Richard Linklater

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Richard Linklater

Richard Stuart Linklater (Houston, 30 luglio 1960) è un regista e sceneggiatore statunitense.

È stato candidato 2 volte ai Premi Oscar alla migliore sceneggiatura originale per i film Before Sunset - Prima del tramonto e Before Midnight. Nel 2015 vince l'Orso d'argento per il miglior regista al Festival di Berlino, 2 Golden Globe come miglior film drammatico e come miglior regista ricevendo altre 3 candidature ai Premi Oscar quali miglior film, miglior regista e migliore sceneggiatura originale per Boyhood.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Regista interessato a film indipendenti e minimali, dopo Slacker, esperimento narrativo sulle 24 ore della vita di 100 personaggi, e dopo la realizzazione di vari cortometraggi e super 8, nel 1993 gira il film La vita è un sogno. Nel 1995 realizza il film Prima dell'alba con Julie Delpy e Ethan Hawke, film con il quale vince l'Orso d'Argento per il miglior regista al Festival di Berlino.

Tra gli altri lavori vi sono: Newton Boys con l'amico Matthew McConaughey, Waking Life e School of Rock con Jack Black. Nel 2004 sempre con Julie Delpy e Ethan Hawke, gira Before Sunset - Prima del tramonto, seguito di Prima dell'alba del 1995. Nel 2013 viene presentato l'ultimo capitolo della saga di Before Sunrise, ovvero Before Midnight, sempre con gli stessi attori dei precedenti.

Linklater è anche direttore artistico della "Austin Film Society", fondata nel 1985.

Nel 2014 realizza Boyhood, film vincitore del Golden Globe 2015, con Ethan Hawke e Patricia Arquette.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Regista[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiatore[modifica | modifica wikitesto]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Premio Oscar[modifica | modifica wikitesto]

Golden Globe[modifica | modifica wikitesto]

Independent Spirit Award[modifica | modifica wikitesto]

Altri premi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Winners Empire Awards 2015 su www.empireonline.com. URL consultato il 20 aprile 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN119455239 · LCCN: (ENn92013007 · ISNI: (EN0000 0001 1456 0322 · GND: (DE122101707