6, 7-65
10. 6 febbraio 2011 Cile Movistar Open, Santiago del Cile Terra battuta Colombia Santiago Giraldo 6-2, 2-6, 7-65
11. 14 aprile 2013 Marocco Grand Prix Hassan II, Casablanca Terra battuta Sudafrica Kevin Anderson 7-66, 4-6, 6-3
12. 28 luglio 2013 Croazia Croatia Open Umag, Umago Terra battuta Italia Fabio Fognini 6-0, 6-3

Finali perse (8)[modifica | modifica sorgente]

Legenda
Grande Slam (0)
Tennis Masters Cup / ATP World Tour Finals (0)
Masters Series / ATP World Tour Master 1000 (0)
ATP International Series Gold / ATP World Tour 500 Series (2)
ATP International Series / ATP World Tour 250 Series (6)
Numero Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 15 aprile 2001 Marocco Grand Prix Hassan II, Casablanca Terra battuta Argentina Guillermo Cañas 5-7, 2-6
2. 20 luglio 2003 Germania Mercedes Cup, Stoccarda Terra battuta Argentina Guillermo Coria 2-6, 2-6, 1-6
3. 1 maggio 2005 Portogallo Estoril Open, Estoril Terra battuta Argentina Gastón Gaudio 1-6, 6-2, 1-6
4. 30 aprile 2006 Spagna Torneo Godó, Barcellona Terra battuta Spagna Rafael Nadal 4-6, 4-6, 0-6
5. 14 gennaio 2007 Nuova ZelandaHeineken Open, Auckland Cemento Spagna David Ferrer 4-6, 2-6
6. 16 settembre 2007 Cina China Open, Pechino Cemento Cile Fernando González 1-6, 6-3, 1-6
7. 15 giugno 2008 Polonia Orange Warsaw Open, Varsavia Terra battuta Russia Nikolaj Davydenko 3-6, 3-6
8. 27 luglio 2014 Croazia Croatia Open, Umago Terra rossa Uruguay Pablo Cuevas 6-3, 6-4

Doppio[modifica | modifica sorgente]

Vittorie (5)[modifica | modifica sorgente]

Legenda
Grande Slam (0)
Tennis Masters Cup / ATP World Tour Finals (0)
Masters Series / ATP World Tour Master 1000 (1)
ATP International Series Gold / ATP World Tour 500 Series (0)
ATP International Series / ATP World Tour 250 Series (4)
Numero Data Torneo Superficie Compagno Avversari in finale Punteggio
1. 5 gennaio 2004 India Chennai Open, Chennai Cemento Spagna Rafael Nadal Israele Jonathan Erlich
Israele Andy Ram
7-63, 4-6, 6-3
2. 27 aprile 2008 Monaco Monte-Carlo Rolex Masters, Monte Carlo Terra battuta Spagna Rafael Nadal India Mahesh Bhupathi
Bahamas Mark Knowles
6-3, 6-3
3. 14 febbraio 2009 Brasile Brasil Open, Costa do Sauípe Terra battuta Spagna Marcel Granollers Argentina Lucas Arnold Ker
Argentina Juan Mónaco
6-4, 7-5
4. 15 gennaio 2011 Nuova Zelanda Heineken Open, Auckland Cemento Spagna Marcel Granollers Svezia Johan Brunström
Australia Stephen Huss
6–4, 7–66
5. 6 gennaio 2013 Australia Brisbane International, Brisbane Cemento Brasile Marcelo Melo Stati Uniti Eric Butorac
Australia Paul Hanley
4-6, 6-1, [10-5]

Finali perse (5)[modifica | modifica sorgente]

Legenda
Grande Slam (0)
Tennis Masters Cup / ATP World Tour Finals (0)
Masters Series / ATP World Tour Master 1000 (1)
ATP International Series Gold / ATP World Tour 500 Series (3)
ATP International Series / ATP World Tour 250 Series (1)
Numero Data Torneo Superficie Compagno Avversari in finale Punteggio
1. 29 aprile 2001 Spagna Torneo Godó, Barcellona Terra battuta Spagna Fernando Vicente Stati Uniti Donald Johnson
Stati Uniti Jared Palmer
62-7, 4-6
2. 1 maggio 2005 Portogallo Estoril Open, Estoril Terra battuta Argentina Juan Ignacio Chela Rep. Ceca František Čermák
Rep. Ceca Leoš Friedl
3-6, 4-6
3. 24 luglio 2005 Germania Mercedes Cup, Stoccarda Terra battuta Argentina Mariano Hood Argentina José Acasuso
Argentina Sebastián Prieto
64-7, 3-6
4. 8 novembre 2009 Spagna Open de Tenis Comunidad Valenciana, Valencia Cemento indoor Spagna Marcel Granollers Rep. Ceca František Čermák
Slovacchia Michal Mertiňák
4-6, 3-6
5. 15 novembre 2009 Francia BNP Paribas Masters, Parigi Cemento indoor Spagna Marcel Granollers Canada Daniel Nestor
Serbia Nenad Zimonjić
3-6, 4-6

Risultati in progressione[modifica | modifica sorgente]

Torneo 2014 2013 2012 2011 2010 2009 2008 2007 2006 2005 2004 2003 2002 2001 Carriera
Australian Open 4T 1T - 4T 1T 4T 2T QF 4T 3T 1T 1T 2T 1T 0
Roland Garros 3T QF - A 1T QF 3T QF 4T QF 4T QF 3T 4T 0
Wimbledon 4T 3T - 1T 1T 3T 2T 2T 2T 1T 2T 3T 1T 2T 0
US Open QF 2T 2T 4T 4T 4T 3T 4T 4T 4T 1T 3T 4T 0
Tennis Masters Cup - - - - - - - RR - - - - - 0

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Biografia sul sito ufficiale
  2. ^ a b c Dettagli biografia

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]