Steve Johnson (tennista)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Steve Johnson
Johnson WM14 (24) (14643153342).jpg
Dati biografici
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 188 cm
Peso 86 kg
Tennis Tennis pictogram.svg
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte 21-32 (39,62%)
Titoli vinti 0
Miglior ranking 54º (4 agosto 2014)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open 1T (2013, 2014)
Francia Roland Garros 2T (2014)
Regno Unito Wimbledon 1T (2013)
Stati Uniti US Open 3T (2012)
Doppio1
Vittorie/sconfitte 16-17 (48,48%)
Titoli vinti 0
Miglior ranking 110º (4 agosto 2014)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open -
Francia Roland Garros 1T (2014)
Regno Unito Wimbledon 1T (2013)
Stati Uniti US Open 2T (2012)
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate al 4 agosto 2014

Steve Johnson (Orange, 24 dicembre 1989) è un tennista statunitense.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Nel 2011 ottiene i primi risultati di rilievo in doppio: raggiunge infatti per la prima volta i quarti di finale in un torneo ATP, in coppia con Alex Bogomolov Jr. a Cincinnati e, nel mese successivo, raggiunge la sua prima finale nel Challenger di Tiburon in coppia com Sam Querrey e, in novembre, si aggiudica il Challenger di Knoxville in coppia con Austin Kajicek. Partecipa per la prima volta, grazie all'assegnazione di una wild card, agli US Open sia in singolare che in doppio, ma viene subito eliminato.

Nel 2012 vince il suo primo incontro in singolare in un torneo del circuito maggiore: batte infatti Donald Young ad Atlanta, ma si ferma al secondo turno. Dopo aver conquistato il suo primo titolo Challengere in singolare a Aptos, ottiene per la seconda volta consecutiva una wild card per gli Us Open: stavolta riesce ad eliminare prima Rajeev Ram e poi Ernests Gulbis prima di arrendersi al numero 14 del mondo Richard Gasquet nel terzo turno dello Slam americano.

L'anno successivo debutta agli Australian Open vincendo i turni di qualificazione ma perdendo al primo turno contro il numero 11 del mondo Nicolás Almagro al termine di un combattutissimo incontro durato oltre tre ore. Anche al Roland Garros supera le qualificazioni ma viene eliminato da Albert Montañés al primo turno. Debutta poi anche a Wimbledon grazie ad una wild card, ma anche in questo caso perde al debutto, contro Bobby Reynolds. Subito prima di Wimbledon aveva vinto sull'erba di Nottingham il suo secondo trofeo Challenger: la vittoria gli permette di entrare per la prima volta in carriera nei primi cento tennisti al mondo. In agosto, superate le qualificazioni, arriva agli ottavi nel torneo di Wiston-Salem. Eliminato al primo turno degli US Open, non ottiene risultati di rilievo nella parte finale di stagione, se non la vittoria in doppio al Challenger di Charlottesville in coppia con Tim Smyczek in ottobre. L'11 novembre 2013 raggiunge il suo best ranking in doppio, toccando la posizione 121.

Inizia il 2014 con cinque successi a Auckland, l'ultimo dei quali ottenuto contro il numero venti del mondo Kevin Anderson. Eliminato al debutto negli Australian Open, si aggiudica in febbraio il Challenger di Dallas. In seguito, partendo dalle qualificazioni, raggiunge le semifinali del 250 di Delray Beach, eliminando in sequenza Kukuščhkin, il numero uno del torneo Haas, López prima di essere battuto da Anderson. Si aggiudica poi il Challenger di Guadalupe e in maggio supera per la prima volta un turno al Roland Garros, raggiungendo così il suo nuovo best ranking (63ª posizione). In seguito raggiunge i quarti in due tornei su erba, Halle (dove viene eliminato da Nishikori) e Newport. In doppio fa il suo debutto al Roland Garros in coppia con Querrey, con il quale, in luglio, raggiunge la finale ad Atlanta, poi persa contro i numeri uno del tabellone Pospisil/Sock.

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Tornei minori[modifica | modifica sorgente]

Singolare[modifica | modifica sorgente]

Vittorie (6)[modifica | modifica sorgente]
Legenda tornei minori
Challenger (4)
Futures (2)
Numero Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 18 settembre 2011 Stati Uniti Pomona Valley Hospital Medical Center USTA Pro Classic, Claremont Cemento Barbados Darian King 6-2, 6-3
2. 25 settembre 2011 Stati Uniti Costa Mesa Pro Classic, Costa Mesa Cemento Nuova Zelanda Artem Sitak 6–3, 6–3
3. 12 agosto 2012 Stati Uniti Comerica Bank Challenger, Aptos Cemento Colombia Robert Farah 6-3, 6-3
4. 9 giugno 2013 Regno Unito AEGON Nottingham Challenge, Nottingham Cemento Belgio Ruben Bemelmans 7-5, 7-5
5. 9 febbraio 2014 Stati Uniti Challenger of Dallas, Dallas Cemento Tunisia Malek Jaziri 6-4, 6-4
6. 6 aprile 2014 Guadalupa Open Guadeloupe, Le Gosier Cemento Francia Kenny de Schepper 6-1, 6-7 5, 7-6 2
Finali perse (3)[modifica | modifica sorgente]
Legenda tornei minori
Challenger (2)
Futures (1)
Numero Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 12 giugno 2011 Stati Uniti Park Terrace Pro Tennis, Sacramento Cemento Stati Uniti Daniel Kosakowski 4-6, 6-2, 3-6
2. 16 marzo 2014 Stati Uniti Irving Tennis Classic, Irving Cemento Rep. Ceca Lukáš Rosol 0-6, 3-6
3. 18 maggio 2014 Stati Uniti BNP Paribas Primrose, Bordeaux Terra battuta Francia Julien Benneteau 3-6, 2-6

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]