Horacio Zeballos

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Horacio Zeballos Jr.
Zeballos 2009 US Open 01.jpg
Zeballos agli US Open 2009
Dati biografici
Nazionalità Argentina Argentina
Altezza 188 cm
Peso 83 kg
Tennis Tennis pictogram.svg
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte 50-79 (38,76%)
Titoli vinti 1
Miglior ranking 39° (4 marzo 2013)
Ranking attuale 98° (30 settembre 2014)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open 1T (2010, 2013, 2014)
Francia Roland Garros 2T (2010, 2012, 2013)
Regno Unito Wimbledon 1T (2010, 2013)
Stati Uniti US Open 2T (2009)
Doppio1
Vittorie/sconfitte 76-62 (55,07%)
Titoli vinti 2
Miglior ranking 32° (25 ottobre 2010)
Ranking attuale 67° (30 settembre 2014)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open 3T (2010)
Francia Roland Garros SF (2013)
Regno Unito Wimbledon 2T (2010)
Stati Uniti US Open SF (2010)
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate al 14 luglio 2014

Horacio Zeballos Jr. (Mar del Plata, 27 aprile 1985) è un tennista argentino.

La sua miglior posizione raggiunta nel ranking ATP singolare è stata il 39º posto, raggiunta il 4 marzo 2013. Nell'ATP Tour ha vinto un solo torneo, battendo Rafael Nadal 6-7, 7-6, 6-4 in quel di Vina del Mar, in Cile. Ha collezionato 5 tornei dell'ATP Challenger Tour. Il suo primo torneo vinto è stato il torneo del Seguros Bolivar Open Bucaramanga, vinto contro il colombiano Carlos Salamanca. Ha accumulato 700,243 dollari statunitensi. Per quanto riguarda il doppio ha ottenuto buoni risultati: ha vinto nel 2010 la Copa Telmex (Buenos Aires, Argentina) con partner Sebastián Prieto e il BMW Open nel 2011, con partner l'italiano Simone Bolelli. In più, nel 2010, ha raggiunto la semifinale nel prestigioso US Open, con partner l'argentino Eduardo Schwank. Nel 2009 ha ricevuto il premio come "Nuovo giocatore dell'anno" del circuito ATP.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Carriera tennistica[modifica | modifica wikitesto]

2009[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2009 Zeballos ha giocato la maggior parte dei suoi tornei nell'ATP Challenger Tour, vincendo 5 trofei nel singolo e 6 nel doppio. Per quanto riguarda il singolo vince il Seguros Bolivar Open Bucaramanga, il Bancolombia Open, il Trofeo Manta Open, il MasterCard Tennis Cup e la Copa Petrobras Argentina. Nell'ATP Tour, arriva in finale al St. Petersburg Open, ma perde contro l'ucraino Serhij Stachovs'kyj 2-6 7-6 7-6. Nel 2009 ottiene anche il suo miglior risultato dello US Open, il secondo turno.

2010[modifica | modifica wikitesto]

