Dominika Cibulková

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dominika Cibulková
DOMINIKA CIBULKOVA (6705941059).jpg
Dominika Cibulková nel 2012
Dati biografici
Nazionalità Slovacchia Slovacchia
Altezza 161 cm
Peso 55 kg
Tennis Tennis pictogram.svg
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte 315 - 202 (60,93%)
Titoli vinti 4 WTA
Miglior ranking 10° (31 marzo 2014)
Ranking attuale 13ª (30 settembre 2014)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open F (2014)
Francia Roland Garros SF (2009)
Regno Unito Wimbledon QF (2011)
Stati Uniti US Open QF (2010)
Altri tornei
Olympic flag.svg Giochi olimpici 3T (2008)
Doppio1
Vittorie/sconfitte 42 - 66
Titoli vinti 0
Miglior ranking 59° (13 agosto 2012)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open 2T (2012, 2013)
Francia Roland Garros 2T (2010, 2012, 2014)
Regno Unito Wimbledon 3T (2010)
Stati Uniti US Open QF (2008)
Altri tornei
Olympic flag.svg Giochi olimpici 1T (2012)
Doppio misto1
Vittorie/sconfitte
Titoli vinti 0
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open QF (2009)
Francia Roland Garros 2T (2008)
Regno Unito Wimbledon
Stati Uniti US Open 1T (2008)
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate al 16 luglio 2014

Dominika Cibulková (Bratislava, 6 maggio 1989) è una tennista slovacca. Professionista dal 2005, la Cibulková ha vinto quattro tornei nel circuito WTA. A livello ITF ha invece conquistato 2 vittorie in singolo. Ha raggiunto almeno i quarti di finale in tutti e quattro i torneo dello Slam. Agli Australian Open 2014 si è spinta fino alla finale battendo top players come Marija Šarapova, Simona Halep e Agnieszka Radwańska.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

È destrorsa e gioca il rovescio a due mani. Considera la terra battuta ed il cemento le sue superfici migliori. Tennista solida e concreta, è dotata di fondamentali molto equilibrati e regolari; la statura ridotta, se la penalizza al servizio, per contro le garantisce un'eccellente mobilità.

2007-2008[modifica | modifica wikitesto]

Dominika al servizio

Nel 2007, si è affacciata nel circuito WTA dove ha raggiunto il terzo turno ad Amelia Island e i quarti a Praga. Al Roland Garros esce di scena al terzo turno per mano di Svetlana Kuznecova. Prosegue poi l'annata in modo altalenante ma raggiunge, comunque, la semifinale a Canton e il quarto a Stoccolma.

Il 2008 si rivela essere quello migliore della slovacca. Dopo i quarti a Gold Coast, è sconfitta al primo turno agli Australian Open. A febbraio raggiunge i quarti al Tier I di Doha, e il terzo turno ad Indian Wells e Miami. Al Tier II di Amelia Island, raggiunge la prima finale della carriera dove è battuta da Marija Šarapova. Al Roland Garros perde al terzo turno contro Jelena Janković. Al Tier II di Stanford si ritira nei quarti, mentre al Tier I di Montréal conquista la seconda finale stagionale battendo via via quattro Top 20. In finale, si arrende a Dinara Safina. Agli US Open, è sconfitta da Agnieszka Radwańska al terzo turno. Conclude la stagione con i quarti al Tier II di Pechino e al Tier I di Mosca.

2009[modifica | modifica wikitesto]

Agli Australian Open, la Cibulková si avventura fino agli ottavi di finale perdendo da Elena Dement'eva. Con l'inizio della stagione sulla terra, Dominika prende parte ai tornei americani di Ponte Vedra Beach e Charleston disputati sulla terra verde, dove ottiene due quarti di finale perdendo rispettivamente contro le russe Elena Vesnina e Dement'eva. A giugno dello stesso anno ha raggiunto la sua prima semifinale in un torneo dello Slam al Roland Garros, battendo tra le altre Marija Šarapova appena ritornata nel circuito, per 6-0 6-2 nei quarti di finale. Il 6 luglio 2009 ha ottenuto la sua miglior classifica, posizionandosi al numero 12. A Wimbledon batte nei primi due turni Julie Coin e Urszula Radwańska, ma perde ancora dalla Vesnina al terzo turno. Compete poi al torneo di Bastad, dove raggiunge i quarti di finale perdendo da Gisela Dulko. Salta il resto della stagione per un infortunio alla costola.

