Robert Downey Jr.

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Robert Downey Jr)
Robert Downey Jr. nel 2014 al San Diego Comic-Con International in un'intervista per Avengers: Age of Ultron.

Robert Downey Jr., nome completo Robert John Downey Jr. (New York, 4 aprile 1965), è un attore e produttore cinematografico statunitense.

Debutta già sul grande schermo all'età di cinque anni, apparendo con suo padre Robert Downey Sr.. Nel 1992, ha interpretato il ruolo di Charlie Chaplin, nel film Charlot, che gli è valso una candidatura all'Oscar al miglior attore e la vittoria del Premio BAFTA.

Nel 2000 Downey si è unito al cast della serie tv Ally McBeal. Per il suo ruolo ha ricevuto un Golden Globe per il miglior attore non protagonista in una serie e lo Screen Actors Guild Award. Il suo personaggio è stato eliminato dalla serie quando Downey è stato licenziato dopo due arresti per droga alla fine del 2000 e l'inizio del 2001.

Tra le interpretazioni successive quella nel film musicale The Singing Detective (2003), nel film horror Gothika (2003), nella commedia Kiss Kiss Bang Bang (2005), nel thriller fantascientifico d'animazione A Scanner Darkly (2006), nel thriller Zodiac (2007), in Charlie Bartlett (2007) e nella commedia satirica d'azione Tropic Thunder (2008), per il quale è stato candidato all'Oscar al miglior attore non protagonista.

A partire dal 2008, Downey ha interpretato il ruolo del supereroe Iron Man, apparendo in diversi film del Marvel Cinematic Universe sia come ruolo principale, membro di un cast corale o in un cameo. Ha recitato nel film di Guy Ritchie Sherlock Holmes (2009), vincendo il Golden Globe per il miglior attore in un film commedia o musicale, e nel suo sequel Sherlock Holmes - Gioco di ombre (2011).

Downey ha recitato in numerosi film che hanno incassato oltre 500 milioni di dollari al botteghino in tutto il mondo. Quattro di questi film, The Avengers, Avengers: Age of Ultron, Iron Man 3 e Captain America: Civil War, fanno parte dei film con i maggiori incassi di sempre, avendo guadagnato ciascuno oltre 1,1 miliardi di dollari. Inoltre Downey è stato in cima alla lista di Forbes dei più pagati attori di Hollywood, con una stima di circa 80 milioni di dollari di entrate tra giugno 2014 e giugno 2015.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Infanzia e gioventù[modifica | modifica wikitesto]

Figlio del regista Robert Downey Sr., il padre, ebreo, ha origini irlandesi e il suo vero cognome era Elias, ma decise di prendere il cognome Downey del patrigno. La madre, Elsie Ann Ford, con ascendenze scozzesi, tedesche e svizzere, ha recitato in alcuni film di Downey Sr.[1][2] Downey Jr. e sua sorella, Allyson, sono cresciuti nel Greenwich Village, quartiere di New York.[3]

Già da bambino ebbe un rapporto difficile con il padre, che, all'età di sei anni, lo spinse a fumare marijuana.[3] Per il padre, secondo Downey, fumare insieme a lui era l'unico modo per dimostrargli il proprio affetto, ma ciò lo ha portato ad avere problemi con alcol e droga anche da adulto.[4]

Durante l'infanzia Downey Jr. recita in diversi film diretti dal padre. Ha fatto il suo debutto all'età di cinque anni in Pound, interpretando un cucciolo,[5] e successivamente, a sette anni, è nel cast di Greaser's Palace.[2] All'età di 10 anni, mentre abitava a Londra, frequentò la Perry House School a Chelsea e studiò danza classica.[6] Dopo il divorzio dei genitori, avvenuto quando lui aveva 13 anni, si trasferisce con il padre in California, dove frequenta la Santa Monica High School. A 17 anni, nel 1982, torna a New York per studiare performance art alla Stagedoor Manor.[7]

Downey e Kiefer Sutherland, che hanno recitato insieme per 1969 - I giorni della rabbia. sono stati coinquilini per tre anni quando si trasferì nuovamente a Hollywood per intraprendere la carriera di attore.[8]