Inizia il 2010 con quattro sconfitte al primo turno. La prima ad Auckland contro il connazionale Juan Mónaco, poi all'Australian Open contro il tedesco Philipp Kohlschreiber, a Santiago del Cile contro Łukasz Kubot e infine al Brasil Open contro l'iberico Marcel Granollers. Invece nel doppio inizia molto bene: ad Auckland, insieme a Rogier Wassen batte la coppia più forte del mondo formata da Bob e Mike Bryan. Raggiunge poi gli ottavi all'Australian Open con partner Leonardo Mayer e la finale al Movistar Open insieme a Potito Starace. Nel singolo vince poi una partita contro l'ex campione dell'Open di Francia Gastón Gaudio e l'ex numero 1 Carlos Moyá, rispettivamente alla Copa Telmex, dove insieme a Sebastián Prieto vince il suo primo titolo del doppio contro Simon Greul e Peter Luczak. La settimana dopo partecipa all'Abierto Mexicano Telcel, un torneo che fa parte della categoria ATP World Tour 500 series, dove però incassa una sconfitta al primo turno contro Juan Mónaco. Viene poi nominato nel team per la partita di Coppa Davis contro la Svezia, dove gioca insieme a David Nalbandian nel doppio vincendo. Dopo una sconfitta al primo turno da parte di Ricardo Mello al BNP Paribas Open, Zeballos si rifà arrivando fino al terzo turno del Sony Ericsson Open di Miami, dove al secondo turno batte Gilles Simon, che a quel tempo era ventiquattresimo nel ranking mondiale. Viene poi eliminato al terzo turno dal futuro vincitore Tomáš Berdych. Il torneo seguente è quello di Houston, dove arriva in semifinale dopo aver battuto Taylor Dent, Dudi Sela e Fernando González. In semifinale viene poi eliminato dal vincitore Juan Ignacio Chela. Dopo Houston Zeballos inizia la sua tournée in Europa, viene eliminato al primo turno per mano di Tommy Robredo al Torneo di Montecarlo e di nuovo al primo turno al Barcelona Open dall'uruguaiano Pablo Cuevas. Si sposta poi a Belgrado per il Serbia Open, dove però viene eliminato al secondo turno dal serbo Filip Krajinović. Agli Internazionali BNL d'Italia ottiene una sconfitta al primo turno da John Isner, poi all'ARAG World Team Cup di Dusseldorf batte Filip Krajinovic; in seguito Zeballos vince contro l'americano Robby Ginepri permettendo all'Argentina di vincere il torneo. Al Roland Garros vince al primo turno contro Martin Fischer ma poi viene eliminato da Rafael Nadal. A Wimbledon perde al primo turno del singolare contro la rivelazione del torneo Lu Yen-Hsun, ma nel doppio arriva al secondo turno con Leonardo Mayer dopo aver eliminato Łukasz Kubot e Oliver Marach, le quinte teste di serie. Partecipa anche ai quarti di finale della Coppa Davis, dove vince il doppio con partner Eduardo Schwank e va in semifinale. Zeballos partecipa poi agli Atlanta Tennis Championships, dove passa direttamente al secondo turno perché, essendo quarta testa di serie, riceve un bye. Al secondo turno viene però battuto da Taylor Dent. Arriva al primo turno a Los Angeles ed a New Haven, mentre a Washington raggiunge il secondo turno. Agli US Open raggiunge il suo miglior risultato in carriera nel doppio in uno Grande Slam, raggiunge gli ottavi con Eduardo Schwank dove elimina la quarta testa di serie formata da Mahesh Bhupathi e Maks Mirny e poi il team formato da Horia Tecau e Robert Lindstedt. In semifinale finisce però la loro corsa perché vengono eliminati da Rohan Bopanna e Aisam-ul-Haq Qureshi. Partecipa alla semifinale di Coppa Davis contro la Francia dove però perde in doppio con Eduardo Schwank contro Michaël Llodra e Arnaud Clément. Di conseguenza l'Argentina viene eliminata. La Francia raggiungerà poi la finale dove verrà eliminata dalla Serbia di Novak Đoković. Un mese dopo partecipa al torneo di Mosca dove però ai quarti di finale viene eliminato dal serbo Janko Tipsarević. Dopo la sconfitta di San Pietroburgo, Zeballos ritorna all'ATP Challenger Tour, dove ottiene due quarti di finale e due sconfitte.

2011[modifica | modifica wikitesto]

Zeballos inizia il 2011 con tornei dell'ATP Challenger Tour, ma non ottiene nessuna vittoria,dopo aver tentato a San Paolo e a Bucaramanga, dove viene eliminato rispettivamente da Rafael Camilo e da Reda El Amrani. Partecipa poi al Movistar Open, dove al secondo turno batte a sorpresa l'argentino David Nalbandian con un 6-2 7-5. Quindi ai quarti di finale viene battuto dall'italiano Potito Starace a fatica con un 7-6 3-6 6-7 a favore dell'italiano. Partecipa poi alla Copa Claro a Buenos Aires, dove batte al primo turno Pablo Andújar e poi viene battuto dal connazionale Juan Ignacio Chela. L'ultimo suo torneo della tournée sud-centro americana è l'Abierto Mexicano Telcel di Acapulco, dove viene battuto però da Juan Mónaco. Dopo alcuni challenger, partecipa allo U.S. Men's Clay Court Championships di Houston dove batte per 6-4 6-3 Ryan Harrison ma viene sconfitto dall'altro americano John Isner. Nell'anno ha un declino, e gli unici due tornei importanti che affronta sono il BMW Open, dove viene fermato al secondo turno da Marin Čilić dopo aver battuto Robert Kendrick per 6-4 6-4 e poi lo US Open, dove nel singolo viene battuto al primo turno dall'italiano Fabio Fognini, mentre nel doppio, insieme a Julian Knowle, viene battuto al secondo turno dai due polacchi Mariusz Fyrstenberg e Marcin Matkowski, dopo aver battuto Olivier Rochus e André Sá. Per quanto riguarda l'ATP Challenger Tour ottiene alcuni quarti di finale e semifinali nel singolo e due finali al BNP Paribas Primrose Bordeaux dove viene battuto dall francese Marc Gicquel 2-6 4-6, poi al Challenger Salinas 2011, dove viene battuto invece dal connazionale Andres Molteni per 5-7 6-7, e due finali nel doppio prima con partner Santiago González al primo challenger dell'anno, la Prime Cup Aberto de São Paulo, dove vengono battuti dalla coppia brasiliana composta da André Sá e Franco Ferreiro, poi con partner Federico Delbonis al Marburg Open, dove vengono battuti da Björn Phau e Martin Emmrich. Chiude l'anno al 109º posto del ranking.