2010[modifica | modifica wikitesto]

Dominika Cibulková agli US Open 2010

A inizio stagione 2010 la slovacca raggiunge subito i quarti all'ASB Classic di Auckland, dove viene sconfitta dall'italiana Flavia Pennetta con un netto 6-1, 6-2. Nel corso del torneo aveva battuto Julie Coin per 6-4, 6-3, e Aravane Rezaï per 6-3, 6-4. Successivamente raggiunge il suo secondo quarto di finale consecutivo al Medibank International di Sydney, dove è sconfitta dalla sesta forza del tabellone Viktoryja Azaranka in tre set, con il punteggio di 2-6, 6-2, 7-5. Dopo l'ottimo inizio di stagione Dominika viene eliminata al primo turno agli Australian Open. A Monterrey, batte all'esordio l'italiana Roberta Vinci per 6-4, 6-3, al secondo turno incontra un'altra italiana Sara Errani che batte in tre set con il punteggio di 3-6, 6-3, 6-1. Ai quarti di finale batte l'ungherese Ágnes Szávay per 3-6, 6-3, 6-3. Viene sconfitta in semifinale dalla connazionale Daniela Hantuchová con il punteggio di 4-6, 6-3, 6-0.

A Ponte Vedra Beach, batte all'esordio Melinda Czink con il netto punteggio di 6-1, 6-4, al secondo turno batte la russa Kudrjavceva con un doppio 6-3 e ai quarti ha la meglio sulla canadese Aleksandra Wozniak col punteggio di 7-5, 6-1. In semifinale è sconfitta dalla futura finalista Ol'ga Govorcova 4-6, 5-7. Raggiunge, in seguito, il terzo turno a Roma e al Roland Garros. La stagione sull'erba la inizia a s'Hertogenbosch dove viene sconfitta nei quarti da Kirsten Flipkens, mentre a Wimbledon esce di scena al terzo turno dalla numero 1 del mondo Serena Williams. Agli US Open ha raggiunto per la seconda volta in carriera i quarti di finale in un torneo dello Slam, dove è stata sconfitta da numero 1 del seeding Caroline Wozniacki. Durante il suo cammino ha battuto Stefanie Vögele, Kateryna Bondarenko, Lourdes Domínguez Lino e Svetlana Kuznecova.

2011[modifica | modifica wikitesto]

Dominika esegue un rovescio

Dominika Cibulková inizia la nuova stagione raggiungendo i quarti di finale a Brisbane, dove perde contro Petra Kvitová. Prende parte la settimana seguente a Sydney, dove batte la numero 1 del mondo Caroline Wozniacki al secondo turno, prima di essere sconfitta da Alisa Klejbanova nei quarti di finale. Agli Australian Open esce di scena nel terzo turno, dove viene eliminata dalla Wozniacki che si prende la rivincita. Nel mese di febbraio raggiunge i quarti di finale al Parigi Indoors dove è sconfitta da Kaia Kanepi. Ad Indian Wells batte a sorpresa al terzo turno la numero 3 del mondo Vera Zvonarëva, per poi soccombere a Yanina Wickmayer. Con l'inizio della parte di stagione dedicata alla terra rossa europea, la Cibulková raggiunge i quarti di finale a Madrid battendo tra le altre Svetlana Kuznecova e Marija Šarapova, ma viene battuta dalla Kvitová in tre lottati set. Al Roland Garros, la statunitense Vania King estromette Dominika dallo Slam parigino già al primo turno. La parte di stagione dedicata all'erba, inizia con una semifinale a s'Hertogenbosch persa da Roberta Vinci. A Wimbledon, Dominika Cibulková sorprende ancora la numero 1 del mondo la Wozniacki in tre set agli ottavi, ma perde nei quarti di finale dalla Šarapova. Dopo uno US Open al di sotto delle aspettative, sconfitta al secondo turno dalla giovane statunitense Irina Falconi, Dominika raggiunge la finale al torneo di Linz perse contro la Kvitová in due facili set. La settimana seguente, la Cibulková conquista il primo titolo della carriera, a Mosca, superando Kaia Kanepi in tre set.

