Cassano Spinola

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cassano Spinola
comune
Cassano Spinola – Stemma
Chiesa Parrocchiale di San Pietro
Chiesa Parrocchiale di San Pietro
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
Provincia Provincia di Alessandria-Stemma.png Alessandria
Amministrazione
Sindaco Giovanni Alliano (lista civica) dal 13/06/2009
Territorio
Coordinate 44°46′04″N 8°51′58″E / 44.767778°N 8.866111°E44.767778; 8.866111 (Cassano Spinola)Coordinate: 44°46′04″N 8°51′58″E / 44.767778°N 8.866111°E44.767778; 8.866111 (Cassano Spinola)
Altitudine 191 m s.l.m.
Superficie 14,96 km²
Abitanti 1 852[1] (31-12-2010)
Densità 123,8 ab./km²
Comuni confinanti Carezzano, Gavazzana, Novi Ligure, Pozzolo Formigaro, Sant'Agata Fossili, Sardigliano, Serravalle Scrivia, Stazzano, Villalvernia
Altre informazioni
Cod. postale 15063
Prefisso 0143
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 006042
Cod. catastale C005
Targa AL
Cl. sismica zona 3A (sismicità bassa)
Nome abitanti cassanesi
Patrono san Pietro
Giorno festivo lunedì dopo la 3ª dom. di settembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Cassano Spinola
Sito istituzionale

Cassano Spinola (Cassan in piemontese standard, Cassau in dialetto alessandrino) è un comune italiano della provincia di Alessandria situato alla destra del basso corso dello Scrivia.

Monumenti[modifica | modifica sorgente]

Il campanile

La chiesa parrocchiale, fondata nell'alto medioevo con funzioni di pieve, fu riedificata nel XV secolo, con il rifacimento dell'abside e l'allungamento del corpo di fabbrica. Nel XVI secolo furono aggiunte due cappelle laterali, S. Giuseppe e SS. Rosario, quest'ultima occultata nel 1910 per l'allestimento di una ricostruzione della grotta di Lourdes. Risale al 1634 il fonte battesimale donato da G. Visconti, mentre le due pile in marmo bianco per l'acquasantiera furono donate dagli Spinola nel 1628. Il pavimento (1941) è in marmo rosso contenenti ammoniti fossili. Le vetrate furono poste nel 1945.

Palazzo Millelire fu residenza dalla nobile famiglia degli Spinola nel XVI secolo, in seguito all'abbandono del castello per una residenza più signorile. Tipica dimora ligure, fu completamente modificato alla fine dell'Ottocento, con l'edificazione di un nuovo piano e la trasformazione del tetto in terrazza; la facciata venne decorata a bugnato al pian terreno e con elementi neogotici (finestre ad edicola e motivi floreali) al piano nobile. I loggiati, chiusi da ampie vetrate colorate, vennero successivamente eliminati nel 1930.

Il palazzo della Guacciorna è collocato ai limiti del territorio di Cassano in direzione di Tortona. La cascina, dotata di una vasta estensione di terreno, fu costruita nei primi decenni del '600 dai fratelli Ottobono. Venne acquistata da Claudio Spinola nel 1652 per il prezzo di 2535 scudi. Passò in seguito ai Marchesi De Maria di Genova e da questi alla famiglia del senatore Pietro Tortarolo, attuale proprietaria. Il complesso mantiene nell'impianto le sue linee architettoniche originarie, sebbene le monofore ad arco acuto siano di ispirazione neogotica.

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[2]


Persone legate a Cassano Spinola[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Gian Carlo Vaccari: "Cassano degli Spinola" (Ovada, 2010).

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Piemonte Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Piemonte