2012[modifica | modifica wikitesto]

Horacio nel 2012 affronta per quanto riguarda l'ATP Tour i soliti tornei, cioè il Movistar Open di Santiago del Cile, dove viene battuto ancora una volta da Juan Ignacio Chela dopo aver battuto al primo turno Adrian Ungur per 6-0 7-5, la Copa Claro di Buenos Aires, in cui viene subito eliminato da Stanislas Wawrinka, il Men's Clay Court Championships di Houston uscendo al secondo turno per mano di John Isner. Risultati migliori arrivano nell'ATP Challenger Tour dove ottiene una finale a Barranquilla e i quarti a São Paulo, Bucaramanga, questi ultimi conditi dal successo nel torneo di doppio, e Salinas, prima di tornare al successo in singolare nella prima settimana di maggio a Praga nella cui finale sconfigge lo slovacco Martin Kližan per 1-6, 6-4, 7-66. Successivamente si iscrive come ottava di testa di serie al torneo di qualificazione dell'Open di Francia e, sconfiggendo Stéphane Robert, Peter Polansky e il tedesco Peter Gojowczyk, si guadagna l'accesso al tabellone principale in cui supera al primo turno la wild card Éric Prodon in quattro set prima di soccombere alla 31ª testa di serie Kevin Anderson. Sempre a Parigi nel doppio, insieme a Oliver Marach, batte la coppia composta da Michael Kohlmann e Alexander Waske, l'undicesima doppia del seeding Gonzalez/Kas e agli ottavi Michail Elgin e Denis Istomin, nei quarti riescono a portare al terzo set i fratelli Bryan, uscendo però sconfitti. Quindi salta Wimbledon, per partecipare a due challenger, nei quali ottiene due quarti di finale. Quindi Horacio partecipa allo Swedish Open 2012, dove al primo turno del singolare incontra João Souza, che lo sconfigge 6-4 6-2. Proprio il brasiliano è il suo partner nel torneo di doppio, nel quale al primo turno incontrano Simone Bolelli e Alessandro Giannessi, che sconfiggono 6-4 6-3. Al secondo turno incontrano Paul Hanley e Julian Knowle.

2013[modifica | modifica wikitesto]

L'argentino inizia la stagione vincendo il torneo challenger di São Paulo battendo in finale il brasiliano Rogério Dutra da Silva in due set. All'Australian Open viene battuto al primo turno dall'italiano Andreas Seppi. Il 10 febbraio vince il suo primo torneo ATP della carriera battendo in finale il rientrante Rafael Nadal con il punteggio di 6-7, 7-6, 6-4.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Singolare[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie (1)[modifica | modifica wikitesto]

Legenda
Grande Slam (0)
Tennis Masters Cup / ATP World Tour Finals (0)
Masters Series / ATP World Tour Masters 1000 (0)
ATP International Series Gold / ATP World Tour 500 Series (0)
ATP International Series / ATP World Tour 250 (1)
Numero Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 10 febbraio 2013 Cile VTR Open, Viña del Mar Terra battuta Spagna Rafael Nadal 62-7, 7-66, 6-4

Finali perse (1)[modifica | modifica wikitesto]

Legenda
Grande Slam (0)
Tennis Masters Cup / ATP World Tour Finals (0)
Masters Series / ATP World Tour Masters 1000 (0)
ATP International Series Gold / ATP World Tour 500 Series (0)
ATP International Series / ATP World Tour 250 (1)
Numero Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 1º novembre 2009 Russia St. Petersburg Open, San Pietroburgo Cemento indoor Ucraina Serhij Stachovs'kyj 6-2, 6-78, 6-77

Doppio[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie (2)[modifica | modifica wikitesto]

Legenda
Grande Slam (0)
Tennis Masters Cup / ATP World Tour Finals (0)
Masters Series / ATP World Tour Masters 1000 (0)
ATP International Series Gold / ATP World Tour 500 Series (0)
ATP International Series / ATP World Tour 250 (2)
Numero Data Torneo Superficie Compagno Avversari in finale Punteggio
1. 21 febbraio 2010 Argentina Copa Telmex, Buenos Aires Terra rossa Argentina Sebastián Prieto Germania Simon Greul
Australia Peter Luczak
7-63, 6-3
2. 1 maggio 2011 Germania BMW Open, Monaco di Baviera Terra rossa Italia Simone Bolelli Germania Andreas Beck
Germania Christopher Kas
7-63, 6-4

