San Cristoforo (Italia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
San Cristoforo
comune
San Cristoforo – Stemma
San Cristoforo – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
Provincia Provincia di Alessandria-Stemma.png Alessandria
Amministrazione
Sindaco Monica Ghio (lista civica) dal 07/06/2009
Territorio
Coordinate 44°41′36″N 8°45′04″E / 44.693333°N 8.751111°E44.693333; 8.751111 (San Cristoforo)Coordinate: 44°41′36″N 8°45′04″E / 44.693333°N 8.751111°E44.693333; 8.751111 (San Cristoforo)
Altitudine 301 m s.l.m.
Superficie 3,59 km²
Abitanti 604[1] (31-12-2010)
Densità 168,25 ab./km²
Frazioni Camarella
Comuni confinanti Capriata d'Orba, Castelletto d'Orba, Francavilla Bisio, Gavi, Montaldeo, Parodi Ligure
Altre informazioni
Cod. postale 15060
Prefisso 0143
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 006152
Cod. catastale H810
Targa AL
Cl. sismica zona 3A (sismicità bassa)
Cl. climatica zona E, 2 638 GG[2]
Nome abitanti sancristoforesi
Patrono san Michele
Giorno festivo 29 settembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
San Cristoforo
Sito istituzionale

San Cristoforo (San Cristòfi o San Cristòfa in piemontese, San Cristoffa in ligure) è un comune di 607 abitanti situato su un altopiano sulla sinistra del torrente Lemme.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Situato su un importante via di comunicazione che portava all'antica città di Libarna, sorse intorno a un torrione di avvistamento: la cosiddetta Torre del gazzolo, oggi inglobata nel castello. Possedimento degli Obertenghi, passò nel 1313 in feudo agli Spinola di Luccoli, per disposizione dell'imperatore Enrico VII. Il borgo fu devastato più volte, e occupato nel 1625 dalle truppe franco-savoiarde e nel 1654 dai piemontesi. Nel XVII secolo passò ai Doria, come feudo imperiale fino al 1732, quando divenne sabaudo.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Il castello degli Spinola, risalente al XIV secolo, è costituito da un complesso di edifici circondati da mura, in cui è compresa la chiesa parrocchiale. Il castello vero e proprio è un quadrilatero circondato da un fossato, costruito intorno all'antica torre del Gazzolo (edificata nel XII secolo). A ovest del castello, la casa lunga, edificio del XV secolo, è oggi utilizzato come edificio di rappresentanza del comune mentre a est si trova la foresteria, un tempo collegata tramite un passaggio alla cappella oggi chiesa parrocchiale. Questa dedicata a San Cristoforo, originaria del XV secolo, ma rimaneggiata e ampliata nell'Ottocento, conserva tre statue lignee dedicate a Nostra Signora del Carmelo, a San Cristoforo e alla Madonna del S. Rosario.

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Galleria fotografica[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Piemonte Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Piemonte