Debutto e successo di critica (1983-1996)[modifica | modifica wikitesto]

Robert Downey Jr. alla prima di Air America (1990)

Downey fece il suo debutto a teatro nel 1983 al Joyce Theater, nella produzione di American Passion di Norman Lear. Entrato nel cast di Saturday Night Live nel 1985[9], dopo un anno di critiche al talento dei nuovi giovani attori, Downey, e la maggiore parte del cast, vengono riampiazzati.[7] Rolling Stone nomina Downey come il peggiore membro del cast del SNL della sua intera storia.[9]

Lo stesso anno a parte del cast di Ultima occasione e poi un bullo nel film comico La donna esplosiva, diretto da John Hughes. Il suo primo ruolo da protagonista è stato con Molly Ringwald in Ehi... ci stai? nel 1987. Grazie a questi ed altri film legati alla cultura degli adolescenti degli anni '80, Downey è stato inserito nel gruppo Brat Pack.[7][10]

Nel 1987, Downey interpreta Julian Wells, un ricco ragazzo tossicodipendente che perde velocemente controllo sulla sua vita, nel film Al di là di tutti i limiti, tratto da Meno di zero, primo romanzo di Bret Easton Ellis.[5][11] La sua elogiata performance gli apre le porte per film come Uno strano caso, diretto da Emile Ardolino, Air America, con l'amico e collega Mel Gibson[12] e Bolle di sapone nel 1991.

Nel 1992 interpreta Charlie Chaplin in Charlot[13], ruolo per cui si prepara con cura, infatti, impara a suonare il violino e giocare a tennis con la mano sinistra. Con un insegnante personale impara ad imitare la postura e le movenze di Chaplin[14]. Per il ruolo, Downey viene candidato una candidatura all'Oscar al miglior attore[15] al Golden Globe per il miglior attore in un film drammatico e vince il suo primo Premio BAFTA al miglior attore protagonista nel 1993.[16]

Nel 1993 è apparso nel film 4 fantasmi per un sogno con Alfre Woodard e Kyra Sedgwick ed America oggi con Matthew Modine e Julianne Moore, con cui si aggiudica la Coppa Volpi speciale al miglior cast alla Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia[17] e il Golden Globe Speciale per il miglior cast. Lo stesso anno appare anche in un documentario basato sulle campagne presidenziali del 1992 intitolato The Last Party, scritto da lui stesso.

Problemi di droga (1996-2001)[modifica | modifica wikitesto]

Robert Downey Jr. dopo l'arresto del 1999

Dal 1996 al 2001 Downey è stato arrestato numerose volte con accuse legate alla droga, e ha sostenuto più programmi di trattamento della droga senza successo.[18] Ha spiegato le proprie ricadute sostenendo di essere stato tossicodipendente dall'età di otto anni, a causa del padre.[19]

Nell'aprile del 1996, Downey è arrestato per possesso di eroina, cocaina e di una pistola .357 Magnum. Un mese dopo, in libertà per buona condotta, è stato arrestato per violazione di domicilio dopo essersi addormentato ubriaco nella casa del suo vicino.[20][21] Venne condannato a tre anni di libertà condizionale con obbligo di test di droga periodici. Nel 1997 saltò un test e fu condannato a sei mesi passati nel Los Angeles County jail[22]. Nel 1999, saltò un altro test e venne arrestato un'altra volta. Difeso da John Stewart Holden viene condannato ad una pena detentiva di tre anni presso una struttura riabilitativa californiana (alias "Corcoran II"). Al momento dell'arresto, vari progetti cinematografici in cui Downey era coinvolto, erano pronti alla pubblicazione, con l'eccezione di In Dreams, che gli fu permesso di completare.

