Pozzolo Formigaro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pozzolo Formigaro
comune
Pozzolo Formigaro – Stemma
Il castello medievale, sede del municipio
Il castello medievale, sede del municipio
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
Provincia Provincia di Alessandria-Stemma.png Alessandria
Amministrazione
Sindaco Domenico Miloscio (Lista civica) dal 14/06/2004
Territorio
Coordinate 44°47′46″N 8°47′09″E / 44.796111°N 8.785833°E44.796111; 8.785833 (Pozzolo Formigaro)Coordinate: 44°47′46″N 8°47′09″E / 44.796111°N 8.785833°E44.796111; 8.785833 (Pozzolo Formigaro)
Altitudine 171 m s.l.m.
Superficie 35,59 km²
Abitanti 4 886[1] (31-12-2010)
Densità 137,29 ab./km²
Frazioni Bettole di Pozzolo
Comuni confinanti Bosco Marengo, Cassano Spinola, Novi Ligure, Tortona, Villalvernia
Altre informazioni
Cod. postale 15068
Prefisso 0143
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 006138
Cod. catastale G961
Targa AL
Cl. sismica zona 3A (sismicità bassa)
Nome abitanti pozzolesi
Patrono san Sebastiano
Giorno festivo 20 gennaio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Pozzolo Formigaro
Sito istituzionale

Pozzolo Formigaro (Posseu in piemontese e in ligure) è un comune italiano di 4.886 abitanti della provincia di Alessandria in Piemonte.

Centro agricolo e industriale del novese, posto a pochi chilometri da Novi Ligure e da Alessandria, è da sempre un importante nodo commerciale e viario.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Nominato in vari atti del X secolo come Puteolus Fornuce o Puteolus de Borlasca entrò ben presto nell'orbita del comune di Tortona e fu da essa fortificato intorno all'anno 1095.

Assieme a Tortona fu conquistato nel 1155 dal Barbarossa. Passato nel XII secolo tra i domini dei marchesi del Bosco, passò nuovamente ai tortonesi. Nel 1255 la comunità locale si ribellò alla città e la questione fu risolta con la firma di un trattato di pace che riconosceva ai pozzolesi maggiori diritti.

Nel 1437 viene acquistato dal duca di Milano. Nel 1527 venne concesso in feudo a Domenico Sauli (genovese] figlio di Antonio . Il castello restò di proprietà della famiglia fino alla sua estinzione, quando il re di Sardegna ne incamerò i diritti feudali.

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[2]

Luoghi di interesse[modifica | modifica sorgente]

La chiesa parrocchiale di San Nicolò

Il castello dall'architettura quattrocentesca, ma con una parte di struttura seicentesca, simbolo del paese, è sede municipale e figura fra i "Castelli Aperti" del Basso Piemonte. La parte più antica conserva la porta carraia con postierla in cui sono ancora visibili le scanalature del ponte levatoio. All'interno, nella sala consiliare, affreschi proveniente dalla chiesa della Ghiare e una Madonna lignea del XV secolo.

Di interesse architettonico sono anche le antiche case in terra battuta modellata con un impasto di rossa gleba locale, sopravvissute allo sviluppo edilizio moderno.

Feste e ricorrenze[modifica | modifica sorgente]

  • Festa d'estate del paese : fuochi d'artificio e sagra presso il centro sportivo; si svolge la seconda domenica di agosto
  • Festa patronale di San Sebastiano il 20 gennaio

Persone legate a Pozzolo Formigaro[modifica | modifica sorgente]

Galleria fotografica[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Duilio Giacobone, "Storia di Pozzolo Formigaro", Trento, 1958.
  • Severino Ghezzi, "Pozzolo '800", Novi Ligure, 1958.
  • Severino Ghezzi, "Il dialetto pozzolese", Rapallo, 1962.
  • Dario Grassi, "Storia di Pozzolo nel Secolo XIX", Pozzolo Formigaro, 2000
  • Dario Grassi, "Pozzolo dall'amministrazione Liberale al Ventennio attraverso il Biennio rosso", Pozzolo Formigaro, 2005
  • Dario Grassi, "Pozzolo: cento anni d'emigrazione in tutto il mondo", Pozzolo Formigaro, 2003
  • Dario Grassi, "Personaggi e avvenimenti del Ventennio pozzolese 1922-1940", Pozzolo Formigaro, 2007
  • Mario Silvano, "Glossario vernacolo della pozzolasca". Ediz. Novinostra, 2000. (Lo spazio linguistico è compreso tra Novi, Mandrogne, Rivalta Scrivia)
  • Luca Rolandi, "Il Vangelo dei fatti : il settimanale cattolico il Popolo di Tortona nella sua storia centenaria",[S. l.]Cooperativa Editoriale Oltrepò, Voghera (PV), 1996.
  • Gian Michele Merloni- Luca Rolandi, "Nicola Montemanni (1803-1850) ed il suo tempo" /- Ovada - 2000
  • Pier Giovanni Agnes, "Il Vangelo nella storia : editoriali, commenti e note di Mons. P.G. Agnes direttore de Il Popolo di Tortona dal 1979 al 1998; a cura di Luca Rolandi; Soveria Mannelli, 2000
  • Pier Giovanni Agnes, "Pozzolo, nel suo pensiero e nel suo cuore", Milano, 2008
  • Giacomo Martini, "La stagione della memoria. Cinquant'anni di Unione Sportiva Pozzolese (1947-1997), Ugo Boccassi editore, Alessandria 1998.
  • Giacomo Martini, "Spirito di carità. Le Figlie di N.S. della neve e gli istituto assistenziali a Pozzolo Formigaro", Associazione Pro Loco Pozzolese, 2004.
  • Giacomo Martini, "Puteolus Fornuce, la storia di Pozzolo Formigaro e de li cascinotti delle Bettole", 2009
  • Giacomo Martini,"Mons. Pietro Gambarotta. Una presenza diventata storia 1954-2008". Parrocchia San Nicolò, Pozzolo Formigaro 2010
  • Pier Giorgio Carmagna, "Frammenti di storia pozzolese", Pozzolo Formigaro 2006.
  • Volumi della Pro Loco Pozzolese dal 1970 al 1992

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Piemonte Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Piemonte