Avolasca

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avolasca
comune
Avolasca – Stemma Avolasca – Bandiera
Avolasca – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
Provincia Provincia di Alessandria-Stemma.png Alessandria
Amministrazione
Sindaco Valter Raimondi (lista civica) dall'08/06/2009
Territorio
Coordinate 44°48′15″N 8°57′59″E / 44.804167°N 8.966389°E44.804167; 8.966389 (Avolasca)Coordinate: 44°48′15″N 8°57′59″E / 44.804167°N 8.966389°E44.804167; 8.966389 (Avolasca)
Altitudine 425 m s.l.m.
Superficie 12,24 km²
Abitanti 298[1] (31-12-2010)
Densità 24,35 ab./km²
Frazioni Baiarda, Casa Borella, Costa Giuliana, Grua, Isolabella, Mereta, Montebello, Oliva Tassare, Pissine
Comuni confinanti Casasco, Castellania, Costa Vescovato, Garbagna, Montegioco, Montemarzino
Altre informazioni
Cod. postale 15050
Prefisso 0131
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 006010
Cod. catastale A523
Targa AL
Cl. sismica zona 3A (sismicità bassa)
Cl. climatica zona E, 2 926 GG[2]
Nome abitanti avolaschesi
Patrono san Nicola di Bari
Giorno festivo 6 dicembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Avolasca
Posizione del comune nella provincia di Alessandria
Posizione del comune nella provincia di Alessandria
Sito istituzionale

Avolasca (Uraska in piemontese[3]) è un comune italiano della provincia di Alessandria, in Piemonte. Centro agricolo in mezzo alla valle dello Scrivia ne occupa il versante posto lungo la dorsale, che, diramandosi dal monte San Vito di 684 m s.l.m. fa da spartiacque alle valli percorse dai torrenti Grue e Ossona. È un luogo da un paesaggio splendido e selvaggio, tra colli verdissimi e antiche ville, con una cucina simile a quella Ligure, così come lo è la desinenza -asca. Le sue frazioni sono Montebello, Oliva e Tassare. Fa parte della Comunità Montana Valli Curone Grue e Ossona. Inoltre a pochi chilometri si trova Castellania piccolo comune noto per aver dato i natali a Fausto Coppi.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Compare in epoca longobarda fra i possedimenti dell'Abbazia di San Colombano di Bobbio assieme a Casasco.[4] Nel Medioevo Avolasca appartenne prima al comitato e poi all'episcopato di Tortona. Solo in seguito venne infeudato a diverse famiglie genovesi e seguì le vicende della valle Grue. Nel 1635 divenne parrocchia autonoma staccata da Palenzona.

Un tempo sede di un castello, probabilmente risalente al X secolo, ne conserva pochissime tracce (un muro della fondazione). Al suo posto sorge oggi la chiesa parrocchiale di San Nicola eretta nel castello, probabilmente ampliando una cappella feudale preesistente, attorno all'anno 972. Da segnalare anche l'edificio che ospitava l'asilo, ora di proprietà privata, progettato dall'architetto Gino Coppedè dedicato a Marina e Caterina Cerruti e che fu donato al paese da Alessandro Cerutti nel 1926.

In località Palenzona, un'altra parrocchiale dedicata ai SS. Pietro e Paolo. Sul culmine di un colle è la chiesa dei Bersaglieri ed il Tempio nazionale del ricordo.

Personaggi illustri[modifica | modifica wikitesto]

Tra i personaggi illustri di Avolasca: Giacomo Francesco Gandini (1931-1997), pittore naif, le cui opere sono annoverate in diversi cataloghi e conservate in gallerie d'arte italiane ed estere.

Economia[modifica | modifica wikitesto]

La principale risorsa del luogo è l'agricoltura. Nel territorio vi sono diverse culture di frumento, granoturco, ortaggi, frutta e foraggi. Il paese ha subito pesantemente le conseguenze della fuga verso le industrie della vicina Tortona. Il calo demografico ha portato gli abitanti da 880 nel 1931 a 281 nel 2001.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[5]


Ex asilo Marina e Caterina Cerruti di Avolasca, opera dell'architetto Gino Coppedè

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • A.A.V.V. - Il Piemonte paese per paese - Ed. Bonechi - 1993 - Firenze

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 50.
  4. ^ Valeria Polonio Felloni Il monastero di San Colombano di Bobbio dalla fondazione all'epoca carolingia - Tabella I dei possedimenti in Italia - Pag 16a
  5. ^ Statistiche I.Stat ISTAT  URL consultato in data 28-12-2012.
Panorama di Avolasca
Piemonte Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Piemonte