Sarezzano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sarezzano
comune
Sarezzano – Stemma
Sarezzano – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
Provincia Provincia di Alessandria-Stemma.png Alessandria
Amministrazione
Sindaco Roberto Gastaldi (lista civica) dall'08/06/2009
Territorio
Coordinate 44°52′08″N 8°54′51″E / 44.868889°N 8.914167°E44.868889; 8.914167 (Sarezzano)Coordinate: 44°52′08″N 8°54′51″E / 44.868889°N 8.914167°E44.868889; 8.914167 (Sarezzano)
Altitudine 300 m s.l.m.
Superficie 13,79 km²
Abitanti 1 205[1] (31-12-2010)
Densità 87,38 ab./km²
Frazioni Baracca,Cucco,Palazzina,Rocca Grue,San Ruffino,Sant'Innocenzo
Comuni confinanti Berzano di Tortona, Cerreto Grue, Monleale, Montegioco, Tortona, Viguzzolo, Villaromagnano
Altre informazioni
Cod. postale 15050
Prefisso 0131
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 006158
Cod. catastale I432
Targa AL
Cl. sismica zona 3A (sismicità bassa)
Nome abitanti Sarezzanesi
Giorno festivo 14 luglio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Sarezzano
Sito istituzionale

Sarezzano (Sarzàn in piemontese) è un comune di 1.205 abitanti della provincia di Alessandria, situato su una zona collinare sulla sponda sinistra del torrente Grue.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La chiesa del castello

Nel territorio comunale sono stati rinvenuti vari reperti che testimoniano insediamenti di epoca romana. Il luogo fu prescelto come eremo dai monaci Ruffino e Venanzio, che qui vi furono sepolti. I loro resti, originariamente conservati nella Pieve di San Michele, furono poi traslati nella chiesetta del castello. Il paese nel medioevo apparteneva alla signoria dei vescovi di Tortona e fu quindi legato al partito guelfo. Dal XV secolo alla fine del XVIII secolo fu poi feudo dei Guidobono Cavalchini dopodiché, con tutto il Tortonese, passò al Regno di Sardegna. Nel 1855 l'ex-chiesetta del castello (che era stata gravemente danneggiata da un fulmine nel 1610 e quindi ricostruita) fu elevata a parrocchiale. Essa fu poi sostituita negli anni cinquanta da un edificio di nuova costruzione, ai piedi della collina dove sorgeva il castello, dedicato ai Santi Ruffino e Venanzio.[2]

Nel 1585 fu rinvenuto nella chiesa del paese, accanto ai resti dei Santi Ruffino e Venanzio, il codex purpureus, un codice altomedioevale di pregiata fattura costituito da 72 fogli con il testo dei quattro vangeli. Scritto nel V o VI secolo su pergamena rossastra è contenuto in una custodia di legno; dopo essere stato nuovamente smarrito esso fu ritrovato nel 1872.[2]

Cultura[modifica | modifica sorgente]

Questo paese fa parte del territorio culturalmente omogeneo delle Quattro province (Alessandria, Genova, Pavia, Piacenza), caratterizzato da usi e costumi comuni e da un importante repertorio di musiche e balli molto antichi. Strumento principe di questa zona è il piffero appenninico che accompagnato dalla fisarmonica, e un tempo dalla müsa (cornamusa appenninica), guida le danze e anima le feste.

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[3]

Personaggi illustri[modifica | modifica sorgente]

A Sarezzano visse il tenore d'opera piemontese Aldo Raccone.

Sport[modifica | modifica sorgente]

Calcio[modifica | modifica sorgente]

La principale squadra di calcio della città è l'A.C. Sarezzano 2004 che milita in Seconda Categoria. Al termine della stagione 2010-11 viene promossa in Prima Categoria.

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Il municipio
Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
2004 2009 Mariella Assunta Mogni in Modenese lista civica Sindaco
2009 in carica Roberto Gastaldi lista civica Sindaco

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ a b Cenni storici sul sito del comune www.comune.sarezzano.al.it (consultato nel marzo 2011)
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Piemonte Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Piemonte