2012[modifica | modifica wikitesto]

Dominika in azione a Miami 2012

All'Australian Open, Dominika perde al secondo turno contro l'ungherese Gréta Arn. Successivamente partecipa al BNP Paribas Open di Indian Wells, dove dopo aver usufruito di un bye all'esordio batte la connazionale Magdaléna Rybáriková per ritiro (Dominka era avanti 2-1 parziale, ma poi la Rybarikova si è ritirata), ma al terzo turno viene eliminata dall'italiana Roberta Vinci in tre set, 7-65, 0-6, 6-4. Dopo Indian Wells la slovacca partecipa al Sony Ericsson Open di Miami dove all'esordio elimina la tennista georgiana Anna Tatišvili per 7-5, 6-1 e al terzo turno batte la cinese Zheng Jie, concedendole soltanto 2 game, Agli ottavi di finale la Cibulková affronta la numero 1 del mondo Viktoryja Azaranka andando molto vicino alla vittoria, conducendo il match con un vantaggio di un set e 5–2 prima che la Azarenka prevale nella partita. La Cibulková raggiunge poi la finale a Barcellona, perdendo contro Sara Errani. Agli Open di Francia si prende la rivincita sulla Azarenka dopo la sconfitta al torneo di Miami, battendo la numero 1 del mondo in due set al quarto turno. Dopo aver raggiunto il secondo quarto di finale allo Slam parigino, viene sconfitta dall'australiana Samantha Stosur.

In preparazione per Wimbledon, prende parte a s'Hertogenbosch, entrando con la testa di serie numero 3. Perde poi nei quarti di finale perdendo contro la futura campionessa Nadia Petrova. Dominika perde al primo turno a Wimbledon Championships contro Klára Zakopalová. Batte in seguito Marion Bartoli in due set vincendo il Mercury Insurance Open di Carlsbad, conquistando il secondo titolo della carriera. Raggiunge il terzo turno agli US Open, perdendo contro Roberta Vinci.

2013[modifica | modifica wikitesto]

Dominika ad Indian Wells 2013

Dominika inizia la nuova annata a Brisbane, dove esce di scena già al primo turno contro Sloane Stephens. A Sydney, la Cibulková batte tre Top 10 Petra Kvitová, Sara Errani e Angelique Kerber raggiungendo la finale, dove viene sconfitta da Agnieszka Radwańska, non vincendo neanche un game. All'Australian Open perde al secondo turno contro la giovane russa Valeriya Savinykh. A Miami sconfigge agevolmente all'esordio la giovane francese Kristina Mladenovic con un netto 6-3, 6-2 e al terzo turno batte la svizzera Romina Oprandi per 6-3, 6-4. Al quarto turno incontra la numero 1 del mondo Serena Williams, conducendo per un set e un break di vantaggio, ma si fa recuperare perdendo i restanti due set e il match. Al torneo di Roma si trova al terzo turno ancora la Williams, dovendo cedere questa volta in due set netti. Al Roland Garros viene sconfitta al secondo turno da Marina Eraković. La parte di stagione dedicata all'erba, la inizia a s'Hertogenbosch perdendo contro Garbiñe Muguruza. A Wimbledon, viene sconfitta al terzo turno da Roberta Vinci.

Alla Bank of the West Classic vince il terzo titolo della carriera battendo Stefanie Vögele, Urszula Radwańska, Sorana Cîrstea e Agnieszka Radwańska. Prosegue il suo buon momento di forma anche a Toronto dove raggiunge i quarti, battendo Angelique Kerber e vendicandosi sulla Vinci, perdendo dalla cinese Li Na. Nonostante i buoni risultati, agli US Open non brilla, uscendo di scena già all'esordio contro la giovane ucraina Elina Svitolina. Al torneo di Tokyo viene sconfitta al terzo turno dalla Radwańska, mentre a Linz è sconfitta ai quarti da Ana Ivanović.