Era stato anche assunto per interpretare il diavolo in una serie animata della NBC, God, the Devil and Bob, ma è stato licenziato quando non è riuscito a presentarsi per le prove.[23]

Viene rilasciato anticipatamente dopo quasi un anno, nel 2000. Una settimana dopo, Downey si è unito al cast della serie televisiva Ally McBeal[3], recitando con Calista Flockhart[24]. Per questa interpretazione, l'anno successivo è stato nominato per un Premio Emmy come migliore attore non protagonista in una serie commedia[25] e ha vinto un Golden Globe come miglior attore non protagonista in una serie[26]. Nonostante il successo, Downey ha dichiarato che la sua performance in quella serie è sopravvalutata ed ha detto: "Era il mio punto più basso in termini di dipendenza. A quel punto non mi importava se non avrei più recitato".[24] È anche apparso come scrittore e cantante nell'album di Vonda Shepard con la colonna sonora di Ally McBeal; ha inoltre duettato con Sting, cantando Every Breath You Take, in un episodio della serie.

Nel gennaio 2001, Downey è assunto per svolgere il ruolo di Amleto in una produzione teatrale di Los Angeles, diretta da Mel Gibson.[27]

Prima della fine della sua prima stagione in Ally McBeal, è nuovamente arrestato per possesso di cocaina e valium.[28] Durante il processo, firma comunque il contratto per comparire in almeno altri otto episodi.[29] Nell'aprile 2001, mentre si trovava in libertà vigilata, un poliziotto lo trovò a vagare a piedi nudi a Culver City, vicino Los Angeles, sotto l'effetto di cocaina. Dopo questo ultimo arresto, il produttore David E. Kelley e altri dirigenti di Ally McBeal decidono una riscrittura dello show e licenziano Downey[30]. L'arresto di Culver City gli costa un ruolo nel film I perfetti innamorati[31]; la successiva incarcerazione costringe Mel Gibson a chiudere la produzione teatrale programmata di Amleto.

Al processo nel luglio 2001, non viene condannato, ma viene mandato in riabilitazione e in libertà vigilata per tre anni. Grazie ad una legge (California Proposition 36) emanata l'anno prima per aiutare tossicodipendenti non violenti a superare le loro dipendenze, invece di andare in carcere.[3][32]

Ritorno (2001-2008)[modifica | modifica wikitesto]

Robert Downey Jr. al Comic Con nel 2007

Downey ha ottenuto il suo primo lavoro dopo la riabilitazione nel mese di agosto del 2001, nel video di I Want Love di Elton John, per la regia di Sam Taylor-Wood[33].

Nel 2003, con intercessione di Mel Gibson, col quale aveva lavorato in Air America, prende parte a The Singing Detective.[34] Lo stesso anno, prende parte a Gothika, prodotto da Joel Silver, con cui, tramite l'allora fidanzata Susan Levin, stringerà un rapporto di amicizia e lo aiuterà ad ottenere il ruolo in Kiss Kiss Bang Bang.

Il 23 novembre del 2004, Downey pubblica il suo album musicale di debutto, The Futurist, con l'etichetta Sony Classical, e per il quale ha disegnato la copertina con il figlio Indio. L'album ha ricevuto recensioni contrastanti.

Dopo Gothika, Downey copre una serie di ruoli da protagonista e coprotagonista, anche in alcuni film semi-indipendenti: Guida per riconoscere i tuoi santi, Good Night, and Good Luck., A Scanner Darkly - Un oscuro scrutare (in cui Downey interpreta il ruolo di un tossicodipendente) e Fur - Un ritratto immaginario di Diane Arbus, diretto da Steven Shainberg, con Nicole Kidman.[35]

Partecipa inoltre alla commedia thriller Kiss Kiss Bang Bang, diretto da Shane Black[36][37], ed al film Disney Shaggy Dog - Papà che abbaia... non morde.

