Bergamasco (Italia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bergamasco
comune
Bergamasco – Stemma Bergamasco – Bandiera
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
Provincia Provincia di Alessandria-Stemma.png Alessandria
Amministrazione
Sindaco Gianni Benvenuti (lista civica Pace e lavoro) dal 07/06/2009
Territorio
Coordinate 44°49′42″N 8°27′21″E / 44.828333°N 8.455833°E44.828333; 8.455833 (Bergamasco)Coordinate: 44°49′42″N 8°27′21″E / 44.828333°N 8.455833°E44.828333; 8.455833 (Bergamasco)
Altitudine 125 m s.l.m.
Superficie 13,30 km²
Abitanti 780[1] (31-12-2010)
Densità 58,65 ab./km²
Comuni confinanti Bruno (AT), Carentino, Castelnuovo Belbo (AT), Incisa Scapaccino (AT), Oviglio
Altre informazioni
Cod. postale 15022
Prefisso 0131
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 006015
Cod. catastale A793
Targa AL
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti bergamaschesi
Patrono san Giacomo e Natività della Beata Vergine Maria
Giorno festivo 25 luglio e 8 settembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Bergamasco
Posizione del comune nella provincia di Alessandria
Posizione del comune nella provincia di Alessandria
Sito istituzionale

Bergamasco (Bergamäss in piemontese) è un comune italiano di 780 abitanti in provincia di Alessandria, a ridosso delle colline del Monferrato, sulla sponda sinistra del torrente Belbo.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Roccaforte di proprietà dei marchesi di Incisa sin da prima dell'anno 1000, entrò a far parte del Marchesato del Monferrato nel 1514, dopo la conquista di Incisa da parte di Guglielmo IX Paleologo, che quasi la rase al suolo. Seguì da allora le sorti del Monferrato.

A Bergamasco sorge un castello privato (proprietario è lo scenografo Carlo Leva) che ospita un museo del cinema. È inserito nel circuito dei "Castelli Aperti" del Basso Piemonte[2].

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[3]


Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Altro[modifica | modifica sorgente]

Nel 1985 fu rinvenuto in una tenuta agricola di Bergamasco un sarcofago romano risalente al II secolo, utilizzato come abbeveratoio. In base all'iscrizione incisa, risulta appartenere a un liberto di nome Calventius, della tribù Papiria. Il reperto è ora conservato nell'atrio del municipio.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Castelli Aperti, Castello di Bergamasco.
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
piemonte Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di piemonte