2014[modifica | modifica wikitesto]

La slovacca comincia il 2014 nel torneo di Brisbane dove arriva fino ai quarti di finale, estromessa solo da Serena Williams. Partecipa anche al torneo di Sydney dove viene sconfitta subito da Angelique Kerber in 2 set. Ma la vera sorpresa arriva agli Australian Open dove si spinge fino alla finale, miglior risultato in un grande slam fino ad ora per Dominika. Al primo turno estromette Francesca Schiavone in 2 set, nel secondo batte facilmente la svizzera Stefanie Vögele, al terzo turno annichilisce la spagnola Carla Suárez Navarro, agli ottavi batte sorprendendo tutti la russa Marija Šarapova in tre set, ai quarti demolisce anche Simona Halep e infine vince nettamente su Agnieszka Radwańska in due set alle semifinali. Accede così alla finale, dove viene sconfitta dalla cinese Li Na per 7-6, 6-0. Dominika vince il quarto titolo WTA ad Acapulco battendo Urszula Radwanska al primo turno, Yanina Wickmayer al secondo, Marina Erakovic ai quarti, Shuai Zhang in semifinale e Christina McHale in finale per 7-6, 4-6, 6-4.

Dominika Cibulkova nel 2014

Successivamente partecipa al BNP Paribas Open di Indian Wells, dove le è attribuita la 12esima testa di serie. All'esordio batte la wild-card croata Donna Vekić con un netto 6-3, 6-2, al terzo turno sconfigge la mancina Ekaterina Makarova con il punteggio di 6-4, 7-5 e agli ottavi ha la meglio sulla testa di serie n° 8 Petra Kvitová. Ai quarti di finale viene nuovamente sconfitta dalla cinese Na Li, questa volta in tre set 3-6, 6-4, 3-6. Dopo l'ottimo risultato raggiunto a Indian Wells, la slovacca partecipa al Sony Ericsson Open di Miami. All'esordio elimina agevolmente l'austriaca Yvonne Meusburger con un netto 6-1, 6-2, al terzo turno batte con qualche difficoltà la francese Alizé Cornet, con il punteggio di 7-66, 6-4, e agli ottavi di finale batte la ex numero 1 del mondo Venus Williams in tre set, con il risultato finale di 6-1, 5-7, 6-3. Accede in semifinale battendo la terza forza del tabellone Agnieszka Radwańska 3-6, 7-65, 6-3, rischiando seriamente l'eliminazione nel secondo parziale. In semifinale viene sconfitta per la terza volta dell'anno da Na Li, anche in questo caso in tre set (5-7, 6-2, 3-6).

A Kuala Lumpur raggiunge la sua terza finale stagionale, dove viene sconfitta dalla giovane promessa croata Donna Vekić. Si ritira al Porsche Tennis Grand Prix di Stoccarda, per un infortunio al tendine di Achille. Delude a Madrid dove viene sconfitta al primo turno da Samantha Stosur in maniera piuttosto netta (4-6, 0-6). Agli Internazionali BNL d'Italia viene sconfitta dalla wild-card italiana Camila Giorgi per 6-4, 7-62. Agli Open di Francia viene sconfitta al terzo turno dalla Stosur con un doppio 6-4. Al torneo di 's-Hertogenbosch viene eliminata al primo turno dalla kazaka Jaroslava Švedova con il punteggio di 6-2, 3-6, 6-3. A Wimbledon, dopo aver superato Aleksandra Wozniak e Alison Van Uytvanck, viene estromessa dal torneo dalla ceca Lucie Šafářová con il punteggio di 6-4, 6-2. Inizia la stagione sul cemento americano, al premier di Stanford, dove viene prematuramente eliminata al primo turno dalla spagnola Garbiñe Muguruza in tre set. Successivamente prende parte alla Rogers Cup di Montréal, dove è la decima testa di serie. Al primo turno incontra la wild card canadese Abanda, che batte con il punteggio di 6-1, 3-6, 6-0. La slovacca continua a deludere sul cemento americano: infatti, viene eliminata al primo turno a Cincinnati, New Haven e US Open. A causa di questi risultati, scende alla tredicesima posizione del ranking WTA.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Singolare[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie (4)[modifica | modifica wikitesto]

