Castelletto d'Orba

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Castelletto d'Orba
comune
Castelletto d'Orba – Stemma
Panorama del castello e del sottostante paese
Panorama del castello e del sottostante paese
Dati amministrativi
Stato Italia Italia
Regione Regione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
Provincia Provincia di Alessandria-Stemma.png Alessandria
Sindaco Federico Fornaro (lista civica) dal 14/06/2004
Territorio
Coordinate 44°41′08″N 8°42′18″E / 44.685556°N 8.705°E44.685556; 8.705 (Castelletto d'Orba)Coordinate: 44°41′08″N 8°42′18″E / 44.685556°N 8.705°E44.685556; 8.705 (Castelletto d'Orba)
Altitudine 200 m s.l.m.
Superficie 14,25 km²
Abitanti 2 092[1] (31-12-2010)
Densità 146,81 ab./km²
Frazioni Bozzolina, Campo della lepre, Cazzuli, Crebini, Gallaretta, Passaronda, Ravino, Villaggio dell'olmo
Comuni confinanti Capriata d'Orba, Lerma, Montaldeo, San Cristoforo, Silvano d'Orba
Altre informazioni
Cod. postale 15060
Prefisso 0143
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 006049
Cod. catastale C158
Targa AL
Cl. sismica zona 3A (sismicità bassa)
Cl. climatica zona E, 2 650 GG[2]
Nome abitanti castellettesi
Patrono san Lorenzo
Giorno festivo 10 agosto
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Castelletto d'Orba
Sito istituzionale

Castelletto d'Orba (Castlèt d'Òrba in piemontese, Casteleto in ligure) è un comune di 2.097 abitanti della provincia di Alessandria, situato su una zona collinare sul margine destro della piana alluvionale del fiume Orba.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Probabile luogo di una fortificazione romana, nel XI secolo vi fu costruito un piccolo castello nell'ambito della rete difensiva della marca obertenga. Furono però i marchesi del Monferrato a edificare nel 1488 l'attuale castello dotandolo anche di un ricetto.

Feudo dei Doria, dei Trotti, degli Spinola, e poi degli Adorno, fino alla soppressione del feudo da parte dei repubblicani francesi. Con il congresso di Vienna entrò negli Regno di Sardegna.

Trasporti[modifica | modifica sorgente]

Castelletto d'Orba è attualmente servita da corse dell'autolinea 62 - Alessandria - Predosa - Ovada esercita dalla società ARFEA.

In passato la cittadina ospitava una stazione dalla tranvia Novi Ligure - Ovada, le cui corse cessarono nel 1953.

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[3]


Economia[modifica | modifica sorgente]

Il territorio è dedicato prevalentemente all'agricoltura, e in particolar modo alla coltivazione della vite. Qui si producono vini DOC tipici dell'Alto Monferrato.

Castelletto è ricco di acque sulfuree medicamentose, scoperte e valorizzate nel '700 da un medico, Gian Battista Barberis, e da un farmacista, Giulio Bava. Tale particolarità ne fa anche una ideale meta turistica.

Tra le sorgenti di acque curative: Lavagello, Cannone, Sovrana, Molino Albedosa, Feja, nelle cui vicinanze è ubicata un'azienda di imbottigliamento.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica sorgente]

L'abitato è dominato dall'imponente castello, costruzione quadrangolare quattrocentesca, con numerosi elementi gotici, tra cui le colonnine e gli archi di marmo sormontate dai caratteristici "occhi di bue" e da una coronatura di merli ghibellini.

Interessante è la chiesa di Sant'lnnocenzo nei pressi del cimitero comunale, che ancora oggi conserva la sua configurazione romanica e possiede un bell'interno decorato da affreschi (1300-1400).

La Torre Buzzi fu costruita in stile tardo gotico, agli inizi del Novecento, nel luogo dove alcuni storici ipotizzano fosse situato il primo castello di origine obertenga.

Eventi[modifica | modifica sorgente]

  • 14-16 marzo 2008: Rassegna dei vini e dei sapori dell'Alto Monferrato.
  • 21-22 giugno: Alla riscoperta dell'Arte e del vino.
  • 12-13 luglio: Festa nel parco.
  • 19-20 luglio: Festa nel parco.
  • 29-31 agosto: Sagra campagnola.
  • 4-5 ottobre: Terra e vino.

Persone legate a Castelletto d'Orba[modifica | modifica sorgente]

Galleria fotografica[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Piemonte Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Piemonte