Marcos Baghdatis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Marcos Baghdatis
Marcos Baghdatis 2006.jpg
Marcos Baghdatis nel 2006
Dati biografici
Nome Màrkos Pagdatis
Nazionalità Cipro Cipro
Altezza 178 cm
Peso 82 kg
Tennis Tennis pictogram.svg
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte 263-194 (57,55%)
Titoli vinti 4
Miglior ranking 8° (21 agosto 2006)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open F (2006)
Francia Roland Garros 4T (2007)
Regno Unito Wimbledon SF (2006)
Stati Uniti US Open 3T (2013)
Altri tornei
Olympic flag.svg Giochi olimpici 3T (2012)
Doppio1
Vittorie/sconfitte 45-42 (51,72%)
Titoli vinti 1
Miglior ranking 93° (7 gennaio 2008)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open 3T (2013)
Francia Roland Garros -
Regno Unito Wimbledon 1T (2007)
Stati Uniti US Open -
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate al 14 luglio 2014

Marcos Baghdatis (Limisso, 17 giugno 1985) è un tennista cipriota.

Al momento il suo best ranking è il numero 8, ottenuto il 21 agosto 2006. È l'unico giocatore nella storia di Cipro ad essere entrato tra i primi dieci tennisti al mondo.[1]

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Da bambino, uno dei suoi eroi era il campione australiano Patrick Rafter. Per realizzare il suo sogno di diventare come lui, all'età di 13 anni abbandonò la scuola per dedicarsi al tennis a tempo pieno, trasferendosi in Francia per perfezionarsi.

Ha sposato nel 2012 la collega Karolina Šprem.[2] I due hanno una figlia, Zahara.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Junior[modifica | modifica sorgente]

A livello giovanile ha giocato tre finali Slam: agli US Open 2002 venendo sconfitto da Richard Gasquet, nel gennaio successivo ha conquistato gli Australian Open su Florin Mergea mentre ha perso nuovamente la finale degli US Open arrendendosi in due set al francese Jo-Wilfried Tsonga.[3]

A fine anno divenne World Junior Tennis Champion.

2005[modifica | modifica sorgente]

L'anno non iniziò bene per Baghdatis poiché venne eliminato dal Chennai Open nel primo turno. Riuscì, tuttavia, a riscattarsi in modo clamoroso nel suo successivo torneo, il primo torneo del Grande Slam dell'anno, gli Australian Open: eliminò infatti uno dei migliori 20 giocatori nel secondo turno, arrivando fino ai quarti di finale dove perse l'incontro con Roger Federer. La sua prestazione lo mise comunque in evidenza come una giovane promessa da tenere sott'occhio nei mesi a venire. Sfortunatamente una lesione conseguita poco dopo gli Australian Open lo tenne fuori dal circuito professionale fino ad aprile, quando partecipò all'Estoril Open in Portogallo.

2006[modifica | modifica sorgente]

Baghdatis ha iniziato il 2006 in ottima forma sconfiggendo il numero due della classifica ATP, Andy Roddick nel quarto round dell'Australian Open in quattro set (6-4, 1-6, 6-3, 6-4).[4] Nei quarti ha successivamente battuto il croato Ivan Ljubičić in cinque set (6-4, 6-2, 4-6, 3-6, 6-3) e nel turno successivo l'argentino David Nalbandian nuovamente in cinque set (3-6, 5-7, 6-3, 6-4, 6-4)[5] per poi approdare in finale dove viene sconfitto dallo svizzero Roger Federer, numero 1 al mondo, con il punteggio di 5-7 7-5 6-0 6-2. È la prima volta che un cipriota si qualifica per una finale del Grande Slam, e l'evento fa letteralmente impazzire Cipro, che il giorno della finale si fermerà praticamente in blocco per seguirlo. Baghdatis è uno dei giocatori più giovani di sempre a centrare tale obiettivo. Altro importante risultato per il tennista di Limassol sono i quarti di finale raggiunti nell'importante torneo di Indian Wells, sconfitto solamente dallo spagnolo Rafael Nadal (5-7, 0-6), numero 2 al mondo. Dopo una stagione sottotono sul rosso, Baghdatis torna ad alti livelli conquistando la semifinale sull'erba olandese di 's-Hertogenbosch a metà giugno. Ad inizio luglio Baghdatis offre delle eccezionali prestazioni a Wimbledon, tempio del tennis mondiale, dove viene battuto in semifinale nuovamente da Rafael Nadal per 6-1 7-5 6-3. Lungo il suo cammino sull'erba londinese il cipriota batte nell'ordine, l'inglese Alan Mackin, il rumeno Andrei Pavel, il francese Sébastien Grosjean, lo scozzese Andrew Murray e l'australiano Lleyton Hewitt. Il 17 settembre conquista il suo primo titolo Atp in carriera, battendo nella finale del torneo di Pechino (500.000 $ di montepremi) il croato Mario Ančić con il punteggio di 6-4 6-0.