Nel 2006, Downey è doppiatore guest star nel cartone I Griffin, nell'episodio Se non son matti, col personaggio di Patrick Pewterschmidt. Nello stesso anno firma un contratto con HarperCollins per scrivere un libro di memorie. Nel 2008, tuttavia, Downey ha restituito l'anticipo ricevuto e annullato il progetto.[38]

Nel 2007, è apparso nel thriller di David Fincher, Zodiac, basato sulla vicenda reale di un serial killer statunitense degli anni ’60 e ’70, Killer dello Zodiaco. Ha svolto il ruolo del giornalista del San Francisco Chronicle Paul Avery.[39]

Robert Downey Jr. a Città del Messico per la promozione di Iron Man (2008)

Riconoscimento internazionale (2008-presente)[modifica | modifica wikitesto]

Iron Man, Tropic Thunder e Sherlock Holmes[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2007 Downey è stato preso per la parte di Tony Stark in Iron Man[40][41], diretto da Jon Favreau, che ha dovuto convincere la produzione a puntare su di lui per via della sua eccessiva popolarità che avrebbe potuto oscurare il personaggio.[42][43] Il film è stato distribuito nelle sale cinematografiche statunitensi il 2 maggio 2008 e Downey ha ricevuto critiche molto positive per il ruolo ed è stato descritto come il "punto di luce" del film.[44][45]

Dopo Iron Man, ha recitato con Ben Stiller and Jack Black in un altro film estivo del 2008, diretto da Stiller, Tropic Thunder. Le tre stelle interpretano tre attori hoolywoodiani molto diversi tra loro che vengono assunti per un film intitolato Tropic Thunder. Downey interpreta Kirk Lazarus: attore australiano vincitore di cinque Oscar e promotore del metodo attoriale, che per recitare in Tropic Thunder arriva a scurirsi la pelle chirurgicamente per interpretare il sergente afroamericano Lincoln Osiris.[46][47] Uscito il 13 agosto 2008, è stato un successo di critica e l'attore è stato nominato sia al Golden Globe 2009 che all'Oscar 2009 come migliore attore non protagonista.

Nel 2008 recita nel film Il solista, uscito nel 2009 e prodotto dalla Paramount Pictures[48].

Il primo ruolo che accetta dopo quello di Iron Man è quello di Sherlock Holmes in Sherlock Holmes, uscito nelle sale il 25 dicembre 2009. Il film ottiene ottimi incassi ai botteghini statunitensi. Con questo ruolo vince il Golden Globe per il miglior attore in un film commedia o musicale.[49][50]

Collaborazione con la Marvel e film indipendenti[modifica | modifica wikitesto]

Robert Downey Jr. in California in un'intervista per Avengers: Age of Ultron (2015)

Dopo il grande successo del 2008 di Iron Man, Downey appare in un cameo alla fine del film del 2008 L'incredibile Hulk, per poi riprendere il ruolo di Tony Stark nel primo dei due sequel previsti per Iron Man, Iron Man 2, uscito nel maggio 2010.

Sempre nel 2010 è protagonista della commedia Parto col folle, co-interpretato da Zach Galifianakis. Nel 2011 recita nel sequel di Sherlock Holmes, Sherlock Holmes - Gioco di ombre.

Nel 2012, Downey riprende il ruolo di Tony Stark/Iron Man in The Avengers, diretto da Joss Whedon. Il film ha ricevuto recensioni positive ed è stato un enorme successo ai botteghini di tutto il mondo, diventando il quinto film di maggior incasso di tutti i tempi, avendo superato il miliardo e mezzo di dollari di incasso. Robert Downey Jr. è stato elogiato per il suo carisma e, soprattutto, per essere l'elemento fulcro dei Vendicatori[51].

Downey ha interpretato nuovamente Tony Stark in Iron Man 3 (2013), Avengers: Age of Ultron (2015), Captain America: Civil War (2016) ed in Spider-Man: Homecoming (2017).

Nel 2014 produce inoltre un proprio film indipendente, The Judge[52], presentato in apertura al Festival Internazionale del Cinema di Toronto.

