Ferrovia Alessandria-San Giuseppe di Cairo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alessandria–San Giuseppe di Cairo
Stati attraversati Italia Italia
Lunghezza 82 km
Apertura 1858 (Alessandria–Acqui)
1874 (Acqui–San Giuseppe di Cairo)
Gestore RFI (FS)
Precedenti gestori RM
Scartamento 1435 mm
Elettrificazione 3000 V CC
Ferrovie

La ferrovia Alessandria–San Giuseppe di Cairo è una linea ferroviaria italiana di proprietà statale che collega Alessandria, in Piemonte, a San Giuseppe di Cairo, sulla Fossano–Savona.

La gestione dell'infrastruttura e degli impianti ferroviari è affidata a RFI SpA, società del gruppo Ferrovie dello Stato, che qualifica la linea come complementare[1].

Storia[modifica | modifica sorgente]

Tratta Inaugurazione
AlessandriaAcqui Terme 3 gennaio 1858

La prima tratta, da Alessandria ad Acqui Terme, fu una delle prime realizzate nell'allora Regno di Sardegna. Fu assegnata in concessione ad un gruppo bancario, composto dalle famiglie Bolmida e Barbaroux, grazie al Regio Decreto 11 giugno 1856, n. 1695. La linea fu aperta all'esercizio il 3 gennaio 1858[2].

Il completamento della ferrovia avvenne con l'obiettivo di congiungere il porto di Savona, città raggiunta nel 1868 dalla Genova – Ventimiglia, all'interno piemontese. Si vollero seguire due direttrici, verso Torino e verso Alessandria, che si sarebbero diramate all'altezza di San Giuseppe di Cairo. Esse si sarebbero connesse a ferrovie già esistenti e dirette alle due città piemontesi, rispettivamente nei pressi di Bra, connessa a sua volta alla linea Torino-Cuneo tramite la linea per Cavallermaggiore, e verso Acqui Terme.

Il 28 settembre 1874 fu aperta quindi la tratta tra Acqui Terme e San Giuseppe di Cairo[2].

La linea fu elettrificata in trifase nei primi decenni del XX secolo e fu l'ultima ad essere convertita all'alimentazione in continua con tensione da 3000 volt il 25 maggio 1976[3]

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

La linea è una ferrovia a binario semplice elettrificato in corrente continua con tensione da 3000 volt. Il tronco fra la stazione di Alessandria e Cantalupo, in comune con la ferrovia Alessandria-Cavallermaggiore è a doppio binario.

La circolazione è regolata dal Dirigente Centrale Operativo (DCO) di Torino Lingotto.

Percorso[modifica | modifica sorgente]

Stazioni e fermate
Unknown route-map component "CONTgq" Unknown route-map component "ABZ+lr" Unknown route-map component "CONTfq"
Linea per Torino / Linea per Arona
Station on track
0+000 Alessandria 96 m s.l.m.
Unknown route-map component "d" Junction to left Unknown route-map component "SPLaq" Unknown route-map component "dvCONTfq"
Linea per Genova / Linea per Piacenza
Unknown route-map component "d" Junction to left Transverse track Unknown route-map component "dCONTfq"
Linea per Ovada
Unknown route-map component "AKRZu"
Autostrada dei trafori
Unknown route-map component "eBHF"
7+483 Cantalupo 104 m s.l.m.
Unknown route-map component "CONTgq" Junction to right
linea per Cavallermaggiore
Stop on track
10+940 Borgoratto 107 m s.l.m.
Unknown route-map component "eBHF"
13+089 Gamalero 108 m s.l.m.
Unknown route-map component "eBHF"
15+268 Sezzadio 115 m s.l.m.
Unknown route-map component "eHST"
Gavonata († 1962) 120 m s.l.m.
Station on track
21+034 Cassine 123 m s.l.m.
Unknown route-map component "eHST"
Caranzano-Sant'Andrea († 2003) 125 m s.l.m.
Station on track
27+808 Strevi 133 m s.l.m.
Junction from left Unknown route-map component "CONTfq"
linea per Genova
Station on track
33+909
48+010
Acqui Terme 161 m s.l.m.
Unknown route-map component "CONTgq" Junction to right
linea per Asti
Station on track
44+158 Terzo-Montabone 159 m s.l.m.
Station on track
39+034 Bistagno 171 m s.l.m.
Station on track
34+886 Ponti 180 m s.l.m.
Station on track
30+725 Montechiaro-Denice 199 m s.l.m.
Station on track
26+613 Mombaldone-Roccaverano 218 m s.l.m.
Station on track
22+508 Spigno 244 m s.l.m.
Stop on track
19+384 Merana 252 m s.l.m.
Straight track + Unknown route-map component "GRZq"
confine Piemonte-Liguria
Station on track
14+486 Piana 282 m s.l.m.
Station on track
9+906 Dego 307 m s.l.m.
Stop on track
7+052 Rocchetta Cairo 319 m s.l.m.
Small bridge over water
3+078 Bormida
Station on track
2+715 Cairo Montenotte 328 m s.l.m.
Unknown route-map component "CONTgq" Junction from right
linea per Torino
Station on track
0+000 San Giuseppe di Cairo
Junction to left Unknown route-map component "CONTfq"
linea per Savona (via Ferrania)
Track turning left Unknown route-map component "CONTfq"
linea per Savona (via Altare)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ RFI - Rete in esercizio (PDF). URL consultato il 26 gennaio 2009.
  2. ^ a b Sviluppo delle ferrovie italiane dal 1839 al 31 dicembre 1926, Roma, Ufficio Centrale di Statistica delle Ferrovie dello Stato, 1927. Vedi Alessandro Tuzza, Trenidicarta.it, 1997-2007. URL consultato il 19 gennaio 2010.
  3. ^ Omar Cugini, La trazione elettrica in ca trifase - Parte 5: 1970 - 1976, gli ultimi anni del trifase in Il mondo dei treni, ilmondodeitreni.it, 2008. URL consultato il 26 gennaio 2010.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Rete Ferroviaria Italiana. Fascicolo linea 11

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]