Terzo (Italia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Terzo
comune
Terzo – Stemma
Dati amministrativi
Stato Italia Italia
Regione Regione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
Provincia Provincia di Alessandria-Stemma.png Alessandria
Sindaco Vittorio Giovanni Grillo (lista civica) dal 23/05/2011
Territorio
Coordinate 44°40′17″N 8°25′22″E / 44.671389°N 8.422778°E44.671389; 8.422778 (Terzo)Coordinate: 44°40′17″N 8°25′22″E / 44.671389°N 8.422778°E44.671389; 8.422778 (Terzo)
Altitudine 222 m s.l.m.
Superficie 8,77 km²
Abitanti 906[1] (31-12-2010)
Densità 103,31 ab./km²
Comuni confinanti Acqui Terme, Bistagno, Melazzo, Montabone (AT)
Altre informazioni
Cod. postale 15010
Prefisso 0144
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 006172
Cod. catastale L143
Targa AL
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Cl. climatica zona E, 2 669 GG[2]
Nome abitanti terzesi
Patrono san Maurizio martire
Giorno festivo 22 settembre
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Terzo
Sito istituzionale

Terzo (Ters in piemontese) è un comune di 904 abitanti della provincia di Alessandria situato sulla sponda sinistra del fiume Bormida, in Piemonte.

Dalla cima della torre (alta 25 metri e costruita a cavallo tra il Trecento ed il Quattrocento) è possibile godere del paesaggio che si apre sulle valli dei fiumi Erro e Bormida.

Di questa struttura - inserita nel sistema dei "Castelli Aperti" del Basso Piemonte - rimane solo la torre tardomedioevale. Già fortificazione dei vescovi di Acqui, sorgeva al terzo miglio, da cui il nome del borgo.

In alcuni testi compare come Terzo d'Acqui. Tale toponimo è in realtà erroneo, fa infatti riferimento al periodo in cui, con Regio Decreto del 20/12/1928, il re d'Italia Vittorio Emanuele III aggregò il Comune di Terzo a quello di Acqui Terme. Il comune di Terzo, rinominato in quel periodo Terzo d'Acqui, divenne a tutti gli effetti una frazione della cittadina termale. Successivamente, con Decreto del Capo Provvisorio dello Stato, pubblicato l'11/11/1947, e entrato in vigore il 12/11/1947, Terzo venne ricostituito Comune e, con il titolo, riconquistò il suo nome originario.

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[3]

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Piemonte Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Piemonte