Nel 2015, ormai riabilitato da anni, ottiene la grazia formale del governatore Jerry Brown e la cancellazione dei precedenti penali per i reati di possesso di droga, possesso non autorizzato di armi, rissa e guida in stato d'ebbrezza per cui era stato condannato nel 1996 e nel 1999. Il tribunale californiano ha "evidenziato che dopo il suo rilascio dal carcere Downey Jr. ha vissuto in modo onesto e retto, mostrando doti morali e comportandosi come un cittadino rispettoso della legge".[53]

Per tre anni consecutivi, dal 2012 al 2015[54], Downey è stato in cima alla lista di Forbes dei più pagati attori di Hollywood, con una stima di circa 80 milioni di dollari di entrate tra giugno 2014 e giugno 2015.[55][56]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Il 14 giugno 2010, Robert Downey Jr. e sua moglie, Susan, hanno aperto la loro casa di produzione chiamata "Team Downey". Il loro primo progetto è stato The Judge.[57]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Ha avuto una relazione dal 1984 al 1991 con Sarah Jessica Parker. Il 28 maggio 1992 sposa la musicista Deborah Falconer, da cui ha il suo primo figlio, Indio, nato il 7 settembre 1993. La coppia divorzia ufficialmente nel 2004, dopo 12 anni di matrimonio.[58]

Il 27 agosto 2005 sposa la produttrice Susan Levin, incontrata sul set di Gothika nel 2003. La coppia ha un figlio, Exton Elias Downey, nato il 7 febbraio 2012[59][60] ed una figlia, Avri Roel Downey, nata il 4 novembre 2014.[61]

Dipendenza e sobrietà[modifica | modifica wikitesto]

Downey afferma di essere libero dalla droga dal luglio 2003 ed ha attribuito merito a superare la sua dipendenza alla moglie, la famiglia, la meditazione, lo yoga e la pratica di Wing Chun[62]. Ha imparato il kung fu da Eric Oram, consulente di scene di lotta in molti film di Downey[63][64]. Oram è stato anche il personale coordinatore delle scene di lotta di Downey per Avengers: Age of Ultron e Captain America: Civil War.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Robert Downey Jr. con la moglie Susan Levin ai Premi Oscar 2010

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Robert Downey Jr. al Toronto International Film Festival per la prima di The Judge (2014)

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Cortometraggi[modifica | modifica wikitesto]

Documentari[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

Premi e candidature[modifica | modifica wikitesto]

Premio Oscar

Premio Golden Globe

Premio BAFTA

SAG Awards

Premio Emmy

  • 2011 - Candidatura come migliore attore non protagonista in una serie comica o commedia per Ally McBeal

Altri riconoscimenti

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Robert Downey Jr. è stato doppiato da:

  • Sandro Acerbo in La grande promessa, Uno strano caso, Verdetto finale, Bolle di sapone, 4 fantasmi per un sogno, Only You - Amore a prima vista, A casa per le vacanze, Complice la notte, U.S. Marshals - Caccia senza tregua, Black and White, Gothika, Kiss Kiss Bang Bang, Zodiac, Chef - La ricetta perfetta
  • Angelo Maggi in Iron Man, L'incredibile Hulk, Tropic Thunder, Il solista, Iron Man 2, The Avengers, Iron Man 3, Avengers: Age of Ultron, Captain America: Civil War, Spider-Man: Homecoming
  • Luca Ward in Wonder Boys, Fur - Un ritratto immaginario di Diane Arbus, Sherlock Holmes, Parto col folle, Sherlock Holmes - Gioco di ombre, The Judge
  • Massimo Rossi in Al di là di tutti i limiti, Air America, Shaggy Dog - Papà che abbaia... non morde, Le regole del gioco
  • Mauro Gravina in La donna esplosiva, Danger Zone, Charlie Bartlett
  • Stefano Benassi in Restoration - Il peccato e il castigo, Conflitto d'interessi, In Dreams
  • Christian Fassetta in A scuola con papà
  • Riccardo Rossi in Ehi... ci stai?
  • Francesco Vairano in Charlot
  • Gaetano Varcasia in America oggi
  • Loris Loddi in Assassini nati - Natural Born Killers
  • Marco Bolognesi in 1969 - I giorni della rabbia
  • Luca Biagini in Riccardo III
  • Claudio Beccari in Piscine - Incontri a Beverly Hills
  • Carlo Cosolo in Bowfinger
  • Giacomo Zito in Ally McBeal
  • Massimo De Ambrosis in The Singing Detective
  • Vittorio Guerrieri in Eros
  • Tony Sansone in Good Night, and Good Luck.
  • Sergio Lucchetti in Game 6
  • Roberto Pedicini in A Scanner Darkly - Un oscuro scrutare
  • Pino Insegno in Guida per riconoscere i tuoi santi

