Laura Robson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Laura Robson
Australian Open 2013 - Laura Robson.jpg
Laura Robson nel 2013
Dati biografici
Nazionalità Regno Unito Regno Unito
Altezza 180 cm
Peso 67 kg
Tennis Tennis pictogram.svg
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte 105 - 81
Titoli vinti 0
Miglior ranking 27° (8 luglio 2013)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open 3T (2013)
Francia Roland Garros 1T (2012)
Regno Unito Wimbledon 4T (2013)
Stati Uniti US Open 4T (2012)
Altri tornei
Olympic flag.svg Giochi olimpici 2T (2012)
Doppio1
Vittorie/sconfitte 24 - 30
Titoli vinti 0
Miglior ranking 90º (1º aprile 2013)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open QF (2010)
Francia Roland Garros
Regno Unito Wimbledon 2T (2009, 2013)
Stati Uniti US Open 1T (2012)
Altri tornei
Olympic flag.svg Giochi olimpici 1T (2012)
Doppio misto1
Vittorie/sconfitte
Titoli vinti
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open
Francia Roland Garros
Regno Unito Wimbledon 3T (2012)
Stati Uniti US Open
Altri tornei
Olympic flag.svg Giochi olimpici Argento (2012)
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate al 20 maggio 2013

Laura Robson (Melbourne, 21 gennaio 1994) è una tennista britannica.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nata in Australia da genitori australiani, ha vissuto a Singapore e poi nella Gran Bretagna da quando aveva 6 anni, ottenendo la cittadinanza britannica all'inizio del 2008.

Ha debuttato nei tornei ITF nel 2007, e l'anno successivo ha vinto a soli 14 anni il torneo di Wimbledon nella categoria junior. Ha vinto il suo primo torneo professionistico nel novembre 2008, e all'inizio del 2009 ha raggiunto la finale degli Australian Open (junior).

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Juniores[modifica | modifica sorgente]

È la terza figlia di Andrew e di Kathy Robson, allenatrice ed ex giocatrice di basket. La famiglia si trasferì a Singapore quando la piccola aveva solo 8 mesi, dopo alcuni anni i Robson si trasferirono in Inghilterra. I genitori affermano che Laura ha iniziato a giocare a Tennis "non appena è diventata grande abbastanza per riuscire a mantenere una racchetta", spinta dal loro supporto si è iscritta ad un'accademia di tennis a 7 anni. Ha firmato a 10 anni con l'agenzia manageriale Octagon, a 11 anni con l'Adidas (che tuttora si occupa del suo abbigliamento in campo), e alla stessa età anche con la Wilson, noto marchio produttore di racchette. Dopo aver lavorato con vari maestri è entrata in contatto con il famoso Carl Maes, prima di scegliere come suo coach Martijn Bok, nel 2007. Bok avrebbe affermato sulla Robson che "Ha qualche difficoltà a controllare la sua emotività" e che "vede in lei un grandissimo potenziale". Laura ha anche iniziato ad allenarsi al National Tennis Centre sotto la guida di Maes e Bok, ed intanto prosegue gli studi con lezioni private.

Laura Robson al Australian Open junior del 2009

Il primo torneo ITF è iniziato per Laura nel maggio 2007, dove partendo dal tabellone delle qualificazioni è riuscita ad arrivare ai quarti di finale. Nello stesso anno ha raggiunto in altri due tornei le finali, per poi vincerne il primo in ottobre. Nella prima metà dell'anno successivo (2008), conquista le finali di 3 tornei, per poi successivamente perdere tre volte di fila in altri tornei al terzo round.

2010[modifica | modifica sorgente]

Laura Robson in azione alla Hopman Cup 2010

Ha partecipato alle qualificazioni per entrare nel maindraw dell'Australian Open ma è stata battuta al secondo turno da Michaëlla Krajicek.

Nel mese di aprile ha preso parte ad alcuni tornei ITF negli Stati Uniti d'America ottenendo come migliori risultati i quarti di finale a Charlottesville e la semifinale a Dothan.

A maggio partecipa alle qualificazioni del torneo di Strasburgo ma viene eliminata da Audrey Bergot.

Nel mese di giugno partecipa al torneo di Birmingham in cui viene eliminata al secondo turno dalla belga Yanina Wickmayer. In seguito, partecipa al torneo di 's-Hertogenbosch ma viene eliminata al primo turno da Dominika Cibulková.

Nel mese di giugno partecipa al Torneo di Wimbledon ma viene eliminata al primo turno dalla serba Jelena Janković.

Nel mese di agosto prende parte alle qualificazioni dello US Open ma viene sconfitta al terzo turno dalla più esperta spagnola Nuria Llagostera Vives in tre set.

2011[modifica | modifica sorgente]

La Robson inizia l'anno prendendo parte al torneo esibizione denominato Hopman Cup insieme al connazionale Andy Murray. Sorteggiata con Italia, Francia e Stati Uniti d'America, perde tutte le tre partite, prima in due set con Francesca Schiavone, poi con Kristina Mladenovic e quindi con Bethanie Mattek-Sands. La coppia britannica viene sconfitta nelle prime due partite sul campo e nella terza per un walkover dovuto ad un infortunio di Laura. Nonostante le tre vittorie di Murray, i due sudditi della Regina Elisabetta chiudono il girone con tre sconfitte su tre incontri.

