Montaldeo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Montaldeo
comune
Montaldeo – Stemma
Montaldeo – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
Provincia Provincia di Alessandria-Stemma.png Alessandria
Amministrazione
Sindaco Antonello Pestarino (lista civica) dal 14/06/2004
Territorio
Coordinate 44°40′05″N 8°43′52″E / 44.668056°N 8.731111°E44.668056; 8.731111 (Montaldeo)Coordinate: 44°40′05″N 8°43′52″E / 44.668056°N 8.731111°E44.668056; 8.731111 (Montaldeo)
Altitudine 332 m s.l.m.
Superficie 5,19 km²
Abitanti 292[1] (31-12-2010)
Densità 56,26 ab./km²
Comuni confinanti Casaleggio Boiro, Castelletto d'Orba, Lerma, Mornese, Parodi Ligure, San Cristoforo
Altre informazioni
Cod. postale 15060
Prefisso 0143
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 006103
Cod. catastale F403
Targa AL
Cl. sismica zona 3A (sismicità bassa)
Cl. climatica zona E, 2 664 GG[2]
Nome abitanti montaldesi
Patrono san Martino
Giorno festivo 11 novembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Montaldeo
Sito istituzionale

Montaldeo (Montondé in piemontese, Montaldeo in ligure) è un comune di 292 abitanti della Provincia di Alessandria situato sulle ultime pendici dell'Appennino Ligure non lontano dalle vallate ovadesi.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Nominato come Mons Alpeo in documenti del X secolo, in cui risultato dato in donazione all'abbazia di S.Marziano di Tortona, fece parte della marca obertenga e in particolar fu dominio dei marchesi di Gavi.

Distrutto dai genovesi nel 1224, fu ricostruito nel 1271 dal comune di Alessandria, ed entrò a far parte dei territori del marchese del Monferrato. Nel 1431, occupato da Francesco Sforza, fu inglobato nel Ducato di Milano fortificato e concesso in feudo a Gian Galeazzo Trotti.

Nel 1528, il borgo, stanco dei soprusi del feudatario, Cristoforo Trotti, scatenò una rivolta, che si concluse con il massacro di tutta la famiglia del feudatario.

Nel 1531 passò quindi alla famiglia Doria, il cui primogenito porta ancor oggi il titolo di conte di Montaldeo[3].

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[4]

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Galleria fotografica[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Vittorio Spreti (direttore), Enciclopedia storico nobiliare italiana, vol. II, Milano, 1928, ad vocem.
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Piemonte Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Piemonte