Legenda: Dal 2009
Grande Slam (0)
Ori Olimpici (0)
WTA Championships (0)
Premier Mandatory (0)
Premier 5 (0)
Premier (3)
International (1)
N. Data Torneo Superficie Avversaria in finale Punteggio
1. 23 ottobre 2011 Russia Kremlin Cup, Mosca Cemento (i) Estonia Kaia Kanepi 3-6, 7-61, 7-5
2. 22 luglio 2012 Stati Uniti San Diego Open, San Diego Cemento Francia Marion Bartoli 6-1, 7-5
3. 28 luglio 2013 Stati Uniti Bank of the West Classic, Stanford Cemento Polonia Agnieszka Radwańska 3–6, 6–4, 6–4
4. 1º marzo 2014 Messico Abierto Mexicano Telcel, Acapulco Cemento Stati Uniti Christina McHale 7-63, 4-6, 6-4

Sconfitte (7)[modifica | modifica wikitesto]

Legenda: Prima del 2009 Legenda: Dal 2009
Grande Slam (1)
Ori Olimpici (0)
WTA Championships (0)
Tier I (1) Premier Mandatory (0)
Tier II (1) Premier 5 (0)
Tier III (0) Premier (1)
Tier IV (0) International (3)
N. Data Torneo Superficie Avversaria in finale Punteggio
1. 13 aprile 2008 Stati Uniti MPS Group Championships, Amelia Island Terra verde Russia Marija Šarapova 6-77, 3-6
2. 10 agosto 2008 Canada Rogers Cup, Montréal Cemento Russia Dinara Safina 2-6, 1-6
3. 16 ottobre 2011 Austria Generali Ladies Linz, Linz Cemento (i) Rep. Ceca Petra Kvitová 4-6, 1-6
4. 15 aprile 2012 Spagna Barcelona Ladies Open, Barcellona Terra rossa Italia Sara Errani 2-6, 2-6
5. 13 gennaio 2013 Australia Apia International Sydney, Sydney Cemento Polonia Agnieszka Radwańska 0-6, 0-6
6. 25 gennaio 2014 Australia Australian Open, Melbourne Cemento Cina Li Na 6-73, 0-6
7. 20 aprile 2014 Malesia Malaysia Classic, Kuala Lumpur Cemento Croazia Donna Vekić 7-5, 5-7, 64-7

Doppio[modifica | modifica wikitesto]

Sconfitte (2)[modifica | modifica wikitesto]

Legenda: Dal 2009
Grande Slam (0)
Ori Olimpici (0)
WTA Championships (0)
Premier Mandatory (0)
Premier 5 (0)
Premier (0)
International (2)
N. Data Torneo Superficie Compagna Avversarie in finale Punteggio
1. 17 giugno 2011 Paesi Bassi UNICEF Open, 's-Hertogenbosch Erba Italia Flavia Pennetta Rep. Ceca Barbora Záhlavová-Strýcová
Rep. Ceca Klára Zakopalová
6-1, 4-6, [7-10]
2. 21 giugno 2013 Paesi Bassi TOPSHELF Open, 's-Hertogenbosch Erba Spagna Arantxa Parra Santonja Romania Irina-Camelia Begu
Spagna Anabel Medina Garrigues
6–4, 6-73, [9-11]

Rendimento nel tempo[modifica | modifica wikitesto]

Torneo 2014 2013 2012 2011 2010 2009 2008 2007 Carriera
Australian Open F 2T 2T 3T 1T 4T 1T - 0
Roland Garros 3T 2T QF 1T 3T SF 3T 3T 0
Wimbledon 3T 3T 1T QF 3T 3T 1T - 0
US Open 1T 1T 3T 2T QF - 3T 2T 0
WTA Tour Championships - - - - - - - 0
Finali 1 2 2 2 0 0 2 0 9
Tornei vinti 0 1 1 1 0 0 0 0 3

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]