Supera per la prima volta in carriera un turno nei tornei dello Slam, a Wimbledon sconfigge Angelique Kerber in tre set[1] e viene eliminata al turno successivo da Marija Šarapova.

2012[modifica | modifica sorgente]

Laura Robson ed Andy Murray durante una partita di doppio misto alle Olimpiadi di Londra

Laura Robson inizia la stagione disputando le qualificazioni dell'Australian Open. Nei tre turni preliminari elimina nell'ordine Melanie Oudin, Anna Floris e Ol'ga Savčuk accedendo così al tabellone principale dello slam australiano. Al primo turno tuttavia incontra la forte tennista serba Jelena Janković che la elimina 2-6, 0-6.

Dal 1 al 4 febbraio è chiamata a rappresentare la Gran Bretagna nel primo turno della Fed Cup 2012 Zona Euro-Africana in Israele. Successivamente disputa il torneo di Pattaya ma esce al primo turno contro Akgul Amanmuradova a causa di un problema fisico.

Ad aprile gioca a Copenhagen venendo sconfitta al primo turno dalla serba Jelena Janković in due set.

Nel mese di maggio la britannica partecipa alle qualificazioni del Roland Garros ma perde all'ultimo turno contro la ceca Karolína Plíšková. Tuttavia, accede lo stesso al main draw come lucky-loser. Al primo turno viene però battuta in due set da Anabel Medina Garrigues.

A inizio giugno partecipa al torneo di Birmingham. In tale circostanza elimina al primo turno la giovane americana Grace Min ma al secondo viene battuta da Marina Erakovic in tre set. La settimana successiva gioca le qualificazioni e riesce ad accedere al tabellone principale del torneo di Eastbourne. Anche questa volta supera il primo turno, battendo la spagnola María José Martínez Sánchez in tre set. Al secondo turno viene eliminata dalla russa Ekaterina Makarova. In seguito, partecipa al Torneo di Wimbledon 2012 ma viene eliminata al primo turno in tre set da Francesca Schiavone col punteggio di 2-6 6-4 6-4.

Laura con la medaglia olimpica conquistata a Londra

Raggiunge la prima semifinale WTA a Palermo dove batte al primo turno la qualificata Valentyna Ivakhnenko perdendo solo un game, al secondo turno la testa di serie n°2 Roberta Vinci 6-3 7-5,[2] ai quarti l'esperta spagnola Carla Suarez Navarro in tre set 6-4 2-6 6-3. Nelle semifinale viene eliminata dalla ceca Barbora Záhlavová-Strýcová per 2-6 7-5 6-2 commettendo 18 doppi falli.[3] La settimana successiva ottiene una wild-card per partecipare al torneo di Bastad ma viene eliminata al primo turno da Anabel Medina Garrigues.

Ai Giochi Olimpici di Londra rappresenta la Gran Bretagna in singolare, doppio e doppio misto. Nel torneo di doppio misto, disputato insieme ad Andy Murray, riesce a raggiungere la finale, dove però viene battuta dai bielorussi Viktoryja Azaranka e Maks Mirny, ottenendo così la medaglia d'argento.

Poi ha raggiunto il quarto turno allo US Open, dove ha perso contro Samantha Stosur. Aveva eliminato in precedenza Samantha Crawford, Kim Clijsters e Li Na.

Successivamente Laura disputa un gran torneo a Guangzhou arrivando in finale, cosa che nessuna tennista britannica aveva fatto dai tempi di Jo Durie nel 1990. Durante il torneo la Robson ha eliminato María-Teresa Torró-Flor, la testa di serie numero due Zheng Jie, Peng Shuai e in semifinale la testa di serie numero tre Sorana Cîrstea. Nel match decisivo si è dovuta arrendere a Hsieh Su-wei in tre set con il punteggio di 3-6, 7-5, 4-6.[4]

2013[modifica | modifica sorgente]

Laura Robson all'Australian Open viene battuta al terzo turno dall'americana Sloane Stephens. Nei turni precedenti aveva eliminato Melanie Oudin e Petra Kvitová. Ad Indian Wells la britannica esce al primo turno contro la svedese Sofia Arvidsson in tre set. A Miami viene eliminata al secondo turno da Alizé Cornet.

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Singolare[modifica | modifica sorgente]

Sconfitte (1)[modifica | modifica sorgente]

Legenda: Dal 2009
Grande Slam (0)
Ori Olimpici (0)
WTA Championships (0)
Premier Mandatory (0)
Premier 5 (0)
Premier (0)
International (1)
N. Data Torneo Superficie Avversaria Punteggio
1. 22 settembre 2012 Cina Guangzhou International Women's Open, Canton Cemento Taipei Cinese Hsieh Su-wei 3-6, 7-5, 4-6

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ ubitennis.com, Laura Robson: "La Sharapova? Sono pronta", 23 giugno 2011. URL consultato il 17 luglio 2012.
  2. ^ ubitennis.com, Vinci spreca e cede alla Robson, 13 luglio 2012. URL consultato il 17 luglio 2012.
  3. ^ ubitennis.com, Errani in finale con Strycova, 17 luglio 2012. URL consultato il 17 luglio 2012.
  4. ^ Stefano Tarantino, Hsieh batte Robson ma che battaglia!, ubitennis.com, 22 settembre 2012. URL consultato il 22 settembre 2012.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]