Da doppiatore è sostituito da:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Robert Downey Jr. Pays Moving, Candid Tribute to Late Mother, in E! Online, 27 settembre 2014. URL consultato il 2 ottobre 2017.
  2. ^ a b (EN) Jamie Diamond, FILM; Robert Downey Jr. Is Chaplin (on Screen) and a Child (Off), in The New York Times, 20 dicembre 1992. URL consultato il 2 ottobre 2017.
  3. ^ a b c d (EN) Actor's toughest role - Beating addiction a struggle for troubled star, su CNN Programs. URL consultato il 2 ottobre 2017.
  4. ^ (EN) Hitting Bottom, people.com, 19 agosto 1996. URL consultato il 28 gennaio 2015.
  5. ^ a b Robert Downey: una vita senza freni, su www.successo.com, 12 febbraio 2015. URL consultato il 02 ottobre 2017.
  6. ^ (EN) Downey Jr Was A Ballet Student, contactmusic.com, 22 maggio 2005. URL consultato il 29 gennaio 2015.
  7. ^ a b c (EN) Profiles of Robert Downey Jr., Morgan Freeman, Rufus Wainwright, cnn.com, 17 agosto 2002. URL consultato il 29 gennaio 2015.
  8. ^ (EN) Kiefer Sutherland and Robert Downey Jr. | Celebrity Roommates, su Comcast.net, 7 agosto 2013. URL consultato il 2 ottobre 2017.
  9. ^ a b (EN) 'Saturday Night Live': All 145 Cast Members Ranked, su Rolling Stone. URL consultato il 02 ottobre 2017.
  10. ^ Robert Downey Jr. riceve la grazia per i suoi reati di droga degli anni '90, in Cineblog.it. URL consultato il 02 ottobre 2017.
  11. ^ (EN) Janet Maslin, Film: 'Less Than Zero,' Young Lives, in The New York Times, 06 novembre 1987. URL consultato il 02 ottobre 2017.
  12. ^ Downey Jr: «Hollywood perdoni Mel Gibson», su www.vanityfair.it, 16 ottobre 2011. URL consultato il 02 ottobre 2017.
  13. ^ Silvia Ricciardi, FILM IN TV – Charlot di Richard Attenborough, in sentieriselvaggi.it, 3 ottobre 2014. URL consultato il 02 ottobre 2017.
  14. ^ (EN) Reel vs. Real: Robert Downey Jr. as Charlie Chaplin, in Lomography, 22 agosto 2013. URL consultato il 02 ottobre 2017.
  15. ^ (EN) Ann Hornaday, Once Again The Clowning Gets Physical, in The New York Times, 11 aprile 1993. URL consultato il 02 ottobre 2017.
  16. ^ (EN) BAFTA Awards Search | BAFTA Awards, su awards.bafta.org. URL consultato il 02 ottobre 2017.
  17. ^ Film da (ri)vedere, America Oggi di Robert Altman, in Cineblog.it, 21 maggio 2010. URL consultato il 02 ottobre 2017.
  18. ^ Robert Downey Jr. arrestato, archiviostorico.corriere.it. URL consultato il 18 giugno 2012 (archiviato dall'url originale il pre 1/1/2016).
  19. ^ (EN) Addicted Downey Jnr jailed, su BBC News, 6 agosto 1999. URL consultato il 02 ottobre 2017.
  20. ^ Arrestato l'attore Robert Downey Jr. - New York, in Archivio - la Repubblica.it, 18 luglio 1996. URL consultato il 02 ottobre 2017.
  21. ^ (EN) David Carr, With ‘Iron Man,’ Robert Downey Jr. Winks at His Past and Looks to Transcend It, in The New York Times, 20 aprile 2008. URL consultato il 02 ottobre 2017.
  22. ^ (EN) ROBERT W. WELKOS, Actor Robert Downey Jr. Given 6-Month Jail Term, in Los Angeles Times, 09 dicembre 1997. URL consultato il 02 ottobre 2017.