Finali perse (3)[modifica | modifica wikitesto]

Legenda
Grande Slam (0)
Tennis Masters Cup / ATP World Tour Finals (0)
Masters Series / ATP World Tour Masters 1000 (0)
ATP International Series Gold / ATP World Tour 500 Series (0)
ATP International Series / ATP World Tour 250 (3)
Numero Data Torneo Superficie Compagno Avversari in finale Punteggio
1. 7 febbraio 2011 Cile Movistar Open, Santiago Terra rossa Italia Potito Starace Polonia Łukasz Kubot
Austria Oliver Marach
4-6, 0-6
2. 29 settembre 2013 Malesia Malaysian Open, Kuala Lumpur Cemento (i) Uruguay Pablo Cuevas Stati Uniti Eric Butorac
Sudafrica Raven Klaasen
6-2, 6-4
3. 16 febbraio 2014 Argentina Copa Claro, Buenos Aires Terra battuta Uruguay Pablo Cuevas Spagna Marcel Granollers
Spagna Marc López
7-5, 6-4

Tornei minori[modifica | modifica wikitesto]

Singolare[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie (16)[modifica | modifica wikitesto]
Legenda
Challenger (12)
Futures (4)
Numero Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 22 giugno, 2008 Italia Guzzini Challenger, Recanati Cemento Slovenia Grega Žemlja 6-3, 6-4
2. 1 febbraio, 2009 Ecuador Seguros Bolivar Open Bucaramanga, Bucaramanga Terra battuta Colombia Carlos Salamanca 7-5, 6-2
3. 22 marzo, 2009 Colombia Bancolombia Open, Bogotá Terra battuta Messico Santiago González 7-63, 6-0
4. 26 luglio, 2009 Ecuador Trofeo Manta Open, Manta Terra battuta Francia Vincent Millot 3-6, 7-5, 6-3
5. 9 agosto, 2009 Brasile MasterCard Tennis Cup, Campos do Jordão Cemento Brasile Thiago Alves 66<7sup>-7, 6-4, 6-3
6. 4 ottobre, 2009 Argentina Copa Petrobras Argentina, Buenos Aires Terra battuta Argentina Gastón Gaudio 6-2, 3-6, 6-3
7. 13 maggio, 2012 Rep. Ceca Strabag Prague Open, Praga Terra battuta Slovacchia Martin Kližan 1-6, 6-4, 7-66
8. 4 novembre, 2012 Uruguay Uruguay Open, Montevideo Terra battuta Germania Julian Reister 6-3, 6-2
9. 11 novembre, 2012 Brasile São Léo Open, São Leopoldo Terra battuta Cile Paul Capdeville 3-6, 7-5, 7-62
10. 6 gennaio, 2013 Brasile Aberto de São Paulo, São Paulo Terra battuta Brasile Rogério Dutra da Silva 7–65, 6–2
11. 11 novembre, 2013 Perù Lima Challenger, Lima Terra battuta Argentina Facundo Bagnis 64-7, 6-3, 6-3
12. 29 giugno, 2014 Germania Marburg Open, Marburgo Terra battuta Paesi Bassi Thiemo De Bakker 3-6, 6-3, 6-3
Finali perse (11)[modifica | modifica wikitesto]
Legenda
Challenger (7)
Futures (4)
Numero Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 28 settembre, 2008 Colombia Copa Petrobras Bogotá, Bogotá Terra battuta Brasile Marcos Daniel 4-6, 6-4, 4-6
2. 3 maggio, 2009 Colombia Seguros Bolivar Open Pereira, Pereira Terra battuta Colombia Alejandro Falla 4-6, 6-4, 2-6
3. 19 luglio, 2009 Colombia Seguros Bolivar Open, Bogotá Terra battuta Brasile Marcos Daniel 6-4, 65-7, 4-6
4. 20 settembre, 2009 Colombia Seguros Bolivar Open, Cali Terra battuta Colombia Alejandro Falla 3-6, 4-6
5. 5 marzo, 2011 Ecuador Challenger Salinas, Salinas Terra battuta Argentina Andrés Molteni 5-7, 64-7
6. 15 maggio, 2011 Francia BNP Paribas Primrose Bordeaux, Bordeaux Terra battuta Francia Marc Gicquel 2-6, 4-6
7. 1º aprile 2012 Colombia Seguros Bolívar Open, Barranquilla Terra battuta Colombia Alejandro Falla 2-6, 4-6

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]