Jon Voight

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Jonathan Vincent "Jon" Voight (Yonkers, 29 dicembre 1938) è un attore, regista, produttore cinematografico e autore statunitense.

Nel corso della sua carriera ha vinto un Premio Oscar al migliore attore (a fronte di 4 candidature) per Tornando a casa, quattro Golden Globe e un Prix d'interprétation masculine al Festival di Cannes.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Jon Voight ai Premi Oscar 1988

Nato a Yonkers (New York) da Elmer Voight (1909-1973) e Barbara Kamp (1910-1995). I suoi nonni materni erano di origine tedesca mentre il nonno paterno era un immigrato slovacco (il vero cognome era Voytka). Studiò da giovane alla scuola maschile Archbishop Stepinac High School nella vicina White Plains, dove iniziò ad interessarsi alla recitazione, esordendo in teatro nel ruolo di Puck nel Sogno di una notte di mezza estate. Dopo essersi diplomato nel 1956 conseguì gli studi collegiali alla Catholic University of America di Washington, terminati i quali si trasferì a New York.

La sua carriera comincia nei musical di Broadway. Sul finire degli anni sessanta partecipa a numerosi serial televisivi. Ma il debutto sul grande schermo arriva nel 1967 nel film L'ora delle pistole con James Garner. Il primo ruolo di rilievo arriva quando Voight nel 1969 viene scelto come protagonista di Un uomo da marciapiede al fianco di un giovane Dustin Hoffman. Ottenne per questo film la sua prima nomination al premio Oscar che non vinse nonostante la sua ottima interpretazione nella parte del giovane gigolò Joe Buck. L'ambito premio, quale miglior attore, arriva dieci anni dopo per la sua interpretazione di Luke, reduce paraplegico della guerra del Vietnam, in Tornando a casa diretto da Hal Ashby.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

È stato sposato dal 1962 al 1967 con l'attrice Lauri Peters.

Nel 1971 sposa in seconde nozze Marcheline Bertrand (si separarono nel 1976 e infine divorziarono nel 1978) che gli dà due figli, James Haven ed Angelina Jolie, i quali seguiranno le sue orme nel mondo del cinema.

È inoltre padrino dell'attrice Skyler Shaye.

È da sempre sostenitore del Partito Repubblicano.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Return to Lonesome Dove, regia di Mike Robe - serie TV (1993)

(Convicted Cowboy) - film TV, regia di Rod Holcomb (1996)

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Premio Oscar

Golden Globe

Emmy Award

  • 2002 - Nomination al miglior attore non protagonista in una miniserie o film per la televisione per La rivolta
  • 2006 - Nomination al miglior attore protagonista in una miniserie o film per la televisione per Giovanni Paolo II
  • 2014 - Nomination al miglior attore non protagonista in una serie drammatica per Ray Donovan

Festival di Cannes

Razzie Award

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Jon Voight è stato doppiato da:

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Oscar al miglior attore Successore
Richard Dreyfuss
per Goodbye amore mio!
1979
per Tornando a casa
Dustin Hoffman
per Kramer contro Kramer
Controllo di autoritàVIAF: (EN61733348 · ISNI: (EN0000 0001 0907 8259 · LCCN: (ENn85138197 · GND: (DE13417500X · BNF: (FRcb13900908c (data)