  23. ^ (EN) Downey Jr back in jail, su BBC News, 23 giugno 1999. URL consultato il 02 ottobre 2017.
  24. ^ a b (EN) Jon Wilde, More than skin deep, in The Guardian, 08 novembre 2003. URL consultato il 02 ottobre 2017.
  25. ^ (EN) Bada Bing! Sopranos Leads Emmy Pack, in Fox News, 12 luglio 2001. URL consultato il 02 ottobre 2017.
  26. ^ a b (EN) Downey Jr's Golden acting career, in BBC News, 22 gennaio 2001. URL consultato il 02 ottobre 2017.
  27. ^ (EN) Downey Jr becomes Hamlet, su BBC News, 21 settembre 2000. URL consultato il 02 ottobre 2017.
  28. ^ (EN) Robert Downey Jr. arrested in L.A., in EW.com, 24 aprile 2001. URL consultato il 02 ottobre 2017.
  29. ^ (EN) Downey Jr signs McBeal deal, in BBC News, 15 febbraio 2001. URL consultato il 02 ottobre 2017.
  30. ^ (EN) Robert Downey Jr. Fired From Ally McBeal After Another Arrest, in Fox News, 25 aprile 2001. URL consultato il 02 ottobre 2017.
  31. ^ (EN) Robert Downey Jr.'s Drug 'Deal', in WIRED, 31 maggio 2001. URL consultato il 02 ottobre 2017.
  32. ^ (EN) Robert Downey Jr. to Enter Plea Agreement on Drug Charges, su CNN.com, 16 luglio 2001. URL consultato il 02 ottobre 2017.
  33. ^ (EN) Elton John Casts Robert Downey Jr. In His New Video, in MTV News. URL consultato il 02 ottobre 2017.
  34. ^ (EN) Roger Friedman, Mel Gibson's New 'Passion' Is Robert Downey Jr., in Fox News, 14 ottobre 2003. URL consultato il 02 ottobre 2017.
  35. ^ (EN) A 'Fur'-Fetched Portrait Of Arbus? Precisely! Says the Filmmaker, in Washington Post, 12 novembre 2006. URL consultato il 02 ottobre 2017.
  36. ^ (EN) Laura Barton, 'The only other guy I've kissed was Colin Farrell, and Robert was ... better', in The Guardian, 11 novembre 2005. URL consultato il 02 ottobre 2017.
  37. ^ Robert Downey jr., criminale da strapazzo in Kiss Kiss Bang Bang, in Cinema Fanpage, 5 giugno 2010. URL consultato il 02 ottobre 2017.
  38. ^ (EN) Robert Downey Jr. postpones ‘candid’ memoir, in TODAY.com, 22 luglio 2008. URL consultato il 02 ottobre 2017.
  39. ^ (EN) Paul Harris, Focus: So who was the Zodiac killer?, in The Observer, 15 aprile 2007. URL consultato il 02 ottobre 2017.
  40. ^ (EN) Robert Downey Jr. is Iron Man, in EW.com, 29 settembre 2006. URL consultato il 02 ottobre 2017.
  41. ^ Dietro la maschera di Iron Man, in FantasyMagazine.it, 30 settembre 2006. URL consultato il 02 ottobre 2017.
  42. ^ Chi è Robert Downey Jr., l’attore più pagato del mondo, 04 aprile 2015. URL consultato il 02 ottobre 2017.
  43. ^ (EN) Indie cred gave 'Iron Man' filmmaker his shot, in SFGate, 28 aprile 2008. URL consultato il 02 ottobre 2017.
  44. ^ (EN) Ann Hornaday, 'Iron Man' Shows Strength of Character, in Washington Post, 02 maggio 2008. URL consultato il 02 ottobre 2017.
  45. ^ (EN) Ansen Reviews Robert Downey Jr. in ‘Iron Man’, in Newsweek, 30 aprile 2008. URL consultato il 02 ottobre 2017.
