Borgoratto Alessandrino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Borgoratto Alessandrino
comune
Borgoratto Alessandrino – Stemma Borgoratto Alessandrino – Bandiera
Dati amministrativi
Stato Italia Italia
Regione Regione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
Provincia Provincia di Alessandria-Stemma.png Alessandria
Sindaco Simone Bigotti (lista civica) dal 30/03/2010
Territorio
Coordinate 44°50′14″N 8°32′23″E / 44.837222°N 8.539722°E44.837222; 8.539722 (Borgoratto Alessandrino)Coordinate: 44°50′14″N 8°32′23″E / 44.837222°N 8.539722°E44.837222; 8.539722 (Borgoratto Alessandrino)
Altitudine 105 m s.l.m.
Superficie 6,60 km²
Abitanti 618[1] (31-12-2010)
Densità 93,64 ab./km²
Comuni confinanti Carentino, Castellazzo Bormida, Frascaro, Oviglio
Altre informazioni
Cod. postale 15013
Prefisso 0131
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 006019
Cod. catastale B029
Targa AL
Cl. sismica zona 3A (sismicità bassa)
Nome abitanti borgorattesi
Patrono san Bernardo
Giorno festivo 20 agosto
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Borgoratto Alessandrino
Sito istituzionale

Borgoratto Alessandrino (Borgorat in piemontese) è un comune di 607 abitanti della provincia di Alessandria. Borgoratto Alessandrino esisteva prima del XIII secolo, cioè prima della fondazione di Alessandria. Pare che il nome derivi dal fatto che esisteva un gruppo di famiglie dette Ratti o De' Ratti. Potrebbe essere l'antico borgo Baldiratium di origine longobarda, ma su questo c'è poca certezza. Il paese si trova in riva al Bormida. Fino alla fine dello scorso millennio la comunità civile si riuniva principalmente presso la Società di Mutuo Soccorso ed Istruzione e nell'osteria di Clemente Barberis.

Personaggi storici[modifica | modifica sorgente]

  • Cino Bozzetti nato a Lecce nel 1876 dove il padre Romeo Bozzetti, Generale garibaldino prima, dell'esercito italiano poi, prestava servizio. Visse a Borgoratto e grazie all'abilità manuale con gli acquarelli e carboncino dimostrò di essere tra i migliori incisori del primo Novecento italiano. Il suo stile nel disegnare la campagna alessandrina e il sapore eterno del mondo agricolo impregnano le sue opere. "Cino Bozzetti sapeva trarre dalla contemplazione della natura e della fatica dei contadini, immagini di intensa poesia che si traducono..." in opere come Bosco in riva alla Bormida, Pascolo in riva alla Bormida, La vacca al pozzo e altre ancora. Con il suo stile affrescò l'abside della chiesa parrocchiale, raffigurando San Sebastiano, Rocco e Bernardo.
  • Franco Sassi, fu legatissimo al paesaggio di pianura di Borgoratto. Allievo di Cino Bozzetti, ne seguì le orme staccandosi dalle prime "maniere" per approdare a visioni fantastiche, sempre legate alla terra, alle radici, ai tronchi, ai fiumi. Una delle sue cinque opere, conservate al British Museum di Londra, ritrae la casa del Maestro a Borgoratto.
  • Ernesto Ferrari artista di pregiati manufatti in ferro battuto, onorificato della medaglia di Cavaliere al Merito della Repubblica nel campo delle arti. Maestro nell'eseguire figure, forgiò un mitico gallo per il Carroccio del Palio di Asti.

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[2]


Economia[modifica | modifica sorgente]

Trasporti[modifica | modifica sorgente]

La stazione di Borgoratto collega il paese alla rete ferroviaria sulla ferrovia Alessandria-San Giuseppe di Cairo.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Piemonte Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Piemonte