2007[modifica | modifica sorgente]

Il 4 febbraio 2007 si è aggiudicato il suo secondo titolo, quello dell'ATP di Zagabria (354,000 € di montepremi), sconfiggendo un altro croato, Ivan Ljubičić, per 7-6(4), 4-6, 6-4. Due settimane dopo è finalista sul duro di Marsiglia (510,250 € di montempremi), dove viene sconfitto nell'atto conclusivo del torneo dal francese Gilles Simon. Dopo una primavera in chiaroscuro, Baghdatis riesce a risalire la china con l'inizio della breve stagione sull'erba. Dapprima riesce a raggiungere la finale nel torneo tedesco di Halle (680,250 € di montepremi), sconfitto dal ceco Tomáš Berdych per 7-5, 6-4, mentre successivamente raggiunge i quarti di finale a Wimbledon dove viene eliminato, dopo una spettacolare partita durata cinque ore, per mano del serbo Novak Đoković, con il punteggio di 6-7(4), 6-7(11), 7-6(3), 6-4, 5-7. Nel mese di ottobre Baghdatis agguanta le semifinali dell'ultimo Master Series della stagione, vale a dire quello di Parigi. Dopo aver sconfitto nell'ordine Ferrero, Ljubicic, Davydenko e Robredo, la corsa del cipriota si arresta di fronte al talento dello spagnolo Rafael Nadal, al termine di una partita molto combattuta (4-6, 6-4, 6-3).

2012[modifica | modifica sorgente]

Baghdatis ha partecipato alle Olimpiadi come singolarista, facendo anche da alfiere olimpico per il suo paese[6]: è arrivato fino agli ottavi di finale. All' Australian Open Baghdatis, in una partita contro Wawrinka ha rotto 4 racchette (tra cui 2 non ancora usate) dopo aver perso il secondo set.

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Singolare[modifica | modifica sorgente]

Vittorie (4)[modifica | modifica sorgente]

Legenda
Grande Slam (0)
ATP World Tour Finals (0)
ATP Masters 1000 (0)
ATP World Tour 500 (0)
ATP World Tour 250 (4)
Numero Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 17 settembre 2006 Cina China Open, Pechino Cemento Croazia Mario Ančić 6-4 6-0
2. 4 febbraio 2007 Croazia PBZ Zagreb Indoors, Zagabria Cemento indoor Croazia Ivan Ljubičić 7-64 4-6 6-4
3. 25 ottobre 2009 Svezia Stockholm Open, Stoccolma Cemento indoor Belgio Olivier Rochus 6-1 7-5
4. 16 gennaio 2010 Australia Medibank International, Sydney Cemento Francia Richard Gasquet 6-4 7-62

Finali perse (7)[modifica | modifica sorgente]

Numero Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 30 ottobre 2005 Svizzera Davidoff Swiss Indoors, Basilea Sintetico indoor Cile Fernando González 6-710 6-3 7-5 6-4
2. 29 gennaio 2006 Australia Australian Open, Melbourne Cemento Svizzera Roger Federer 5-7 7-5 6-0 6-2
3. 18 febbraio 2007 Francia Marseille Open, Marsiglia Cemento indoor Francia Gilles Simon 6-4 7-63
4. 17 giugno 2007 Germania Gerry Weber Open, Halle Erba Rep. Ceca Tomáš Berdych 7-5 6-4
5. 8 agosto 2010 Stati Uniti Legg Mason Tennis Classic, Washington D.C. Cemento Argentina David Nalbandian 6-2 7-64
6. 24 ottobre 2010 Russia Kremlin Cup, Mosca Cemento indoor Serbia Viktor Troicki 3-6 6-4 6-3
7. 2 ottobre 2011 Malesia Malaysian Open, Kuala Lumpur Cemento indoor Serbia Janko Tipsarević 6-4, 7-5

Doppio[modifica | modifica sorgente]

Vittorie (1)[modifica | modifica sorgente]

Numero Data Torneo Superficie Compagno Avversari in finale Punteggio
1. 5 febbraio 2012 Croazia PBZ Zagreb Indoors, Zagabria Cemento Russia Michail Južnyj Croazia Ivan Dodig
Croazia Mate Pavić
6-2, 6-2

Finali perse (2)[modifica | modifica sorgente]

Numero Data Torneo Superficie Compagno Avversari in finale Punteggio
1. 6 gennaio 2008 India Chennai Open, Chennai Cemento Francia Marc Gicquel Thailandia Sanchai Ratiwatana
Thailandia Sonchat Ratiwatana
4-6 5-7
2. 5 maggio 2013 Germania BMW Open, Monaco di Baviera Terra battuta Stati Uniti Eric Butorac Finlandia Jarkko Nieminen
Russia Dmitrij Tursunov
6-1, 6-4

Risultati nei tornei del Grande Slam[modifica | modifica sorgente]

Torneo 2014 2013 2012 2011 2010 2009 2008 2007 2006 2005 2004 Titolo V-P
Australian Open 1T 3T 2T 3T 3T 4T 3T 2T F 4T - 0 22-10
Roland Garros - 1T 2T 2T 3T 1T 1T 4T 2T 1T - 0 8-8
Wimbledon 2T 1T 3T 3T 1T - 4T QF SF 1T - 0 15-7
U.S. Open 3T 2T 1T 1T - - 1T 2T 1T 2T 0 3-7
Tennis Masters Cup - - - - - - - - - - 0 0-0

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Federer, lezione sull'erba, gazzetta.it, 5 luglio 2006. URL consultato il 28 aprile 2014.
  2. ^ Marcos Baghdatis e Karolina Šprem hanno detto sì, ubitennis.com, 17 luglio 2012. URL consultato il 28 aprile 2014.
  3. ^ itftennis.com, Profilo ITF Junior. URL consultato il 28 aprile 2014.
  4. ^ Baghdatis, sgambetto a Roddick, gazzetta.it, 22 gennaio 2006. URL consultato il 28 aprile 2014.
  5. ^ Il miracolo di Baghdatis, gazzetta.it, 26 gennaio 2006. URL consultato il 28 aprile 2014.
  6. ^ Olimpiadi, a Londra Maria Sharapova sventola la bandiera russa, Il Messaggero, 28 luglio 2012. URL consultato il 28 aprile 2014.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]