  46. ^ (EN) First Look: Stiller's new movie, in EW.com, 09 marzo 2008. URL consultato il 02 ottobre 2017.
  47. ^ Robert Downey jr: In Tropic Thunder mi faccio nero, su Style.it, 8 ottobre 2008. URL consultato il 02 ottobre 2017.
  48. ^ "The soloist", violinista senzatetto talento spento dalla schizofrenia - Spettacoli & Cultura - Repubblica.it, su www.repubblica.it, 6 aprile 2009. URL consultato il 02 ottobre 2017.
  49. ^ a b Golden Globe 2010: tutti i vincitori, in Haisentito, 18 gennaio 2010. URL consultato il 02 ottobre 2017.
  50. ^ Golden Globes: trionfa "Avatar", delusione per "Baaria" di Tornatore, in LaStampa.it. URL consultato il 02 ottobre 2017.
  51. ^ (EN) Joe Morgenstern, 'Avengers': Multiple Marvels, Diminished Fun, in WSJ, 4 maggio 2012. URL consultato il 02 ottobre 2017.
  52. ^ (EN) 'Gossip Girl' Star Leighton Meester Joins Robert Downey Jr. in 'The Judge', in The Hollywood Reporter, 3 aprile 2013. URL consultato il 02 ottobre 2017.
  53. ^ Robert Downey Jr. ce l'ha fatta, la grazia del governatore è finalmente arrivata, repubblica.it.
  54. ^ Robert Downey Jr. è l'attore più pagato al mondo per il terzo anno consecutivo, in BadTaste.it, 05 agosto 2015. URL consultato il 03 ottobre 2017.
  55. ^ (EN) Natalie Robehmed, The World's Highest-Paid Actors 2015: Robert Downey Jr. Leads With $80 Million Haul, in Forbes, 4 agosto 2015. URL consultato il 03 ottobre 2017.
  56. ^ Robert Downey Jr, l'attore più pagato al mondo - VanityFair.it, in VanityFair.it, 1 luglio 2014. URL consultato il 03 ottobre 2017.
  57. ^ Robert Downey jr. presenta The Judge: 'Dopo i supereroi, finalmente un personaggio normale', in Movieplayer.it, 15 ottobre 2014. URL consultato il 03 ottobre 2017.
  58. ^ Divorzio per Robert Downey Jr., su Repubblica.it, 28 aprile 2004. URL consultato il 18 giugno 2012.
  59. ^ Un altro figlio per Robert Downey Jr., gossippando.it, 8 febbraio 2012. URL consultato il 18 giugno 2012.
  60. ^ Robert Downey Jr. presenta suo figlio, vogue.it. URL consultato il 18 giugno 2012.
  61. ^ Robert Downey Jr. è di nuovo papà, mauxa.com. URL consultato il 5 novembre 2014.
  62. ^ Il Wing Chun ha cambiato la vita di Robert Downey Jr, su www.combattimentototale.it, 8 febbraio 2016. URL consultato il 03 ottobre 2017.
  63. ^ (EN) Sam Dehority, Robert Downey Jr.: "He Was Skinny", in Men's Fitness. URL consultato il 03 ottobre 2017.
  64. ^ (EN) Stephen Rodrick, Robert Downey Jr.’s Cosmic Punishment, in Men's Journal. URL consultato il 03 ottobre 2017.
  65. ^ (EN) MTV Movie Awards 2015: See The Full Winners List, mtv.com. URL consultato il 14 aprile 2015.
  66. ^ (EN) MTV Movie Awards 2015 Winners, mtv.com. URL consultato il 14 aprile 2015.
  67. ^ (EN) Variety Staff, Teen Choice Awards 2015 Winners: Full List, variety.com. URL consultato il 23 agosto 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN19879171 · LCCN: (ENno96015422 · ISNI: (EN0000 0001 2099 5752 · GND: (DE14001604X · BNF: (FRcb14022770q (data)